La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Workshop: TRASPORTI E PMI Torino, 10 Maggio 2005 Unanalisi della partecipazione italiana ai programmi europei di ricerca e sviluppo nel settore dei trasporti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Workshop: TRASPORTI E PMI Torino, 10 Maggio 2005 Unanalisi della partecipazione italiana ai programmi europei di ricerca e sviluppo nel settore dei trasporti."— Transcript della presentazione:

1 Workshop: TRASPORTI E PMI Torino, 10 Maggio 2005 Unanalisi della partecipazione italiana ai programmi europei di ricerca e sviluppo nel settore dei trasporti sostenibili Dario Monti MIUR, Esperto Nazionale Programma TRANSPORT

2 ALCUNE CONSIDERAZIONI GENERALI IL VI PROGRAMMA QUADRO: TRASPORTI DI SUPERFICIE SOSTENIBILI SINTESI RISULTATI DEI BANDI CONCLUSI CONCLUSIONE

3 Alcune considerazioni generali… Il rilancio dello sviluppo competitivo pare oggi condizionato in gran parte dallincapacità di cogliere le fondamenta della nuova economia della conoscenza. Cioè generare la capacità di trasferire e sfruttare i risultati della ricerca di base ed applicata, nei suoi aspetti critici: Capitale umano Produzione della conoscenza Trasferimento tecnologico Sviluppo economico territoriale

4 Una MAGGIORE INTERAZIONE tra Università, Centri di ricerca pubblica e privati, Imprese, Finanza e Istituzioni pubbliche favorirà lo sviluppo di un cambiamento di indirizzo caratterizzato dalla capacità di attrarre nuove idee, nuove risorse manageriali e finanziarie, nuovi investimenti per accelerare il tasso di natalità di nuove imprese high tech ed alimentare la crescita competitiva di quelle esistenti che risultano indispensabili per sostenere una base nazionale del settore manifatturiero …segue…

5 La strada da perseguire è LINNOVAZIONE DI SISTEMA che richiede una evoluzione dello stesso concetto di innovazione per trasformarsi da innovazione chiusa sullimpresa ad innovazione APERTA in modo da cogliere tutte le opportunità interne ed esterne …segue…

6 Una stretta COLLABORAZIONE tra il mondo accademico e quello industriale, sulla base di strumenti adeguati, è il maggior elemento di stimolo e di PROMOZIONE DELLINNOVAZIONE INDUSTRIALE. Certamente, per ottenere sinergie, vanno potenziati non solo la sensibilità, ma anche gli organismi appositi di incontro. E solo lavorando insieme che si possono ottimizzare i risultati ed attivare un circolo virtuoso …segue…

7 Sentirsi parte di un sistema con lobiettivo di migliorare la competitività di ciascun componente nel mercato globale è il fattore base della partecipazione ai programmi di ricerca europea. Questa strada è già stata intrapresa con successo da un numero sempre crescente delle nostre imprese …segue…

8 Il VI Programma Quadro: Trasporti di Superficie Sostenibili Il settore Trasporti di Superficie Sostenibili nel VI P.Q. rientra in una delle sette priorità tematiche Sviluppo sostenibile, cambiamento globale ed ecosistemi

9 Le azioni previste si concentrano sulle seguenti aree: Mettere a punto sistemi e mezzi di trasporto, rispettosi dellambiente, sicuri e competitivi per passeggeri e di merci e trasporti urbani puliti, parallelamente ad un uso più razionale dellautomobile in città: Nuovi concetti e tecnologie per il trasporto di superficie, inclusi nuovi sistemi di propulsione e lintegrazione di pile a combustibile a fini di trasporto; Tecniche avanzate di progettazione e produzione che portino a una maggiore qualità, sicurezza, riciclabilità, comodità ed economicità …segue… a.

10 Le azioni previste si concentrano sulle seguenti aree: Rendere i trasporti su rotaia e marittimi più efficaci e competitivi, rispondere alle esigenze in materia di interoperabilità e garantire il trasporto intelligente e sicuro di passeggeri e merci: riequilibrare e integrare diversi modi, in particolare in contesto urbano e regionale, compresi nuovi sistemi per la gestione della mobilità e la logistica dei trasporti che rendano i trasporti marittimi e su rotaia più efficaci (ad esempio promuovendo lintermodalità e linteroperatività); aumentare la sicurezza ed evitare le congestioni di traffico (in particolare nelle aree urbane), attraverso lintegrazione di soluzioni elettroniche e di software innovative e luso di sistemi avanzati di navigazione satellitare e soluzioni telematiche …segue… b.

11 SCIENZE DELLA VITA, GENOMICA E BIOTECNOLOGIE PER LA SALUTE 2255 genomica avanzata e sue applicazioni per la salute lotta contro le principali malattie TECNOLOGIE PER LA SOCIETA DELLINFORMAZIONE 3625 NANOTECNOLOGIE E NANOSCIENZE, MATERIALI MULTIFUNZIONALI BASATI SULLA CONOSCENZA E NUOVI PROCESSI E DISPOSITIVI DI PRODUZIONE 1300 AERONAUTICA E SPAZIO 1075 QUALITA E SICUREZZA ALIMENTARE 685 SVILUPPO SOSTENIBILE, CAMBIAMENTO GLOBALE ED ECOSISTEMI 2120 sistemi energetici sostenibili trasporti di superficie sostenibili cambiamento globale ed ecosistemi CITTADINI E GOVERNANCE NELLA SOCIETA DELLA CONOSCENZA 225 TOTALE PRIORITA TEMATICHE La ripartizione finanziaria delle priorità tematiche nellarco del VI P.Q. ( ): MLN/EURO …segue…

12 Il budget di 610 MEuro è ripartito tra la: DG-RTD 445 MEuro (di cui per contratti MEuro) DG-TREN165 MEuro (di cui per contratti MEuro) Così ripartito negli anni …segue… Total DG RTD DG TREN Total Max 6% administrative expenditures 2.Including revenue from third parties 3.(E15+E10) + 2,16% EFTA 4.(E15+ E10) + 2,16% EFTA 5.(E15 + E10) + 2,16% EFTA Tab. 2

13 ROAD MAP – Trasporti di superficie sostenibili Thematic Priority Area Call 1A Call 2A Call 3A Call 4A 1 Type of instrument open in each call 6.2 Sustainable Surface Transport Research to support the European Transport Policy 1. New technologies and concepts for all transport modes (road, rail and waterborne) Dec 02 – March MEuro (Closed) June 03 - Dec MEuro (Closed) June 04 – Dec Meuro (Closed) June 05 – Dec Meuro (Closed) IP STREP CA SSA 3. Rebalancing and integrating different transport modes 4. Increasing road, rail and waterborne safety and avoiding traffic congestion Thematic Priority Area Call 1B Conti nuous call Call 2B Call 3B Type of instrument open in each call 6.2 Sustainable Surface Transport Research, technological development and integration 1.New technologies and concepts for all surface transport modes (road, rail and waterborne) Dec 02 - April MEuro (Closed) Dec 02 - March 06 5ME Dec 03 - April ME (Closed) March05 - Sept ME 2 IP NoE STREP CA SSA 2. Advanced design and production techniques 3. Rebalancing and integrating different transport modes 4. Increasing road, rail and waterborne safety and avoiding traffic congestion 1.1,5 ME of this amount is from the 2005 budget, the remaining amount relates to the 2006 budget and is under the condition that the preliminary draft budget for that year is adopted without modifications by the budgetary authority ME of this amount is from the 2005 budget, the remaining amount relates to the 2006 budget and is under the condition that the preliminary draft budget for that year is adopted without modifications by the budgetary authority.

14 Sintesi risultati dei bandi conclusi La partecipazione italiana nei diversi bandi può essere valutata soddisfacente: Bandi TREN1 e TREN2 109 proposte valutate 37 hanno superato la soglia 26 sono state raccomandate per il finanziamento 10 sono state inserite nella lista di riserva Il successo italiano risulta molto buono rispetto alla partecipazione dei 15 Paesi membri (16,3% di proposte sopra la soglia contro il 14,8% di proposte esaminate). Ad una buona partecipazione delle PMI (doppia rispetto ad un obiettivo del 15%) si riscontra che gli IP non favoriscono i paesi più piccoli e la partecipazione dei nuovi stati membri è limitata (16,1%) e il gap diventa ancora maggiore se confrontato con le proposte che superano la soglia (11,1%)

15 Bandi TRANSPORT 1B e 2B 162proposte ricevute (1 non eleggibile) 55sopra la soglia (30% rispetto al totale di proposte valutate 49raccomandate per il finanziamento, con priorità data ai nuovi strumenti 6progetti in lista di riserva (5 STREP+ 1 CA ), tutti di buona qualità e con probabilità di essere finanziati Buono il livello qualitativo delle proposte, ad eccezione degli ibridi e di poche proposte nellintermodalità Ritenuta ancora scarsa la partecipazione dei nuovi stati membri e dei paesi terzi Ripartizione tra strumenti nuovi e tradizionali vicina allobiettivo (65% e 35%) Eccellente la partecipazione delle PMI (29,54%) Ottima partecipazione industriale con un elevato tasso di successo La partecipazione italiana è stata buona negli IP (12,5%) e negli STREP (12.02%) mentre risulta insufficiente nelle CA (7,41%) e nelle NoE (4,35%). …segue…

16 La partecipazione delle PMI risulta superiore allobiettivo del 15% ed in crescita TRANSPORT 1B …segue… SME PARTICIPATION Received %Retained % IP NoE STREP CA SSA00 Total23.322

17 TRANSPORT 2B …segue… Instruments SME PARTICIPATION Proposals receivedRanked list ALLSME%ALLSME% IP NoE STREP CA SSA Total

18 ConclusioneConclusione Disporre di struttura e capacità interne di ricerca e innovazione Capacità di creare, condividere e sfruttare conoscenze attraverso il complesso di relazioni che legano varie funzioni e gli individui tra di loro Attivare una più stretta collaborazione tra università, centri di ricerca pubblici e privati e imprese per fare sistema per davvero Collaborare per competere


Scaricare ppt "Workshop: TRASPORTI E PMI Torino, 10 Maggio 2005 Unanalisi della partecipazione italiana ai programmi europei di ricerca e sviluppo nel settore dei trasporti."

Presentazioni simili


Annunci Google