La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Asse 4 ricerca sviluppo ed innovazione per la gestione efficiente delle risorse ambientali Misura 4.3: realizzazione di attività per la gestione delle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Asse 4 ricerca sviluppo ed innovazione per la gestione efficiente delle risorse ambientali Misura 4.3: realizzazione di attività per la gestione delle."— Transcript della presentazione:

1 Asse 4 ricerca sviluppo ed innovazione per la gestione efficiente delle risorse ambientali Misura 4.3: realizzazione di attività per la gestione delle risorse naturali ed ambientali responsabile: Dr.Guido Olivieri

2 Misura 4.3: realizzazione di attività per la gestione delle risorse naturali ed ambientali lattuazione di una serie di azioni per lo sviluppo e la diffusione della conoscenza delle problematiche ambientali che interessano larea, anche utilizzando: information & comunication technology; sviluppo di sistemi di monitoraggio; realizzazione dei collegamenti in rete; realizzazione o acquisto del software tecnico; sviluppo e realizzazione di programmi di cooperazione internazionale. A tal fine sono stati previsti 2 progetti La misura prevede

3 Progetto 1: Acquisto materiale informatico ed arredo per funzionamento ufficio Progetto 2: Realizzazione di una rete di stazione per il biomonitoraggio in corso dattuazione 1.Acquisto materiale informatico ed arredo per funzionamento ufficio Sono state acquistate le attrezzature necessarie al funzionamento dellUfficio Urban 2.Realizzazione di una rete di stazioni per il biomonitoraggio in corso dattuazione Prevede Il recupero e la riqualificazione di una serie di aree degradate Per la realizzazione di spazi pubblici attrezzati per lo svolgimento di attività ricreative Per la predisposizione, attraverso linserimento di alcune specifiche essenze vegetazionali, della successiva attività di monitoraggio ambientale.

4 Progetto 2: Realizzazione di una rete di stazioni per il biomonitoraggio Da recenti studi condotti dal Dipartimento di Scienze della Terra della Facoltà di Scienze ambientali del secondo Ateneo napoletano è emerso che alcune essenze vegetazionali sono in grado di restituire, una volta analizzate attraverso uno specifico protocollo, alcuni significativi indicatori per la valutazione della qualità dellaria. In attesa di precisare con il Dipartimento di Scienze della Terra le modalità di rilevamento e di valutazione dei dati forniti da questa particolare metodologia dindagine, lAutorità di Gestione del PIC Urban II ha ritenuto opportuno avviare una prima serie di quattro interventi sperimentali per verificare i criteri di progettazione ed esecuzione delle stazioni di biomonitoraggio adottando le indicazioni contenute nella Guida alla progettazione degli spazi aperti della Città di Caserta, adottata con delibera di G.C. n. 63 del Una volta definito il quadro economico e finanziario della Misura 4.3 a seguito della rimodulazione proposta nellambito del Comitato di Sorveglianza dell11 giugno 2004, questo programma dinterventi sarà esteso ad ulteriori dodici aree, completando la rete di stazioni per il biomonitoraggio concordata con il Dipartimento di Scienze della Terra e, quindi, avviando lattività di monitoraggio ambientale prevista nella Misura.

5 Interventi sperimentali per verificare i criteri di progettazione ed esecuzione delle stazioni di biomonitoraggio. Intervento 01 area 9, via T. Campanella ed ex Campo Sportivo di S. Clemente I primi quattro interventi in corso dattuazione riguardano le seguenti aree: Intervento 02 area 7, Largo Assunta a Falciano Intervento 03 area 14, posta nello svincolo della variante ANAS per Maddaloni tra Tredici e S. Clemente Intervento 04 area 5, posta lungo la scarpata laterale del sottopasso tra v.le Lincoln e S. Benedetto

6 Intervento 01: area 9, via T. Campanella ed ex Campo sportivo di S. Clemente Ha riguardato il recupero di unarea che si estende su di una superficie di circa mq eliminando 900 mq di asfalto per la realizzazione di unarea boscata a servizio del campo sportivo. Il progetto ha previsto inoltre linserimento di 30 nuovi posti auto la realizzazione di un nuovo impianto per la pubblica illuminazione la realizzazione di un impianto per lirrigazione delle nuove 80 essenze previste. LIMPORTO DEI LAVORI POSTO A BASE DI GARA È STATO PARI A CIRCA ,00.

7 Intervento 02: area7, Largo Assunta a Falciano Ha riguardato la riqualificazione di unarea che si estende su di una superficie di 450 mq eliminando 250 mq di asfalto per la sistemazione a verde del largo e linserimento di un nuovo impianto per la pubblica illuminazione ed un nuovo impianto per lirrigazione delle 70 nuove essenze previste. LIMPORTO DEI LAVORI POSTO A BASE DI GARA È STATO PARI A CIRCA ,00.

8 Intervento 03: area14, posta nello svincolo della variante ANAS per Maddaloni tra Tredici e S. Clemente Ha riguardato il recupero e la riqualificazione di unarea fortemente degradata che si estende su di una superficie pari a circa mq favorendo la formazione di unarea boscata per una superficie pari a circa 1600 mq la realizzazione di aree attrezzate per lo sport ed il tempo libero per una superficie 850 mq. Lintervento ha previsto, inoltre, la realizzazione di un nuovo impianto per la pubblica illuminazione ed un impianto dirrigazione per le 260 nuove essenze previste. LIMPORTO DEI LAVORI POSTO A BASE DI GARA È STATO PARI A CIRCA ,00.

9 Intervento 04: area 5, posta lungo la scarpata laterale del sottopasso tra v.le Lincoln e S. Benedetto Ha riguardato la sistemazione di unarea che si estende su di una superficie pari a circa mq prevedendo la sistemazione a verde delle scarpate ed il miglioramento dellaccessibilità complessiva al sottopasso. LIMPORTO DEI LAVORI POSTO A BASE DI GARA È STATO PARI A CIRCA ,00.

10 Principali categorie dintervento per ognuna delle dodici aree rimanenti Area 1- Via Feudo S. Martino (mq ) Area arredata a verde ed attrezzature sportive, già sistemata al 90%, da integrare con alberi. Area 2- Viale della Libertà (mq ) La strada di accesso alla città, presenta sulle fasce laterali, delle aree a scarpata che andrebbero sistemate ed alberate Area 3- Via Benevento - Via Kennedy - Scuola Elementare/Materna (mq. 400) Larea della scuola materna è stata di recente attrezzata con giochi e verde. Nella scuola elementare esistono alcune aiuole su piazzali pavimentati, che potrebbero essere in parte deasfaltizzati aumentando la dotazione del verde. Una piccola aiuola è presente allesterno del plesso scolastico. Area 4- Via Ragazzi del 99 (mq. 600) Area già sistemata ed in discrete condizioni. Può essere integrata con alcuni alberi. Esiste nel piazzale antistante, un largo spazio che potrebbe essere destinato a parcheggio alberato. Area 6 - Via Giovanni XXIII (Falciano) (mq ) Nella zona vi sono due aiuole al margine di un piazzale asfaltato, utilizzato come parcheggio. Larea potrebbe essere deasfaltizzata, lasciando la strada di accesso ai condomini ed essere accorpata ad unarea comunale abbandonata, alveo Fellaco, creando una vasta zona verde arredata, fruibile dai cittadini, in quanto la zona ne è carente. Area 8 -Piazza Avetrano/Via Campania (Tredici) (mq ) Tutta larea è costituita da un grande piazzale asfaltato, assolato e caldo. Si potrebbe eliminare gran parte della pavimentazione, lasciando solo le strade esterne, creando una vasta area di verde, che inglobi anche i pini secolari esistenti ed impiantati sul marciapiede. Possibilità di accorpamento con area zona Leonetti

11 Principali categorie dintervento per ognuna delle dodici aree rimanenti Area 10 - Zona Leonetti (mq ) Area limitrofa alla linea ferroviaria, attualmente privata, ma abbandonata. E stato redatto progetto che prevede la possibilità di realizzare strutture sportive e verde attrezzato, che solo in parte per circa mq., sarebbero a carico del Comune. Larea potrebbe essere accorpata alla riqualificazione di Piazza Avetrano, creando una grande area verde. Area 11 - Aree prospicienti Via delle Betulle (mq ) Sono aree lasciate libere nel P.D.Z. 167, che risultano abbandonate e/o utilizzate saltuariamente a parcheggio. Possibilità di creare vaste aree verdi arredate. Area 12 - Villa S. Maria delle Beatitudini (mq ) Area verde di recente realizzazione, sistemata ed arredata anche con attrezzature sportive. Integrazione con alberi. Area 13 - Via Daniele area vicino chiesa (S. Clemente) (mq. 500) Larea privata, al confine con la ferrovia, unarea di cava ed il cementificio, potrebbe essere acquisita e/o ceduta al Comune per la realizzazione di unarea verde attrezzata, vista lassoluta mancanza di strutture in zona. Area 15 - Villetta di Via Campania (Tredici) (mq. 650) La villetta di recente realizzata (mq.350), risulta insufficiente, troppo pavimentata e priva di verde, per essere fruibile. Si potrebbe aumentare la superficie, espropriando una piccola zona retrostante, attualmente coltivata, creando una spazio verde, in una zona estremamente carente. Area 16 - Via Avellino (mq ) Area privata chiusa, da espropriare, sulla quale è stato redatto progetto per la destinazione a verde attrezzato.


Scaricare ppt "Asse 4 ricerca sviluppo ed innovazione per la gestione efficiente delle risorse ambientali Misura 4.3: realizzazione di attività per la gestione delle."

Presentazioni simili


Annunci Google