La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CATANIA SITE ST e lambiente. 2 STMicroelectronics Giugno 2008 CONCETTI DI AMBIENTE / ECOLOGIA AMBIENTE: L'insieme di tutte le condizioni esterne che hanno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CATANIA SITE ST e lambiente. 2 STMicroelectronics Giugno 2008 CONCETTI DI AMBIENTE / ECOLOGIA AMBIENTE: L'insieme di tutte le condizioni esterne che hanno."— Transcript della presentazione:

1 CATANIA SITE ST e lambiente

2 2 STMicroelectronics Giugno 2008 CONCETTI DI AMBIENTE / ECOLOGIA AMBIENTE: L'insieme di tutte le condizioni esterne che hanno effetto sull'esistenza, la crescita ed il benessere degli organismi individuali, o insieme di organismi, coinvolgendo l'intera Biosfera, la zona della terra che permette la vita. ECOLOGIA: (dal greco oikos – casa) La scienza che studia in maniera specifica le interrelazioni tra piante e animali (incluso l'essere umano) e il loro ambiente.

3 3 STMicroelectronics Giugno 2008 Disastri Ambientali Amianto – Italia. A Casale Monferrato inizia la produzione di fibrocemento Eternit, da parte dell'omonima ditta svizzera. Le lavorazioni porteranno a diverse centinaia di morti tra la cittadinanza, accertate nel solo decennio relativo alla chiusura della linea di produzione. L'attività procederà fino al Germania – Oppau. Esplosione da nitrato d'ammonio alla BASF, oltre 800 morti Mercurio - Giappone malattia di Minamata. Casi di intossicazione da metilmercurio, rilasciato nelle acque della baia dalle acque reflue dell'industria chimica Chisso Corporation. La malattia si diffuse in prevalenza nei villaggi di pescatori che si alimentavano di pesce contaminato. Sono state 2265 le vittime accertate nel 2001, in gran parte bambini, con effetti neurologici particolarmente gravi, le richieste di risarcimento Pesticidi - Uzbekistan e Kazakistan. Il disastro del Lago d'Aral inizia, e si protrae ancora al periodo attuale; è stato definito da Al Gore come il più grave nella storia dell'umanità. Originalmente, il lago era ampio all'incirca km², ma dal 1960 il volume e la sua superficie sono diminuiti di circa il 75% cumulando pesticidi poi dispersi dal vento su tutta l'area Idrocarburi- Inghilterra Londra. La cosiddetta "nebbia nera", Great Smog o Big Smoke formatasi per l'accumularsi di smog a causa di particolari condizioni di calma atmosferica, causò nel mese di dicembre la morte diretta di oltre 4000 persone e fino a per le conseguenze Diossine – Germania. Fuga di diossine alla BASF, il 17 novembre 1953 negli impianti di Ludwigshafen, su una linea di produzione di Triclorofenolo Italia - Savona (Cengio). DallACNA (Azienda Coloranti Nazionali e Affini), afferente all'industria EniChem, si riversano per decenni ingenti quantità di Anidride solforosa (SO 2 ), Benzene e fenoli sterilizzando una vasta area. Nel 1988 un incidente induce il Ministro dellAmbiente a decretare una prima chiusura dellimpianto (definitiva nel 1997) Italia - Porto Marghera. Per decenni le industrie chimiche della zona (EniChem Agricoltura, Agrimont, Montefibre, Montedison in genere), riversano CVM (cloruro di vinile monomero), idrocarburi clorurati e metelli pesanti nella laguna. Gravi danni all'ambiente e decine di casi di tumore tra gli abitanti.

4 4 STMicroelectronics Giugno 2008 Disastri Ambientali Italia – Seveso. Nello stabilimento della ICMESA (Givaudan) esplode un reattore, disperdendo nell'ambiente TCDD tetracloro-p-dibenzodiossina. Seimila residenti esposti ai danni a causa del disastro di Seveso Stati Uniti. Il sito, noto come Love Canal venne utilizzato dalla Hooker Chemicals and Plastics (adesso Occidental Chemical Corporation (OCC) per lo stoccaggio di tonnellate di prodotti e rifiuti chimici, compresi clorurati e diossine. La dispersione nell'ambiente delle stesse provocò l'evacuazione di un'intera cittadina Three Mile Island (USA). Incidente al reattore nucleare India – Bhopal. Esplosione nello stabilimento della Union Carbide con dispersione di 40 tonnellate di Metilisocianato feriti, morti a causa del disastro di Bhopal – Clorofluorocarburi. Viene descritto per la prima volta sulla rivista Nature il buco dell'ozono Chernobyl (Ucraina). Incidente al reattore nucleare - 30 morti, evacuati nel raggio di 40 chilometri, enorme il numero di contaminati del disastro di Chernobyl Exxon Valdez - Alaska. Era il nome di una superpetroliera di proprietà della Exxon Mobil. Il 24 marzo 1989 la nave si incagliò in una scogliera dello stretto di Prince Williams in Alaska disperdendo in mare oltre tonnellate di petrolio Tokaimura - Giappone. Il 30 settembre, in questo villaggio a 130 chilometri a nord-est di Tokio si verifica una contaminazione da Uranio 238 proveniente da un impianto di produzione di combustibile nucleare – Prestige – Spagna. Era il nome di una petroliera monoscafo caricata con tonnellate di petrolio, che affondó in quellanno di fronte alle coste spagnole provocando un'immensa marea nera che colpí una vasta zona compresa dal nord del Portogallo fino alle Lande Francesi, avendo un impatto importante sulla costa Galiziana.

5 5 STMicroelectronics Giugno 2008 COME NASCE IL PROBLEMA AMBIENTE PROCESSO INPUT - OUTPUT Tutti i processi di trasformazione generano R I F I U T I Tutti i prodotti diventano comunque rifiuti alla fine della loro vita se non vengono riusati o riciclati MATERIE PRIME RISORSE NATURALI RIFIUTI SOLIDI LIQUIDI GASSOSI PRODOTTO

6 6 STMicroelectronics Giugno 2008 INDUSTRIA SEMICONDUTTORI: PROCESSO INPUT/ OUTPUT CH 4 Acqua Scarichi liquidi Chimici e gas Materiali Energia elettrica Emissioni aeree Rifiuti solidi Solventi e oli esausti

7 7 STMicroelectronics Giugno 2008 Energia Elettrica245 milioni di kWh Gas Naturale3,8 Milioni di metri cubi Acqua utilizzata 6 Milioni m 3 (50% recuperata) (acqua grezza importata + acqua recuperata) Sostanze Chimiche3340 t OUTPUT INPUT DATI SIGNIFICATIVI DEL 2007 Wafer Out Totale Acqua scaricata 2,6 Milioni di metri cubi Emissioni gas serra t CE (tonnellate di carbonio equivalente) Totale rifiuti 2700 t Riciclo 1860 t (69%) Termovalorizzazione300 t (11%) Discarica540 t (20%) Citta di abitanti Citta di abitanti 135 Autocarri

8 8 STMicroelectronics Giugno 2008 Il Rapporto Brundtland (dal nome della norvegese Gro Harlem Brundtland, presidente della Commissione mondiale sull'ambiente e lo sviluppo – WCED) pubblicato nel 1987, contiene la prima definizione di Sviluppo Sostenibile. « … lo Sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni della presente generazione senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni …» Sviluppo Sostenibile

9 9 STMicroelectronics Giugno 2008 STANDARD E REGOLAMENTI AMBIENTALI EMAS (Eco Management and Audit Scheme) Regolamento europeo di ecogestione ed audit ISO (International Standard Organization) Standard Internazionali per i sistemi di gestione ambientale. LIMITARE I DANNI ALLAMBIENTE CHE IL NOSTRO PROCESSO PRODUTTIVO INEVITABILMENTE COMPORTA.

10 10 STMicroelectronics Giugno 2008 STRATEGIA REATTIVA STRATEGIA PROATTIVA Adeguamento alle richieste esterne, rispetto della normativa. Prima del 1993 Strategia Reattiva Si ha la consapevolezza che la crescita economica di lungo periodo deve essere compatibile con lambiente. Dopo il 1993 Strategia Proattiva/ Innovativa Lelemento caratterizzante e il coinvolgimento sempre piu diffuso sia a livello esterno che interno verso la migliore definizione degli scopi dellorganizzazione.

11 11 STMicroelectronics Giugno 2008 EFFETTI AMBIENTALI DOVUTI ALLA PRODUZIONE DELLENERGIA ELETTRICA DA COMBUSTIBILI FOSSILI Non sempre la produzione e l'uso di energia vengono mentalmente associati alle influenze sull'ambiente che essi generano. Spesso c'e' un costo "nascosto" che comunque paghiamo utilizzando l'illuminazione, i macchinari e gli utensili elettrici. La generazione di energia elettrica: comporta l'utilizzo di una grande quantita' di risorse naturali contribuisce fortemente a gravi fenomeni quali, ad esempio, l'effetto serra e le piogge acide.

12 12 STMicroelectronics Giugno 2008 Produzione Europea (CE) di ENERGIA ELETTRICA UTILIZZANDO FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI: SOLARE (Solare termica, solare elettrica) DI MAREA IDROELETTRICA GEO-TERMICA, EOLICA. UTILIZZANDO COMBUSTIBILI ALTERNATIVI METANOLO ETANOLO IDROGENO GAS NATURALI UTILIZZANDO TECNOLOGIE ALTERNATIVE: COGENERAZIONE CELLE A COMBUSTIBILE Tipologia% Combustibili fossili54.8%Carbone, petrolio, gas naturale Nucleare29.5% Idroelettrico9.0%(10.2% incluso luso dei bacini di ripompaggio) Altro 5.5%Eolico, biomasse, solare, geotermico COME SALVARE LE RISORSE NATURALI

13 13 STMicroelectronics Giugno 2008 INQUINAMENTO DELL'ARIA PREVALENTEMENTE E' DOVUTA ALLE ATTIVITA' INDUSTRIALI ED AI MEZZI DI TRASPORTO. GLI INQUINANTI PIU' COMUNI SONO: CO - Monossido di Carbonio CO 2 – Anidride Carbonica NOx - Composti azotati VOCs - Composti organici volatili SOx - Ossidi di Zolfo Pb – Piombo PFC – Composti perfluorurati Buco dellozono I Freon e gli Halon (CFC, clorofluorocarburi e bromofluorocarburi), attaccano e distruggono l'ozono, un gas che protegge la terra dalle radiazioni ultraviolette. Attraverso i "buchi" che si vengono a creare su questo strato protettivo i raggi UV raggiungono la terra e possono danneggiare le piante, gli animali, gli uomini. Questo e' il fenomeno del buco nell'ozono. Ozonosfera Stratosfera

14 14 STMicroelectronics Giugno 2008 EFFETTO SERRA Alcuni gas (anidride carbonica, metano, Freon ed Halon ecc... ) si lasciano attraversare dalla luce del sole ma non dal calore riflesso dalla terra. Essi agiscono come una coperta impedendo la dispersione del calore che si accumula causando un aumento della temperatura. Questo e' l'effetto serra. PIOGGE ACIDE Alcuni gas (SO2, NOx, ecc.) quando immessi in atmosfera formano acidi che poi contaminano il suolo e le falde acquifere. Questo e' il fenomeno delle piogge acide.

15 15 STMicroelectronics Giugno 2008 INQUINAMENTO DELL'ARIA Per depurare le emissioni atmosferiche dai vapori acidi o basici che contiene si utilizza una semplice macchima di abbattimento definita colonna di lavaggio a riempimento o scrubber. Scrubber

16 16 STMicroelectronics Giugno 2008 INQUINAMENTO DELL'ACQUA Piu' dei due terzi della superficie terrestre e' ricoperto dalle acque. La maggior parte di questa grande massa d'acqua e' salata o gelata, mentre quella dolce disponibile per l'uomo e' appena l'uno per cento (1%). Consideriamo infine che essa non e' uniformemente distribuita sulla terra per cui ci sono zone dove l'acqua scarseggia. Per questi motivi e' importante non sprecarla e non inquinarla. Proprio per non inquinare l'acqua vengono utilizzati gli impianti di trattamento delle acque di scarico. Quelli in funzione nel nostro stabilimento attraverso un processo chimico-fisico eliminano dalle acque di scarico gli acidi e le basi utilizzati nei processi di produzione. H 2 SO 4

17 17 STMicroelectronics Giugno 2008

18 18 STMicroelectronics Giugno 2008


Scaricare ppt "CATANIA SITE ST e lambiente. 2 STMicroelectronics Giugno 2008 CONCETTI DI AMBIENTE / ECOLOGIA AMBIENTE: L'insieme di tutte le condizioni esterne che hanno."

Presentazioni simili


Annunci Google