La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Minori stranieri non accompagnati: i percorsi di protezione sociale del progetto Pantoufle a cura di a cura di Stefania Alunni Breccolenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Minori stranieri non accompagnati: i percorsi di protezione sociale del progetto Pantoufle a cura di a cura di Stefania Alunni Breccolenti."— Transcript della presentazione:

1 Minori stranieri non accompagnati: i percorsi di protezione sociale del progetto Pantoufle a cura di a cura di Stefania Alunni Breccolenti

2 Perché Pantoufle Il volto di Anouk era pallido e gli occhi ingranditi alla luce della candela, la mano stretta alla mia. Dobbiamo proprio dormire qui? ha domandato. A Pantoufle non piace. Ha paura Ho sorriso e lho baciata sulla guancia dorata e seria. Pantoufle ci aiuterà… Pantoufle ci aiuterà… Le scarpe rosse Harris Joanne Harris Joanne

3 PROGRAMMA MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI ( ANCI E MINISTERO DEL LAVORO E LA SOLIDARIETA SOCIALE) Siamo partiti dalla consapevolezza che fosse sempre più stretto il legame tra i fenomeno dellarrivo dei minori non accompagnati, il traffico, la tratta, lo sfruttamento, la fuga da situazioni di persecuzioni e conflitto Siamo partiti dalla consapevolezza che fosse sempre più stretto il legame tra i fenomeno dellarrivo dei minori non accompagnati, il traffico, la tratta, lo sfruttamento, la fuga da situazioni di persecuzioni e conflitto sperimentare un SISTEMA NAZIONALE, decentrato ed in rete, di presa in carico e integrazione dei minori stranieri non accompagnati, con particolare riguardo alla fase di pronta accoglienza sperimentare un SISTEMA NAZIONALE, decentrato ed in rete, di presa in carico e integrazione dei minori stranieri non accompagnati, con particolare riguardo alla fase di pronta accoglienza LEnte ha presentato il progetto per entrare in una rete nazionale e sperimentare buone prassi a livello locale, anche con lAutorità Giudiziaria LEnte ha presentato il progetto per entrare in una rete nazionale e sperimentare buone prassi a livello locale, anche con lAutorità Giudiziaria

4 Il minore straniero in stato di abbandono superiore interesse del minore (convenzione ONU) deve essere collocato dalla pubblica autorità in un luogo sicuro. Laccoglienza del minore in una comunità di pronta accoglienza o altra struttura idonea è competenza dellEnte Locale (328/2000)

5 COLLOCAMENTO IN LUOGO SICURO Inserimento in PRONTA ACCOGLIENZA. La Struttura deve rispondere a requisiti strutturali e funzionali dettati da leggi e regolamenti regionali e comunali. Inserimento in PRONTA ACCOGLIENZA. La Struttura deve rispondere a requisiti strutturali e funzionali dettati da leggi e regolamenti regionali e comunali. La Soc. Coop BorgoRete è il soggetto gestore; ha compiti educativi, organizzativi e sovrintende il funzionamento della struttura La Soc. Coop BorgoRete è il soggetto gestore; ha compiti educativi, organizzativi e sovrintende il funzionamento della struttura

6 Lidentificazione Mancanza di documenti, difficoltà di identificazione rendono difficile il lavoro dei Servizi Sociali e degli Enti preposti alla tutela, come il Comitato per i minori Stranieri ( il 74% dei minori segnalati non è identificato)

7 Lidentificazione La rappresentanza diplomatico-consolare del paese dorigine del minore dovrebbe cooperare con le autorità di pubblica sicurezza e con lEnte Locale per lidentificazione dei minori stranieri non accompagnati

8 Alla fine del viaggio? Finito il viaggio si propone questo percorso perché garantisce maggiori possibilità dopo il compimento della maggiore età (durata del p.d.s. 18 mesi)

9 Lart. 18 riconosce alla persona trafficata e sfruttata lo status di vittima e di conseguenza il diritto di protezione sociale Lart. 19 prevede linespellibilità di alcune categorie di stranieri, tra i quali i minori Percorso di protezione sociale art. 18 D.Lgs. 286/98

10 Quali scenari e prospettive: dopo lemergenza, quale accoglienza? Percorsi che creano assistenzialismo? Quale alternativa alla comunità educativa?

11 2,7 milioni le vittime di tratta nel mondo, di cui l80% è costituito da donne e bambine 2,7 milioni le vittime di tratta nel mondo, di cui l80% è costituito da donne e bambine 1,2 milioni i minori vittime di tratta interna ed esterna 1,2 milioni i minori vittime di tratta interna ed esterna 32 miliardi il giro daffari 32 miliardi il giro daffari in Italia le vittime che hanno ricevuto assistenza e protezione fra il 2000 e il in Italia le vittime che hanno ricevuto assistenza e protezione fra il 2000 e il minori di 18 anni 938 minori di 18 anni 200 procedimenti penali allanno fra il 2003 e il procedimenti penali allanno fra il 2003 e il indagati fra il indagati fra il 2003


Scaricare ppt "Minori stranieri non accompagnati: i percorsi di protezione sociale del progetto Pantoufle a cura di a cura di Stefania Alunni Breccolenti."

Presentazioni simili


Annunci Google