La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Epidemiologia della Malattia di Parkinson in provincia di Bergamo Osservatorio Socio Sanitario Direzione Sociale (Direttore Dr. Francesco Locati) Osservatorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Epidemiologia della Malattia di Parkinson in provincia di Bergamo Osservatorio Socio Sanitario Direzione Sociale (Direttore Dr. Francesco Locati) Osservatorio."— Transcript della presentazione:

1 Epidemiologia della Malattia di Parkinson in provincia di Bergamo Osservatorio Socio Sanitario Direzione Sociale (Direttore Dr. Francesco Locati) Osservatorio Socio Sanitario Direzione Sociale (Direttore Dr. Francesco Locati) Dr. Alberto Zucchi Medico epidemiologo

2 Dopo la malattia di Alzheimer, la malattia di Parkinson è la patologia neurodegenerativa più diffusa Epidemiologia generale

3 La malattia colpisce a unetà media di 55 anni. È più comune sopra i 60 anni, ma molti casi sono diagnosticati intorno ai 40 anni o anche al di sotto. Il tasso di incidenza aumenta notevolmente con letà: dai 20 casi su nella popolazione totale si passa ai 120 casi su nella popolazione oltre i 70 anni Epidemiologia generale

4 Per quanto riguarda le differenze di genere, diversi studi epidemiologici europei e americani riportano un tasso dincidenza della malattia di Parkinson da 1,5 a 2 volte maggiore negli uomini rispetto alle donne. In Giappone tuttavia si riscontra una maggiore incidenza nelle donne. Epidemiologia generale

5 La prevalenza della malattia di Parkinson nelle popolazioni esaminate a livello mondiale risulta estremamente varia, con differenze anche di 10 volte tra i tassi più bassi ed i tassi più alti, variando tra 31 e 328 / abitanti. Anche in Italia è riportata una estrema variabilità di risultati con prevalenze tra 65 e 260 / abitanti. Prevalenza -epidemiologia generale

6 Gli studi di incidenza sono meno numerosi rispetto a quelli di prevalenza. Prevalentemente effettuati in paesi industrializzati, hanno rilevato tassi variabili tra 4,9 e 23,8 / abitanti. I tassi di incidenza sono bassi prima dei 50 anni e raggiungono valori più elevati nelle classi di età tra 70 e 79 anni. Incidenza -epidemiologia generale

7 In Italia, la malattia colpisce allincirca il 2% della popolazione sopra i 65 anni. Secondo uno studio del centro di epidemiologia dellIstituto Superiore di Sanità, i casi di Parkinson in Italia sono circa Nel nostro Paese si osserva una significativa variabilità territoriale; nel periodo si osserva per esempio un gradiente del tasso di incidenza progressivamente crescente in direzione est-ovest, dal Friuli Venezia Giulia al Piemonte. La diffusione in Italia

8 I risultati dei diversi studi presentano discrepanze quantitative importanti per prevalenza e incidenza, dovute a eterogeneità di fattori come criteri clinici adottati, modalità di arruolamento dei casi (popolazione, medici di base, casistiche ospedaliere) e struttura della popolazione di riferimento (per classi detà e sesso) Epidemiologia generale NECESSITA PER IL PROGRAMMATORE SANITARIO (in primis ASL E REGIONE) DI CONOSCERE LE STIME EPIDEMIOLOGICHE LOCALI

9 QUALI SONO LE REALI DIMENSIONI EPIDEMIOLOGICHE IN PROVINCIA DI BERGAMO ? QUALE APPROCCIO METODOLOGICO ? Epidemiologia LOCALE

10 DB SDO DB ESENZIONI DB PRESCRIZIONI FARMACEUTICHE APPROCCIO INTEGRATO DB eligibili Parkinson Base per Registro Area di filtro (algoritmi di assegnazione score e validazione) METODOLOGIA INNOVATIVA su MP

11 Esenzioni: cod MORBO DI PARKINSON DB ESENZIONI

12 DB SDO Ricoveri/Riabilitazione: cod. ICD-IX-CM 332 MORBO DI PARKINSON

13 DB PRESCRIZIONI FARMACEUTICHE Codici ATC Farmaci Anti-PARKINSONIANI Gruppo N04

14 6000 soggetti nel triennio: da quali fonti? TRIENNIO FONTE FREQ % sifa 66,42% sifa +esenzioni 19,78% sifa +sdo 5,53% sifa +esenzioni +sdo 4,53% esenzioni 2,37% sdo 0,96% sifa +ese +sdo +dbs 0,24% ese +sdo 0,12% sifa +sdo +dbs 0,05% Totale100,00%

15 Lalgoritmo sviluppato assegna scores di diverso peso alle fonti ed alla presenza del soggetto in combinazioni di fonti Necessaria individuazione univoca del paziente!

16 Criterio di PRESENZA in una / più fonti RICOVERI ESENZIONI FARMACI Procedura chirurgica DBS Criterio di PRESENZA in una / più fonti RICOVERI ESENZIONI FARMACI Procedura chirurgica DBS Criterio di SPECIFICITA e CONSISTENZA del trattamento farmacologico (gruppo N04) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 20% copertura annua DDD ALMENO 20% copertura annua DDD Criterio di SPECIFICITA e CONSISTENZA del trattamento farmacologico (gruppo N04) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 20% copertura annua DDD ALMENO 20% copertura annua DDD Quali criteri per le varie fonti informative? 2 criteri fondamentali

17 Quale peso alle varie fonti informative? Score range (triennio) 0, Score range (triennio) 0, Criterio di PRESENZA in una / più fonti RICOVERI RICOVERI ESENZIONI ESENZIONI FARMACI (N04, anche spot) FARMACI (N04, anche spot) Procedura chirurgica DBS Procedura chirurgica DBS Criterio di PRESENZA in una / più fonti RICOVERI RICOVERI ESENZIONI ESENZIONI FARMACI (N04, anche spot) FARMACI (N04, anche spot) Procedura chirurgica DBS Procedura chirurgica DBS score = 0,5-5 Criterio di SPECIFICITA e CONSISTENZA del trattamento farmacologico (gruppo N04) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 20% copertura annua DDD ALMENO 20% copertura annua DDD Criterio di SPECIFICITA e CONSISTENZA del trattamento farmacologico (gruppo N04) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 6 MESI (anche non consecutivi) ALMENO 20% copertura annua DDD ALMENO 20% copertura annua DDD score = 0,5-5

18 Distribuzione dei pazienti presenti 2008 (2008 primo anno di prevalenza) per classi di score

19 Quale cut-off? Privilegiamo SENSIBILITA o SPECIFICITA ?

20 La somma degli scores permette di individuare un cut-off che massimizza il rapporto tra sensibilità e specificità, e quindi la probabilità di individuare correttamente il paziente Score cut-off = 5 Pazienti prevalenti = 2425 Prevalenza al 2008= 235 per abitanti

21 Caratterizzazione dei pazienti prevalenti La valutazione della prevalenza per età mostra il reale impatto della MP in quelle più avanzate

22 Letteratura: i casi di parkinson giovanile si attestano tra 1% e 18,5% sul totale dei casi Età giovanili Età BG Pz MPz FPz Tot N.pz Quota % Su tot.casi 1,700,721,20 Tasso x ab. 11,35,58,6

23 Prevalenza per CITTADINANZA Caratterizzazione dei pazienti prevalenti Iniziano a comparire pazienti non italiani…

24 Prevalenza MP su base comunale Decili Tassi st. comunali x 1000 ab. Espressione di specificità locali ? (genetica? esposizioni ambientali?)

25 Gli studi di incidenza hanno rilevato tassi variabili tra 4,9 e 23,8 / abitanti Sono bassi prima dei 50 anni e raggiungono valori molto più elevati nelle classi di età tra 70 e 79 anni Incidenza -epidemiologia generale

26 INCIDENZA IN PROVINCIA DI BERGAMO ?

27 Tracciatura Deceduti, - Emigrati, etc… - Deceduti, - Emigrati, etc… Base prevalenza IncidenzastimataIncidenzastimata Prevalenti GIA NOTI Prevalenti GIA NOTI Individuazione Nuovi casi Individuazione Nuovi casi

28 INCIDENZA IN PROVINCIA DI BERGAMO STIME PRELIMINARI INCIDENZA IN PROVINCIA DI BERGAMO STIME PRELIMINARI 295 CASI /anno, per un Tasso Incidenza (su popolazione totale ): 27,29 per assistiti 295 CASI /anno, per un Tasso Incidenza (su popolazione totale ): 27,29 per assistiti IL TASSO DI INCIDENZA SI PRESENTA AI LIVELLI SUPERIORI DI QUANTO CI SI ATTENDEREBBE SULLA BASE DEI DATI DI LETTERATURA

29 STIME PRELIMINARI Incidenza stimata 2009–provincia di Bergamo STIME PRELIMINARI Tasso Incidenza (su popolazione totale) PER GENERE: MASCHI: 27,29 per assistiti FEMMINE: 26,64 per assistiti Tasso Incidenza (su popolazione totale) PER GENERE: MASCHI: 27,29 per assistiti FEMMINE: 26,64 per assistiti

30 Incidenza stimata 2009–provincia di Bergamo

31

32 Precauzioni per luso… 1.STIME PRELIMINARI 2.PRIMO ROUND DI INCIDENZA: MIX DI INCIDENZA REALE + PREVALENZA MISCONOSCIUTA ? + maggior attenzione diagnostica ai PARKINSONISMI nelle DEMENZE/ALZHEIMER? 1.STIME PRELIMINARI 2.PRIMO ROUND DI INCIDENZA: MIX DI INCIDENZA REALE + PREVALENZA MISCONOSCIUTA ? + maggior attenzione diagnostica ai PARKINSONISMI nelle DEMENZE/ALZHEIMER? SOVRASTIMA?

33 Parkinson vs altre patologie Consumi a confronto (BDA 2009) Consumo sanitario come primo elemento di approccio alla dimensione BURDEN OF DISEASE

34 BDA: SISTEMA DI CLASSIFICAZIONE 1.criteri di inclusione della popolazione di riferimento nelle varie tipologie principali di patologia cronico-degenerativa 2.scala di priorità mutualmente esclusiva tra le varie patologie 3.ogni assistito è caratterizzato da una patologia cronico - degenerativa prevalente

35 Profilo Sanitario Assistito

36 Parkinson e altre patologie-consumi a confronto (BDA 2009) (euro/anno pro-capite) Il paziente con MP ha un consumo medio annuo elevato (4.260 euro/anno pro-capite) =>il paziente con MP è anziano, con molte comorbosità Il paziente con MP ha un consumo medio annuo elevato (4.260 euro/anno pro-capite) =>il paziente con MP è anziano, con molte comorbosità

37 Il paziente parkinsoniano, avendo unetà media elevata, presenta altre patologie concomitanti e complicanti Parkinson e altre patologie DIMENSIONI COMORBOSITA necessario approfondimento ad hoc

38 Insight: dati di ricovero ASL BG e RL

39 PREVALENZA ANNUA DI RICOVERO MP – Causa Principale (per res.) Dati Regione Lombardia ALEE_AO ASL DI APPARTENENZA n.casi Prevalenza annua x Rank Lombardia A.S.L. DELLA PROVINCIA DI PAVIA , A.S.L. DELLA CITTA DI MILANO , A.S.L. DELLA PROVINCIA DI COMO 901 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI CREMONA 504 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MANTOVA 534 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI BRESCIA , A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MILANO , A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MILANO , A.S.L. DELLA PROVINCIA DI BERGAMO , A.S.L. DELLA PROVINCIA DI LECCO 378 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI LODI 226 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE 827 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI MILANO , ASL DELLA VALCAMONICA-SEBINO 90 1, A.S.L. DELLA PROVINCIA DI SONDRIO 158 0,98 15 Totale Regione Lombardia ,53

40 RAPPORTO M/F A.S.L. DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGIONE LOMBARDIA TIPO DI ANALISI MASCHIFEMMINEMASCHIFEMMINE Numerosità RICOVERATI RICOVERI TIPO DI ANALISIQUOZIENTE M/F RICOVERATI 0,991,01 RICOVERI 1,041,08 Il rapporto M/F come ricoverati è sostanzialmente identico (sia ASLBG, sia RL) Vi è una modica tendenza ad avere più ricoveri negli uomini (+4% BG, +8% RL)

41 RICOVERI per ETA e GENERE MP – Causa Principale Dati Regione Lombardia ALEE_AO

42 MP – Causa Principale Dati Regione Lombardia ALEE_AO < 1 ricovero/ anno

43 RISCHIO di ricovero MP per comune – Causa Principale (indicatore Kernel) Dati Regione Lombardia ALEE_AO

44 RISCHIO di ricovero MP per comune – Causa Principale (indicatore Kernel) Dati Regione Lombardia ALEE_AO

45 Analisi mobilità attiva e passiva

46 Dati di ricovero 2000 Anno Outres in H BG TOT% mobilità attiva Anno InRes BG in H non BG TOT% mobilità passiva Saldo 2010: %

47 Indice di Attrazione (x 100) Ospedali dell'ASL di Bergamo Attrazione da fuori ASL SARNICO CENTRO RIABIL. POLIF. 42, ISTITUTO CLINICO HABILITA 41, ZINGONIA C.C. S.MARCO 23, BERGAMO OSPEDALI RIUNITI 17, TREVIGLIO OSP. TREV.-CARAVAGG. 14, S.PELLEGRINO C.C. QUARENGHI 14, PONTE S.PIETRO C.C. S.PIETRO 10, BERGAMO C.C. S.FRANCESCO 3, BERGAMO C.C. PALAZZOLO 2, SERIATE OSP. BOLOGNINI 1,05 Mobilità attiva: indice di attrazione (x 100) extra-ASL

48

49 Prospettive di approfondimenti epidemiologici - Parkinson a Bergamo Valutazioni di outcome (DBS, riabilitazione, etc.) Analisi del Burden of Disease, sanitario e socio- sanitario (QALY, DALY ed altri indicatori) Analisi del carico del care-giver familiare e della sua rete istituzionale/informale di supporto (Social Network Analysis) Sviluppo sistemi di classificazione complessità dei pazienti non solo su base clinica, ma anche sociale (fragilità) Registro di Patologia ? Studi di epidemiologia spaziale (cluster?)

50 CONCLUSIONI -1 La patologia parkinsoniana è patologia di rilevanza sempre più attuale, come burden of disease e come costi, anche economici, ma soprattutto come impatto sociale e familiare. Necessita di forte programmazione con integrazione sanitaria e socio-sanitaria Letà media del paziente con MP a BG è in aumento: con lattuale quadro demografico, la MP è destinata ad aumentare, come impatto epidemiologico, in modo decisamente importante in pochi anni La patologia parkinsoniana è patologia di rilevanza sempre più attuale, come burden of disease e come costi, anche economici, ma soprattutto come impatto sociale e familiare. Necessita di forte programmazione con integrazione sanitaria e socio-sanitaria Letà media del paziente con MP a BG è in aumento: con lattuale quadro demografico, la MP è destinata ad aumentare, come impatto epidemiologico, in modo decisamente importante in pochi anni

51 CONCLUSIONI -2 Il quadro epidemiologico bergamasco evidenzia aree a rischio aumentato di morbosità nell'area montana e (in parte) metropolitana Esistono aggregati spaziali e singoli comuni di particolare rilevanza come prevalenza di MP (probabilmente espressione della demografia locale) Il quadro epidemiologico bergamasco evidenzia aree a rischio aumentato di morbosità nell'area montana e (in parte) metropolitana Esistono aggregati spaziali e singoli comuni di particolare rilevanza come prevalenza di MP (probabilmente espressione della demografia locale)

52 CONCLUSIONI -3 Sulla base delle analisi effettuate, il sistema sanitario bergamasco non appare in grado di fungere, in questo momento, da polo attrattivo a livello regionale per la patologia in studio (meglio strutture riabilitazione): necessità di sinergia sistemica con forte indirizzo programmatorio delle eccellenze cliniche presenti (Network di Patologia) Sulla base delle analisi effettuate, il sistema sanitario bergamasco non appare in grado di fungere, in questo momento, da polo attrattivo a livello regionale per la patologia in studio (meglio strutture riabilitazione): necessità di sinergia sistemica con forte indirizzo programmatorio delle eccellenze cliniche presenti (Network di Patologia)

53 Grazie per l'attenzione!


Scaricare ppt "Epidemiologia della Malattia di Parkinson in provincia di Bergamo Osservatorio Socio Sanitario Direzione Sociale (Direttore Dr. Francesco Locati) Osservatorio."

Presentazioni simili


Annunci Google