La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo1 Lattività negoziale delle istituzioni scolastiche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo1 Lattività negoziale delle istituzioni scolastiche."— Transcript della presentazione:

1 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo1 Lattività negoziale delle istituzioni scolastiche

2 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo2 Oggetto dellindagine Il nuovo codice sugli appalti pubblici ha raccolto e coordinato in un unico testo normativo le diverse discipline di settore Ha recepito le direttive comunitarie e principi di derivazione giurisprudenziale In quale misura e sotto quali profili è immediatamente autoapplicativo per le istituzioni scolastiche?

3 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo3 Capacità negoziale La capacità e la legittimazione negoziale sono attributi della personalità giuridica La capacità dellente pubblico è lordinaria capacità negoziale di diritto privato La capacità negoziale dellente pubblico subisce i limiti specifici stabiliti dalla legge ed il limite generale del principio di funzionalizzazione

4 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo4 Capacità negoziale La capacità negoziale riguarda il contenuto del contratto e non i modi e le forme attraverso cui lente arriva alla conclusione del contratto (procedimento pre- contrattuale di scelta del contraente)

5 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo5 Procedimento di scelta del contraente Ha natura di azione amministrativa, di diritto pubblico In quanto azione amministrativa, ad essa si applicano le disposizioni della l. n. 241/90 Esiste una pluralità di procedimenti (amministrativi) di scelta del contraente

6 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo6 Procedimenti di scelta del contraente Procedimenti disciplinati dalla normativa comunitaria Procedimenti disciplinati dalla normativa nazionale

7 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo7 Normativa comunitaria Si applica obbligatoriamente Prevale sulla normativa nazionale anche successiva, nel caso di contrasto con essa (principio di supremazia e di diretta applicabilità) Il suo mancato rispetto, oltre a cagionare lillegittimità degli atti adottati, espone lo Stato a responsabilità internazionale per violazione degli obblighi assunti con i Trattati europei

8 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo8 Le nuove direttive comunitarie Direttiva 2004/18 CE del coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti nei settori ordinari Direttiva 2004/17 CE del coordinamento delle procedure di appalto dei settori esclusi

9 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo9 LA SOGLIA COMUNITARIA Anche la Direttiva 2004/18 prevede una soglia di applicazione La soglia è determinata in relazione al VALORE STIMATO al netto dellIVA Si applica la direttiva per valore pari o superiore alla soglia

10 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo10 Normativa comunitaria Per le forniture e i servizi da affidarsi da parte delle autorità governative centrali la soglia di valore è Per le altre amministrazioni la soglia è Divieto di artificiosa frammentazione in lotti

11 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo11 Normativa comunitaria precedente alla Dir 2004/18 Procedure di affidamento Procedura aperta Procedura ristretta Procedura negoziata Criteri di aggiudicazione Prezzo Offerta economicamente più vantaggiosa

12 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo12 INNOVAZIONI DELLE DIRETTIVE DEL 2004 Gli accordi quadro Le centrali di committenza I sistemi dinamici di acquisizione Il dialogo competitivo Le aste elettroniche

13 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo13 Normativa comunitaria Requisiti di partecipazione: Requisiti morali Requisiti tecnici e professionali Requisiti economici e finanziari

14 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo14 Normativa nazionale Ordinarie procedure contrattuali Procedure in economia

15 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo15 Normativa nazionale procedure ordinarie a) committente è l'ente pubblico b) esecutore è il fornitore o prestatore di servizi c) il fornitore viene individuato mediante procedura di scelta dellente committente

16 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo16 Normativa nazionale procedure in economia a) committente è l'ente pubblico; b) esecutore è un dipendente dell'ente pubblico Quest'ultimo può eseguire: 1) in amministrazione diretta, utilizzando risorse, strumenti e personale dell'ente (o appositamente acquisito); 2) mediante cottimo fiduciario, quando la prestazione non possa che essere resa da un imprenditore.

17 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo17 Normativa nazionale procedure in economia Il cottimista viene individuato mediante trattativa privata per gara ufficiosa non dall'ente committente, bensì dal funzionario incaricato, che agli occhi dell'ente è come fosse un appaltatore. Il cottimista è infatti un subappaltatore del funzionario incaricato. E non stipula il contratto con l'ente, ma direttamente col funzionario.

18 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo18 Procedura ordinaria dello Stato fino al D.lgs n.163 asta pubblica licitazione privata appalto concorso trattativa privata (l. n. 2440/23 – RD n. 827/24)

19 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo19 Il D.lgs n.163 Adotta definitivamente la terminologia comunitaria Scompaiono le espressioni asta pubblica, licitazione, appalto concorso, trattativa privata Procedure aperte, ristrette, negoziate

20 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo20 Contratti sotto soglia comunitaria Artt. da 121 a 125 D.lgs 163/2006 Si applicano le disposizioni della Parte I (principi e disposizioni comuni), della Parte IV (contenzioso), della Parte V (coordinamento, transitorie e abrogazioni). Si applicano, in quanto non derogate, anche le disposizioni della Parte II (contratti di appalto nei settori ordinari) Lart.124 del Codice disciplina gli appalti e i servizi sotto soglia Ai sensi dellart.253, comma 22, del Codice, per le forniture e i servizi in economia, restano in vigore il D.P.R. n.384/2001, in quanto compatibile, e i provvedimenti emessi dalle singole amministrazioni aggiudicatrici.

21 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo21 Procedura ordinaria dello Stato Aperta ogni operatore economico interessato può presentare unofferta Ristretta ogni operatore economico può chiedere di partecipare ma solo quelli invitati dalle amministrazioni aggiudicatrici possono presentare unofferta Negoziata la stazione appaltante consulta gli operatori scelti e negozia con uno o più di essi le condizioni dellappalto

22 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo22 Principi generali del D.lgs 163/2006 Laffidamento e lesecuzione degli appalti deve garantire la qualità delle prestazioni. Devono svolgersi nel rispetto dei principi Economicità Efficacia Tempestività Correttezza

23 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo23 Principi generali del D.lgs 163/2006 Laffidamento deve inoltre rispettare Libera concorrenza Parità di trattamento Non discriminazione Trasparenza Proporzionalità Pubblicità

24 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo24 Temperamento del principio di economicità Il principio di economicità può essere subordinato, entro i limiti in cui sia espressamente consentito dalle norme di legge, ai criteri, previsti dal bando, ispirati a esigenze sociali, nonché alla tutela della salute e dellambiente e alla promozione dello sviluppo sostenibile

25 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo25 Il responsabile del procedimento (art.10 D.Lgs 163) Responsabile unico per le fasi della progettazione, affidamento, esecuzione Nelle amm.statali dipendente di ruolo, in possesso di titolo di studio e competenza adeguati Solo in caso di accertate carenze di organico, possono essere affidati allesterno incarichi di supporto allattività del responsabile a soggetti aventi specifiche competenze Il nominativo del responsabile del procedimento deve essere indicato nel bando o avviso con cui si indice la gara o nellinvito a presentare unofferta

26 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo26 Compiti del responsabile del procedimento Svolge tutti i compiti relativi alle procedure di affidamento, ivi compresi gli affidamenti in economia Vigila sulla corretta esecuzione dei contratti Formula proposte, fornisce dati per gli atti di programmazione e per la predisposizione avviso di preinformazione Controlla livelli prestazione, qualità prezzo in coerenza con copertura finanziaria e con la tempistica Cura il corretto svolgimento delle procedure Segnala disfunzioni o ritardi Propone o indice la conferenza di servizi

27 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo27 Fasi delle procedure di affidamento Programmazione Determinazione a contrattare Procedura di selezione del contraente Aggiudicazione provvisoria Aggiudicazione definitiva Controlli sui requisiti Stipulazione del contratto Controlli amministrativi sulla procedura (ove previsti in base alle norme di settore)

28 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo28 Laggiudicazione Provvisoria dichiarazione di individuazione del miglior contraente allesito della procedura di selezione. Commissione di gara. Definitiva soltanto a seguito dellapprovazione, da parte dellorgano competente, nel termine di trenta giorni dal ricevimento (ove non diversamente disposto). Vincola il privato allofferta e obbliga lamm.ne a stipulare il contratto

29 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo29 La stipulazione Fa sorgere il vincolo negoziale Lamm.ne deve provvedervi nel termine di 60 giorni dallefficacia dellaggiudicazione definitiva, Non prima del decorso di 30 giorni dalla comunicazione ai controinteressati dellaggiudicazione definitiva Contratto sottoposto a condizione sospensiva dellesito eventuale approvazione Lesecuzione può avere inizio solo dopo acquisto efficacia, salvo casi di urgenza (nei modi e alle condizioni previsti dal regolamento)

30 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo30 Forma del contratto Forma pubblico – amministrativa a cura dellufficiale rogante (DSGA) Scrittura privata Forma elettronica secondo le norme vigenti per ciascuna stazione appaltante

31 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo31 Rapporti tra D.lgs 163/2006 e D.M. 44/2001 Lart.124 del Codice è immediatamente precettivo? Comma 7 regolamento governativo il compito di individuare i requisiti di idoneità morale, capacità tecnico professionale ed economico finanziaria

32 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo32 Procedura ordinaria delle istituzioni scolastiche comparazione delle offerte di almeno tre ditte direttamente interpellate, per acquisti, appalti e forniture il cui valore complessivo ecceda il limite di 2000 (art. 34 DM n. 44/2001) trattativa privata plurima

33 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo33 Procedure in economia e istituzioni scolastiche DPR , n. 384 Il DPR è applicabile solo previa emanazione di provvedimento di ciascuna amministrazione che individui loggetto e i limiti di importo delle singole voci di spesa MIUR – dd SCAGIS n. 60 del

34 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo34 Procedure in economia e istituzioni scolastiche Poiché il D.P.R. n. 384/01 non è applicabile in assenza di provvedimento applicativo poiché il provvedimento MIUR non contempla nel suo ambito di applicazione le istituzioni scolastiche il D.P.R. n. 384/01 è applicabile alle istituzioni scolastiche ?

35 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo35 Procedure in economia e istituzioni scolastiche Spetterebbe comunque al MPI adottare il provvedimento applicativo del D.P.R. n. 384/01 in base alla generale attribuzione di competenza in materia contenuta nellart. 21, comma 14, l. n. 59/97

36 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo36 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche Due interpretazioni possibili: Il DPR 384/01 si applica alle scuole solo quando agiscono su delega di MPI eo USR Il DPR 384/01 può giustificare anche unelevazione del limite dei 2000 (ad es. fino a ) da parte del CdI per gli acquisti senza alcuna richiesta di preventivo

37 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo37 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche La procedura di scelta del contraente deve rispettare i seguenti principi: principio di formalità principio di continuità principio di unicità principio di segretezza delle offerte principio di imparzialità principio di pubblicità e trasparenza

38 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo38 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche Lofferta deve rispettare le seguenti caratteristiche: tempestiva integra non condizionata completa e conforme concreta irretrattabile unica sottoscritta da persona munita della legale rappresentanza

39 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo39 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche conclusione del contratto il contratto è concluso nel momento in cui il proponente ha conoscenza dellaccettazione dellaltra parte (art c.c.) stipulazione del contratto sottoscrizione contestuale dellatto su cui si è formato il consenso

40 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo40 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche forma del contratto manifestazione della volontà negoziale forma pubblica ( ufficiale rogante) scrittura privata obbligazione in calce al capitolato scambio di corrispondenza commerciale Il contratto dellente pubblico deve avere la forma scritta a pena di nullità

41 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo41 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche Spese di copia e stampa DM Tesoro (GU n. 226/80) imposta di bollo tariffa DPR 642/72 e 955/82 imposta di registro tariffa DPR 131/86

42 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo42 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche imposta di registro art. 5 DPR 131/86 Sono assoggettati a registrazione tutti i contratti stipulati per atto pubblico (o in forma pubblica amministrativa) o per scrittura privata autenticata (entro venti giorni dalla formazione dellatto); i contratti conclusi per scrittura privata non autenticata devono essere registrati in caso duso

43 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo43 Procedure ordinarie delle istituzioni scolastiche Modalità di riscossione delle spese e delle imposte artt. 16 bis e 16 ter RD 2440/23

44 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo44 Gli atti del procedimento la lettera dinvito Contenuto della lettera dinvito: 1. Le regole della scelta del contraente i requisiti soggettivi (morali, economici, tecnico- professionali) il criterio di aggiudicazione le modalità di presentazione dellofferta 2. Le condizioni contrattuali

45 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo45 Gli approvvigionamenti nella PA mediante sistemi elettronici e telematici gare sul web selezione dei fornitori market place formazione di cataloghi elettronici di beni e servizi modello Consip incontro di domanda e offerta direttamente su internet aste on line

46 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo46 Consip e istituzioni scolastiche PA obbligate: Le amministrazioni centrali e periferiche dello Stato di cui allart.26, c. 3, l. n. 488/99 Ai sensi di quanto previsto dall'articolo 26, comma 3, della l. 488/99 per pubbliche amministrazioni si intendono quelle definite dall'articolo 1 del d.lgs. n. 29/93 (art.58 l. 388/00)

47 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo47 Consip e istituzioni scolastiche PA obbligate: Le amministrazioni di cui allart. 59, c. 5, l. 388/00 Gli enti di cui allart. 32, c. 1, l. 488/01 le pubbliche amministrazioni considerate nella Tabella C allegata alla presente legge e, comunque, gli enti pubblici istituzionali (art. 24 l. n. 289/02)

48 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo48 Consip e istituzioni scolastiche Dir.P.C.M Economie di spese da parte degli enti pubblici istituzionali negli acquisti di beni e servizi (G.U. 17 ottobre 2002, n. 244)

49 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo49 Il regime degli acquisti di cui allart.24,4°c, legge 289/2002 –abrogato- sono nulli I contratti stipulati in violazione del comma 1 o dell'obbligo di utilizzare le convenzioni quadro definite dalla CONSIP Spa sono nulli. Il dipendente che ha sottoscritto il contratto risponde, a titolo personale, delle obbligazioni eventualmente derivanti dai predetti contratti. La stipula degli stessi è causa di responsabilità amministrativa; ai fini della determinazione del danno erariale, si tiene anche conto della differenza tra il prezzo previsto nelle convenzioni anzidette e quello indicato nel contratto.

50 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo50 La nuova CONSIP (dopo il riordino del 2004) Esteso loggetto delle convenzioni quadro a tutti gli acquisti di beni e servizi Le p.a. hanno facoltà di aderire a dette convenzioni In caso contrario, le p.a. sono obbligate ad adottarne i parametri di prezzo – qualità come limiti massimi per lacquisto di beni comparabili Delibere di procedere autonomamente trasmissione organi di controllo Il dipendente che ha sottoscritto il contratto allega dichiarazione in cui attesta il rispetto delle condizioni

51 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo51 Accesso agli atti (art.6 Dir 2004/18 – art.13 D.lgs 163) La norma comunitaria fa obbligo di non rivelare informazioni comunicate dagli operatori economici e da essi considerate riservate (quali ad es. quelle che comprendono segreti tecnici o commerciali, nonché gli aspetti riservati delle offerte) Si applica la legge n.241/1990 salvo quanto espressamente previsto dal codice

52 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo52 Differimento dellaccesso elenco dei soggetti che hanno presentato offerte nelle procedure aperte fino alla scadenza del termine di presentazione Elenco dei soggetti che hanno presentato richiesta di invito o segnalato interesse e elenco dei soggetti invitati nelle procedure ristrette e negoziate fino alla scadenza del termine di presentazione Offerte fino allapprovazione dellaggiudicazione

53 Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo53 Esclusione dal diritto di accesso Informazioni fornite nelle offerte che costituiscano, secondo motivata e comprovata dichiarazione, segreti tecnici o commerciali Eventuali ulteriori aspetti riservati delle offerte da individuarsi nel regolamento Pareri legali per la soluzione di liti, potenziali o in atto, relative ai contratti pubblici Relazioni riservate direttore lavori e organo di collaudo su domande e riserve dellesecutore del contratto 1-2 accessibili per la difesa in giudizio in relazione alla procedura di affidamento


Scaricare ppt "Laura Paolucci - Lorenzo Capaldo1 Lattività negoziale delle istituzioni scolastiche."

Presentazioni simili


Annunci Google