La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

5X1000: la potenza di una firma Bologna, 17 marzo 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "5X1000: la potenza di una firma Bologna, 17 marzo 2012."— Transcript della presentazione:

1 5X1000: la potenza di una firma Bologna, 17 marzo 2012

2 2 Un po di storia… Il 5 per mille è stato introdotto a titolo iniziale e Sperimentale per il 2006 (legge 23 dicembre 2005, n.legge 266). Il 5 per mille è una misura provvisoria, che ogni anno la Finanziaria decide se approvare o meno. La legge finanziaria 2011 ha previsto la possibilità per il contribuente di vincolare il 5 della propria imposta sulimposta reddito delle persone fisiche (IRPEF) a sostegno di:IRPEF -associazioni di volontariato -Organizzazioni non lucrative di utilità sociale; -associazioni di promozione sociale; -enti di ricerca scientifica, universitaria e sanitaria; -associazioni riconosciute -fondazioni riconosciute -associazioni sportive dilettantistiche. Prevedendo un tetto massimo di 400 milioni di euro.

3 IL 5X1000 E UNA GRANDE RISORSA Anche se da riconfermare ogni anno Limporto complessivo destinato attraverso il 5X1000 nel 2009 è stato pari a euro Dal 2006 ad oggi sono stati destinati euro al privato sociale.

4 STIAMO ASSISTENDO A UN CALO DELLE DONAZIONI TRADIZIONALI Nel Natale 2010 è calata dell11% la quota dei donatori (dal 49% al 38%) Diminuzione dellentità media delle donazioni (IPR Marketing 2011) Calano le donazioni da sms solidale (dal 46% al 30%) Crollano le donazioni attraverso mailing (dal 48% al 28%

5 LE SCELTE TENDONO A MANTENERSI COSTANTI NEGLI ANNI

6 CI SONO ANCORA TANTE PREFERENZE DA CONQUISTARE Su contribuenti complessivi, solo hanno effettuato la scelta

7 CI SONO ANCORA TANTE PREFERENZE DA CONQUISTARE Possiamo conquistare ancora persone.

8 8 Un po di dati (2009) 5x1000: importi medi in euro

9 Uno strumento di raccolta fondi CONSOLIDARE 1

10 Uno strumento di sviluppo relazionale 2

11 Il PRIMO obiettivo della campagna 5X1000 è ricevere la preferenza da parte di tutta la propria mappa relazionale Quanto sono consolidate le relazioni? Che grado di popolarità ha lorganizzazione?

12 Il SECONDO obiettivo è incrementare le preferenze

13 soggetti del volontariato (odv, onlus, aps, etc.) 436 tra Enti di Ricerca scientifica e dellUniversità 97 Enti di Ricerca Sanitaria associazioni sportive dilettantistiche

14 Perché dovrebbero scegliere le vostre organizzazioni?

15 LO STRUMENTO DI COMUNICAZIONE NON BASTA PIU OCCORRE INSERIRLO IN UN PROCESSO

16 UN PROCESSO CHE PARTA DA UN PRECISO OBIETTIVO, INDIVIDUI UNA STRADA OPERATIVA E CONDUCA A UN RISULTATO CHE SARA OGGETTO DI VALUTAZIONE

17 Il processo del 5x1000 PIANIFICARE LA CAMPAGNA COMUNICARE in modo efficace Coinvolgere TARGET PIVOT Fare azioni IN RETE VALUTARE PIANIFICARE LA CAMPAGNA COMUNICARE in modo efficace Coinvolgere TARGET PIVOT Fare azioni IN RETE VALUTARE

18 Pianificare la campagna - Comunicare in modo più efficace -Coinvolgere target pivot -Fare azioni in rete -valutare Pianificare la campagna - Comunicare in modo più efficace -Coinvolgere target pivot -Fare azioni in rete -valutare Interlocutori cui rivolgersi Strumenti di comunicazione Attività di promozione Tempi da prevedere Budget da utilizzare Non lasciamo che la campagna vada da sola

19 Interlocutori diretti Utenti Imprese Donatori Soci Istituzioni Media Dipendenti Volontari Grandi Donatori Fondazioni Associazioni di categoria Ex Realtà non profit Università CDA Studi associati Scuole N

20 Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace -Coinvolgere target pivot -Fare azioni in rete -Valutare Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace -Coinvolgere target pivot -Fare azioni in rete -Valutare 1 Comunicazione interpersonale 2 Comunicazione di massa

21 Passaparola decisivo 1.coinvolgere i volontari, i dipendenti, gli amici 2.Organizzate eventi ad hoc 3.Responsabilizzare qualcuno 4.Diffondere il materiale in occasione di ogni evento 1 Comunicazione interpersonale

22

23 Strumenti ben pensati 1.Non limitatevi a comunicare un codice fiscale 2.Valorizzate ciò che è stato fatto con lultimo 5X Fate vedere i beneficiari 2 Comunicazione di massa

24 24

25

26

27

28

29 29

30

31 Il materiale on line e off line DEVE FACILITARE il passaparola

32

33 33

34 34

35

36 Comunicazione unidirezionale Comunicazione reticolare

37 Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace Coinvolgere target pivot -Fare azioni in rete -Valutare Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace Coinvolgere target pivot -Fare azioni in rete -Valutare -Studi professionali -Consulenti del lavoro -Imprese

38 38 Campagna verso le imprese Istituto Oncologico Romagnolo Agli imprenditori non è stato richiesto un impegno in termini economici, ma la disponibilità a: 1.veicolare la comunicazione del 5x1000 per lo IOR presso tutti i dipendenti. 2. proporre il sostegno della campagna 5x1000 IOR anche a fornitori e clienti.

39 39 Campagna Istituto Oncologico Romagnolo

40 40

41 Promuovete insieme una campagna di sensibilizzazione da promuovere presso i target pivot ed i media Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace Coinvolgere target pivot Fare azioni in rete Valutare Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace Coinvolgere target pivot Fare azioni in rete Valutare

42 I tempi delle scadenze fiscali GenFebMarAprMagGiuLugAgoSet Distribuzione CUD ai dip/coll. 28 Presentazione 730 Collaboratori e lavoratori di tipo subordinato 31 Presentazione modello Unico Collaboratori e lavoratori di tipo subordinato 30 Liberi professionisti 30

43 Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace Coinvolgere target pivot Valutare Pianificare la campagna Comunicare in modo più efficace Coinvolgere target pivot Valutare -Fate unanalisi dei punti di forza e di debolezza -Costruitevi degli indicatori -Paragonate lefficacia della campagna con altri strumenti


Scaricare ppt "5X1000: la potenza di una firma Bologna, 17 marzo 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google