La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Previdenza obbligatoria, previdenza complementare, fondi aperti e fondi chiusi Lucidi a cura dellUfficio Formazione FIM CISL Piemonte dicembre 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Previdenza obbligatoria, previdenza complementare, fondi aperti e fondi chiusi Lucidi a cura dellUfficio Formazione FIM CISL Piemonte dicembre 2011."— Transcript della presentazione:

1 Previdenza obbligatoria, previdenza complementare, fondi aperti e fondi chiusi Lucidi a cura dellUfficio Formazione FIM CISL Piemonte dicembre 2011

2 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte2 Dati di scenario Secondo previsioni elaborate in base a crescita demografica e anzianità della popolazione si evidenzia che: la speranza di vita (età media) dovrebbe passare da 76,4M e 82,7F 2001 a 80,3M e 85,7F del 2020 e 84,3M e 89,0F nel 2050; la speranza di vita (età media) dovrebbe passare da 76,4M e 82,7F 2001 a 80,3M e 85,7F del 2020 e 84,3M e 89,0F nel 2050; il rapporto tra numero di pensioni e numero di occupati dovrebbe passare da 83,9% 2005 a 108% 2040 e a 110% 2050; il rapporto tra numero di pensioni e numero di occupati dovrebbe passare da 83,9% 2005 a 108% 2040 e a 110% 2050;

3 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte3 Previdenza Obbligatoria NUOVI ASSUNTI DAL 1° GENNAIO 1996 SOGGETTI CON MENO DI 18 ANNI DI ANZIANITA CONTRIBUTIVA AL 31 DICEMBRE 1995 SOGGETTI CON ALMENO 18 ANNI DI ANZIANITA CONTRIBUTIVA AL 31 DICEMBRE 1995 METODO CONTRIBUTIVO Aggiornamento coefficienti 2010 METODO MISTO METODO RETRIBUTIVO dal sistema RETRIBUTIVO al sistema CONTRIBUTIVO, una riforma applicata per gradi, legge 335/95 e S.M.

4 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte4 IMPORTO PENSIONE e tasso di SOSTITUZIONE rapporto tra importo della pensione e ultimo stipendio Nel RETRIBUTIVO media ultimi 10 anni di stipendio moltiplicata 2% per ogni anno di contributi: quindi 35 anni quasi 70%, 40 anni quasi 80% Nel CONTRIBUTIVO oltre agli anni di contributi entra in gioco letà anagrafica: con 35 anni di contribuzione a 57 anni sarà MENO del 50%, a 60 anni 50%, a 65 anni 60%

5 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte5 IMPORTO PENSIONE e tasso di SOSTITUZIONE rapporto tra importo della pensione e ultimo stipendio La 335/95 prevedeva ogni 10 anni un di rivedere i coefficienti in base allandamento demografico e del PIL, per equilibrio del sistema. anno Dipendente privato 60 a età e 35 a contributi OBBL68,756,950,848,347,947,1 Dipendente privato 65 a età e 40 a contributi OBBL78,469,864,559,858,958,1

6 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte6 le prestazioni erogate dal primo pilastro gradualmente si ridurranno la previdenza complementare dovrà essere incentivata per incoraggiare la destinazione di risorse da parte di imprese e lavoratori. Polizze vita, fondi comuni di investimento, PIP (piani individuali previdenziali) PREVIDENZA PUBBLICA FONDI PENSIONE STRUMENTI MIRATI DI RISPARMIO PREVIDENZIALE 50-60%10-20% IN FUNZIONE DEL REDDITO RESIDUO per raggiungere con i 2/3 pilastri una copertura complessiva intorno al 70/80% Il sistema a TRE PILASTRI

7 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte7 La previdenza COMPLEMENTARE caratteristiche generali LA PENSIONE PUBBLICA FUNZIONA CON IL MECCANISMO DELLA RIPARTIZIONE I CONTRIBUTI VERSATI OGGI DAL LAVORATORE SERVONO PER PAGARE LE PENSIONI ATTUALI I CONTRIBUTI VERSATI CONFLUISCONO IN UN CONTO INDIVIDUALE E AL MOMENTO DEL PENSIONAMENTO, SOMMATI AI RENDIMENTI OTTENUTI, COSTITUISCONO IL PROPRIO MONTANTE FINANZIARIO FONDOPENSIONE

8 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte8 Tipologie fondi pensione fondi CHIUSI o NEGOZIALI collettivi, di categoria, contrattati fondi CHIUSI o NEGOZIALI collettivi, di categoria, contrattati fondi APERTI collettivi, di una categoria (in assenza chiusi, professionali, aziendali) promossi da sistema assicurativo o bancario fondi APERTI collettivi, di una categoria (in assenza chiusi, professionali, aziendali) promossi da sistema assicurativo o bancario FIP (fondi individuali previdenziali) o PIP (piani individuali previdenziali) individuali, promossi da sistema assicurativo o bancario FIP (fondi individuali previdenziali) o PIP (piani individuali previdenziali) individuali, promossi da sistema assicurativo o bancario

9 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte9 I FONDI al 31 dicembre 2010 circa il 27,8% dei lavoratori dipendenti del settore PRIVATO ADERISCONO a forme di FPC: 13,6% NEGOZIALI, 3,0% APERTI, 6,7% PIP e 4,6 % a PREESISTENTI circa il 27,8% dei lavoratori dipendenti del settore PRIVATO ADERISCONO a forme di FPC: 13,6% NEGOZIALI, 3,0% APERTI, 6,7% PIP e 4,6 % a PREESISTENTI 38 fondi negoziali (circa 1.871mila iscritti LDipPr) decremento iscritti del 1,4% rispetto al fondi negoziali (circa 1.871mila iscritti LDipPr) decremento iscritti del 1,4% rispetto al fondi aperti (circa 410mila iscritti LDipPr) incremento iscritti del 3,4% rispetto al fondi aperti (circa 410mila iscritti LDipPr) incremento iscritti del 3,4% rispetto al mila LDipPr aderenti a PIP nuovi +30% ades, 841 mila LDipPr a PIP vecchi e FP preesistenti 711mila LDipPr aderenti a PIP nuovi +30% ades, 841 mila LDipPr a PIP vecchi e FP preesistenti 83 MILIARDI DI EURO (42 FP preesist) 83 MILIARDI DI EURO (42 FP preesist) risorse 2010 destinate alle prestazioni FPC

10 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte10 Possono essere costituiti solo da SOGGETTI FINANZIARI ABILITATI dagli organi di vigilanza e Banca dItalia (COVIP; CONSOB > banche e SIM, ISVAP > assicurazioni) Possono essere costituiti solo dalle PARTI CONTRATTUALI attraverso accordi collettivi (CCNL, Accordi Aziendali o di Gruppo). Statuto e regole sono sottoposte a vigilanza e autorizzazione dalla COVIP Le DIFFERENZE tra i fondi FONDI APERTI FIP e PIP FONDI CHIUSI la PRIMA è su CHI LI PUÒ COSTITUIRE IDENTITÀ parti costitutive, fondo e gestore DISTINZIONE parti costitutive, fondo, gestore, banca

11 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte11 STRATEGIE E DECISIONI (compresi i costi) vengono prese dal soggetto che lo costituisce (banca, SIM, assicurazione) che è anche GESTORE la SECONDA è sul RUOLO DEGLI ADERENTI Gli aderenti (lavoratori e aziende) eleggono a suffragio universale lassemblea dei SOCI, la quale elegge il CDA del fondo : entrambe rispondono solamente ai soci. Le parti fondatrici compito di indirizzo Le DIFFERENZE tra i fondi FONDI APERTI FIP e PIP FONDI CHIUSI CLIENTI SOCI

12 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte12 I FONDI APERTI sono stati istituiti per GARANTIRE A TUTTI i lavoratori in attività la POSSIBILITÀ DI ADERIRE ad un regime di PREVIDENZA COMPLEMENTARE, SOPRATTUTTO NEI CASI IN CUI NON ESISTA possibilità di accedere ad un FONDO COMPLEMENTARE CHIUSO I FONDI APERTI sono stati istituiti per GARANTIRE A TUTTI i lavoratori in attività la POSSIBILITÀ DI ADERIRE ad un regime di PREVIDENZA COMPLEMENTARE, SOPRATTUTTO NEI CASI IN CUI NON ESISTA possibilità di accedere ad un FONDO COMPLEMENTARE CHIUSO Il FONDO APERTO presenta CARATTERISTICHE SIMILI ad un FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO Il FONDO APERTO presenta CARATTERISTICHE SIMILI ad un FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO Il FONDO APERTO è un PRODOTTO MESSO SUL MERCATO dai soggetti autorizzati e controllati da COVIP (banche, SIM, SGR, assicurazioni) Il FONDO APERTO è un PRODOTTO MESSO SUL MERCATO dai soggetti autorizzati e controllati da COVIP (banche, SIM, SGR, assicurazioni) FONDI APERTI A SCOPO di LUCRO

13 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte13 FONDI CHIUSI o Negoziali Il loro SCOPO è garantire a lavoratori di ciascun settore PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI Il loro SCOPO è garantire a lavoratori di ciascun settore PRESTAZIONI PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI Funzionano in base al principio della capitalizzazione individuale e LADESIONE È VOLONTARIA Funzionano in base al principio della capitalizzazione individuale e LADESIONE È VOLONTARIA Sono fondi ISTITUITI CONTRATTUALMENTE e proprio per questo per ogni lavoratore aderente LAZIENDA È TENUTA AD AGGIUNGERE UNA QUOTA di versamento a suo carico Sono fondi ISTITUITI CONTRATTUALMENTE e proprio per questo per ogni lavoratore aderente LAZIENDA È TENUTA AD AGGIUNGERE UNA QUOTA di versamento a suo carico Il loro funzionamento è regolato dalla legge e da uno statuto. Lavvio è AUTORIZZATO DA UNA COMMISSIONE DI VIGILANZA (COVIP), che svolge anche funzioni di VERIFICA sullapplicazione delle norme E CONTROLLO sul funzionamento Il loro funzionamento è regolato dalla legge e da uno statuto. Lavvio è AUTORIZZATO DA UNA COMMISSIONE DI VIGILANZA (COVIP), che svolge anche funzioni di VERIFICA sullapplicazione delle norme E CONTROLLO sul funzionamento

14 lucidi a cura Ufficio Formazione FIM CISL Piemonte14 FONDI CHIUSI o Negoziali Gli ORGANISMI DEMOCRATICI (assemblea dei soci e consiglio di amministrazione) eletti dai soci aderenti esercitano CONTROLLO E VERIFICA sul funzionamento Gli ORGANISMI DEMOCRATICI (assemblea dei soci e consiglio di amministrazione) eletti dai soci aderenti esercitano CONTROLLO E VERIFICA sul funzionamento La CUSTODIA E LA GESTIONE DELLE RISORSE sono affidate ad una BANCA (che per legge è tenuta anche al controllo sui gestori) E A GESTORI FINANZIARI SPECIALIZZATI, scelti attraverso MECCANISMI A EVIDENZA PUBBLICA e rispondono al CDA e ai soci La CUSTODIA E LA GESTIONE DELLE RISORSE sono affidate ad una BANCA (che per legge è tenuta anche al controllo sui gestori) E A GESTORI FINANZIARI SPECIALIZZATI, scelti attraverso MECCANISMI A EVIDENZA PUBBLICA e rispondono al CDA e ai soci Essendo UNASSOCIAZIONE NON A FINI DI LUCRO le ECONOMIE DI GESTIONE vengono tutte ORIENTATE AD UNA RIDUZIONE DEI COSTI Essendo UNASSOCIAZIONE NON A FINI DI LUCRO le ECONOMIE DI GESTIONE vengono tutte ORIENTATE AD UNA RIDUZIONE DEI COSTI


Scaricare ppt "Previdenza obbligatoria, previdenza complementare, fondi aperti e fondi chiusi Lucidi a cura dellUfficio Formazione FIM CISL Piemonte dicembre 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google