La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANNO ACCDEMICO 2001-2002 CORSO DI ANALISI E CONTABILITA DEI COSTI PROF. MARCO ELEFANTI I SISTEMI DI RILEVAZIONE DEI COSTI E LE MODALITA DI LORO IMPIEGO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANNO ACCDEMICO 2001-2002 CORSO DI ANALISI E CONTABILITA DEI COSTI PROF. MARCO ELEFANTI I SISTEMI DI RILEVAZIONE DEI COSTI E LE MODALITA DI LORO IMPIEGO."— Transcript della presentazione:

1 ANNO ACCDEMICO CORSO DI ANALISI E CONTABILITA DEI COSTI PROF. MARCO ELEFANTI I SISTEMI DI RILEVAZIONE DEI COSTI E LE MODALITA DI LORO IMPIEGO A SUPPORTO DELLE DECISIONI

2 AL CRESCERE DELLA COMPLESSITA AMBIENTALI E STRUTTURALI LIMPRESA MODERNA ESPRIME LESIGENZA: DI SVILUPPARE UN ORIENTAMENTO ALLA SPECIALIZZAZIONE CHE INEVITABILMENTE RICHIEDE UNA PROGERSSIVA DIVISIONE DEL LAVORO E DEI COMPITI DI CREARE UNA COSTANTE E CRESCENTE CAPACITA DI GARANTIRE UNITARIETA E CONVERGENZA ALLA PROPRIA AZIONE

3 LE LEVE E LE VARIABILI ORGANIZZATIVE SONO LA RISPOSTA DELLIMPRESA ALLESIGENZA DI CONTEMPERARE QUESTE DUE ESIGENZE CONTRAPPOSTE STRUTTURA ORGANIZZATIVA MECCANISMI OPERATIVI DISTRIBUZIONE DEL POTERE

4 LA PROGRAMMAZIONE E IL CONTROLLO DI GESTIONE SONO UN TIPICO E FONDAMENTALE MEAANISMO OPERATIVO

5 IL SISTEMA DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO STRUMENTI DI PROGRAMMAZIONE ASSEGNAZIONE DI OBIETTIVI STRUMENTI DI CONSUNTIVAZIONE OSSERVAZIONE DEI RISULTATI

6 LA PROGRAMMAZIONE E IL CONTROLLO HANNO IL FINE DI FAVORIRE UNAZIONE CORRETTIVA UNA VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI LAPPRENDIMENTO ORGANIZZATIVO

7 IL CONTROLLO DI GESTIONE E UN INSIEME DI: MECCANISMI OPERATIVI/ORGANIZZATIVI; STRUMENTI TECNICO CONTABILI SVILUPPATI PER RENDERE POSSIBILE IL RAGGIUNGIMENTO DEI FINI AZIENDALI

8 GLI OBIETTIVI AZIENDALI VENGONO DEFINITI IN UN PIANO AZIENDALE PARTENDO * DALLANALISI DELLAMBIENTE ESTERNO E DEL SETTORE IN CUI SI OPERA * DALLANALISI DELLA POSIZIONE COMPETITIVA DELLAZIENDA DALLE RISORSE DISPONIBILI

9 SECONDO R. ANTHONY I SISTEMI DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO SI ARTICOLANO A 3 LIVELLI PIANIFICAZIONE STRATEGICA CONTROLLO DIREZIONALE CONTROLLO OPERATIVO

10 LA CONTABILITA ANALITICA: UNA DEFINIZIONE NELLAMBITO DEL SISTEMA DI CONTABILITA DIREZIONALE, LA CONTABILITA ANALITICA PUO ESSERE INTESA COME UN SOTTOSISTEMA INFORMATIVO GRAZIE AL QUALE VENGONO RILEVATI IN MODO SISTEMATICO I DATI ELEMENTARI DI COSTO E DI RICAVO. TALI DATI ELEMENTARI VENGONO SUCCESSIVAMENTE ORGANIZZATI IN RELAZIONE A PRESCELTI OGGETTI DI CALCOLO

11 QUANDO E NECESSARIO AVERE UNA CONTABILITA ANALITICA QUANDO LAMBIENTE E DINAMICO QUANDO LE DIMENSIONI DIMPRESA NON SONO PICCOLISSSIME MA SOPRATTUTTO QUANDO SI E IN PRESENZA DI UN NON BASSO GRADO DI COMPLESSITA STRUTTURALE AVUTO RIGUARDO ALLE COMBINAZIONI PRODOTTI/MERCATI/TECNOLOGIE

12 LE DIFFERENZE TRA CONTABILITA GENERALE E CONTABILITA ANALITICA

13 (CONTINUA) IL SISTEMA INFORMATIVO PER LA DIREZIONE (CONTABILITA DIREZIONALE- CONTABILITA ANALITICA), QUANTO AI CRITERI DI IMPOSTAZIONE, NON E SOGGETTO A VINCOLI DI SORTA E DEVE SODDISFARE AD UNA PLURALITA DI ESIGENZE INFORMATIVE SPESSO TRA LORO CONTRASTANTI


Scaricare ppt "ANNO ACCDEMICO 2001-2002 CORSO DI ANALISI E CONTABILITA DEI COSTI PROF. MARCO ELEFANTI I SISTEMI DI RILEVAZIONE DEI COSTI E LE MODALITA DI LORO IMPIEGO."

Presentazioni simili


Annunci Google