La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 PERCHÉ È IMPORTANTE PIANIFICARE, PROGRAMMARE E CONTROLLARE LA GESTIONE AZIENDALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 PERCHÉ È IMPORTANTE PIANIFICARE, PROGRAMMARE E CONTROLLARE LA GESTIONE AZIENDALE."— Transcript della presentazione:

1 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 PERCHÉ È IMPORTANTE PIANIFICARE, PROGRAMMARE E CONTROLLARE LA GESTIONE AZIENDALE Lucidi di G. TOSCANO Università Cattaneo – LIUC Master CFO Giugno 2010

2 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 2 È un processo che prevede il susseguirsi di insiemi di decisioni e conseguenti azioni relative al reperimento, allallocazione e allutilizzo di risorse per conseguire un fine LATTIVITA DI GESTIONE - MANAGEMENT -

3 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 3 Pianificare/Programmare Guidare Organizzare Controllare LATTIVITÀ DI GESTIONE É FACILITATA DALLAVER CHIARITO IL FINE, LA SPECIFICA MISSIONE E I CONSEGUENTI OBIETTIVI DA PERSEGUIRE

4 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 4 DUE POSSIBILI FILOSOFIE DI GESTIONE GESTIONE PER COMPITI GESTIONE PER OBIETTIVI PER CONSEGUIRE IL FINE DI UNIMPRESA

5 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 5 Per conseguirlo LA GESTIONE (reperimento, allocazione e utilizzo delle risorse) DEVE AVVENIRE NEL RISPETTO DEI PRINCIPI DI ECONOMICITÀ Il che significa... Il fine di un impresa è perdurare nel tempo

6 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 6... CONSEGUIRE NEL TEMPO RISULTATI ECONOMICI POSITIVI SENZA COMPROMETTERE I RISULTATI COMPETITIVI E QUELLI SOCIALI RISULTATI ECONOMICI RISULTATI SOCIALIRISULTATI COMPETITIVI Redditività Customer Satisfaction e Quota di Mercato Clima Organizzativo e Impatto Ambientale

7 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 7 Dove missione è il motivo per il quale unimpresa opera ALCUNI ESEMPI DI MISSION: * VOLKS WAGEN: AUTO PER IL POPOLO * SHELL OIL: SODDISFARE I FABBISOGNI ENERGETICI DEL MONDO * CARPEGIANI: PER UN MONDO PIÙ DOLCE

8 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 8 LE PRINCIPALI VARIABILI CHE POSSONO INFLUENZARE LA MISSIONE AZIENDALE EVOLUZIONE DELLAMBIENTE ESTERNO VISION DEL VERTICE AZIENDALE (C.E.O.) STORIA E CULTURA AZIENDALE MISSIONE

9 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 9 DURANTE LA GESTIONE DOVREBBE ESSERE NATURALE CHE SI SVOLGA UNATTIVITA DI CONTROLLO VERIFICA DI COME SI ANDRA SE SI INTRAPRENDONO DETERMINATE AZIONI

10 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 10 PER IL CONTROLLO (VERIFICA) E LA VALUTAZIONE DI COME SI STA SVOLGENDO LA GESTIONE DIMPRESA SONO NECESSARIE DUE MISURE PER: * RISULTATI ECONOMICI: CONTROLLO ECONOMICO * RISULTATI COMPETITIVI E SOCIALI: CONTROLLO DEI COMPORTAMENTI

11 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 11 LATTIVITA DI DIREZIONE, PARTE DELLA PIU AMPIA ATTIVITA DI GESTIONE, RUOTA ATTORNO A QUESTI TRE INTERROGATIVI DOVE SIAMO ? DOVE VOGLIAMO ANDARE ? COSA DOBBIAMO FARE PER... ?

12 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 12 DEFINIRE GLI OBIETTIVI DECIDERE COSA FARE PER RAGGIUNGERE TALI OBIETTIVI AGIRE CONTROLLARE NEL DURANTE SE SI STANNO RAGGIUNGENDO GLI OBIETTIVI I momenti fondamentali dell'attività di direzione Sì/No (Analisi delle cause) DECISIONI PIANO DAZIONE

13 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 13 MISSIONE ECONOMICITÀ FINALITA DELLAZIENDA OBIETTIVI DI GESTIONE STRATEGICA GESTIONE OPERATIVA NON CE CONTROLLO SENZA OBIETTIVI !

14 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 14 SI COMPONE DI DECISIONI STRATEGICHE: Modificano i rapporti impresa-ambiente e spesso comportano modifiche della struttura aziendale o delle capacità produttive/distributive di unimpresa Ad esempio: * Attuazione di processi di internazionalizzazione * Ingresso in nuovi mercati * Innovazione di prodotto e di processo SI COMPONE DI DECISIONI OPERATIVE: Attengono allutilizzo della struttura esistente Ad esempio: * Definizione del programma di produzione * Scelta di accettazione di un ordine da cliente AL CENTRO DELLATTIVITA DI DIREZIONE CI PUO ESSERE: LA GESTIONE STRATEGICA LA GESTIONE OPERATIVA

15 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 15 NELLO SVOLGERE L'ATTIVITÀ DI DIREZIONE VI SONO DUE POSSIBILI APPROCCI: APPROCCIO DEL GIORNO PER GIORNO Si prende la decisione quando si presenta il problema APPROCCIO ANTICIPATORIO Si prendono alcune decisioni anticipando il momento nel quale si presenteranno i problemi (pianifico / programmo la gestione) !

16 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 16 APPROCCIO DEL GIORNO PER GIORNO APPROCCIO ANTICIPATORIO IN ENTRAMBI I CASI SI DEVONO POI VERIFICARE I RISULTATI OTTENUTI RISPETTO AI RISULTATI DESIDERATI (ATTIVITÀ DI CONTROLLO IN SENSO STRETTO)

17 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 17 LATTIVITA DI PIANIFICAZIONE si qualifica come: STRATEGICA OPERATIVA (O PROGRAMMAZIONE) STRATEGIA STRATEGIC CONTROL MANAGEMENT CONTROL (O CONTROLLO DIREZIONALE) TASK CONTROL LATTIVITA DI CONTROLLO si qualifica come: E

18 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 18 DEFINIRE GLI OBIETTIVI STRATEGICI DECIDERE COSA FARE PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI STRATEGICI DEFINIRE GLI OBIETTIVI DI GESTIONE OPERATIVA PIANO STRATEGICO * LIFE CYCLE * S.W.O.T. ANALYSIS * MATRICI DIREZIONALI * CURVE DI ESPERIENZA * MODELLO DELLE 5 FORZE COMPETITIVE * MODELLO DELLA CATENA DEL VALORE Pianificazione Strategica Attività di direzione anticipatoria e sistema di Pianificazione Strategica

19 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 19 DEFINIRE GLI OBIETTIVI DECIDERE COSA FARE PER RAGGIUNGERE TALI OBIETTIVI AGIRE CONTROLLARE NEL DURANTE SE SI STANNO RAGGIUNGENDO GLI OBIETTIVI BUDGET DECISIONI PIANO DAZIONE REPORTING SI/NO (Analisi delle cause) CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA GENERALE RILEVAZIONI GESTIONALI EXTRA-CONTABILI Programmazione e Controllo Attività di direzione anticipatoria e sistema di Programmazione e Controllo

20 Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 20 CALCOLO DEI COSTI E DEI RICAVI A FINI CIVILISTICO-FISCALI (CONTABILITA GENERALE) ANALISI DEI COSTI E DEI RICAVI A FINI GESTIONALI (CONTABILITA ANALITICA) * I COSTI E I RICAVI VENGONO RILEVATI PER NATURA * VIGE IL CRITERIO DEL MOMENTO MONETARIO O NUMERARIO PER LA REGISTRAZIONE * I COSTI E I RICAVI SONO RELATIVI ALLAZIENDA NEL SUO COMPLESSO * I COSTI E I RICAVI SONO RILEVATI EX-POST * LE RILEVAZIONI VENGONO EFFETTUATE SU UN PERIODO ANNUALE * LE RILEVAZIONI SONO DISCIPLINATE DALLE NORMATIVE CIVILISTICO-FISCALI * LOBIETTIVO E PROCEDERE ALLA STESURA DEL BILANCIO ANNUALE * I COSTI E I RICAVI VENGONO RILEVATI PER DESTINAZIONE * VIGE IL CRITERIO DELLA COMPETENZA ECONOMICA PER LA REGISTRAZIONE * I COSTI E I RICAVI SONO RELATIVI A OGGETTI DI CALCOLO A VALENZA GESTIONALE (PRODOTTO, CLIENTE, FILIALE, STABILIMENTO, AREA GEOGRAFICA, etc.) * I COSTI E I RICAVI POSSONO ESSERE CALCOLATI ANCHE EX-ANTE * LE RILEVAZIONI VENGONO EFFETTUATE PER PERIODI INFERIORI ALLANNO * LE RILEVAZIONI SONO IMPOSTATE AND HOC PER LE ESIGENZE GESTIONALI DELLA SPECIFICA AZIENDA * LOBIETTIVO E SUPPORTARE IL PROCESSO GESTIONALE DEL MANAGEMENT


Scaricare ppt "Università Carlo Cattaneo LIUC – Castellanza (VA) Lucidi di Giuseppe Toscano 1 PERCHÉ È IMPORTANTE PIANIFICARE, PROGRAMMARE E CONTROLLARE LA GESTIONE AZIENDALE."

Presentazioni simili


Annunci Google