La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Minibasket Maurizio Cremonini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Minibasket Maurizio Cremonini."— Transcript della presentazione:

1 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Minibasket Maurizio Cremonini

2 cosa ci possiamo portare cosa non può mancare e se rimane un po di spazio...

3 cosa ci dobbiamo portare Cosa faremo oggi !... IL NOSTRO DIARIO DI VIAGGIO ! La Cucina dellIstruttore !

4 Una buona lezione di Minibasket, deve determinare riscontri positivi, sui processi di apprendimento dei bambini. Dopo una buona lezione di Minibasket, qualcosa deve restare ai bambini ! Per lasciare qualcosa ai bambini non si può improvvisare, la lezione deve essere programmata.

5 Chi sono e come sono i miei allievi ? Dove voglio condurli ? Cosa devo far fare loro ? Come dovrò fare? Che cosa mi serve ? Che cosa devo osservare ? Analizzare la situazione – VALUTAZIONE INIZIALE Definire gli obiettivi – EDUCATIVI e DIDATTICI Scegliere e organizzare i contenuti – Le ATTIVITA Scegliere e organizzare i metodi – La DIDATTICA Individuare mezzi e attrezzi – Gli ESERCIZI E I GIOCHI Analizzare la situazione – VALUTAZIONE FINALE

6 Lefficacia dellinsegnamento si fonda su 2 principi di riferimento : - il TEMPO da garantire allallievo per esercitarsi sul compito - l OPPORTUNITA per tutti gli allievi di esercitarsi con successo (Dott.G.Messina – Università di Trieste)

7 Da una ricerca di Siedentop e Tannheill (Usa 2000) Durata della lezione 60 Lattesa La preparazione 10 Spiegazioni - Dimostrazioni ? Cambi gioco - Attrezzature ? Tempo di ascolto degli Insegnanti ? 15% 30% Tempo di gestione delle proposte? 20% 25% Tempo totale di NON ATTIVITA 35% 55% E manca il tempo di attesa individuale allinterno di un singolo gioco !!!

8 Da una ricerca di Siedentop e Tannheill (Usa 2000) Per una lezione adeguata (qualche piccolo consiglio). A CTIVITY L EARNING T IME TEMPO DI IMPEGNO MOTORIO funzionale al compito ALT Qualche consiglio per avere un buon ALT : 1. Avere come costante riferimento l Allievo Attivo e Protagonista 2. Limitare i Tempi di Attesa 3. Allievo coinvolto sul Compito legato all Obiettivo 4. Ridurre allessenziale il Tempo Gestionale 5. Elevare le probabilità di Successo sul Compito 6. Programmare lAttività da realizzare.

9 cosa non può mancare Come faremo oggi ! LA PREPARAZIONE - PREDISPOSIZIONE - DISPONIBILITA - PUNTUALITA - ORGANIZZAZIONE - ACCOGLIENZA... LA NOSTRA PROFESSIONALITA !

10 METODOLOGIA DINSEGNAMENTOMETODOLOGIA DALLENAMENTO STILI DINSEGNAMENTOSENSIBILITA EDUCATIVA COMPETENZA CAPACITA DINSEGNAMENTO

11 INTERVENIRE RINFORZARE FAR RIFLETTERE CORREGGERE tempi e modi opportuni approccio positivo stimoli cognitivi individuare gli errori principali e prevalenti

12 "Gli insegnanti ideali sono quelli che si offrono come ponti verso la conoscenza e invitano i loro allievi a servirsi di loro per compiere la traversata; poi, a traversata compiuta, si ritirano soddisfatti, incoraggiandoli a fabbricarsi da soli ponti nuovi." (Nikos Kazantzakis)

13 e se rimane un po di spazio... Come saremo oggi (e sempre !) LA CONSAPEVOLEZZA - RUOLO - FUNZIONE - COMPITO... LA NOSTRA COERENZA !

14 Noi, tutti, siamo qui certamente perché abbiamo in comune la stessa passione. Qualcuno a questa passione ha dedicato un pezzo importante della propria vita, altri ancora si sono avvicinati da poco, ma una percezione condivisa ci deve unire tutti: LA CONSAPEVOLEZZA DI CIO CHE FACCIAMO CON I NOSTRI BAMBINI !

15 Anzichè richiedere unabilità… oggi si richiedono le competenze, cioè un misto, specifico per ciascun individuo, di abilità nel senso stretto del termine, … di comportamento sociale, e di attitudine al lavoro di gruppo; la capacità di prendere iniziative e di assumersi delle responsabilità, affrontando il rischio delle scelte. Ettore Messina.. ?Carlo Recalcati.. ?Mike DAntoni.. ? (Il Libro Bianco UNESCO J. DELORS, Nelleducazione un tesoro)

16 Che dimensione e quale valore intendiamo dare al nostro ruolo di ISTRUTTORI INSEGNANTI EDUCATORI DI MINIBASKET ?

17 Ieri era sufficiente trasmettere alle giovani generazioni il patrimonio consolidato di conoscenze. Oggi la missione di chi Insegna è cambiata … Si devono formare capacità di … Esercitare una partecipazione attiva e consapevole Sviluppare il proprio potenziale Sapersi orientare nellambiente e nel contesto Apprendere per tutta la vita (Progetto OCSE-PISA, Programme for International Student Assessment )

18 Il pensiero sentito e sincero che voglio lasciare è che il nostro ZAINO sarà per sempre vuoto se al di sopra dei temi affrontati nelle tante occasioni di Formazione e Aggiornamento non sapremo mettere la CONDIVISIONE di valori veri, del senso e del significato di Insegnare un Minibasket ONESTO a misura di Bambino; per la sua Educazione di oggi, e per il suo domani di adulto... AUTONOMO - INTELLIGENTE E RESPONSABILE.

19 FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Minibasket Maurizio Cremonini


Scaricare ppt "FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Minibasket Maurizio Cremonini."

Presentazioni simili


Annunci Google