La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Levoluzione dei comportamenti ambientali degli italiani Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione Indagini MOPAmbiente Monitoraggio degli Orientamenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Levoluzione dei comportamenti ambientali degli italiani Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione Indagini MOPAmbiente Monitoraggio degli Orientamenti."— Transcript della presentazione:

1 Levoluzione dei comportamenti ambientali degli italiani Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione Indagini MOPAmbiente Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Ottobre 2004

2 MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Il progetto MOPAmbiente, Monitoraggio sugli Orientamenti e le Politiche per lAmbiente in Italia, patrocinato dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e realizzato da RISL e ISPO, è un'iniziativa volta a favorire la comunicazione tra istituzioni, imprese e cittadini sulle tematiche ambientali. Nellambito delledizione di MOPAmbiente, nel maggio 2004 e nellottobre 2004 sono state realizzate due indagini demoscopiche sulla Consapevolezza ambientale e recupero dei lubrificanti usati raccoglibili, per rilevare gli atteggiamenti della popolazione italiana riguardo a uno specifico tema di ampia rilevanza ambientale: il recupero degli oli usati. Nellottobre 2004 questi stessi temi sono stati ripresi e sottoposti a un campione di responsabili della gestione ambientale di grandi aziende italiane.

3 La percezione del rischio ambientale dovuto agli oli usati Secondo Lei gli oli lubrificanti usati, se dispersi nellambiente, rispetto ad altri fattori come rifiuti, prodotti chimici, scarichi dei veicoli, ecc. comporterebbero dei rischi di inquinamento … Molto gravi:54% TRA TUTTA LA POPOLAZIONE Valori percentuali. Base casi:2001 (Rilevazione telefonica del maggio 2004) MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali

4 La percezione del rischio ambientale dovuto agli oli usati Alcuni effettuano personalmente il cambio dellolio lubrificante della propria automobile/ciclomotore/barca/macchia agricola. Qualcuno pensa che questo comportamento sia rischioso per lambiente e per la salute, altri invece pensano che non sia poi così rischioso. Lei personalmente ritiene questo comportamento … TRA TUTTA LA POPOLAZIONE Valori percentuali. Base casi: 3774 (Rilevazione su panel telematico ottobre 2004) MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Molto o abbastanza rischioso: 54%

5 La percezione del rischio ambientale dovuto agli oli usati Valori percentuali. Base casi: 3774 (Rilevazione su panel telematico ottobre 2004) MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali IL 54% DEGLI INTERVISTATI RITIENE CHE IL FAI DA TE PER IL CAMBIO DELLOLIO SIA UN COMPORTAMENTO MOLTO O ABBASTANZA RISCHIOSO LA PERCEZIONE DEI RISCHI DEL FAI DA TE PER IL CAMBIO DELLOLIO… E più diffusa al Sud e Isole (60%) e aumenta allaumentare della dimensione del comune di residenza: dal 59% nei grandi centri urbani, con oltre abitanti, al 48% nei piccoli comuni fino a abitanti E meno diffusa al Nord Est (44%) e fra gli intervistati che svolgono un lavoro con bassa qualifica (44%) MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali

6 I comportamenti relativi al cambio dellolio Quando è necessario, Lei effettua il cambio dellolio lubrificante della sua auto/moto/ciclomotore a 4 tempi … Presso un autofficina Presso una stazione di servizio Effettua personalmente il cambio dellolio Non so, in famiglia è qualcun altro che si occupa del cambio dellolio Non so, non risponde TRA CHI POSSIEDE ALMENO UN VEICOLO IN FAMIGLIA MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Fra i 18-24enni: 11% Valori percentuali. Base casi:1820 (Rilevazione telefonica del maggio 2004)

7 La conoscenza della normativa sulla raccolta Che Lei sappia, in Italia esiste una normativa che regola con apposite leggi la raccolta e il riutilizzo degli oli lubrificanti usati? TRA TUTTA LA POPOLAZIONE MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi:2001 (Rilevazione telefonica del maggio 2004)

8 Le misure più utili per ridurre linquinamento Indichi, in ordine di importanza, iniziando da quella che ritiene più importante, le tre misure che ritiene più utili a ridurre linquinamento ambientale, fra le seguenti … TRA TUTTA LA POPOLAZIONE MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi: 3774 (Rilevazione su panel telematico ottobre 2004) Controlli e sanzioni verso le aziende 44% Promuovere campagne di informazione / educazione ambientale rivolte a tutti: 19% ; nelle scuole: 15% Le Domeniche a piedi: 10% Campagne di educazione / informazione ambientale 44% Controlli e sanzioni verso i cittadini 39% Controllare di più/multare chi non getta i rifiuti negli appositi contenitori: 27% ; chi effettua personalmente il cambio dellolio senza rispettare le regole di sicurezza previste dalla legge: 7% ; i cittadini che non fanno controllare/pulire regolarmente le loro caldaie: 5% Controllare di più/multare le aziende che non tutelano lambiente: 44% Interventi su rifiuti 46% Promuovere luso dei mezzi pubblici: 26% Utilizzare autobus elettrici nei comuni: 14% Chiudere definitivamente al traffico i centri storici, creando isole pedonali: 12% Interventi su traffico e mezzi pubblici 52% Incentivare/fare la raccolta differenziata dei rifiuti: 28% Creare nuove discariche o termovalorizzatori: 18% Le misure giudicate più utili a ridurre linquinamento ambientale (somma delle risposte al 1°, 2° e 3° posto)

9 La percezione dellutilità dei controlli sul cambio dellolio Controllare di più / multare chi effettua personalmente il cambio dellolio della propria automobile/ciclomotore/barca/macchina agricola, senza rispettare le regole di sicurezza previste dalla legge TRA TUTTA LA POPOLAZIONE MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi: 3774 (Rilevazione su panel telematico ottobre 2004) Indica questi controlli ai primi tre posti nella graduatoria delle misure giudicate più utili a ridurre linquinamento ambientale il 7% La graduatoria delle misure giudicate più utili a ridurre linquinamento ambientale (somma delle risposte al 1°, 2° e 3° posto) 1.Controllare di più/multare le aziende che non tutelano lambiente: 44% 2.Incentivare/fare la raccolta differenziata dei rifiuti: 28% 3.Controllare di più/multare chi non getta i rifiuti negli appositi contenitori: 27% 4.Promuovere luso dei mezzi pubblici: 26% 5.Promuovere campagne di informazione / educazione ambientale rivolte a tutti: 19% 6.Creare nuove discariche o termovalorizzatori: 18% 7.Promuovere campagne di informazione / educazione ambientale nelle scuole: 15% 8.Utilizzare autobus elettrici nei comuni: 14% 9.Chiudere definitivamente al traffico i centri storici, creando isole pedonali: 12% 10.Le Domeniche a piedi: 10% 11.Controllare di più/multare chi effettua personalmente il cambio dellolio senza rispettare le regole di sicurezza previste dalla legge: 7% 12.Controllare di più/multare i cittadini che non fanno controllare/pulire regolarmente le loro caldaie: 5%

10 La notorietà del COOU fra i cittadini Lei conosce, anche solo per averne sentito parlare, il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati? TRA TUTTA LA POPOLAZIONE MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi:2001 (Rilevazione telefonica del maggio 2004)

11 Come ne è venuto a conoscenza? TRA CHI DICHIARA DI CONOSCERE IL COOU I canali di informazione sul COOU MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi: 943 (Rilevazione telefonica del maggio 2004)

12 MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali La notorietà del COOU fra i responsabili della gestione ambientale Lei conosce lattività del COOU, il Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati? TRA TUTTE LE AZIENDE MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi:100 (Rilevazione telefonica dellottobre 2004)

13 MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Le misure adottate dalle aziende per tutelare lambiente Lazienda adotta misure per un corretto smaltimento degli oli usati in base alla normativa vigente? TRA TUTTE LE AZIENDE MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali Valori percentuali. Base casi: 100 (Rilevazione telefonica dellottobre 2004)

14 Nota informativa (In ottemperanza al regolamento dellAutorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP, pubblicato su G.U. 185 del 8/8/2002 e 237/03/CSP, su G.U. 285 del 9 dicembre 2003) Soggetto realizzatore: Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione Committente – acquirente:Risl Tipo e oggetto del sondaggio:sondaggio di opinione a livello nazionale Metodo di raccolta delle informazioni:PANEL telematico Universo di riferimento:Popolazione italiana maggiorenne Campione:proporzionale alla popolazione italiana maggiorenne per genere, età, titolo di studio, condizione professionale, area geografica e ampiezza del comune di residenza Estensione territoriale:nazionale Numero dei rispondenti:3774 Margine di errore:2% Elaborazioni:SPSS Periodo / date di rilevazione:8-11 Ottobre 2004 Testo integrale delle domande rivolte:informazione allegata alle tabelle illustrative i risultati del sondaggio Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione:www.agcom.itwww.agcom.it In caso di pubblicazione e' obbligatorio riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. ISPO non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanza MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali

15 Nota informativa (In ottemperanza al regolamento dellAutorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP, pubblicato su G.U. 185 del 8/8/2002 e 237/03/CSP, su G.U. 285 del 9 dicembre 2003) Soggetto realizzatore: Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione Committente – acquirente:Risl Tipo e oggetto del sondaggio:sondaggio di opinione a livello nazionale Metodo di raccolta delle informazioni:C.A.T.I., interviste telefoniche basate su un questionario di tipo strutturato Universo di riferimento:Aziende italiane con oltre 99 addetti Campione:rappresentativo delle aziende italiane con oltre 99 addetti Estensione territoriale:nazionale Numero dei rispondenti:100. Totale contatti 316. Totale interviste effettuate 100 (32% sul totale contatti); rifiuti/sostituzioni 216 (68% sul totale contatti) Margine di errore:10% Elaborazioni:SPSS Periodo / date di rilevazione:11-18 Ottobre 2004 Testo integrale delle domande rivolte:informazione allegata alle tabelle illustrative i risultati del sondaggio Indirizzo del sito dove sarà disponibile la documentazione completa in caso di diffusione:www.agcom.itwww.agcom.it In caso di pubblicazione e' obbligatorio riportare le informazioni della scheda indicata, a pena di gravi sanzioni. ISPO non si assume alcuna responsabilità in caso di inosservanza MOPAmbiente - Monitoraggio degli Orientamenti e delle Politiche Ambientali


Scaricare ppt "Levoluzione dei comportamenti ambientali degli italiani Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione Indagini MOPAmbiente Monitoraggio degli Orientamenti."

Presentazioni simili


Annunci Google