La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il percorso 1.Applicazioni pratiche della teoria: che cosa è

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il percorso 1.Applicazioni pratiche della teoria: che cosa è"— Transcript della presentazione:

1

2 Il Bilancio Sociale per gli enti non profit

3 Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il percorso 1.Applicazioni pratiche della teoria: che cosa è il bilancio sociale (strumento processo e documento) 2.Indicazioni di metodo per progettare bilanci sociali 3.Costruire il bilancio sociale (step by step): la politica dl bilancio sociale e la mappa stakeholder (esercitazione) La mission, i valori gli impegni e gi obiettivi (esercitazione) Le aree di rendicontazione e gli indicatori (esercitazione) Il valore aggiunto (esempio di riclassificazione)

4 rendicontazione sociale: processo con cui unorganizzazione rende conto/comunica i suoi impatti ambientali e sociali ad alcuni portatori di interesse o alla società tutta RIPASSO… contabilità sociale: sistema che raccoglie e categorizza le informazioni qualitative e quantitative necessarie per rendicontare tali impatti bilancio sociale: un processo/documento che valuta e rende conto degli aspetti sociali dellattività di unorganizzazione Stakeholder: ogni gruppo o individuo che puo Influenzare o essere influenzato da obiettivi, comportamenti, risultati conseguiti dallorganizzazione

5 processo con cui si valutano e documento con cui si comunicano agli interlocutori gli aspetti sociali e ambientali dellagire di unorganizzazione Pucci, Vergani Il bilancio sociale nel Terzo settore. Guida pratica alla redazione – 2002

6 Bilancio sociale > strumento, processo, documento Strumento funzione utilità Processo costruzione uso Prodotto forma contenuto Cosè

7 Bilancio sociale > strumento, processo, documento Strumento perché? per chi? Processo costruzione usi Prodotti contenuti forma Cosè

8 Bilancio sociale > strumento, processo, documento Strumento perché? per chi? Processo costruzione usi Prodotti contenuti forma organizzazione contesto Cosè

9 Costruire il bilancio sociale: le domande del progetto… Quale bilancio sociale? Come lavorare concretamente alla sua costruzione? Chi è opportuno lo rediga? Quando mettersi allopera? Per chi e perché vale la pena lavorarci ?

10 Progettare il bilancio sociale: quale idea di rendicontazione sociale Rendere conto esterno restituzione Dare contocomunicazione Rendersi conto interno ricognizione Darsi contocomprensione Quale

11 Processo > costruzione, diffusione > Ideazione > Progettazione > Gruppo di lavoro > […] > Costruzione > Validazione > Diffusione > […] Bilancio sociale anno zero Come

12 stakeholder Portatori di interessi > interessati alla posta in gioco Influenza posizione + interni ……………… ……………… esterni ……………… ……………… Chi

13 stakeholder Attori > soggetti a qualche titolo coinvolti Matrice rendicontativa > indice Destinatari > della comunicazione Autori > gruppo di lavoro Chi

14 (far) partecipare… primadurantedopo Informare > ??? Consultare > ??? Coinvolgere > ???? Chi

15 Documento > contenuti Bilancio socialematrice, struttura missione o mandatoobiettivi o impegni linee guidastandards (temi e argomenti) multistakeholderStakeholders (aspettative) integratocombinazioni possibili (…) Cosa

16 Documento > possibili aree di rendiconto Governance Azioni e risultati ambientali Qualità Azioni e risultati economici Risorse professionali […] Coinvolgimento della comunità […] Cosa

17 Documento > forma Retorica – Inventio > trovare cosa dire – Dispositio > dare ordine ai contenuti – Elocutio > usare le parole adeguate Grafica –Come Michelangelo… –Il valore del vuoto… –Foto… Carta … –Patinata o ecologica?… Cosa

18 Bilanci sociali: quali utilità? strumentale Verificare Promuovere Valutare relazionale Alimentare fiducia Costruire capitale sociale simbolica Consolidare identità Riconoscersi responsabili Essere legittimati possono contribuire a costruire senso Perché

19 Due considerazione… La costruzione non esaurisce luso… Gli strumenti esorbitano la finalità per la quale sono stati progettati: sono possibili molteplici usi

20 Concretamente: indicazioni di metodo per progettare bilanci sociali: 1.Progettazione 2.Partecipazione 3.Comunicazione 4.Miglioramento

21 1 Progettazione Prevedere come dare regolarità al processo Nominare un responsabile per il bilancio sociale Creare il gruppo di lavoro Definire tempi e modalità Definire modello, linee guida, struttura documento

22 2 Partecipazione Definire chi partecipa a cosa Definire il livello della partecipazione

23 I livelli di partecipazione

24 Livelli possibili di coinvolgimento nelle varie fasi

25 3 Comunicazione Definire a chi si comunica Definire su cosa si comunica e perchè Definire quando e come si comunica Dare coerenza alla comunicazione Gestire i ritorni e gli effetti distorsivi della comunicazione

26 Le condizioni della comunicazione Il successo della comunicazione è determinato dalle condizioni specifiche e dallinterazione di ciascuno di questi 5 fattori: 1.lemittente : la personalità, lo stile, lattendibilità 2.il messaggio : il contenuto, lo stile 3.il canale di comunicazione : la forma e il mezzo di trasmissione 4.il destinatario : la personalità, i sentimenti, la disponibilità 5.il contesto : le caratteristiche ambientali, fisiche e sociale

27 Comunicare il bilancio sociale È opportuno prestare attenzione a: Contratto comunicativo cosa si vuol dire a chi perché Criteri di stesura rilevanza affidabilità chiarezza Modalità di comunicazione canali ambiti di presentazione

28 La coerenza nella comunicazione sociale Coerenza tra attese del ricevente e contenuto del bilancio coerenza tra linguaggio del testo e ricevente contestualizzazione delle affermazioni ed evitare ambiguità Omogeneità stilistica nelle parti grafiche e nel testo scritto Articolazione dei linguaggi, utilizzando forme narrative, descrittive, argomentative Articolazione di linguaggio visivo (schemi, immagini, grafici,...) e linguaggio matematico (tabelle numeriche, …) Coerenza tra contenuto scritto, visivo e matematico

29 La gestione dei feedback emittente ricevente messaggio feedback La comunicazione è un processo bi-direzionale Come raccogliere i ritorni? Ma soprattutto:come farsi modificare dai ritorni?

30 Effetti boomerang Troppi dati vengono presentati ed è facile perdere il filo del discorso i dati sono lacunosi e producono un discorso sfilacciato e approssimativo i dati non vengono dati: viene a mancare il discorso

31 4 Miglioramento Il bilancio sociale è migliorabile: Sia rispetto al livello di partecipazione e coinvolgimento Sia rispetto alla completezza del documento Sia rispetto alla capacità comunicativa Sia rispetto alla capacità di utilizzo

32 Concretamente: La politica del bilancio sociale e le scelte metodologiche… Politica del bilancio sociale Definizione modello Struttura del documento

33 La politica per il bilancio sociale esprime il piano di lavoro per lintroduzione di strumenti di governo e comunicazione La politica per il bilancio sociale descrive il piano di lavoro che permette di introdurre gli strumenti di governo e comunicazione delle qualità a cui si è data priorità. È importante definire un piano di lavoro perché risulta meno facile perdersi, chi viene coinvolto conosce obiettivi, risorse, fasi, tempi e responsabilità. Un buon piano di lavoro permette di verificare strada facendo se si stanno perseguendo gli obiettivi stabiliti, e di valutare i risultati raggiunti.

34 Politica del bilancio sociale Serve a definire: Quali finalità si propone lorganizzazione con ladozione del bilancio sociale Perché lorganizzazione ha deciso di redigere un bilancio sociale Come (chi e quando) lorganizzazione intende elaborare il proprio bilancio sociale

35 Linee guida Premesse teoriche Analisi di modelli in uso Indicatori Politiche sociali Esperienze, esercitazioni, casi

36 I modelli di bilancio in uso Rispetto agli ambiti e al periodo di rendicontazione: di organizzazione di progetto (missione o mandato) sociale socio-ambientale (di sostenibilità) preventivo consuntivo

37 Indicazione programmatica e orientativa circa il modo di ottenere un risultato Linee guida definizione CHE COSA COME

38 Per promuovere e diffondere lutilizzo del bilancio sociale: facilitandone la costruzione; incrementandone luniformità e la comparabilità; garantendone lattendibilità. Perché linee guida?

39 Accountability 1000 Accountability 1000 GBS Principi di redazione del bilancio sociale GBS Principi di redazione del bilancio sociale GRI Sustainability Reporting Guidelines 2002 GRI Sustainability Reporting Guidelines 2002 The Copenaghen Charter, a Management Guide to Stakeholder Reporting The Copenaghen Charter, a Management Guide to Stakeholder Reporting Voluntary Guidelines for CSR Reporting and Communication – CSR Europe Voluntary Guidelines for CSR Reporting and Communication – CSR Europe Linee guida: mappa

40 Linee guida: caratteristiche 1.Accountability GBS Principi di redazione del bilancio sociale 3.GRI Sustainability Reporting Guidelines The Copenaghen Charter, a Management Guide to Stakeholder Reporting 5.Voluntary Guidelines for CSR Reporting and Communication 1.Linee guida di processo, tutte le organizzazioni 2.Linee guida di processo e di documento per aziende e enti pubblici (allo studio per non profit) 3.Linee guida di processo e di documento, tutte le organizzazioni 4.Manuale per il coinvolgimento e la comunicazione con gli stakeholder 5.Linee guida europee, solo grandi aziende

41 Caratteristiche ElaborazioneOggettoObbligatorietàConsultazione Linee guida GBS Gruppo di studio nazionale Consulenti e accademici Processo e documento solo x le aziende No Linee guida GRI Processo internazio- nale sostenuto dalla Global Reporting Initiative Processo e documento x tutte le organizzaz. No Focus group e raccolta commenti da consulenti, accademici, imprese, singoli cittadini, associazioni ambientaliste e NG di tutto il mondo

42 Contenuti del bilancio sociale Identità aziendale Esplicitazione di assetto istituzionale, valori, missione, strategie e politiche VA Tramite di relazione con il bilancio desercizio, rende evidente leffetto economico sugli stakeholder Relazione sociale Esposizione sintetica dei risultati ottenuti in relazione agli impegni ed effetti sugli stakeholder

43 Identificazione degli stakeholder Politiche e impegni verso gli stakeholder Processo di formazione del bilancio sociale Informazioni qualitative e quantitative Opinioni degli stakeholder Comparazioni Obiettivi di miglioramento VERIFICA DI PARTE TERZA

44 Proposta di linee guida per la rendicontazione sociale nelle cooperative sociali Fuori Orario n.27 e28, giugno 2001

45 il modello PARES per il terzo settore politica del bilancio sociale analisi degli stakeholder Identità e Valori Indicatori Valore aggiunto

46 MISSION BILANCIO SOCIALE CARTA O CODICE ETICO RAPPORTO SOCIALE mappa degli stakeholder indicatori Politica per le qualità STORIA Attivit à organigramma Gli strumenti del modello:

47 Un percorso di lavoro tipo CO-PROGETTAZIONE LAVORO IN PLENARIA Politica per la qualità sociale Mappa degli interlocutori Dichiarazione di missione Indice di bilancio sociale e codice etico BILANCIO SOCIALE Schema di rendiconto Analisi, elaborazione Valutazione CARTA ETICA Aree e questioni da esaminare La storia della cooperativa Le fasi critiche Le scelte etico-strategiche SOCIALIZZAZIONE DIFFUSIONE

48 Politica del bilancio sociale Piano di lavoro da comunicare

49 Politica del bilancio sociale Domande: Quali finalità ci proponiamo con ladozione del bilancio sociale? Il perché abbiamo deciso di puntare sulla responsabilità sociale (imput interni e/o esterni)? Quale è la nostra idea di responsabilità sociale? Come si inserisce questa decisione nel quadro delle altre politiche attività dellorganizzazione? Chi lavorerà al bilancio? Chi coordinerà i lavori?Chi si assume la responsabilità dei risultati? Quali saranno le fasi? Quali i tempi? Quali interlocutori interni/esterni vogliamo coinvolgere? In che modo? Come utilizzeremo il bilancio sociale? A chi lo distribuiremo? Che risultati ci impegnamo a raggiungere? A chi ne risponde?

50 IL DOCUMENTO Hp di indice per il bilancio sociale Indice Nota metodologica Dichiarazione del CdA Profilo dellorganizzazione Mission e valori Politiche e strumenti Rendiconto sociale (Valore aggiunto) Sintesi

51 Mappa degli stakeholder Chi sono Che informazioni li riguardano Che senso ha comunicare queste informazioni e a chi Come comunicare con questi stakeholder (con che linguaggio, che strumenti)

52 Mappa degli stakeholder interni esterni forti deboli

53 Mappa degli stakeholder interniDirettamente coinvolti (forti) + Indirettamente coinvolti (deboli) - Che determinano direttamente le scelte dellorganizzazione e sono in grado di influenzarle Che orientano le scelte e ne sono influenzati esterni Che collaborano o interagiscono in modo continuativo Che interagiscono episodicamente, o sono potenzialmente in grado di interagire (intenzionalmente o no)

54 La mission una (di solito breve) dichiarazione che esprime la ragione dessere di unorganizzazione

55 Perché la mission? Per fare chiarezza e creare condivisione su identità, obiettivi e valori dellorganizzazione Per meglio definire il posizionamento dellorganizzazione nel contesto di riferimento

56 La mission in altre parole... Noi siamo miriamo a… facendo… in nome di… in modo che poi… identità scopo fondamentale attività caratteristica valori di riferimento vision

57 Schema di costruzione della mission Noi siamoIdentità organizzativa Chi siamo in relazione al nostro scopo? Miriamo aScopo fondamentale Alla soddisfazione di quale bisogno risponde lesistenza della nostra organizzazione? Facendo cosaAttività principale Mediante quali azioni miriamo a raggiungere il nostro scopo In nome diValori/principi di riferimento Quali valori principi ci orientano? In modo che poiVisione del futuro Che risultati ci prefiggiamo di raggiungere da qui a…

58 Carta etica: categoriastakeholderQuestioni nodali Deboli/forti Stakeholder 1 Stakeholder 2 Es. utente Nodi critici della relazione che identificano dimensioni di qualità sociale rilevanti per lo stakeholder Servizi poco rispondenti ai bisogni (= coinvolgimento e ascolto degli utenti) Interni/esterni

59 Carta etica: schema di lavoro stakeholderNodi critici relazione (dimensioni) impegni utente Capacità di coinvolgimento e ascoltoMigliorare lascolto degli utenti tramite sistema di gestione dei reclami e periodiche rilevazioni della soddisfazione (interviste e focus group)

60 Tavola obiettivi: schema di lavoro stakeholderimpegniobiettivi utente Migliorare lascolto degli utenti tramite sistema di gestione dei reclami e periodiche rilevazioni della soddisfazione Implementare entro lanno il sistema di gestione reclami secondo il modello ISO Realizzare focus group con gruppo utenti nella fase di progettazione del nuovo servizio Rilevare in modo sistematico la soddisfazione (ogni 12 mesi) tramite questionario

61 Come rendicontare? Tipologie di schemi di rendiconto Base della struttura del rendiconto Caratteristiche Obiettivi della mission Si propone di dar conto delleffettivo perseguimento degli obiettivi espressi dallorganizzazione, misurando gli eventuali scostamenti Stakeholder A ciascun stakeholder corrisponde unarea di indagine, un capitolo contenente informazioni su scambi, relazioni e criticità Aree organizzative/di attività Vengono individuate aree o dimensioni che permettono di dare un quadro complessivo dellorganizzazione (risorse umane, servizi, ambiente, democrazia, …) Altro È possibile seguire altri criteri di rendicontazione, come ad esempio la suddivisione in input/process/output/outcome

62 Matrice per aree e stakeholder

63 Il valore aggiunto La differenza tra il valore dei beni e servizi che limpresa acquista dallesterno (input) e il valore dei beni e servizi che limpresa colloca sul mercato al termine del ciclo produttivo M. Andreaus, Le Aziende Nonporfit, Giuffré, Milano, 1996

64 Punti di forza fornisce una rappresentazione intuitiva risponde a una esigenza di chiarezza e trasparenza si serve di una base informativa sicura considera gli stakeholder (anche il lavoratore) una risorsa e non un costo adotta una logica multi-stakeholder e permette di rendere visibili le relazioni è facilmente gestibile

65 Valore aggiunto Risorse iniziali (input)Valore finale (output) Valore aggiunto

66 Punti di forza fornisce una rappresentazione intuitiva risponde a una esigenza di chiarezza e trasparenza si serve di una base informativa sicura considera gli stakeholder (anche il lavoratore) una risorsa e non un costo adotta una logica multi-stakeholder e permette di rendere visibili le relazioni è facilmente gestibile

67 Creazione e distribuzione della ricchezza Impresa stessa Altre cooperative Fornitori Banche Enti pubblici Non profit Lavoratori Valore produzione del periodo - costi/consumo di produzione e gestione +/- elementi finanziari e straordinari di reddito = valore aggiunto globale lordo - ammortamenti e altre svalutazioni delle immobilizzazioni = valore aggiunto globale netto ricchezza distribuibile + risorse sociali (risorse esterne da progetti sociali) = ricchezza distribuibile

68 Creazione della ricchezza distribuibile A Valore produzione del periodo B Risorse Sociali C Costi/consumo di produzione e gestione Valore aggiunto gestione caratteristica (A+B-C) D Elementi finanziari e straordinari di reddito Valore aggiunto globale lordo (A+B-C± D) E Ammortamenti e altre svalutazioni immobilizzazioni Valore aggiunto globale netto (A+B-C ± D-E) = ricchezza distribuibile

69 Distribuzione della ricchezza A Ricchezza distribuita personale B Ricchezza distribuita PA C Ricchezza derivante da capitale di credito D Ricchezza distribuita al Terzo settore E Ricchezza distribuita alla comunità locale F Ricchezza distribuita allorganizzazione (utile) G Variazioni riserve Valore aggiunto globale netto (A+B-C D+E+F±G) = ricchezza distribuita


Scaricare ppt "Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il Bilancio Sociale per gli enti non profit Il percorso 1.Applicazioni pratiche della teoria: che cosa è"

Presentazioni simili


Annunci Google