La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21) 1 Ventunesima lezione Valutazione investimenti Principi Metodologie.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21) 1 Ventunesima lezione Valutazione investimenti Principi Metodologie."— Transcript della presentazione:

1 Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21) 1 Ventunesima lezione Valutazione investimenti Principi Metodologie

2 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)2 Mario Benassi VA valore attuale VA valore attuale = fattore di sconto x C1 C 1 VA = r C VA valore attuale di una rendita = i

3 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)3 Mario Benassi Un investimento è …. Una operazione di trasferimento di risorse nel tempo, caratterizzata dal prevalere di uscite monetarie nette in una prima fase, di entrate monetarie in una fase successiva. G. Brugger, Gli investimenti industriali, Milano, Giuffrè, 1979 Un esborso di risorse monetarie, al quale normalmente conseguono dei flussi a loro volta monetari. Ogni investimento deve remunerare, attraverso i cash flow generati, gli investitori (obbligazionisti e azionisti).

4 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)4 Mario Benassi Costo del capitale E il tasso di rendimento minimo, corretto in base al premio per il rischio, che un investimento deve garantire per risultare appetibile agli investitori.

5 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)5 Mario Benassi Decisioni finanziarie delle imprese 1. Decisioni di investimento 2. Decisioni di finanziamento 3. Decisioni di finanza straordinaria 4. Decisioni sulla politica dei dividendi

6 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)6 Mario Benassi Investimento finanziamento Separare le decisioni di investimento da quelle di finanziamento. Per ora si considera che il progetto sia finanziato tramite capitale netto.

7 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)7 Mario Benassi Metodi di valutazione della convenienza economica di progetti Il valore attuale netto (VAN, in inglese net present value NPV) di un progetto si ottiene scontando i flussi di cassa futuri, meno l investimento iniziale. Il tempo di recupero (TR, in inglese payback period PBP) di un progetto si ottiene calcolando il numero di anni affinché i flussi di cassa cumulati eguaglino l investimento iniziale. Il tasso interno di rendimento (TIR, in inglese internal rate of return IRR) è il tasso di sconto che dà un VAN uguale a zero. Il rendimento medio contabile viene calcolato dividendo i profitti medi previsti da un progetto – al netto degli ammortamenti e delle imposte – per il valore contabile medio dell investimento.

8 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)8 Mario Benassi 1. TSR tasso di rendimento semplice Il TRS è pari al reddito netto medio contabile sull investimento netto medio contabile. Esempio: acquisto immobile : vendita tra 1 anno: tasso di sconto: 7% profitto rendimento = = = 14% investimento

9 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)9 Mario Benassi 2. PBP payback period PRI periodo di recupero PB indica il numero di periodi che è necessario attendere affinché i flussi positivi dell investimento compensino le uscite sostenute. PB esprime in quanto tempo ho il ritorno dell investimento. PB non dà informazioni sulla redditività dei progetti, ma informa sulla rischiosità in termini temporali.

10 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)10 Mario Benassi PBP esempi C 0 C 1 C 2 C 3 PBP VAN 10% Progetto A Progetto B Progetto C

11 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)11 Mario Benassi 3. IRR tasso interno di rendimento IRR è quel tasso che rende uguale a 0 il suo risultato economico attualizzato (VAN=0), ovvero rende identici i valori dei flussi positivi e negativi di un progetto. IRR rappresenta il rendimento lordo di un progetto di investimento IRR rappresenta il massimo costo del capitale che l iniziativa può sopportare senza cadere in area di perdita.

12 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)12 Mario Benassi IRR - esempio C 0 C 1 C 2 IRR Tasso 10,00% Anno Progetto A % NPV 1.124

13 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)13 Mario Benassi Quando IRR non va bene C 0 C 1 C 2 IRR VAN Tasso 10,00% Anno Progetto A % 0 Progetto B % 0 Progetto C non esiste 339 I progetti A e B hanno due soluzioni, C nessuna soluzione

14 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)14 Mario Benassi 4. VAN (NPV): valore attuale netto VAN rappresenta la ricchezza incrementale generata da un progetto, espressa come se fosse immediatamente disponibile. C 1 VAN = C r nel caso di più periodi di tempo: Ct VAN = C (1 + r t ) t

15 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)15 Mario Benassi VAN-NPV – esempio 1 esempio: acquisto immobile : vendita tra 1 anno: tasso di sconto: 7% VAN = = – = ,07

16 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)16 Mario Benassi VAN-NPV – esempio 2 C 0 C 1 C 2 C 3 C 4 C 5 C 6 Tasso 10,00% Anno Progetto A Flussi attualizzati NPV IRR 15,99%

17 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)17 Mario Benassi Problemi dell impiego del VAN 1. corretta stima dei flussi di cassa 2. scelta del tasso di attualizzazione

18 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)18 Mario Benassi Come analizzare un proposta dinvestimento ? 1. prevedere i flussi di cassa generati; 2. calcolare il costo opportunità del capitale; 3. attualizzare i flussi di cassa futuri, utilizzando il costo opportunità del capitale; 4. calcolare il VAN, sottraendo l investimento dal VA. Si investe nel progetto solo se il suo VAN è maggiore di zero.

19 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)19 Mario Benassi Rendite economiche I profitti maggiori del costo opportunità del capitale sono chiamati rendite economiche. Queste rendite possono essere temporanee (quando un settore non è in equilibrio di lungo periodo), sia persistenti (quando unimpresa dispone di qualche potere monopolistico o di mercato). Infatti quando un settore si trova in equilibrio concorrenziale di lungo periodo, si prevede che tutte le sue attività guadagnino il costo opportunità del capitale, né più né meno. Se guadagnassero di più, le imprese del settore si svilupperebbero, oppure quelle che sono fuori cercherebbero di entrarvi. Gli investitori cercano il cavallo vincente, non un vecchio cavallo (anche se ha vinto tanti premi). Non esiste un sistema facile per ottenere risultati superiori alla media degli investimenti.

20 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)20 Mario Benassi Tipologie di investimento investimenti richiesti dalla legge: non ha senso analizzare la redditività investimenti di sostituzione: VAN positivo investimenti di espansione di business esistenti: VAN positivo investimenti di espansione di nuovi business: VAN, ma anche analisi dei possibili vantaggi (competitivi, tecnologici, …) in grado di generare rendite economiche

21 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)21 Mario Benassi Tassi di attualizzazione per tipologia Inv. Speculativi 30% Nuovi prodotti 20% Espansione att.esist. 15% Miglioramenti 10%

22 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)22 Mario Benassi Quale metodo è migliore ? In genere le aziende misurano le proposte di investimento in base a uno o due dei seguenti parametri: ritorno sull investimento (ROI), periodo di payback, cash flow o valore netto scontato. Ma sappiamo da molto tempo, fin dai primi anni 30, che nessuno di questi è il metodo giusto. Per valutare adeguatamente una proposta d investimento, un azienda dovrebbe esaminarli tutti e quattro. (…) … i manager dovrebbero scegliere i progetti che offrono il rapporto più equilibrato tra opportunità e rischi.

23 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)23 Mario Benassi Infatti… Ma il problema più serio è che la maggior parte dei processi di valutazione degli investimenti non chiede due informazioni sostanziali: Cosa accadrà se linvestimento proposto non darà i risultati attesi, come succede in tre casi su cinque ? Creerà seri danni all azienda o sarà solo una puntura di spillo ? Se linvestimento avrà successo, e specialmente se i risultati andranno oltre le attese, quali saranno le conseguenze per noi ? Fonte: Peter Drucker, Le sfide di management del XXI secolo, Milano, F. Angeli, 1999, p. 118

24 Economia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21)24 Mario Benassi bibliografia R.Brealey S.Meyers, Principi di finanza aziendale, Milano, McGraw Hill, 1990, 1 a ed. Z.Bodie R.Merton, Finance, Prentice Hall, 2000


Scaricare ppt "Mario BenassiEconomia e Organizzazione Aziendale - CdL Comunicazione Digitale (21) 1 Ventunesima lezione Valutazione investimenti Principi Metodologie."

Presentazioni simili


Annunci Google