La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FILIERA BIGNAMI Una esperienza: TRACCIABILITA e RINTRACCIABILITA nel SETTORE TACCHINI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FILIERA BIGNAMI Una esperienza: TRACCIABILITA e RINTRACCIABILITA nel SETTORE TACCHINI."— Transcript della presentazione:

1

2 FILIERA BIGNAMI Una esperienza: TRACCIABILITA e RINTRACCIABILITA nel SETTORE TACCHINI

3 FILIERA TACCHINO Totale rintracciabilità del prodotto in ogni fase. Identificazione del tipo di alimentazione per Gruppo di animali (LOTTO – Allevamento). Conformità del processo in ogni fase critica mediante monitoraggio on-line. Sanità delle carni.

4 FILIERA BIGNAMI Mangimi Identificazione per lotti del mangime prodotto ed utilizzato negli allevamenti di ingrasso per le varie fasi di accrescimento. Identificazione di tutte le materie prime, ingredienti ecc. che sono stati impiegati nella fabbricazione di un determinato lotto di mangime (rintracciabilità mangimificio – requisito di qualificazione). Tracciabilità e rintracciabilità dei prodotti, processi ecc.

5 FILIERA BIGNAMI Allevamenti Identificazione del tipo genetico (BIG 6 – Converter – ecc..). Solo tacchini nati ed allevati in Italia. Controllo e descrizione di ogni allevamento. Oltre 100 allevamenti in soccida, ogni variazione o modifica è notificata. Adeguatezza a diversi protocolli di controllo. Rispetto del benessere animale.

6 FILIERA BIGNAMI Allevamenti Identificazione dellallevamento Identificazione del Tecnico e del Veterinario incaricati. Definizione e utilizzo di razioni. Programmi di sanificazione e disinfestazione definiti ed approvati. Piano di controllo della qualità dellacqua Definizione delle procedure operative Manuale di Autocontrollo in allevamento

7 FILIERA BIGNAMI Trasporti Documentazione di carico e di scarico. Definizione della tempistica di carico. Trasporti effettuati da personale formato. Capitolato di trasporto degli animali al macello. Procedure di pulizia e disinfezione definite. Massimo rispetto del benessere dellanimale.

8 RINTRACCIABILITA Le modalità operative della rintracciabilità delle carni fornite sono dettagliatamente descritte in apposite procedure. Si è stabilito cosa si intende per lotto o partita di animali, carne, ecc. Il livello di rintracciabilità è stato valutato dallAzienda al fine di limitare i danni in caso di ritiro-richiamo del prodotto dal mercato.

9 SILOS NUMERATI CAPANNONE 5 CAPANNONE 4 CAPANNONE 3 CAPANNONE 2 CAPANNONE 1 C. M O R T I

10

11

12 INCUBATOIO SPECIFICHE TACCHINOTTI MANGIME E COMMESSA (LOTTO) DATA DI PARTENZA ALLEVATORE

13 IDENTIFICATIVO INCUBATOIO TRASPORTATORE DESTINAZIONE

14 ALLEVAMENTO IN TUNNEL

15 ALLEVAMENTO TRADIZIONALE

16 CONTROLLO TACCHINOTTI PRIMA SETTIMANA CONTROLLO VUOTO SANITARIO

17 GESTIONE TECNICA ALLEVAMENTO COMMESSA (LOTTO)ALLEVAMENTO

18 RINTRACCIABILITA FARMACI -RICETTA VETERINARIA -DDT ACQUISTO FARMACO (LOTTO) -REGISTRO TRATTAMENTI

19

20 SCARICO TACCHINI AL MACELLO

21 ALLEVAMENTO SPECIFICHE TACCHINI: -SESSO -KG -NUMERO -COMMESSA (LOTTO) -ORA DI CARICO -TRASPORTATORE

22 CERTIFICATO SANITARIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ANIMALI AL MACELLO

23 SOSTA AL MACELLO

24 TRACCIABILITA MACELLO GIORNO DI MACELLAZIONE SEQUENZA E MANGIME ALLEVAMENTI NOME AUTISTI NUMERO ANIMALI AL MACELLO SESSO LOTTO MACELLAZIONE (PRODOTTO FINITO) COMMESSA ALLEVAMENTO (LOTTO VIVO)

25

26 VENDITA BUSTO ETICHETTA GRANDE IMBALLO

27 IDENTIFICAZIONE GIOSTRE – ARELLE PER IL SEZIONAMENTO

28 TRACCIABILITA ETICHETTA GIOSTRA-ARELLA: -SPECIFICHE TECNICHE -DATA DI MACELLAZIONE -SESSO-SELEZIONE-ALIMENTAZIONE-LOTTO -CODICE AUSL ALLEVAMENTO -PESO LORDO

29 PIANO HACCP In tutte le fasi è applicato un sistema HACCP documentato. Le procedure critiche minime operative sono costituite da: –GMP – Formazione del personale –Sanificazione, SSOP, SOP –Disinfestazione – derattizzazione –Procedura di manutenzione

30 PIANO HACCP I controlli effettuati sono documentati in modo da poter risalire in ogni momento ai risultati del processo dal quale derivano i prodotti finiti. Le registrazioni sono sempre disponibili per poter rintracciare alla necessità ogni punto della vita del prodotto.

31 PIANO HACCP Controlli Per tutti i prodotti, impianti, attrezzature ed ambienti è predisposto ed attuato un adeguato piano di controlli (parametri chimico-fisici, residuali, microbiologici, caratteristiche organolettiche, ecc.)

32 PRODOTTO VENDUTO SFUSO, SOTTOVUOTO, IN CASSA, CONGELATO DAL SEZIONAMENTO

33 PRODOTTO DESTINATO AL CONFEZIONAMENTO INTERNO TRACCIABILITA

34 TRACCIABILITA PER IL CONFEZIONAMENTO ETICHETTA BANCALE SFUSO: -DATA DI SEZIONAMENTO -ALIMENTAZIONE -LOTTO - PROVINCIA -SESSO -TAGLIO ANATOMICO -DESTINAZIONE DUSO

35 CONFEZIONAMENTO

36 PRODOTTO TACCHINO: -BUSTO -FESA -INTERA -TRANCIO -FETTE -ALI -COSCE -ANCHE -FUSI -OSSOBUCO -PREPARAZIONI DI CARNE -HAMBURGER -HAMBURGER -SPIEDINI -SPIEDINI -ALI CONDITE -ALI CONDITE -ARROSTI -ARROSTI

37 GESTIONE DELLE NON CONFORMITA Al verificarsi di una o più non conformità, devono essere messe immediatamente in atto tutte le verifiche previste dallautocontrollo per identificare le cause, adottare le opportune azioni correttive e, soprattutto mettere in atto azioni preventive che impediscano il ripetersi di situazioni non conformi.

38 GESTIONE DELLE NON CONFORMITA Per rispondere adeguatamente – nel caso si debba procedere al ritiro-richiamo del prodotto – al Reg. 178/2002, è stata formalizzata adeguata procedura, nonché lidentificazione delle persone che devono essere immediatamente contattate per tutti gli interventi del caso.

39 DISTRIBUZIONE: -GDO (CE.DI.) -GD -CATERING -GROSSISTI -DETTAGLIANTI

40 TRACCIABILITA: LOTTO e CODICI ELETTRONICI

41 Mangimifici Allevamento e ingrasso dei tacchini Macellazione Sezionamento Confezionamento Logistica dei trasporti RINTRACCIABILITA DI TUTTA LA FILIERA

42 ATTORE DI FILIERAIDENTIFICAZIONETRACCIADOCUMENTI CONSUMATORE FINALELotto in EtichettaUltimo Fornitore (PV, GR, PD)POI 08/02 CLIENTE DESTINATARIO DELLA MERCE Lotto in EtichettaDDT Trasporto prodotto finito LOGISTICA TRASPORTIDDT trasporto prodotto finitoDDT Trasporto prodotto finito UFFICIO SPEDIZIONILotto Etichetta e/o CassaModulo PreordinePOI 08/01 CONFEZIONAMENTOLotto Etichetta e/o CassaRiepilogo giornaliero lottiPOI 08/01 SEZIONAMENTO Lotto Giostra, Giorno sezionamento, Allevamento di provenienza, n° animali sezionati Modulo Identificazione Lotti di sezionamento, Grande imballo, Etichetta, Foglio di calcolo delle rese di sezionamento POI 08/01 MACELLAZIONE Lotto, giorno di macellazione e sequenza, allevamento di provenienza, n° animali, autotrasportatore, MOD. 118 Programma di macellazione, DDT trasporto Vivo, Certificato sanitario POI 08/01 TRASPORTO ANIMALI MACELLO N° animali caricati, Commessa di allevamento, orario di carico, nome autista DDT Trasporto macello (Nome allevatore, nome trasportatore, sesso degli animali) POI 08/01 ALLEVAMENTO Ragione sociale allevamento e legale rappresentante, DDT Trasporto macello, MOD 118, Commessa di produzione, Registro dei farmaci, Lotti Mangime, identificazione silos e capannone, DDT trasporto mangime, DDT trasporto incubatoio Nome allevatore, Indirizzo Allevamento, Commessa del ciclo, numero animali accasati, data accasamento, ceppo genetico degli animali allevati, sesso degli animali allevati, farmaci utilizzati, identificazione mangimificio e tipologia di mangime, trasportatore mangime MANGIMIFICIO Ragione Sociale, legale rappresentante, DDT trasporto, tipo e lotto di mangime Nome Mangimificio, identificazione tipologia di mangime, identificazione materie prime, quantità di mangime prodotto, trasportatore mangime


Scaricare ppt "FILIERA BIGNAMI Una esperienza: TRACCIABILITA e RINTRACCIABILITA nel SETTORE TACCHINI."

Presentazioni simili


Annunci Google