La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RITRACCIABILITA NELLA FILIERA AGROALIMENTARE. DEFINIZIONE Con il termine rintracciabilità si intende quel processo che da la possibilità di ricostruire.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RITRACCIABILITA NELLA FILIERA AGROALIMENTARE. DEFINIZIONE Con il termine rintracciabilità si intende quel processo che da la possibilità di ricostruire."— Transcript della presentazione:

1 RITRACCIABILITA NELLA FILIERA AGROALIMENTARE

2 DEFINIZIONE Con il termine rintracciabilità si intende quel processo che da la possibilità di ricostruire e seguire il percorso di un alimento attraverso tutte le fasi della filiera, per evitare che i problemi causati da uno o da pochi si riversino sul sistema produttivo nel suo complesso. Con il termine rintracciabilità si intende quel processo che da la possibilità di ricostruire e seguire il percorso di un alimento attraverso tutte le fasi della filiera, per evitare che i problemi causati da uno o da pochi si riversino sul sistema produttivo nel suo complesso.

3 TRACCIABILITA STRUMENTO IMPORTANTE CHE GARANTISCE: IL PRODUTTORE, LE AZIENDE INTERMEDIE E I DISTRIBUTORI; IL PRODUTTORE, LE AZIENDE INTERMEDIE E I DISTRIBUTORI; IL CONSUMATORE. IL CONSUMATORE.

4 MESSAGGI AI CONSUMATORI Il prodotto specifico tracciato non ha misteri e tutto il suo iter produttivo è conosciuto, documentato mediante una serie di registrazioni relative ai tempi, quantità e locazione dei materiali che contribuiscono alla sua formazione Il prodotto specifico tracciato non ha misteri e tutto il suo iter produttivo è conosciuto, documentato mediante una serie di registrazioni relative ai tempi, quantità e locazione dei materiali che contribuiscono alla sua formazione Tutti i componenti della filiera detengono responsabilità precise relative al manifestarsi di non conformità Tutti i componenti della filiera detengono responsabilità precise relative al manifestarsi di non conformità

5 NORME UNI 10939/2001 UNI 10939/2001 REGOLAMENTO UE n°178/2002 REGOLAMENTO UE n°178/2002 (obbligatorio dal primo gennaio 2005) (obbligatorio dal primo gennaio 2005)

6 DIFFERENZA TRA: -TRACCIABILITA (registrazione del dato) (registrazione del dato) - RINTRACCIABILITA (consultazione del dato) (consultazione del dato)

7 DEFINIZIONE DI UN SISTEMA DI RINTRACCIABILITA PAESI NORD EUROPA PAESI NORD EUROPA (individuazione delle responsabiltà) (individuazione delle responsabiltà) PAESI SUD EUROPA PAESI SUD EUROPA (individuazione delle responsabiltà e garanzia della qualità e tipicità del prodotto) (individuazione delle responsabiltà e garanzia della qualità e tipicità del prodotto)

8 REGIONE EMILIA ROMAGNA LEGGE REGIONALE 33/2002 LEGGE REGIONALE 33/2002 Contributi per lo sviluppo di sistemi certificati di rintracciabilità al fine della valorizzazione della qualità delle produzioni e della salubrità dei processi. Contributi per lo sviluppo di sistemi certificati di rintracciabilità al fine della valorizzazione della qualità delle produzioni e della salubrità dei processi.

9 STRUMENTI UTILIZZATI INFORMATICI COME MEZZO DI GESTIONE DELLE INFORMAZIONI SULLIDENTITA DEL PRODOTTO INFORMATICI COME MEZZO DI GESTIONE DELLE INFORMAZIONI SULLIDENTITA DEL PRODOTTO (creazione di un database nel quale incamerare tutti i dati sulla storia del prodotto) (creazione di un database nel quale incamerare tutti i dati sulla storia del prodotto)

10 MODALITA DI INSERIMENTO E CONSULTAZIONE DEI DATI TECNOLOGIE WEB INTERNET Consumatore Accesso con Password Accesso con Password Server Firewall Data Base dellassociazione: anagrafica associati, monitoraggio, fasi di lavorazione

11 CAMPO STABILIMENTO/I di I e II lavorazione STABILIMENTO/I di I e II lavorazione PRODOTTO FINITO (codice/etichetta) PRODOTTO FINITO (codice/etichetta) SERVER AZIENDALE SERVER AZIENDALE Dati Informazioni Dati

12 DEFINIZIONE DI UN SISTEMA DI RINTRACCIABILITA DI UN PRODOTTO ORTOFRUTTICOLO STILARE GLI STANDARD INFORMATIVI STILARE GLI STANDARD INFORMATIVI (si articolano su differenti livelli di approfondimento)

13 STANDARD INFORMATIVI I° LIVELLO I° LIVELLO Contiene il semplice elenco di tutte le imprese che, a vario titolo, hanno preso parte alla formazione del prodotto Contiene il semplice elenco di tutte le imprese che, a vario titolo, hanno preso parte alla formazione del prodotto

14 STANDARD INFORMATIVI II° LIVELLO II° LIVELLO Comprende il primo, inoltre, fornisce indicazione sulle specie, varietà, zona di origine,trattamenti sul prodotto (concimazione, diserbo,fitofarmaci, ecc.), tecnologie e trattamenti per la lavorazione, tipo di confezionamento. Comprende il primo, inoltre, fornisce indicazione sulle specie, varietà, zona di origine,trattamenti sul prodotto (concimazione, diserbo,fitofarmaci, ecc.), tecnologie e trattamenti per la lavorazione, tipo di confezionamento.

15 STANDARD INFORMATIVI III° LIVELLO III° LIVELLO Comprende i primi due. E più dettagliato perché richiede anche la provenienza del singolo lotto (appezzamento allinterno dellazienda) le tecniche colturali utilizzate, le informazioni sulla qualità del prodotto, controllo dei marker di tipicità individuati allinterno di ogni segmento della filiera. Comprende i primi due. E più dettagliato perché richiede anche la provenienza del singolo lotto (appezzamento allinterno dellazienda) le tecniche colturali utilizzate, le informazioni sulla qualità del prodotto, controllo dei marker di tipicità individuati allinterno di ogni segmento della filiera.

16 STESURA DEL MANUALE DELLA TRACCIABILITA Allazienda leader spetta il compito di compilare, aggiornare e applicare il Manuale della Tracciabilitàche comprende: Allazienda leader spetta il compito di compilare, aggiornare e applicare il Manuale della Tracciabilitàche comprende: -elenco delle aziende; -elenco delle aziende; -ruoli e responsabilità; -ruoli e responsabilità; -flow-sheet di filiera; -flow-sheet di filiera; -convenzioni e verifiche dei parametri qualitativi; -convenzioni e verifiche dei parametri qualitativi; -sistema di rilevazione; -sistema di rilevazione; -elaborazione dati; -elaborazione dati; -sistemi di verifica, autocontrollo e non conformità -sistemi di verifica, autocontrollo e non conformità

17 FILIERA AGRUMICOLA FLOW-SHEET Schema semplificato Filiera agrumicola

18 FILIERA AGRUMICOLA FLOW-SHEET Linea prodotto fresco e trasformato

19 FILIERA AGRUMICOLA FLOW-SHEET Linea prodotto fresco e trasformato


Scaricare ppt "RITRACCIABILITA NELLA FILIERA AGROALIMENTARE. DEFINIZIONE Con il termine rintracciabilità si intende quel processo che da la possibilità di ricostruire."

Presentazioni simili


Annunci Google