La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro Cagliari IL LAVORO NERO IN SARDEGNA NEL 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro Cagliari IL LAVORO NERO IN SARDEGNA NEL 2006."— Transcript della presentazione:

1 Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro Cagliari IL LAVORO NERO IN SARDEGNA NEL 2006

2 Nellanno 2006, le Direzioni Provinciali del Lavoro della Sardegna hanno ispezionato n aziende di cui n sono risultate irregolari. Le violazioni riscontrate, sono riferite a n lavoratori, di cui n in nero

3 CHI E LAVORATORE IN NERO? E QUALUNQUE TIPOLOGIA DI LAVORATORE CHE A QUALUNQUE TITOLO E PER QUALSIASI RAGIONE NON RISULTA DALLE SCRITTURE O DA ALTRA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA. E QUALUNQUE TIPOLOGIA DI LAVORATORE CHE A QUALUNQUE TITOLO E PER QUALSIASI RAGIONE NON RISULTA DALLE SCRITTURE O DA ALTRA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA. NON E REGISTRATO NEL LIBRO DI PAGA E DI MATRICOLA. NON E REGISTRATO NEL LIBRO DI PAGA E DI MATRICOLA. E SCONOSCIUTO AI SERVIZI PER LIMPIEGO. E SCONOSCIUTO AI SERVIZI PER LIMPIEGO. SVOLGE ATTIVITA LAVORATIVA IN UNA IMPRESA MA NON E ISCRITTO ALLA C.C.I.A.A. O AI RELATIVI ALBI DI CATEGORIA SVOLGE ATTIVITA LAVORATIVA IN UNA IMPRESA MA NON E ISCRITTO ALLA C.C.I.A.A. O AI RELATIVI ALBI DI CATEGORIA

4 LEMERSIONE DAL NERO PREVISTA DALLART. 1, COMMI DAL 1192 AL 1201 DELLA LEGGE 296/2006 (comma 1192) (comma 1192) CHI PUO ESSERE REGOLARIZZATO ? TUTTI COLORO I CUI RAPPORTI DI LAVORO NON RISULTANO DA SCRITTURE O DA ALTRA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA TUTTI COLORO I CUI RAPPORTI DI LAVORO NON RISULTANO DA SCRITTURE O DA ALTRA DOCUMENTAZIONE OBBLIGATORIA QUANDO SCADE LA PRESENTAZIONE DELLISTANZA ALLINPS ? SCADE IL 30 SETTEMBRE 2007 SCADE IL 30 SETTEMBRE 2007

5 (COMMA 1193) CHI PUO PRESENTARE LISTANZA ? I DATORI DI LAVORO CHE HANNO PROCEDUTO ALLA STIPULA DI UN ACCORDO AZIENDALE CON LE RAPPRESENTANZE SINDACALI O RSU E, OVE NON PRESENTI, CON LE OO.SS. COMPARATIVAMENTE PIU RAPPRESENTATIVE. I DATORI DI LAVORO CHE HANNO PROCEDUTO ALLA STIPULA DI UN ACCORDO AZIENDALE CON LE RAPPRESENTANZE SINDACALI O RSU E, OVE NON PRESENTI, CON LE OO.SS. COMPARATIVAMENTE PIU RAPPRESENTATIVE. COSA DEVE CONTENERE LISTANZA ? LE GENERALITA DEI LAVORATORI E I PERIODI DA REGOLARIZZARE, PER UN PERIODO NON ANTERIORE AL MASSIMO DI 5 ANNI LA DATA DI PRESENTAZIONE DELLISTANZA LE GENERALITA DEI LAVORATORI E I PERIODI DA REGOLARIZZARE, PER UN PERIODO NON ANTERIORE AL MASSIMO DI 5 ANNI LA DATA DI PRESENTAZIONE DELLISTANZA

6 (1194) COSA DEVE CONTENERE LACCORDO SINDACALE DA ALLEGARE ALLISTANZA ? LA STIPULA DEL CONTRATTO DI LAVORO E LA SOTTOSCRIZIONE DELLATTO DI CONCILIAZIONE CON RIFERIMENTO AI DIRITTI DI NATURA RETRIBUTIVA E RISARCITORIA PER I PERIODI OGGETTO DELLA REGOLARIZZAZIONE (effetto conciliativo ai sensi degli artt. 410 e 411 c.p.c.) LA STIPULA DEL CONTRATTO DI LAVORO E LA SOTTOSCRIZIONE DELLATTO DI CONCILIAZIONE CON RIFERIMENTO AI DIRITTI DI NATURA RETRIBUTIVA E RISARCITORIA PER I PERIODI OGGETTO DELLA REGOLARIZZAZIONE (effetto conciliativo ai sensi degli artt. 410 e 411 c.p.c.)

7 (1195) QUALI DATORI DI LAVORO POSSONO ACCEDERE ALLA PROCEDURA ? E CONSENTITO AI DATORI DI LAVORO CHE NON SIANO STATI DESTINATARI DI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI O GIURISDIZIONALI DEFINITIVI E CONSENTITO AI DATORI DI LAVORO CHE NON SIANO STATI DESTINATARI DI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI O GIURISDIZIONALI DEFINITIVI (per oneri contributivi e/o assicurativi evasi o le connesse sanzioni) (per oneri contributivi e/o assicurativi evasi o le connesse sanzioni) GLI EFFETTI DEI PROVVEDIMENTI RESTANO SOSPESI SINO ALLA COMPLETA REGOLARIZZAZIONE GLI EFFETTI DEI PROVVEDIMENTI RESTANO SOSPESI SINO ALLA COMPLETA REGOLARIZZAZIONE

8 (1196) COME AVVIENE LA REGOLARIZZAZIONE ? IL DATORE DI LAVORO VERSA I 2/3 DI QUANTO DOVUTO, CALCOLATO TEMPO PER TEMPO IL DATORE DI LAVORO VERSA I 2/3 DI QUANTO DOVUTO, CALCOLATO TEMPO PER TEMPO CON QUALE MODALITA ? 1) allatto dellistanza 1/5 del dovuto; 2) i restanti 4/5 in 60 rate mensili, senza 2) i restanti 4/5 in 60 rate mensili, senza interessi; 3) Nessun contributo è dovuto dai lavoratori.

9 (1197) QUALI SONO I VANTAGGI ? IL VERSAMENTO DELLIMPORTO DOVUTO COMPORTA: IL VERSAMENTO DELLIMPORTO DOVUTO COMPORTA:LESTINZIONE DEI REATI, DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E DEGLI ONERI ACCESSORI CONNESSI ALLA DENUNCIA E AL VERSAMENTO DEI CONTRIBUTI E PREMI (anche art. 51 DPR 1124/65 e L.1089/68)

10 (1198) ULTERIORI AGEVOLAZIONI PER UN ANNO A DECORRERE DALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLISTANZA SONO PER UN ANNO A DECORRERE DALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLISTANZA SONOSOSPESE LE ISPEZIONI E LE VERIFICHE PER LOGGETTO DELLA REGOLARIZZAZIONE, ANCHE PER LA TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA, SALVO CHE NON EMERGANO NUOVI ELEMENTI. IL DATORE DI LAVORO HA TEMPO 12 MESI PER ADEGUARE GLI IMPIANTI ALLE NORME SULLA SICUREZZA E TUTELA DEI LAVORATORI

11 (1198) CONDIZIONI E VERIFICHE: LEFFICACIA ESTINTIVA, DI CUI AL COMMA 1197, DEI REATI E DELLE SANZIONI, E SUBORDINATA AL COMPLETO ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI, VERIFICATO ALLA SCADENZA DEI 12 MESI DAGLI ORGANI ISPETTIVI DELLE ASL E DELLE DIREZIONI PROVINCIALI DEL LAVORO LEFFICACIA ESTINTIVA, DI CUI AL COMMA 1197, DEI REATI E DELLE SANZIONI, E SUBORDINATA AL COMPLETO ADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI, VERIFICATO ALLA SCADENZA DEI 12 MESI DAGLI ORGANI ISPETTIVI DELLE ASL E DELLE DIREZIONI PROVINCIALI DEL LAVORO

12 (1200) CONDIZIONI PER LE AGEVOLAZIONI: IL LAVORATORE REGOLARIZZATO DEVE ESSERE MANTENUTO IN SERVIZIO PER UN PERIODO NON INFERIORE A 24 MESI DALLA REGOLARIZZAZIONE, SALVO I CASI DI DIMISSIONE O LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA IL LAVORATORE REGOLARIZZATO DEVE ESSERE MANTENUTO IN SERVIZIO PER UN PERIODO NON INFERIORE A 24 MESI DALLA REGOLARIZZAZIONE, SALVO I CASI DI DIMISSIONE O LICENZIAMENTO PER GIUSTA CAUSA

13 (1201) A CHI PRESENTARE LISTANZA ? LISTRUTTORIA DELLE ISTANZE SPETTA ALLINPS MENTRE LACCOGLIMENTO E DECISO DAL DIRETTORE PROVINCIALE DEL LAVORO, CONGIUNTAMENTE AI DIRETTORI PROVINCIALI DELLINPS, DELLINAIL E DAGLI ALTRI ENTI PREVIDENZIALI (coordinamento previsto dallart. 5 D.Lgs. 124/04)

14 LA REGOLARIZZAZIONE CONVIENE ? IN QUALI SANZIONI SI INCORRE SE SI OCCUPANO LAVORATORI IN NERO ? OMESSA COMUNICAZIONE DI ASSUNZIONE OMESSA COMUNICAZIONE DI ASSUNZIONE (sanzione da. 100 a. 500) (diff.) OMESSA CONSEGNA DICHIARAZ. ASSUNZIONE OMESSA CONSEGNA DICHIARAZ. ASSUNZIONE (sanzione da. 250 a ) (diff.) OMESSA CONSEGNA PROSPETTO PAGA OMESSA CONSEGNA PROSPETTO PAGA (sanzione da. 125 a. 770) (diff.) OMESSE REGISTRAZIONI LIBRO MATRICOLA OMESSE REGISTRAZIONI LIBRO MATRICOLA (sanzione da. 125 a. 770) (diff.)

15 SEGUE SANZIONI: OMESSE REGISTRAZIONI A LIBRO PAGA OMESSE REGISTRAZIONI A LIBRO PAGA (sanzione da. 125 a. 770) (diff.) OMESSA DENUNCIA NOMINAT. (C.F.) ALLINAIL OMESSA DENUNCIA NOMINAT. (C.F.) ALLINAIL (sanzione di. 51) (diff.) MAXI SANZIONE (x lavoratori in nero) MAXI SANZIONE (x lavoratori in nero) (sanzione amm.va da a ) + (. 150 x lavoratore x gg. di lavoro) + (sanzione civile sia x INPS che x INAIL, di minimo x ciascun lavoratore occupato in nero)

16 SEGUE SANZIONI: OMESSA ISTITUZIONE O ESIBIZIONE DEI LIBRI DI MATRICOLA E PAGA (art. 1, comma 1178, L. 296/2006) OMESSA ISTITUZIONE O ESIBIZIONE DEI LIBRI DI MATRICOLA E PAGA (art. 1, comma 1178, L. 296/2006) (sanzione da a ) (NO diff.) INASPRIMENTO DELLE SANZIONI (art. 1, comma 1178, L. 296/2006) INASPRIMENTO DELLE SANZIONI (art. 1, comma 1178, L. 296/2006) (gli importi delle sanzioni amm.ve previste da norme in materia di lavoro, entrate in vigore prima del 1/1/99 sono quintuplicati) COMUNICAZIONE ALLA GUARDIA DI FINANZA DEI NOMINATIVI DEI LAVORATORI OCCUPATI COMUNICAZIONE ALLA GUARDIA DI FINANZA DEI NOMINATIVI DEI LAVORATORI OCCUPATI (art. 19, lett. d/e, Legge 30/12/91 n. 413)

17 SANZIONI SPECIALI x EDILIZIA SOSPENSIONE DEL CANTIERE (20% in nero) SOSPENSIONE DEL CANTIERE (20% in nero) (es. 10 occupati di cui 3 in nero = 3 su 7 = 42,85%) OMESSA ISTITUZIONE TESSERA/REGISTRO OMESSA ISTITUZIONE TESSERA/REGISTRO (sanzione da. 100 a. 500) (NO Diff.) ASSUNZIONE EXTRACOMUNITARI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO ASSUNZIONE EXTRACOMUNITARI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO (arresto da 3 mesi a 1 anno e ammenda fino )

18 QUANTO SI PAGA DI SANZIONI ? ESPRIMENDO IN EURO LIMPORTO DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E CIVILI CHE UN DATORE DI LAVORO SI VEDRA CONTESTARE, QUALORA OCCUPI UN SOLO LAVORATORE IN NERO, MAGGIORENNE, ITALIANO O COMUNITARIO, CON ORARIO CONTRATTUALE, PER CIRCA UN MESE, AD ESEMPIO DAL GIORNO 15 AL GIORNO 20 DEL MESE SUCCESSIVO E CHE ABBIA LAVORATO PER 25 GIORNATE, E PARI A

19 ,75 così ripartito: 1. Omessa comunicazione al Servizio Impiego Omessa consegna dichiarazione assunzione Omessa comunicazione Cod. Fisc. allINAIL. 12,75 4. Omessa consegna del prospetto paga …… Omessa registrazione nel libro matricola … Omessa registrazione nel libro paga ……… Maxi- sanzione (da a ) = Maxi-sanzione (. 150 x gg. 25) = ……… Sanzione civile INPS, non inferiore a ……… N.B: per le sanzioni dal n. 1 al n. 6, si è proceduto con DIFFIDA (art. 13 D.Lgs. 124/2004) (art. 13 D.Lgs. 124/2004)

20 …E SENZA DIFFIDA … AI SENSI DELLA L. 689/81 = ,66 1. Omessa comunicazione al Serv. Impiego. 166, Omessa consegna dichiarazione assunzione Omessa comunicazione Cod. Fisc. allINAIL Omessa consegna del prospetto paga …… Omessa registrazione nel libro matricola … Omessa registrazione nel libro paga ……… Maxi- sanzione (da a ) = Maxi-sanzione (. 150 x gg. 25) = ……… Sanzione civile INPS, non inferiore a ………


Scaricare ppt "Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale Direzione Regionale del Lavoro Cagliari IL LAVORO NERO IN SARDEGNA NEL 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google