La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

VISIONE DALLALTO IL CERVELLO. VISIONE LATERALE DELLEMISFERO SINISTRO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "VISIONE DALLALTO IL CERVELLO. VISIONE LATERALE DELLEMISFERO SINISTRO."— Transcript della presentazione:

1 VISIONE DALLALTO IL CERVELLO

2 VISIONE LATERALE DELLEMISFERO SINISTRO

3

4

5

6

7

8 cingolo

9

10

11

12

13

14

15

16 FORMAZIONI COMMISSURALI DEL TELENCEFALO Strutture impari e mediane che svolgono funzioni associative tra i 2 emisferi CORPO CALLOSO FORNICE COMMESSURA ANTERIORE SETTO PELLUCIDO SISTEMA DELLE CAPSULE CAPSULA INTERNA } Sostanza bianca CAPSULA ESTERNA NUCLEI DEL TELENCEFALO (Sostanza grigia) AMIGDALA antica sistema limbico CLAUSTRO CLAUSTRO STRIATO - nucleo lenticolare: putamen nucleo pallido - nucleo caudato

17

18

19 CORTECCIA TELENCEFALICA 1) Strato plessiforme o molecolare 2) Strato delle piccole cellule piramidali (o granuli esterni) 3) Strato delle medie e grandi cellule piramidali 4) Strato dei granuli interni 5) Strato delle cellule piramidali giganti (di Betz) AREA MOTORIA 6) Strato delle cellule polimorfe o fusiformi – cm 2 1/3 superficie libera 2/3 pareti, scissure e solchi Spessore di 3.3 mm (CIRCONVOLUZIONE FRONTALE) Spessore di 1.6 mm (LOBO OCCIPITALE)

20 Tipi neuronali della isocorteccia telencefalica e loro distribuzione nei diversi strati. DP, cellule fusiformi a doppio pennacchio; P, cellule piramidali; S, cellule stellate; SG cellule stellate granulari; O, cellule orrizzontali; R, neuroni marginali di Retzius; M, cellule di Martinotti; NP, neuroni poliformi. In rosso sono rappresentate le fibre corticifughe, in blu le fibre corticicole Strati plessiforme o molecolare Strati delle piccole cellule piramidali Strato delle medie e piccole cellule piramidali Strato dei granuli intermedi Strato delle cellule piramidali giganti Strato delle cellule polimorfe o fusiformi

21

22

23

24 Isocorteccia Allocorteccia

25 Strato plessiforme o molecolare Strato delle piccole cellule piramidali Strato delle medie o grandi cellule piramidali Strato granulare interno Strato delle cellule piramidali giganti Strato delle cellule polimorfe o fusiformi Fibre tangenziali Stria di Bechterew Stria esterna di Baillarger Stria interna di Baillarger Sostanza midollare infracorticale

26

27

28 FASCI DI PROIEZIONE DISCEDENTI 1) Via piramidale: corteccia: - nervi encefalici - nervi spinali 2) Via extrapiramidale: fascio rubro-spinale fascio tetto-spinale fascio reticolo-spinale fascio olivo-spinale fascio vestibolo-spinale fasci di associazione via centrale della callotta fascicolo longitudinale mediale fascicolo longitudinale dorsale

29

30 FASCI DI PROIEZIONE ASCENDENTI 1) lemnisco spinale (spino-talamico, spino- tettale) 2) fascio spino-cerebellare dorsale e ventrale 3) lemnisco mediale (bulbo-talamico) 4) lemnisco trigeminale (nervo V - talamo) 5) via vestibolo centrale (nervo VIII - cervelletto) 6) via acustica (nervo VIII - tubercoli quadrigemini inferiori - diencefali) 7) via gustativa (nervi VII, IX, X - talamo) 8) via della sensibilità generale

31 u

32

33 Controlla laffettività, le risposte vegetative indotte dalle emozioni, il tono dellumore, percezioni delle sensazioni piacevoli e dolorose.

34 Suddivisione territoriale della faccia mediale dellemisfero telencefalico destro nei diversi lobi e circonvoluzioni. In rosso il lobo frontale, in blu il lobo parietale, in verde il lobo temporale, in bruno il lobo occipitale, in arancio il lobo limbico.

35 Suddivisione territoriale della faccia inferiore degli emisferi telencefalici nei diversi lobi e circonvoluzioni. In rosso il lobo frontale, in verde il lobo temporale, in bruno il lobo occipitale, in arancio il lobo limbico.

36

37

38

39

40 DIVISIONE E FUNZIONI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE REGIONIFUNZIONI Tronco encefalicoConnette il midollo spinale con lencefalo; ha innumerevoli funzioni (vedi sotto); vi sono localizzati i nervi cranici Midollo allungatoVia di passaggio dei tratti nervosi ascendenti e discendenti; centro di innumerevoli riflessi (per esempio ritmo cardiaco, respirazione, salivazione e vomito) PonteContiene tratti nervosi ascendenti e discendenti; integra il cervello al cervelletto; contiene i centri per i riflessi MesencefaloContiene tratti nervosi ascendenti e discendenti; i centri dei riflessi visivi; parte delle vie uditive Formazione reticolare Sparsa lungo il tronco cerebrale; controlla attività circadiane come il ritmo sonno-veglia

41 REGIONIFUNZIONI Diencefalo Talamo Maggiore centro di integrazione sensitiva; controlla il tono dellumore e il movimento SubtalamoContiene tratti nervosi e nuclei EpitalamoContiene nuclei che rispondono a stimolazioni olfattorie e contiene la ghiandola pineale IpotalamoCentro principale di controllo dellomeostasi e di regolazione dellattività endocrina TelencefaloPercezione cosciente, elaborazioni del pensiero, controllo dellattività volontaria; supervisioni di numerazione altri sistemi Gangli basaliControllo dellattività muscolare e della postura; inibizione dellattività motoria involontaria Sistema limbico Risposta vegetativa a stimoli olfattivi, emotivi, controllo del tono dellumore e altre funzioni analoghe CervellettoControllo della coordinazione motoria e del tono; regola lestensione dellattività motoria intenzionale


Scaricare ppt "VISIONE DALLALTO IL CERVELLO. VISIONE LATERALE DELLEMISFERO SINISTRO."

Presentazioni simili


Annunci Google