La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL BAROCCO E LA NUOVA SCIENZA CANANA'1. Assetto politico europeo Impero spagnolo vs potenze atlantiche (Francia, Inghilterra, Olanda) Pace dei Pirenei.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL BAROCCO E LA NUOVA SCIENZA CANANA'1. Assetto politico europeo Impero spagnolo vs potenze atlantiche (Francia, Inghilterra, Olanda) Pace dei Pirenei."— Transcript della presentazione:

1 IL BAROCCO E LA NUOVA SCIENZA CANANA'1

2 Assetto politico europeo Impero spagnolo vs potenze atlantiche (Francia, Inghilterra, Olanda) Pace dei Pirenei (1659) declino della Spagna e ascesa della Francia Nuovo sviluppo scientifico nei paesi riformati, mentre all’opposto il processo controriformistico blocca sul nascere gli impulsi innovativi della scienza. Condanna di Galilei, Sant’Uffizio, 1633 CANANA'2

3 NUOVA CONCEZIONE Capacita’ innovativa vs immobilita’, o quasi dettatta dalla difficolta’ (o meglio differente volonta’) dei paesi cattolici a seguire le nuove spinte mondiali, spregiudicate e svuotate delle antiche certezze. Trasformazioni sociali e ideologiche, trasformazione del ruolo dell’intellettuale nella societa’. Principio di tolleranza religiosa nei paesi riformati (Pace di Vestfalia 1648, fine della Guerra dei Trent’anni) Moderna concezione liberale dello stato CANANA'3

4 INNOVAZIONI POLITICHE E ISTITUZIONALI Sviluppo dell’Olanda in seguito all’indipendenza dalla Spagna Modello monarchico parlamentale in Inghilterra 1658 La Francia sviluppa uno stato assoluto laico con forte accentramento burocratico della nobiltà. Grande ricchezza francese e nuova potenza europea. CANANA'4

5 Strutture politiche sociali ed economiche Vestfalia 1648: sconfitta dell’impero Asburgico nei due rami spagnolo e austriaco e della Controriforma. Conquista delle liberta’ individuali e inizio della societa’ moderna Fine di un progetto di monarchia universale. CANANA'5

6 Vittoria della Francia, sviluppo dell’Inghilterra e dell’Olanda. Il baricentro dell’Europa si sposta sulle nazione del centro. Supremazia di nuove organizzazioni sociali e statali Al centro degli stati moderni non sta il modello della monarchia Spagnola, ma quello dello Stato centralizzato e assoluto, ma laico di Luigi XIV, e il modello della monarchia costituzionale inglese post rivoluzione del dichiarazione di autonomia delle Sette province dei Paesi Bassi 1588 distruzione dell’Invincibile Armata spagnola da parte degli Inglesi Crollo del regno spagnolo di Filippo II CANANA'6

7 Situazione sociale Le continue guerre determinano un progressivo impoverimento e crisi economica e pestilenze… con conseguente creazione di una larga fascia di nulla tenenti e popolazione affamata. Vaste e sanguinose rivolte popolari. CANANA'7

8 Europa del ‘600 CANANA'8

9 Italia Crisi commerciale e produttiva. Spostamento delle rotte commerciali, alla fine del Seicento l’Italia e’ una nazione che esporta solo prodotti agricoli. Relativa scarsita’ dei capitali non permette di reggere la competenza dei nuovi paesi emergenti e marittimi. I capitali si riversano nell’acquisto di grandi proprieta’ agricole, in particolare quelle con rendita e titolo nobiliare CANANA'9

10 Italia degrado economico e involuzione politica Crisi economica e produttiva dopo la scoperta dell’America e mutamento delle rotte commerciali. Rifeudalizzazione dell’Italia e arretratezza Eccezione la repubblica di Venezia una delle poche realtà liberali nell’Italia monopolizzata dal cattolicesimo spagnolo. CANANA'10

11 Ducato di Savoia e Roma Ducato di Savoia eccezione della situazione Italiana Dipendente dalla Francia buon esempio di stato moderno Roma conosce grande splendore urbanistico e architettonico (colonnato del Bernini 1680) Il papato perde il suo potere di intervento sugli altri stati e diviene uno stato italiano. CANANA'11

12 Centri di produzione e diffusione della cultura LE CORTI: ridimensionamento progressivo delle risorse dei principi italiani per la promozione della vita culturale all’interno degli Stati regionali. Uomo di cultura prestazioni burocratiche e amministrative specialistiche. Al Pittore e architetto è affidata la dimostrazione della grandiosità del potere. CANANA'12

13 Esigua minoranza di letterati. Aspirazione del letterato a svincolare la propria attivita’ dalla protezione di un principe. Via praticata solo da pochissimi come il Marino che godono di una fama tale da passare da un corte all’altra. Il primo periodo poesia barocca e divulgazione delle nuove teorie scientifiche. CANANA'13

14 La chiesa Potenziamento e completamento della politica culturale della Chiesa. Incapacita’ delle forze laiche di proporre un progetto alternativo unitario di portata generale. Abbandono della controversia contro il protestantesimo. Diffusione di scuole e seminari e centri educativi interni alla struttura ecclesiastica. Allargamento del numero di intellettuali che divengono chierici. CANANA'14

15 Editoria Editoria: il vasto e libero mercato iniziato nel 400 si espande nel 500 offrendo all’intellettuale una nuova collocazione autonoma. Nel 600 c’e’ un controllo rigorosissimo da parte della Chiesa. Censura preventiva da parte degli autori Riconversione dei cataloghi opere di devozione e vite dei santi. Nascita di opere di consumo, appositamente prodotte per un pubblico ampio di collocazione sociale medio bassa. Distinzione tra produzione di massa e produzione di elite. Marginalità del letterato che si rifugia nell’accademia luogo dove può esprimere la sua conoscenza ormai quasi inutile per l’ambiente cortigiano. CANANA'15

16 Accademia Accademia: piccole corti dotate di un loro cerimoniale, piccolo gruppo di pari solidali e compatti nel garantirsi a vicenda onore e reputazione. Sostanziale separazione dal potere e dalle istituzioni, sostanziale isolamento rispetto ai problemi drammatici della realta’ del tempo. Veneziana accademia degli Incogniti (romanzieri libertini) Firenze 1582 Accademia della Crusca Lincei a Roma Accademia del Cimento In Europa le reali accademie inglesi e francesi furono un punto di riferimento per l’evoluzione tecnologica nazionale. CANANA'16

17 IL BAROCCO visione del mondo Portoghese Barroco (perla irregolare) / Baroco, termine della filosofia scolastica, per indicare un sillogismo difettoso. Amore per l’anomalia naturale e per l’anomalia logica Senso di vuoto venutosi a creare nel sistema conoscitivo e nuova ricerca e sperimentazione Nelle arti figurative la finzione prevale sulla riproduzione. CANANA'17

18 Analogia e metafora Analogia e metafora divengono nuove coordinate conoscitive: solo il simbolo e’ adatto a spiegare fenomeni così sfuggenti. Galileo: la natura e’ un libro scritto in caratteri matematici. Scienza Nuova. Si cerca una nuova chiave di interpretazione unitaria della realta’. Astrattezza concettosa e compiacenza tecnica. Individuare gli strumenti con cui attuare il distacco dal mondo della tradizione classica CANANA'18

19 Contrasto tra difensori della classicità e difensori del primato della modernità. Costringe lo scrittore barocco a riconoscere il collegamento tra gli strumenti espressivi impiegati e la concezione del mondo che lo scrittore scopre, esprime e propone al lettore. La letteratura come strumento di comprensione del mondo CANANA'19

20 LA FUNZIONE DELLA VISTA Tutto il reale viene sottoposto sotto la lente dell’osservazione. Il pittore barocco, come lo scienziato, come il poeta, pone tutta la realtà e le esperienze della vita all’esame della vista e dell’occhio. Vengono osservate cose della realtà mai osservate o riprodotte prima. CANANA'20

21 ANALOGIA E METAFORA Piu’ si pone l’accento sulla varieta’ dell’esperienza meno le conoscenze tradizionali risultano efficaci per spiegare una realta’ fantasmagorica e in continua evoluzione. Ricerca di somiglianze nascoste di analogie segrete tra l’occhio e la mente = nuova mappa conoscitiva del mondo. CANANA'21

22 IL SIMBOLO Soltanto il simbolo appare efficace per spiegare fenomeni sfuggenti Soltanto metafora e allegoria sono strumenti utili all’artista per decifrare una realta’ ormai rivelatasi ingannevole ai sensi. Galileo: “La verita’ e’ scritta nel libro della natura in caratteri matematici” – Scienza Nuova = trasposizione del metodo matematico ad una scienza (la Fisica) a cui non erano mai stati applicati prima. Matematica - fino ad allora scienza astratta – ora vocabolario unitario della realta’ materiale. CANANA'22

23 ESAGERAZIONE, ASTRAZIONE E TECNICISMO Queste caratteristiche dell’arte e della poesia barocca ci appaiono come estranei perche’ non percepiamo quale sia la loro origine storica: Esse sono il prodotto di un doloroso travaglio di sperimentazione che le nuove condizioni del mondo impongono. CANANA'23

24 INTELLETTUALISMO BAROCCO L’attenzione al momento inventivo e tecnico sollecitata dal Barocco favorisce la presa di coscienza dell’autonoma funzione conoscitiva della letteratura e della dimensione personale, profondamente seria, dell’operazione creativa. CANANA'24

25 LA QUESTIONE DELLA LINGUA SOLUZIONE DEL BEMBO: adottare il fiorentino letterario (Dante, Petrarca e Boccaccio) come scelta unitaria per la lingua letteraria di tutta la penisola. Ottima soluzione in un punto di comune accordo sul principale volgare italiano. CANANA'25

26 FATTORI FRENANTI Permanere della divisione politica Progressiva perdita di importanza politica e quindi linguistica di Firenze Rafforzamento del latino al quale la chiesa controriformata affida la liturgia e l’insegnamento. Distanziamento ulteriore tra chi sa leggere il latino e chi no. CANANA'26

27 ESITI In tali condizioni la lingua letteraria resta qualcosa di avulso dalla realta’ e dallo svolgimento quotidiano della vita. Una lingua eminentemente scritta, patrimonio di pochissimi. Le discussioni linguistiche del Seicento resteranno sempre confinate entro questi limiti Il privilegio dato dal Barocco al nuovo, allo strano, all’irregolare opera anche sul piano linguistico – penetrano numerosi ispanismi e francesismi. CANANA'27

28 REAZIONI SEICENTESCHE 1. Ramo del PURISMO: difesa della tradizione linguistica a oltranza dalla corruzione dei nuovi tempi. 2. Ramo DIALETTALE: opposizione esplicita ad una lingua letteraria sentita come una sorta di diaframma, di muro tra la parola e la vita. Tuttavia questo fa emergere ancor piu’ l’impossibilita’ di trovare un’alternativa valida e altrettanto forte al fiorentino letterario. CANANA'28

29 ALLA RICERCA DI UN CANONE LEONARDO SALVIATI, fiorentino, fonda l’ACCADEMIA DELLA CRUSCA e ne ispira il celebre VOCABOLARIO. Criterio di stesura del vocabolario: l’italiano si identifica con la lingua letteraria del fiorentino del 300. Ma nell’estenzione ad autori successivi, logicamente, questo filtro restringeva il canone linguistico ai soli fiorentini lasciando fuori una grande parte importantissima della letteratura italiana CANANA'29

30 EDIZIONI DEL VOCABOLARIO DELLA CRUSCA 1612 – Vocaboli e espressioni del Trecento e di quei pochissimi autori che si erano rifatti rigorosamente all’indicazione del Bembo (Esclusione del Tasso!). Modello ideale della lingua, bloccato nel tempo, svincolato dall’effettivo uso linguistico. Escludeva automaticamente tutto il settore innovativo della scienza e della tecnica 1623 – La tensione restauratrice si affievolisce, viene riaccolto Tasso – Ulteriormente ampliata e rinnovata accoglie molti autori del Quattro e del Cinquecento CANANA'30


Scaricare ppt "IL BAROCCO E LA NUOVA SCIENZA CANANA'1. Assetto politico europeo Impero spagnolo vs potenze atlantiche (Francia, Inghilterra, Olanda) Pace dei Pirenei."

Presentazioni simili


Annunci Google