La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Trasversalità «Possibili interazioni o sinergie fra esigenze, valori, linguaggi, prospettive che si affermano in ambiti socioculturali diversi (famiglia,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Trasversalità «Possibili interazioni o sinergie fra esigenze, valori, linguaggi, prospettive che si affermano in ambiti socioculturali diversi (famiglia,"— Transcript della presentazione:

1 Trasversalità «Possibili interazioni o sinergie fra esigenze, valori, linguaggi, prospettive che si affermano in ambiti socioculturali diversi (famiglia, scuola, associazioni, chiese, mass media), ponendo problemi di ristrutturazione o riconsiderazione unificante.» (Treccani) dei valori e consapevolezza nell’arte Rinascimentale Versione Restaurata per Sapere Aude! GSCATULLO

2 Contesto Storia Crisi delle istituzioni universali Storia Economia e cultura Il Sacro Romano Impero rimase senza una guida alla morte di Federico II (1250), ciò permise lo sviluppo di poteri locali (principati tedeschi) che assunsero sempre più autonomia. L’impero inoltre sotto Ludovico il Bavaro perse ogni potere in Italia (1327). La Francia, costituitasi stato nazionale, impose la decima al clero  scontro con Bonifacio VIII. Il re di Francia, Filippo IV, imprigionò il Papa ad Anagni (1303). Due anni dopo fu eletto un papa francese, Clemente V. Inizio della cattività Avignonese. Costituzione di entità governative autonome: stati nazionali (Europa), comuni e signorie (Italia). Liberi da istituzioni superiori, i comuni, le signorie e gli stati nazionali favorirono uno sviluppo della cultura.  Furono fondate in questo periodo molte università laiche. Permette Dopo la crisi del Trecento, vi fu una ripresa economica: le ricchezze si concentrarono dapprima nelle mani di pochi che presero ad acquistare beni di lusso.  Si sviluppò il commercio e si arricchì molto il ceto borghese.

3 Contesto Storia Un’epoca di cambiamenti Gli Ottomani prendono Costantinopoli (1452) Cristoforo Colombo scopre l’America (1492) Aprono le università Inizia l’ascesa della borghesia Cultura L’Umanesimo Riscoperta della cultura classica (latina e greca, complice la fuga di intellettuali greci da Costantinopoli), analizzata abbandonando la weltanschauung medievale. L’uomo classico (pagano) ha dei valori e dei sentimenti, validi quanto quelli contemporanei. Dialogo e contatto con altre culture.

4 Antropocentrismo Filosofia scolastica Divinae litterae Filosofia umanistica Humanae litterae Fondata sulla rivelazione  Mondo cristiano Fondata sulle virtù umane  Universale La divisione politica non è risolta con un’unificazione ma con la ricerca di un equilibrio (Pace di Lodi)  Nessuno prevale sull’altro, tutti hanno uguale dignità. Rivalutazione delle culture precedenti e/o differenti: anche i «Gentili» hanno valori validi, perché sono uomini. Universalismo medievale Una sola entità politica unita nella fede cristiana. Trasversalità Molte entità politiche, unite da valori laici.

5 Arte Soggetto cristiano Medioevo Arte teocentrica, linguaggio altamente simbolico e astratto. Trasmissione di verità di fede. Rinascimento Linguaggio trasversale, valorizzazione dello spettatore sull’oggetto. Presenza di emotività. Trasmissione di valori laici e universali. La relazione L’umanità Chi detta le regole? Rapporto con il divino Temi trasversali Breve selezione di Venere

6 Ars Studio Trinità Masaccio BETA Memento Mori Riconoscimento dei limiti umani. Committenti Aspetto sociale dell’uomo. Trinità Scelta morale; relazione Maria e Giovanni Spiritualità Il divino è calato in un contesto spaziale definito (aureola, architettura).

7 Ars Studio Trinità Masaccio BETA Osservazione la Trinità è rappresentata in maniera particolare. Il Padre è alto quanto il Figlio, e quindi quanto gli altri personaggi; lo Spirito è incorporeo. Ipotesi Esiste un messaggio trasversale in queste scelte artistiche. Verifica Che proporzioni esistono nelle altre opere raffiguranti lo stesso soggetto?

8 Ars Studio Trinità Masaccio BETA Risultato Il Padre è generalmente più grande del Figlio, e comunque mai grande quanto gli uomini. Analisi Che valore ha lo Spirito Santo nella teologia cattolica? Dato Destinata ad un convento domenicano, l’opera era realizzata con la consulenza di un teologo, probabilmente Fra’ Alessio Strozzi. Spirito Santo Azione di Dio Relazione d’Amore tra il Padre ed il Figlio. Risultato Lo Spirito Santo è identificabile come relazione d’amore tra Padre e Figlio. Tesi Il Padre ed il Figlio sono simili ad uomini, lo Spirito è la relazione tra loro, assieme formano la SS. Trinità (Dio)  La relazione tra uomini li avvicina a Dio.

9 Ars Studio Trinità Masaccio BETA Resa prospettica dell’opera La scala gerarchica è resa solo dalla posizione delle figure, non dalla loro propria natura.

10 Ars Studio Annunciazione Donate BETA Comunicazione affettiva, relazione. Atteggiamento supplice, mostra la gola. Opera ambientata nel Quattrocento. L’anacronismo è il mezzo per l’universalità. Maria è spaventata (  umanità), di istinto (il corpo) vorrebbe scappare ma sceglie di restare, girando la testa. Non è raffigurata come un’attrice, ma come un essere umano.

11 Ars Studio S. Giorgio Donatello BETA Commissione laica, corporazione fiorentina degli spadai e dei corazzieri. Assenza di riferimenti a virtù religiose o alla santità: non è in contemplazione, non ha l’aureola. È un’opera laica. I piedi sono saldamente piantati a terra, sembra che la statua sia però pronta ad uscire dalla nicchia con “una vivacità fieramente terribile et un meraviglioso gesto di muoversi dentro a quel sasso” (Vasari). Sguardo sereno ma ciglia aggrottate: consapevolezza. Pupille scolpite sul modello classico, non assorte in contemplazione.

12 Ars Studio Cacciata Masaccio BETA Presenza di un contesto spaziale definito: i personaggi possiedono ombre! Anatomia ben definita, nudità femminile coperta. Emozioni comunicate. È un dramma umano.

13 Ars Studio Annunciata Antonello BETA Assenza di elementi religiosi o sacrali (aureola), manca persino l’angelo! Maria è rappresentata su uno sfondo scuro, girata di tre quarti, secondo lo stile fiammingo. È presente un leggio di legno – lieve anacronismo – che si interpone tra Maria e lo spettatore, quasi a proteggerla. Sguardo pensoso rivolto verso la luce. Maria è una donna in carne ed ossa. La posizione frontale è di dialogo con l’arcangelo. La mano destra si è appena alzata dal leggio, sta misurando lo spazio ma è anche, e soprattutto, l’eco del sì consapevole di Maria, che tende volontariamente verso la l’arcangelo. La mano sinistra intanto copre il ventre che ha messo a disposizione del disegno divino.

14 Ars Studio Nascita di Venere BETA

15 Ars Studio Primavera Botticelli BETA

16 Chi detta le regole? Teocentrismo L’arte è costruita sul divino. APPROFONDIMENTO  Linguaggio astratto, costruito sull’oggetto della rappresentazione. Umanesimo L’arte è costruita sull’uomo.  Il linguaggio è plasmato sullo spettatore, che detta le regole. Viene considerato il punto di vista.

17 Dio, l’Uomo, l’Arte. APPROFONDIMENTO È diminuita l’influenza del papato sulle realtà politiche locali.  Il divino è accessibile all’uomo, e si identifica con lui.  Questa mentalità favorirà la nascita della riforma protestante e sarà invece ostacolata dalla controriforma.

18 Fonti Sommi Appunti

19 Fine dell’esperimento


Scaricare ppt "Trasversalità «Possibili interazioni o sinergie fra esigenze, valori, linguaggi, prospettive che si affermano in ambiti socioculturali diversi (famiglia,"

Presentazioni simili


Annunci Google