La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Programma AGRIT Piemonte Illustrazione della metodologia e delle modalità esecutive dellindagine, discussione dei risultati delle campagne 2001 e 2002.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Programma AGRIT Piemonte Illustrazione della metodologia e delle modalità esecutive dellindagine, discussione dei risultati delle campagne 2001 e 2002."— Transcript della presentazione:

1 Programma AGRIT Piemonte Illustrazione della metodologia e delle modalità esecutive dellindagine, discussione dei risultati delle campagne 2001 e 2002 e definizione delle attività della campagna 2003 Torino, 20 Marzo 2003 Regione Piemonte Consorzio Italiano per il Telerilevamento in Agricoltura

2 AGRIT 2002 Indagine campionaria per la produzione di statistiche congiunturali di superficie Metodologia: campionamento areale Popolazione: territorio Unità di rilevazione: punto Disegno: campionamento doppio con stratificazione

3 Strumento per la definizione del campione di primo livello e la sua stratificazione:POPOLUS ( Permanently Observed POints for Land Use Statistics ) campione sistematico di punti su una griglia regolare (distanza 500m, punti sul territorio italiano) interpretazione di ortofoto (scala originale 1:10000) utilizzando una legenda di 25 classi) 200 metri

4 POPOLUS - Nomenclatura di fotointerpretazione

5 POPOLUS - Software di fotointerpretazione

6

7

8 Regione Piemonte punti Campione primo livello: dati POPOLUS

9 Revisione delle fotointerpretazione di POPOLUS per alcune classi Collaborazione con ISTAT Nuova definizione di alcuni strati Allocazione del campione di secondo livello mediante lalgoritmo di Bethel Novità aspetti legati al campionamento

10 Campione di primo livello - Stratificazione

11

12 Strati di interesse agricolo (1,2,3,5): rilievi al suolo per lallocazione è stato utilizzato lalgoritmo di Bethel (ottimizzazione multivariata) considerando i dati del 2001 e fissando vincoli di precisione per le principali colture Campione di secondo livello Altri strati (3*,4,8): fotointerpretazione POPOLUS (legenda completa)

13 I rilievi al suolo sono articolati in tre fasi: al termine di ogni fase è prevista lemissione di un bollettino: RILEVAZIONI

14 Ottimizzazione rilevazioni: (A) Revisione punti del campione da rilevare sul terreno Revisione della fotointerpretazione per escludere dai rilievi punti non coltivati inclusi nel campione per criteri prudenziali (prati permanenti e pascoli, veg. erbacea, edifici rurali, alberi fuori foresta) totale: 350 punti

15 Strumento: Telerilevamento fotointerpretazione di immagini satellitari primaverili Ottimizzazione rilevazioni: (B) Esclusione dalla Fase 1 dei punti non vegetati

16 totale: 1867 punti Ottimizzazione rilevazioni: (B) Esclusione dalla Fase 1 dei punti non vegetati

17 totale: 6923 punti RILEVAZIONE a TERRA - Fase 1 RILEVAZIONE a TERRA - Fase 1

18 Criteri di inclusione nel campione: esclusi da Fase1 (satellite) precedentemente non osservabili con classificazione dubbia privi di colture in atto in Fase1 possibili colture successive stima di resa totale: 3092 punti RILEVAZIONE a TERRA - Fase 2 RILEVAZIONE a TERRA - Fase 2

19 RILEVAZIONE a TERRA - Fase 3 RILEVAZIONE a TERRA - Fase 3 Criteri di inclusione nel campione: sottocampione dei punti classificati come mais o soia totale: 755 punti

20 AGRIT Nomenclatura di rilevazione 80 classi

21 Nomenclatura di rilevazione Superfici coltivate: 53 classi Foraggere permanenti2 classi Altre superfici agricole2 classi Aree forestali: 5 classi Aree a vegetazione erbacea: 2 classi Aree con poca o nessuna vegetazione: 3 classi Aree artificiali: 10 classi: Acqua: 3 classi Compatibile con ISTAT ed EUROSTAT Gerarchica Completa e consistente spazialmente Indipendente dal sistema di osservazione Non presenta usi del suolo misti Classe, codice, lista inclusioni e lista esclusioni

22

23 Unità di osservazione: IPP Intorno piccolo del punto: Intorno del punto di campionamento di forma circolare e raggio 3 m. LIPP è lunità di osservazione quando luso del suolo è omogeneo in base alla nomenclatura Lunità di osservazione è limitata alla porzione che contiene il punto di campionamento se esiste altro uso del suolo separabile da limite lineare Luso del suolo da attribuire al punto è A A B A 3 m

24 Unità di osservazione: IGP Intorno grande del punto: Intorno del punto di campionamento di forma circolare e raggio 15 m. LIGP è lunità di osservazione quando luso del suolo è eterogeneo in base alla nomenclatura Lunità di osservazione è limitata alla porzione che contiene il punto di campionamento se esiste altro uso del suolo separabile da limite lineare Luso del suolo da attribuire al punto è A + B+ C. per ogni uso del suolo si calcola il pro-rata

25 Si ha consociazione Colture seminate a file alterne o in piccoli appezzamenti di pochi metri quadrati. Colture legnose agrarie con specie alternate o miste Colture legnose agrarie o seminative consociate Presenza di uno o più alberi isolati o sparsi e di altri usi del suolo SAU nellIPP Non si ha consociazione Il campo è consociato, ma non si ha consociazione nellIPP Piccole fallanze, interfilari non utilizzati in colture specializzate Alberi isolati o sparsi che coprono per intero lIPP Alberi isolati o sparsi pertinenza di usi del suolo non agricoli

26 Il punto ricade su limite lineare Per limite lineare si intende la linea di separazione fra due diversi usi del suolo. Vengono assimilati a limiti lineari tutti gli oggetti lineari che hanno una larghezza inferiore a 3 metri. A questi oggetti non viene pertanto attribuito alcun uso del suolo. Luso del suolo da osservare è quello posto a Nord (Ovest) del punto di campionamento Gli elementi lineari sono accorpabili Luso del suolo da attribuire al punto è A A Nord Ovest B < 3 m

27 Scheda di rilevazione Scheda di rilevazione

28 Scheda di rilevazione - sezione da compilare Scheda di rilevazione - sezione da compilare

29 Controllo e Collaudo delle rilevazioni Controllo e Collaudo delle rilevazioni Acquisizione punto di stazionamento con GPS Verifica effettiva osservazione e distanza Organizzazione delle sezioni in blocchi di collaudo per rilevatore Collaudo operato dal MiPAF e dalla Regione Se esito negativo intero blocco ripetuto

30 Campionamento doppio con stratificazione per ogni classe delle nomenclatura: proporzione: varianza: dove Stime di superficie: le stime regionali si ottengono aggregando quelle provinciali Metodologia di stima

31 RISULTATI RISULTATI Stime per regione Stime per provincia

32 Variazioni 2001 – 2002 (ha): SOIA

33 Variazioni 2001 – 2002 (ha): MAIS TOTALE

34 Variazioni 2001 – 2002 (ha): BARBABIETOLA

35 Variazioni 2001 – 2002 (ha): FRUMENTO TENERO

36 Variazioni 2001 – 2002 (ha): ORZO

37 Prati (erba medica-altri prati avvicendati; prati avvicendati - prati permanenti) Pascoli (effettivo utilizzo) Esatta classificazione dei prodotti in base alla destinazione Colture minori a livello provinciale Variazioni apparentemente ingiustificate di colture poco rappresentate e stabili Necessaria la collaborazione delle Regioni e degli Uffici Periferici Lesperienza delle precedenti rilevazione

38 Il progetto AGRIT – point frame si basa sulla osservazione diretta sul terreno, da parte di tecnici in agricoltura, di punti selezionati mediante campionamento statistico Presenta i vantaggi ed i problemi connessi con losservazione diretta e con le tecniche campionarie Si presta ad integrazione con altri metodi statistici e con altre fonti di dati Integrazione con altri metodi

39

40 Confronto indagini estimative – AGRIT point frame

41 Le stime derivanti dalla metodologia AGRIT costituiscono lo strumento principale o esclusivo per tutte le colture o loro aggregati stimate con sufficiente precisione Le stime AGRIT costituiscono un quadro di riferimento oggettivo ed affidabile per lulteriore disaggregazione tematica e spaziale operata dalle indagini estimative Colture poco diffuse Ripartizione in base alluso o destinazione commerciale del prodotto Le indagini estimative costituiscono lo strumento principale o esclusivo per la produzione di specifiche statistiche: colture con rigidi vincoli normativi o di mercato Colture con calendari particolari che sfuggono alle rilevazioni in campo Lintegrazione delle stime

42 Si garantisce la quadratura delle superfici. La somma delle stime (esclusi i secondi raccolti) coincide con la superficie coltivata. Il sistema di regole applicato è semplice e ripetibile gli anni successivi Si garantisce la continuità delle serie storiche. Lintegrazione delle stime

43 NATURA 2000 NATURA 2000 obiettivo: stima della SAU nelle Aree Natura 2000 territorio : 128 aree di interesse comunitario ( ha) 54 aree di interesse regionale (30788 ha)

44 NATURA 2000 NATURA 2000 METODOLOGIA: campionamento areale di unità puntuali (point-frame) griglia POPOLUS: punti attività: rilievi al suolo: punti del campione AGRIT 2002 (259) punti aggiuntivi (174) revisione completa della fotointerpretazione POPOLUS utilizzando ortofoto intere e immagini da satellite

45 NATURA 2000 NATURA 2000 RISULTATI (provvisori)

46 Stima di resa di alcune colture Point frame Selezione campione Rilevazione Selezione campi dinteresse Individuazione particelle e possessori Individuazione dichiaranti Osservazione diretta tecnici agricoli e/o intervista Intervista telefonica (TAPAS) AGRIT AGEA ISTAT / REGIONE

47 AGRIT INDICATORI AGRO-AMBIENTALI AGRIT INDICATORI AGRO-AMBIENTALI Riferimenti normativi Unione Europea: Comunicazione della Commissione COM(2000) 20 Indicatori per lintegrazione della problematica ambientale nella politica agricola comune Comunicazione della Commissione COM(2001) 144 Informazioni statistiche necessarie per gli indicatori intesi a monitorare lintegrazione della problematica ambientale nella politica agricola comune Sono proposti 35 indicatori, tra cui dipendono dallosservazione della copertura/uso del suolo : Indicatore 24 - Sfruttamento delle risorse: modifiche della copertura del suolo matrice delle variazioni della copertura del suolo classificate per tipo e dimensioni Indicatore 33 - Impatto sugli habitat e sulla biodiversità densità degli elementi lineari e diversità della copertura del suolo Indicatore 35 - Impatto sulla diversità del paesaggio indici della diversità agricola e globale e della loro evoluzione nel tempo

48 AGRIT INDICATORI AGRO-AMBIENTALI AGRIT INDICATORI AGRO-AMBIENTALI Utilizzando la struttura di campionamento AGRIT è possibile: realizzare le osservazioni necessarie al calcolo degli indicatori sulluso del suolo realizzare osservazioni specifiche sul terreno Ind erosione del suolo Ind qualità del suolo Ind contaminazione del terreno da pesticidi estrarre un campione di aziende agricole (sulla base di un criterio spaziale) Ind. 2 - Livelli regionali di buone pratiche agricole Ind. 8 - Quantità di concimi contenenti azoto e fosfato Ind. 9 - Uso di pesticidi Ind Copertura del suolo: modalità di coltivazione/allevamento Ind Bilancio dei fertilizzanti in superficie


Scaricare ppt "Programma AGRIT Piemonte Illustrazione della metodologia e delle modalità esecutive dellindagine, discussione dei risultati delle campagne 2001 e 2002."

Presentazioni simili


Annunci Google