La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela."— Transcript della presentazione:

1

2 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela

3 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Programma indicativo VENEZUELA OCCIDENTE TRAVERSATA ANDINA

4 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 1: Italia / Caracas Partenza da un aeroporto italiano la mattina presto (da definire caso per caso) ed arrivo nel pomeriggio a Maiquetia - aeroporto internazionale di Caracas. Trasferimento (con pulmino privato) a Caracas in circa unora di viaggio dallaeroporto e sistemazione in hotel (a due stelle con stanze da 3 e 4 letti e bagno privato), cena e pernottamento. Il clima a Caracs é primaverile tutto lanno. CARACAS MÉRIDA VENEZUELA BARQUISIMETO CHICHIRIVICHE

5 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 2: Caracas / Mérida Alla mattina colazione presso una panaderia ('caffè-pasticceria' tipica dove si trova un po di tutto: da caffé a succhi, a dolci e varie) e visita alla città di Caracas a piedi ed in metropolitana. Visita alla Città Universitaria, Plaza Venezuela, Sabana Grande (boulevar con mercato) e Plaza Bolivar, con vari edifici coloniali. Sarà il primo contatto con suoni, rumori, sapori e colori locali. Pranzo in ristorantino con piatti e succhi naturali tipici. Nel pomeriggio trasferimento allaeroporto e volo alla città di Mérida (1.500 metri di altezza sul livello del mare) in circa unora di volo sopra le Ande. Trasferimento a piedi (10 minuti) presso El Oasis, centro per riunioni con alloggio in camerate con letti a castello e bagni comuni. Si tratta di una villetta immersa nel verde, con spazi di tranquillità e, nello stesso tempo, vicino al centro della città (15 minuti con un mezzo pubblico). Cena nella piccola mensa interna, con piatti tipici e lattenzione di Margarita e José. Anche a Mérida il clima é primaverile tutto lanno: da un massimo di 27 gradi ad un minimo di 17 la notte.

6 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 3: Mérida La colazione sará presso El Oasis. La mattinata saremo ospiti della Ong Catedra de la Paz. Potremo visitare la sede dellorganizzazione (vedi scheda progetti) e, con il coordinatore, potremo passeggiare per il quartiere dove operano, conoscendo alcune loro attività: il mercatino di alimenti, il servizio di ricicliaggio, un asilo e alcuni gruppi di giovani del quartiere, secondo la loro disponibilità nel momento della nostra visita. Il quartiere si trova nella periferia popolare della cittá di Mérida. Per il pranzo saremo ospiti di alcune famiglie del quartiere. Nel pomeriggio visiteremo la Fundación Don Bosco, una casa di accoglienza per bambini in strada (vedere la scheda progetti). Cena e pernottamento presso El Oasis.

7 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 4: Mérida La mattina presto prenderemo il teleferico che ci porterà, in quattro stazioni, fino a metri di altezza (naturalmente ognuno, in base alle proprie capacità e condizioni fisiche, puó scegliere fino a che livello arrivare). Alla terza stazione (Loma Redonda, a mt) potremo fermarci per acclimatarci allaltezza e fare una passeggiata fino ad un laghetto di montagna oppure per una vallata laterale incantevole (fino a questa altezza ogni persona sana può resistere; ricordiamo che i metri allequatore sono diversi da quelli nei paesi europei). I piú temerari potranno seguire fino allultima stazione Pico Espejo, a quota 4.765, ai piedi del Pico Bolivar, la vetta piú alta delle Ande venezuelane (4.980 mt). Nel pomeriggio visita alla città: Plaza Bolivar, Cattedrale, Rettorato dellUniversità, Parque las Heroinas, oltre che il mercato dellartigianato e della frutta e verdura tropicale. Il mercato si sviluppa su tre piani, dove potremo sbizzarirci con i profumi e i sapori tropicali, oltre che ammirare lartigianato venezuelano, andino e latinoamericano in generale. Cena in centro città..

8 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 5: Jají / Mucuchíes Passeggiata a Jají, paesino andino coloniale, a circa unora di strada da Mérida. Lungo il percorso potremo ammirare il paesaggio andino di mezza montagna, chiamata Selva nublada tropicale: si tratta di una ecosistema tropicale unico, con boschi di montagna e piantagioni di caffé nel bosco di particolare bellezza e fascino. Jají é un paesino a metri di altezza, ristrutturato recentemente nel rispetto dellarchitettura coloniale tradizionale. Piazza Bolivar sarà la nostra tappa principale, dove potremo visitare la chiesa coloniale, alcuni locali tipici di artigianato e assaporare le ottime fragole con crema.

9 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Nel primo pomeriggio partiremo per Mucuchíes (3.000 mt), con automobili di Navor, socio della Cooperativa Caribana, che raggiungeremo in circa due ore: faremo varie soste, sia per abituarci allaltezza, sia per visitare alcuni luoghi tipici: la Casa embrujada (casa stregata e mulino del grano), artigianato, casa del miele, etc. Alloggeremo presso una posada (alberghetto a gestione familiare) con camere da due o tre letti con bagno privato. Prima di cena visiteremo la Cooperativa di tessuti andini La Chamarra (vedi scheda progetti). Ceneremo presso la cucina di Doña Maria, un ristorantino a gestione familiare con sapori tipici andini. A Muchuchíes la temperatura notturna puó arrivare fino ai 5 gradi, mentre di giorno si superano, se cé il sole, i 25 gradi.

10 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 6: Mucuchíes Dopo la colazione presso Doña Maria, ci trasferiremo in una incantevole vallata: Gavidia, a mt di altezza. Potremo passeggiare lungo il fiume per circa un'ora risalendo dolcemente la vallata e visitare un piccolo progetto comunitario di allevamento di trote (vedi scheda progetti), gestito in maniera comunitaria dagli abitanti di Gavidia. Pranzeremo presso El Achotico della signora Dulce che ha costruito un piccolo rifugio e ristorantino per i passanti, con laiuto di un microcredito ricevuto da una organizzazione locale di sviluppo sociale. La sera, chi é interessato, potrá visitare lOsservatorio Astronomico Llano el Hato che si trova a metri di altitudine e gode di una visuale del cielo notturno straordinaria. E il secondo osservatorio in importanza in America Latina e potremo conoscere da vicino tre telescopi allinterno di altrettante cupole, oltre che, se le nubi lo permettono, osservare alcune stelle e pianeti, accompagnati da esperte guide. La cena e lalloggio saranno al ritorno a Mucuchíes.

11 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela

12 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 7: Mucuchíes Dopo la colazione saliremo fino al passo El Aguila (4.118 Mt!!), il punto piú alto della rete stradale andina. Il paesaggio é quasi lunare: lunica pianta che sopravvive é il Frailejón, simile alla stella alpina, ma che raggiunge il metro di altezza. Salendo faremo una tappa nella valle di Mifafí, dove si trova una stazione di ripopolamento del Condor delle Ande, il volatile piú grande del mondo. In una gabbia vive in cattività El Combatiente (proviene da uno zoo e serve per la riproduzione controllata della specie) e, se si ha fortuna, altri condor liberi potranno farsi vedere nel limpido cielo andino. Ci fermeremo anche presso un negozio di artigianato tipico venezuelano: solo artigianato locale!!! Dal passo El Aguila raggiungeremo, in circa unora e mezza di camminata la piú importante e grande laguna della Ande: Mucubají a metri. Da li potremo proseguire a piedi o a cavallo fino alla spettacolare laguna Negra in circa tre ore, tra andata e ritorno, a passo tranquillo. La serata torneremo a Gavidia dove dormiremo presso la Mucuposada Michicaba, base logistica del Trekking, organizzato insieme al Programma Andes Tropicales (PAT). Vedi scheda progetto allegata.

13 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 8: Trekking Dopo la colazione inizierá la salita a piedi fino al Paramo El Alto de Micarache a metri di altezza, la cima piú alta del Trekking. Dopo il pranzo al sacco, scenderemo fino a metri camminando tra esuberanti selve di montagna tropicale, fino ad arrivare al paesino di El Carrizal. Cena e peronottamento in Mucuposada.

14 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela

15 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 9: La mattinata sará dedicata a bagni in piscine naturali e al riposo. Dopo il pranzo nella mucuposada continueremo il trekking tra i boschi tropicali fino a raggiungere San José a metri di altezza. Cena e pernottamento in Mucuposada.

16 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 10: Trekking Dopo la colazione cammineremo tra piantagioni di caffé allombra dei boschi nublados andini fino al paese di Santa María de Canaguá, ai piedi della cordigliera andina, la Sierra Nevada. Il pranzo sará al sacco e la cena e il pernottamento sará presso una Mucuposada.

17 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 11: Trekking Colazione in Mucuposada e, se il tempo e la stanchezza lo permettono, potremo camminare fino al Rio Cubartí dove potremo fare bagni rinfrescanti, prima di iniziare il trasferimento verso Barquisimeto. Viaggeremo fino a Barinas (a livello del mare, quindi con clima caldo e afoso): vi arriveremo nel pomeriggio e proseguiremo, con un bus di linea locale, fino a Barquisimeto (in circa quattro ore) attraversando la zona delle pianure, Los Llanos. Pernotteremo in città presso il centro San Alfonso, in stanze da due letti con bagno privato. Il clima a Barquisimeto é caldo tropicale tutto lanno. La temperatura di giorno si avvicina ai 30 gradi e di notte non scende sotto i 23.

18 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 12: Barquisimeto Dopo la colazione in una panaderia, ci riuniremo con gli amici di Tinajas (vedi scheda progetti), unassociazione di artigiani che vende prodotti nel circuito del commercio equo e solidale. Dopo una chiaccherata con il coordinatore presso la sede centrale, con un pulmino affittato andremo a visitare alcuni artigiani a Quibor, Guadalupe e Tintorero, in un percorso che ci occuperà tutta la giornata. Potremo conoscere direttamente alcuni laboratori e comprare alcuni loro prodotti: tessuti, argilla e gres e pezzi in legno. La sera ceneremo a Barquisimeto, in centro città, con un piatto tipico della zona, a base di mais.

19 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 13 e 14: Trasferimento Barquisimeto / Chichiriviche La mattina, dopo la colazione nella solita panaderia, partiremo alla volta di Chichiriviche con dei mezzi pubblici affittati a proposito. In circa quattro ore arriveremo sulla costa dei Caraibi e entreremo nel Parco Nazionale Morrocoy, allinterno del quale si trova il paese di Chichiriviche. Alloggeremo presso la posada del signor Aurelio, semplice ed essenziale, a due minuti dal porticciolo. Le camere sono da due, tre e quattro letti, con bagno privato, con dei lunghi portici ventilati ed amache per gli ospiti. In ogni camera ci sono vari ventilatori e zanzariere alle finestre. Nel pomeriggio potremo riposare e fare i primi bagni. Il clima a Chichiriviche é caldo tropicale tutto lanno. La temperatura di giorno si avvicina ai 33 gradi e di notte non scende sotto i 25.

20 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela La mattina seguente potremo fare una gita in barca nel Golfo di Caure, una laguna salmastra circondata da mangrovie, rifugio naturale di centinaia di uccelli migratori tropicali. Nel golfo potremo fare unescursione nella Cueva del Indio una grotta con resti di gruppi indigeni pre – ispanici. Il resto della giornata sarà trascorsa su una spiaggia, fino allimbrunire, su una delle tante isole coralline del Parco. Larcipelago é composto da una serie di isolette circondate dalla barriera corallina, tipo atollo con pesci colorati che arrivano fino al bagnoasciuga. Per correttezza, dobbiamo informare che, nonostante lacqua si cristallina e limpidissima, la maggioranza dei coralli sono morti, con colori spenti, anche se rimangono intatte le strutture di tutte le forme. Il corallo é lanimale piú sensibile tra quelli che popolano il mare e linizio di tracce di inquinamento (dagli inizi anni 90 in questa zona), colpisce per primo queste specie. La sera potremo mangiare pesce fresco in uno dei vari ristoranti del porticciolo.

21 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Giorno 15: Trasferimento Chichiriviche / Caracas La mattina, dopo la colazione, partiremo con il pulmino del signor Aurelio, alla volta dellaeroporto di Caracas (Maiquetia), che raggiungeremo in circa quattro ore. Nel pomeriggio partirà il volo internazionale per lItalia, dove laereo atterrerà la mattina della giornata seguente.

22 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Per informazioni: Cooperativa Caribana Oppure presso le nostre controparti In Italia: Coop. Viaggi e Miraggi (Treviso e Padova) Planet viaggi (Verona) Viaggi Solidali (Torino) In Francia Ecotours (Parigi) In Spagna Setem (Barcellona)

23 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Scheda progetti visitati Durante il viaggio si visiteranno alcuni organismi di sviluppo sociale, cooperative, associazioni, ONG, realtà di artigiani e contadini vicini ai circuiti del commercio equo e solidale, ed amici non operanti professionalmente nel turismo, ma che hanno a cuore le sorti del proprio paese.

24 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Fundación Don Bosco Si tratta di una organizzazione che offre una casa e unopportunità di studio e formazione a bambini e giovani esclusi dalla società, a causa della loro condizione di povertà e abbandono familiare. La Fundación ospita giorno e notte circa 60 bambini residenziali (vitto, alloggio, formazione ed un ambiente familiare) e altrettanti giovani durante la sola giornata per offrire spazi di formazione professionale (informatica, turismo, artigianato, agricoltura etc). Funziona da 22 anni ed é coordinata da unequipe di donne appoggiate da vari volontari.

25 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Catedra de la Paz La Catedra de la Paz (cattedra della pace) é una organizzazione non governativa locale, nata nel 1988 in un quartiere popolare (Los Curos) della città di Mérida. Come organizzazione é socio fondatore della cooperativa di turismo reponsabile Caribana, responsabile di questo viaggio. Si tratta di una organizzazione che vuole promuovere i valori e le potenzialità dellessere umano, in funzione dello sviluppo locale e sostenibile, sotto i precetti della cultura della pace (Educazione alla pace e ai diritti umani) nelle comunità popolari dello stato Mérida. Per rafforzare la partecipazione comunitaria, gestisce e promuove programmi e progetti socioeducativi, di economia, di solidarietà, di difesa dellambiente, rivolti principalmente verso bambini, bambine e donne del quartiere. Dal 2002 collabora con il Cisv in progetti educativi: campi di lavoro e conoscenza, scambi scolastici e scambi di volontari. Per saperne di piú visitate la pagina web:

26 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela La Chamarra A Mucuchíes é sorta, da ormai una alcuni anni, un centro di educazione popolare per lo sviluppo intergrale della famiglia (CEPDIF), tra le altezze andine: siamo a metri sul livello del mare. Tra le varie attività del centro, si é sviluppata la scuola di tessuti La Chamarra che tenta di recuperare la tradizione locale dei tessuti andini venezuelani, recuperando sia le tecniche ormai perse de decenni, sia i telai e gli allevamenti di pecore da lana. Un gruppo di coraggiose donne ha riscattato questa tradizione contro ogni corrente e offrono i loro lavori artigianali unici, per vivere e offrire una fonte di reddito alternativa ai magri e poveri raccolti agricoli della zona.

27 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Gavidia In una vallata laterale a Mucuchies, a metri di altezza, si trova Gavidia un tipico paesino andino nel quale da alcuni anni si stanno sviluppando alcuni micro-progetti di sviluppo sostenibile locale. La zona é agricola e produce fondamentalmente patate, carote e aglio. Le alternative che visiteremo sono due: El Achotico una micro-impresa che offre un pasto caldo e servizio di bar ai pochi viaggiatori che si avventurano sulle incantevoli montagne andine. Una semplice, ma valida alternativa alla povera economia di alta montagna, iniziata con un microcredito e lappoggio del Programma Andes Tropicales (PAT) unorganizzazione locale di sviluppo sociale. La seconda proposta é un allevamento di trote che la comunità stessa ha costruito, finalizzato a migliorare la dieta delle famiglie locali e alla vendita nei mercati andini, per creare unintroito alternativo ai prodotti agricoli.

28 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela PAT (Programma Andes Tropicales) Il Programma Andes Tropicales é una ONG locale, nata a Mérida negli anni 90, che si occupa della protezione degli ecosistemi delle Ande Tropicali attraverso la ricerca e proposte di soluzioni accesibili alle comunitá che vivono nella zona di interesse. Sviluppano alcuni programmi: Agroecologia, Allevamenti, Educazione allo sviluppo sostenibile, Gestione dei rifiuti urbani, Microcreidto verde, Ecoturismo comunitario. Questultimo programma sviluppa attivitá di formazione e di organizazione dei pacchetti turitici nella zona andina. Il nostro Trekking sará affidato alla loro esperiena e alle persone che hanno formato in questi anni: accompagnatori e gestori delle posadas che ci accoglieranno. Per saperne di piú visitate la pagina web:

29 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Tinajas: Tinajas è una Associazione Civile senza fine di lucro fondata nell'anno 1986 con l'obiettivo di dar appoggio agli artigiani soprattutto nell'aspetto educativo, organizzativo ed economico. Tinajas non é una associazione di artigiani ma una organizzazione 'intermedia' che appoggia il settore artigianale e che opera su scala nazionale ed internazionale.

30 CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela Si propone di migliorare le condizioni di vita e di lavoro degli artigiani in particolare: Orientare gli artigiani perché migliorino la qualità della loro produzione; informare gli artigiani circa gli aspetti più importanti del mercato e della commercializzazione; Orientare ed appoggiare gli artigiani nei diversi momenti del processo organizzativo; Commercializzare i prodotti artigianali con Organizzazioni internazionali del commercio equo e solidale. Durante la giornata visiteremo la sede centrale dellorganizzazione a Barquisimeto, per poi visitare alcuni artigiani con i quali collabora. Visiteremo artigiani dellargilla, del legno e di tessuti, presso i loro laboratori e potremo conoscere alcuni dei meccanismi che stanno dietro i prodotti del commercio equo e solidale che arriva in Italia. Per saperne di piú visitate la pagina web:


Scaricare ppt "CARIBANA Cooperativa de turismo responsable – Venezuela."

Presentazioni simili


Annunci Google