La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROVINCIA DI VARESE EVENTO METEOROLOGICO 15 LUGLIO 2009

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROVINCIA DI VARESE EVENTO METEOROLOGICO 15 LUGLIO 2009"— Transcript della presentazione:

1 PROVINCIA DI VARESE EVENTO METEOROLOGICO 15 LUGLIO 2009
Struttura Protezione Civile e Sicurezza PROVINCIA DI VARESE EVENTO METEOROLOGICO 15 LUGLIO 2009 Varese, 28 luglio 2009

2 Scenario meteorologico; Scenari di danno; Gestione emergenza;
Stato di fatto; Cosa sapere; Programmi futuri. 2

3 SCENARIO METEOROLOGICO
il clima afoso (temperatura massima a Varese 30.5°) e umidità attorno al 55% sviluppo di FORTI TEMPORALI arrivo di aria fresca in quota Forma a goccia del cumulonembo con base - sede delle piogge – su Varese e Valceresio a carattere stazionario (maggiore durata evento)

4 SCENARIO METEOROLOGICO
PIOGGE TOTALI (da h 6 a h 9 del giorno 15/07/2009) VARESE CGP (mm) INDUNO OLONA CUASSO AL MONTE Per utile confronto si tenga presente che la pioggia media per tutto il mese di Luglio a Varese ammonta a soli 100,5 mm Immagini Radar Correnti SW : Effetto temporalesco che ha trovato una via preferenziale ampllificandosi lungo la Valceresio intensità elevata (colore viola). Ore 9.00 Ore 7.00

5 EFFETTI SCENARIO METEREOLOGICO
Precipitazioni molto intense in corrispondenza del bacino idrografico a monte (sorgenti) del Fiume Olona breve Tempo di Corrivazione Immediato innalzamento livello idrometrico

6 AREE COLPITE VALCERESIO VARESE

7 Cantine/ box / PT abitazioni/cortili..
SCENARI DI DANNO Allagamenti: Cantine/ box / PT abitazioni/cortili.. Induno Olona: rione Valle Olona, ecc.; Varese: Molini Grassi, Via Peschiera, Via San Vito, ecc.; Valceresio

8 SCENARI DI DANNO Allagamenti: Attività commerciali (Esselunga, negozi, ecc.); Attività produttive (Birrificio Carsberg);

9 SCENARI DI DANNO Allagamenti: Edifici strategici (Palazzo Estense,Dogana, Tribunale di Varese, Aspem) Edifici sensibili (scuole di cui dell’Ente Provincia: ISS “A. Manzoni”; Liceo Classico “E. Cairoli”; IPSSCT “L. Einaudi”, ISIS “Valceresio”; Provveditrorato Varese; Lice Scientifico “G. Ferraris”; ISIS “Daverio”; ITIS “Varese” ); Strutture sportive (PalaWhirpool);

10 Interruzione viabilità:
SCENARI DI DANNO Interruzione viabilità: Strade urbane; Strade extraurbane: Strada Provinciale del Lago (SP1 – Capolago-Schiranna); SP61 (Porto Ceresio) ; Tangenzialina; Statale 233 della Valganna; Statale 344: Arcisate- Varese

11 SCENARI DI DANNO Interruzione rete ferroviaria: FS linea Arcisate-Stabio (tra le stazioni di Arcisate e Induno O.) FNM linea Varese Nord-Casbeno (Galleria Casbeno)

12 SCENARI DI DANNO Interruzione servizi: ENEL (allagamenti cabine Valceresio) TELECOM (H Cuasso al Monte, Capolago, Masnago,)

13 Centro Coordinamento Soccorsi (CCS)
GESTIONE EMERGENZA PREFETTURA di concerto con Provincia di Varese e Sindaco di Varese convocazione Centro Coordinamento Soccorsi (CCS) RICHIESTA alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – DPC: DICHIRAZIONE STATO DI EMERGENZA (art.5/c1 L.225/92) Varese, Induno O., Arcisate, Bisuschio, Porto Ceresio, Ganna

14 Principio di SUSSIDIARIETA’ DICHIARAZIONE STATO DI EMERGENZA
GESTIONE EMERGENZA PROVINCIA DI VARESE Principio di SUSSIDIARIETA’ Richiesta del Presidente della Provincia della DICHIARAZIONE STATO DI EMERGENZA al Presidente del Consiglio dei Ministri; Attivazione settori: Protezione Civile, Sicurezza e Viabilità per quanto di competenza;

15 SUPERAMENTO EMERGENZA
Struttura Protezione Civile Attivazione: Funzionario Reperibile H24 e 5 unità del Settore Protezione Civile della Provincia; Organizzazioni di Volontariato. Attività di coordinamento del volontariato negli interventi di logistica e soccorso (art.3 , comma1 L.R. 16/2004)

16 SUPERAMENTO EMERGENZA
Protezione Civile ATTIVAZIONE: Dalle ore 8.00 della giornata del 15 luglio: DOVE: Comune di VARESE, INDUNO OLONA e ARCISATE; ORGANIZZAZIONI di Volontariato attivate: Nucleo Mobile Pronto Intervento di Varese, G.C. Viggiù e Clivio, Nucleo Pronto Intervento di Busto Arsizio, G.C. Vedano O., G.C. Induno O., G.C. Casciago, G.C. Varese, ANA di Varese; TOTALE volontari : 60 volontari Attrezzature: 15 motopompe CHIUSURA INTERVENTI: del 16 Luglio

17 SUPERAMENTO EMERGENZA
Polizia Provinciale ATTIVAZIONE giornata del 15 luglio: Pattuglia di turno 7-13 DOVE: prestato soccorso a diversi automobilisti in panne a seguito dell'allagamento delle strade all'interno del centro abitato di Varese. ATTIVAZIONE giornata del 16 luglio: Pattuglia di turno 13-19 DOVE: Strada Provinciale n.61 località Porto Ceresio per le problematiche relative all'Ordinanza inerente il divieto di transito dei mezzi superiori a 5,5 ton. a seguito della riduzione ad una corsia di marcia della suddetta strada.

18 SUPERAMENTO EMERGENZA
Viabilità ATTIVAZIONE giornata del 15 luglio: 5 tecnici del Settore e 5 cantonieri stradali, oltre a 4 imprese appaltatrici della manutenzione stradale ATTIVAZIONE notte tra il 15 luglio – 16 luglio 1 tecnici del Settore e 2 cantonieri stradali, oltre a 4 imprese appaltatrici della manutenzione stradale DOVE: Interventi alla rete viaria provinciale. In particolare sulla S.P. 61 in località Porto Ceresio per cedimenti del ponte sul torrente Bolletta ATTIVAZIONE giornata del 16 luglio: 4 tecnici del Settore e 9 cantonieri stradali con funzioni di pronto intervento, ricognizione dei danni, monitoraggio delle situazioni a rischio, rimozione detriti e pulizia di buona parte della rete viaria provinciale, oltre a 4 imprese appaltatrici della manutenzione stradale Sulla rete stradale provinciale interessata dagli eventi calamitosi

19 LO STATO DI FATTO Richiesta Dichiarazione Stato di Emergenza: Varese,
Induno O. Bisuschio, Porto Ceresio Ganna; danni = 30,5 milioni di € (di cui 15,2 milioni a beni pubblici: strade, fognature e stabili comunali e 15,3 milioni a privati: un terzo alle case e i restanti ad attività agricole, produttive e commerciali); Interventi urgenti di ripristino/consolidamento: ricostruzione ponte su Rio Bolletta (SP61); argini; carreggiate stradali; muri di sostegno; rete fognaria; pulizia/raccolta rifiuti (urbani e ramaglie)

20 E POI.……VENERDI’ 17 LUGLIO
Protezione Civile: dalle 6.30 alle 18.00, 2 Funzionari provinciali e Organizzazioni di Volontariato PC (totale: 20 vol con attrezzature) attività di coordinamento interventi nel Comune di Lavena Ponte Tresa; Polizia Provinciale: pattuglia dalle 7.00 alle 13 interventi SP 69 località Laveno M.; SP61 località Cremenaga – Porto Ceresio; Viabilità: 4 tecnici e 9 cantonieri per tutta la giornata con funzioni di pronto intervento, monitoraggio situazioni di rischio, rimozione detriti, pulizia rete viaria provinciale;

21 E POI.……VENERDI’ 17 LUGLIO
LA PREFETTURA comunica alla Presidenza del Consiglio dei Ministri: Estensione dello scenario di danno a seguito di condizioni atmosferiche particolarmente avverse che hanno interessato la zona Nord-Ovest della provincia, in particolare ai Comuni di: Lavena Ponte Tresa; Luino; Castelveccana; Laveno; Leggiuno; Mesenzana.

22 Direttiva Regionale Post-Emergenza
Cosa sapere Direttiva Regionale Post-Emergenza D.g.r. n.8/8755 del (http://www.protezionecivile.regione.lombardia.it > prevenzione integrata rischi> post emergenza) Modalità segnalazione danni ed assegnazione contributi Sistema regionale on-line Ra.S.Da.(Raccolta Schede Danni) (i privati si rivolgono ai Comuni che compilano le schede ed esercitano i controlli)

23 Organizzazione del sistema provinciale di Protezione Civile
Cosa sapere Organizzazione del sistema provinciale di Protezione Civile SERVIZIO REPERIBILITÀ H24 ad uso esclusivo sale operative, Sindaci e Coordinatori delle Organizzazioni di Volontariato di PC DISASTER MANAGER NAZIONALI 5 PRESENTI NEL SETTORE PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA (Corinne Francese; Antonello Mazza; Luigi Pietrobelli; Eleonora Pozzoni; Laura Zorzit.

24 Programmi futuri Piano di emergenza provinciale: analisi concertata Provincia Prefettura delle procedure d’intervento da parte di un gruppo tecnico di lavoro; Nuovi Piani di Emergenza dei Comuni: procedura di verifica dei nuovi Piani di Emergenza dei Comuni da parte della Provincia e trasmissione in Regione (Il sistema della zonizzazione potrà fornire indicazioni utili ai Comuni per una coerente pianificazione ); Riattivazione della Sala Operativa Provinciale e dell’accordo appositamente redatto per l’utilizzo della stessa da parte di questi due Enti (sono finiti i lavori di ristrutturazione degli ambienti della Sala Operativa e degli uffici ad essa collegati); Attuazione della Delibera Consiglio Provinciale sulle Zone in materia di Protezione Civile: condivisione dei principi informatori della struttura organizzativa sul territorio con incontri mirati nei comuni interessati; Attuazione della deliberazione della Giunta Provinciale riguardante il Bando di finanziamento dei progetti presentati dalla Organizzazioni di Protezione Civile del territorio provinciale; Collaborazione con altri soggetti interessati per la formazione del volontariato: in itinere accordo specifico con i Vigili del Fuoco ; Realizzazione del Nuovo sito Web della Protezione Civile Provinciale con le notizie in tempo reale.


Scaricare ppt "PROVINCIA DI VARESE EVENTO METEOROLOGICO 15 LUGLIO 2009"

Presentazioni simili


Annunci Google