La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

{. SCUOLA A PORTE APERTE AVEZZANO 8 NOVEMBRE 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "{. SCUOLA A PORTE APERTE AVEZZANO 8 NOVEMBRE 2013."— Transcript della presentazione:

1 {

2 SCUOLA A PORTE APERTE AVEZZANO 8 NOVEMBRE 2013

3

4 Il LES è un nuovo liceo della scuola italiana nato per portare il mondo di oggi nelle aule di scuola e per dotare gli allievi dei linguaggi necessari per leggerlo, senza perdere lo spessore dei saperi e il loro approfondimento storico-critico, come è tipico dei licei.

5 Il LES proietta verso il futuro gli studenti che escono dalle scuole secondarie di I grado. Il liceo economico-sociale prepara ad affrontare i problemi attuali e le sfide del futuro attraverso il concorso di più materie che parlano tra di loro in modo interdisciplinare.

6 Nel liceo economico-sociale, le discipline economiche e giuridiche, linguistiche, sociali, matematiche, scientifiche ed umanistiche, sono tutte importanti nessuna di esse è staccata dalle altre; tutte sono essenziali ed interagiscono per fornire una preparazione liceale, per dare agli studenti competenze spendibili nella loro vita futura, alluniversità e nel lavoro. E lunico liceo (oltre al liceo linguistico) dove si studiano due lingue straniere e le discipline giuridico-economiche fino al quinto anno.

7 Il LES riempie un vuoto di cultura giuridico- economica diffuso sia nella scuola che nella società, in genere colmato più tardi e per pochi nel ristretto ambito universitario. E la formazione essenziale per i futuri dirigenti in tanti ambiti professionali. E un indirizzo liceale che integra e valorizza tutte le aree: umanistica e scientifica, giuridico-economica, sociale, matematico-statistica, linguistica.

8 Gli studenti del liceo economico sociale potranno scegliere studi universitari in ambiti molto diversi, oppure inserirsi nel mercato del lavoro potendo vantare una preparazione sostenuta da competenze multiple tutte spendibili in numerose situazioni professionali.

9 Il Liceo è caratterizzato dallo studio di: discipline economiche e giuridiche, linguistiche e sociali, scientifiche ed umanistiche psicologia, sociologia, pedagogia, antropologia due lingue straniere Il Liceo Economico Sociale Benedetto Croce di Avezzano è scuola Polo per Abruzzo e Molise

10 Il quadro orario

11 dicono di noi…………….. Gianni Pittella vicepresidente vicario del Parlamento europeo: le istituzioni hanno il dovere civico di formare cittadini in grado di decifrare e affrontare con strumenti adeguati le nuove questioni sollevate dai veloci mutamenti del quadro economico e sociale mondiale ed europeo. La scuola è ancora una volta nella prima linea del nostro futuro. Rafforziamola

12 prof. Enrico Castrovilli, presidente della Associazione Europea per lEducazione Economica AEEE-Italia primo tentativo nel nostro paese di costituire un liceo fondato sulleconomia, il diritto e le altre moderne scienze sociali… lopzione è poco visibile e le famiglie stentano a capire cosa si studi in questo liceo... i principi educativi delleconomia e delle altre scienze sociali sono di ampio respiro, come quelli di ragionare con gli allievi sui problemi… Occorre riabituare i ragazzi a leggere il passato come determinante di un presente che va progettato pensando agli esiti futuri di ciò che viene scelto di fare oggi

13 Filippo Cavazzuti, presidente del Consorzio Pattichiari, Professore di Economia e regolazione dei mercati finanziari all'Università di Bologna accrescere e migliorare il livello di cultura economica dei cittadini è una priorità per tutti i paesi più o meno sviluppati, per rispondere alle esigenze sociali emerse con forza a seguito della recente crisi dialogare non soltanto con le discipline matematiche, statistiche e del calcolo delle probabilità, ma anche con le altre discipline appartenenti alle scienze umane, come la storia, la psicologia, la filosofia e leconomia cognitiva. Il valore del Liceo economico- sociale consiste, quindi, nel (ri)presentare le scienze economiche, non più come materie esclusivamente tecniche, quantitative e noiose, ma come appartenente alle scienze umane, ovvero come competenze storiche, filosofiche, sociali, giuridiche che, insieme alle scienze statistiche, matematiche e ai calcoli probabilistici, contraddistinguono i buoni economisti

14 Prof.ssa Doris Valente, membro del Council of Association of European Economic Education, Il liceo economico e sociale ha il suo baricentro nella cosiddetta terza cultura - quella delle scienze economiche e sociali. Lo studente acquisisce conoscenze e competenze per comprendere e analizzare il mondo visto come opera degli uomini con gli strumenti teorici e metodologici propri di alcune scienze sociali (economia, sociologia, scienze politiche, statistica). Lo studente acquisisce contemporaneamente conoscenze e competenze nei campi matematico-scientifico, filosofico e linguistico-letterario. Pari dignità formativa alle tre culture (quella scientifica, quella letteraria e quella delle scienze sociali).

15 Il Sole 24 ORE -18 gennaio Alle superiori c'è l'opzione liceo economico sociale Negli altri paesi europei il liceo economico rappresenta da anni un pilastro dei sistemi scolastici e, indirettamente, dello sviluppo sociale ed economico. va incontro agli interessi dei giovani offrendo la possibilità di uno sguardo su materie attualissime come l'economia e il diritto intrecciate con lo studio della matematica e della statistica. «E intercettare le attitudini, i talenti dei giovani è fondamentale anche per combattere il fenomeno della dispersione scolastica». il LES ha introdotto finalmente una nuova possibilità di scelta per studenti e famiglie. Il nuovo liceo economico-sociale rappresenta una nuova possibilità. Materie di studio, tutte interessanti per uno studente di oggi e significative perché chiamate a collaborare tra loro. Per capire la complessità del presente, a partire da unapprofondita conoscenza delle radici storiche dei fenomeni, e per proiettarsi con altrettanto interesse e consapevolezza verso il futuro

16 Carmela Palumbo, Direttore generale ordinamenti e autonomia scolastica del Ministero dell'Istruzione Liceo, il futuro è sociale ed economico Si può essere cittadini del mondo, oggi, senza possedere competenze economiche e finanziarie? Non si tratta solo di capire cosè lo spread o il Pil o il debito pubblico. In gioco cè la possibilità per i giovani, i cittadini di domani, di orientarsi nella società globalizzata e contribuire attivamente ad affermare valori come la partecipazione, il benessere collettivo, la democrazia sostanziale. Finalmente quindi un liceo dove si studiano le discipline giuridico-economiche (insieme alle scienze sociali e ad altre materie tipicamente liceali) per accrescere le capacità di comprensione del mondo contemporaneo

17 Roncaglia: l'economia non è solo una materia tecnica per specialisti L'economia non è solo una materia tecnica, da insegnare nell'ambito della formazione aziendale. E' anche e soprattutto una materia d'insegnamento formativa, di fondamentale importanza. La formazione economica è utilizzabile in via diretta in molti campi di lavoro in rapido sviluppo nelle società moderne, sia nelle imprese sia nel settore pubblico.

18 Educazione economica: lopinione di Dario Di Vico Penso che sia necessario adeguare l'insegnamento nei licei allo spirito del tempo. Non è possibile che nella vita reale i ragazzi maneggino concetti come la globalizzazione, la moneta, il pil fino al famosissimo spread e poi tutto ciò non si rispecchi nei programmi scolastici. Il non adeguamento suona come una delegittimazione dell'intero corso di studi che ai ragazzi più attenti apparirà come separato dalle dinamiche reali

19 Leconomia a scuola: lopinione Gros-Pietro, ordinario di Economia dell'Impresa alla Luiss di Roma già presidente dell'Iri e dell'Eni, editorialista del Sole 24 Ore e del Messaggero Il mondo nel quale sono immersi i liceali è profondamente influenzato dalle problematiche economiche e sociali. La formazione di base è negli anni del Liceo

20 Innocenzo Cipolletta, già Presidente di Ferrovie dello Stato e Direttore Generale di Confindustria, docente universitario, Presidente dellUniversità di Trento, ha affermato: Leconomia è ormai parte della vita di tutti i giorni, ma non ha ancora una reale presenza nei licei. Eppure anche i giovani sono chiamati a riflettere sui concetti economici. Linsegnamento delleconomia non dovrebbe più essere solo un insegnamento specialistico, ma dovrebbe essere materia di riflessione e di studio per tutti. L'educazione degli studenti allo spirito imprenditoriale non può essere relegato agli studi universitari, il diritto e l'economia devono fare parte del bagaglio culturale di tutti


Scaricare ppt "{. SCUOLA A PORTE APERTE AVEZZANO 8 NOVEMBRE 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google