La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ignazio Buttitta. Stasira li cimi di larbuli chi mòvinu la testa e li vrazza parranu damuri a la terra e io li sentu Sunnu li paroli di sempri chi vui.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ignazio Buttitta. Stasira li cimi di larbuli chi mòvinu la testa e li vrazza parranu damuri a la terra e io li sentu Sunnu li paroli di sempri chi vui."— Transcript della presentazione:

1 Ignazio Buttitta

2 Stasira li cimi di larbuli chi mòvinu la testa e li vrazza parranu damuri a la terra e io li sentu Sunnu li paroli di sempri chi vui scurdastivu, cumpagni di viaggiu nudi e pilusi, In transitu dintra gaggi di ferru. Unnè chi ghiti a càdiri Si nuddu vaccumpagna e la scienza è in guerra contru lomu? Stasera le cime degli alberi che muovono la testa e le braccia parlano damore alla terra e io le sento. Sono parole di sempre che voi avete dimenticato, Compagni di viaggio nudi e pelosi, In transito dentro gabbie di ferro. Dove andrete a cadere se nessuno vi accompagna e la scienza è in guerra contro luomo?

3 Cu vi jetta li riti mentri u marusu munta; Siddu i nostrumi da puisia un tempu piscatura di baleni, Ora piscanu a lenza Nni lacqua marcia di paludi? Chi vi getta le reti Mentre il maroso monta; Se i nostromi della poesia un tempo pescatori di balene ora pescano a lenza Nellacqua marcia delle paludi?

4 Cumpagni di viaggiu, Si pirdistivu u cori pa strata; turnati nnarreri a circarllu Si non siti già orbi. Compagni di viaggio, se avete smarrito il cuore per strada; Tornate indietro a cercarlo Se non siete già orbi

5 Si u suttirrastuvu chi morti nte campidi battaglia; jiti a svrudicallu Si non feti nto sangu. Se lo sotterraste con i morti nei campi di battaglia; Andate a disseppellirlo Se non puzza nel sangue.

6 Si ristò a bruciari nte càmeri a gas; Curriti a cogghiri a cìnniri e mittitila a cuvari nto pettu. Se restò a bruciare dentro le camere a gas correte a raccogliere la cenere e mettetela a covare nel petto.

7 Lu me straziu è pi vui stasira, E li paroli damuri, Càdinu nterra Comu stiddi astutati. Il mio strazio è per voi stasera, e le parole damore cadono in terra come stelle spente.

8 Non vurria chi mai turnassi una sira la stissa. Non vorrei che mai tornasse una sera la stessa.

9 Réalisé par Emanuela Liga et Giusy Scianna

10 Istituto Tecnico Commerciale Don Luigi Sturzo Bagheria Partenariato Scolastico Multilaterale COMENIUS Ponts damitié-Ponts damour Ponts damitié-Ponts damour dans larc en ciel culturel de lEurope dans larc en ciel culturel de lEurope Anno Scolastico


Scaricare ppt "Ignazio Buttitta. Stasira li cimi di larbuli chi mòvinu la testa e li vrazza parranu damuri a la terra e io li sentu Sunnu li paroli di sempri chi vui."

Presentazioni simili


Annunci Google