La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direzione gestionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2012-13 Nome e titolo del relatore Data | Titolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direzione gestionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2012-13 Nome e titolo del relatore Data | Titolo."— Transcript della presentazione:

1 Direzione gestionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri Nome e titolo del relatore Data | Titolo dell'evento La salute e la sicurezza sul lavoro riguardano tutti. Un bene per te. Un bene per lazienda.

2 2 Entità del problema Perché la salute e la sicurezza sono importanti? È un bene per lazienda, per i lavoratori e per la società nel suo complesso. Ogni anno oltre persone perdono la vita a causa di incidenti sul lavoro persone muoiono in seguito a malattie professionali (stime dell'OIL). I costi per leconomia dellUE sono di almeno 490 miliardi di euro.

3 3 Entità del problema La maggior parte degli infortuni e dei problemi di salute collegati al lavoro possono essere evitati Tra il 1999 e il 2007 l'EU-15 ha migliorato la sicurezza sul lavoro (gli infortuni mortali sono scesi da a e gli infortuni non mortali sono diminuiti di oltre ). Per il la strategia comunitaria mira a un'ulteriore riduzione del 25%. Questa campagna intende basarsi su questo successo. TUTTAVIA dobbiamo proseguire le iniziative di prevenzione, perché i successi ottenuti con fatica possono risultare vani se smettiamo di impegnarci

4 4 I vantaggi di una buona politica di salute e sicurezza Riduzione di costi e rischi : meno congedi per malattia e turnover del personale, meno infortuni, riduzione dei costi dell'assicurazione; aumento della produttività; calo delle azioni legali; migliore reputazione tra clienti, fornitori e investitori.

5 5 Prevenire è meglio che curare La prevenzione è la base dellapproccio europeo alla gestione dei rischi Riduzione dei rischi Valutazione dei rischi Eliminazione dei rischi alla fonte Impartire adeguate istruzioni ai lavoratori. Adattare la concezione dei posti di lavoro e le attrezzature ai lavoratori. Tener conto del grado di evoluzione della tecnica. Programmare una politica di prevenzione generale coerente. Dare la priorità alle misure di protezione collettiva rispetto alle misure di protezione individuale.

6 6 Il ruolo della dirigenza Gestione di base per migliorare la salute e la sicurezza Una leadership forte ed efficace Coinvolgimento attivo dei lavoratori Valutazioni e analisi in corso La leadership va di pari passo con la partecipazione. Una buona leadership è essenziale per la partecipazione. Il management è tenuto a creare le premesse per il partenariato e la partecipazione.

7 7 Primo principio di gestione: leadership, salute e sicurezza (1) Una leadership forte ed efficace nell'ambito della salute e della sicurezza è di importanza fondamentale. Ciò significa che la dirigenza: si impegna nell'ambito della SSL quale valore fondamentale dell'organizzazione; ha un'immagine precisa del profilo di rischio dell'organizzazione; funge da esempio e dimostra integrità; definisce chiaramente e monitora ruoli e responsabilità; dà priorità alla SSL nella strategia di sostenibilità della società e nella catena di fornitura.

8 8 Leadership, salute e sicurezza (2) Esempi pratici di leadership nel campo della SSL: recarsi presso le sedi di lavoro per consultare il personale sui problemi di sicurezza e salute (i lavoratori possono non solo identificare i problemi, ma anche offrire delle soluzioni); assumere le proprie responsabilità personali e dimostrare interesse; dare l'esempio; mettere a disposizione tempo e denaro nei limiti delle possibilità.

9 9 Esempio di buone prassi (1) Belgio: raffineria di petrolio La raffineria Total di Anversa ha avviato una collaborazione con la SPIE Belgium. Ciò ha provocato un conflitto di culture aziendali e della sicurezza che doveva essere risolto. Le società hanno appianato le loro divergenze organizzative e in seguito si sono concentrate sul comportamento degli operai. Le culture aziendali sono state allineate grazie a consultazioni intense e per lo più informali.

10 10 Esempio di buone prassi (2) Grazie a questi miglioramenti, il numero di infortuni è stato nullo, una volta che Total e SPIE hanno trovato un accordo sulle migliori prassi. Fattori di successo: partecipazione e competenze del management ; comunicazione aperta; coinvolgimento attivo dei dipendenti.

11 11 Secondo principio di gestione: coinvolgimento attivo dei lavoratori (1) Il datore di lavoro è responsabile della gestione dei rischi professionali, ma la normativa UE stabilisce che i datori di lavoro devono consultare i lavoratori in materia di salute e sicurezza. Alcuni datori di lavoro non rispettano l'obbligo di creare un vero processo di comunicazione bilaterale in cui i lavoratori prendono parte al processo decisionale in materia di SSL.

12 12 Coinvolgimento attivo dei lavoratori (2) Permette di creare una cultura in cui le relazioni tra i datori di lavoro e i lavoratori si basano sulla collaborazione, la fiducia e la soluzione dei problemi comuni. TUTTAVIA La partecipazione diretta dei lavoratori non deve essere considerata un'alternativa a un sistema di rappresentanza dei lavoratori. Entrambi possono essere impiegati efficacemente, in linea con i quadri nazionali e le caratteristiche specifiche del luogo di lavoro.

13 13 Coinvolgimento attivo dei lavoratori (3) Il contributo dei dipendenti è particolarmente importante: analisi dei rischi; sviluppo di politiche e interventi; raccolta di osservazioni pertinenti durante la formazione e l'attuazione.

14 14 Coinvolgimento attivo dei lavoratori (4) I vantaggi del coinvolgimento attivo dei lavoratori comprendono: la riduzione dei tassi di infortunio; soluzioni efficaci in termini di costi; dipendenti più soddisfatti e produttivi; maggiore consapevolezza e controllo dei rischi sul luogo di lavoro.

15 15 Terzo principio di gestione: valutazioni e analisi in corso (1) Il monitoraggio e la segnalazione sono strumenti determinanti per migliorare la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro. Possono fornire al consiglio di amministrazione della società relazioni di routine specifiche (per esempio incentrate sugli infortuni) relative ai risultati in materia di SSL. Possono essere utili per delineare problematiche e migliorare la salute e la sicurezza.

16 16 Terzo principio di gestione: valutazioni e analisi in corso (2) Un buon sistema di valutazione e analisi deve comprendere: procedure per segnalare il più rapidamente possibile gli errori più importanti in materia di SSL al management aziendale ; sistemi per acquisire e segnalare dati come i tassi di infortunio e malattie; accordi per integrare le opinioni e le esperienze dei lavoratori; contribuiamo a creare ambienti di lavoro più sani e sicuri per il bene di tutti, ma non possiamo farlo da soli.

17 Punti di forza principali: focal point nazionali e reti tripartite ma anche... l'impegno di altri partner/parti interessate Partner ufficiali della campagna (organizzazioni internazionali e paneuropee) comprese parti sociali, ONG, reti e federazioni di settore, aziende private. Istituzioni europee compresi la Commissione europea, il Parlamento europeo e le rappresentanze dell'UE le agenzie UE, l'Enterprise Europe Network. 17 Campagna attraverso la rete

18 La campagna è aperta tutte le organizzazioni e a tutti i cittadini. Potete partecipare: diffondendo e pubblicizzando informazioni e materiale della campagna; partecipando a uno dei molti eventi, conferenze, concorsi, campagne pubblicitarie, che si svolgono durante la campagna; organizzando attività di vostra iniziativa. 18 Come partecipare

19 Le organizzazione paneuropee possono anche chiedere di diventare partner della campagna. Lagenzia offre: certificato di partenariato; pacchetto di benvenuto; promozione a livello europeo e nei media; piattaforma di comunicazione online; sezione web dei partner. 19 Offerta di partenariato della campagna

20 Riconoscere i contributi eccellenti e innovativi. Incoraggiare i dirigenti e i lavoratori a collaborare. Migliorare la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro. Stati membri dell'UE, SEE, Balcani occidentali e Turchia Due categorie: aziende con meno di 100 dipendenti; Aziende con 100 o più dipendenti. I vincitori sono selezionati tra le candidature presentate dai punti focali nazionali. 20 Premio europeo per le buone prassi

21 Guida della campagna Guide pratiche per lavoratori e dirigenti Esempi di buone prassi Informazioni sugli eventi della campagna Presentazioni e videoclip animati Tutti disponibili in 24 lingue 21 Risorse

22 Lancio della campagna 18 aprile 2012 Settimane europee per la sicurezza e la salute sul lavoro ottobre 2012 e 2013 Cerimonia di assegnazione del Premio europeo per le buone prassiaprile 2013 Vertice della campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri novembre Date importanti

23 Visitate il sito Internet della campagna Per maggiori informazioni sugli eventi e le attività nel vostro paese, contattate il vostro punto focale nazionale 23 Maggiori informazioni


Scaricare ppt "Direzione gestionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2012-13 Nome e titolo del relatore Data | Titolo."

Presentazioni simili


Annunci Google