La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I.T.C. e per Geometri Enrico Mattei Docente: Loi Annalisa a.sc. 2008-09 dd.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I.T.C. e per Geometri Enrico Mattei Docente: Loi Annalisa a.sc. 2008-09 dd."— Transcript della presentazione:

1 I.T.C. e per Geometri Enrico Mattei Docente: Loi Annalisa a.sc dd

2 Le forze Una forza non è una caratteristica dei corpi ma uninterazione fra i corpi

3 Basta pensare ai più comuni fenomeni naturali Il mare in tempesta Il vento

4 Noi non vediamo le forze…..

5 …..ma vediamo i loro effetti

6 La forza del vento è i grado di far girare sia le pale di un mulino a vento che quelle di un generatore eolico

7 forza dellacqua è in grado di far girare sia la ruota di un mulino ad acqua che la turbina di una centrale maremotrice

8 Annapolis Royal Nova Scotia Canada

9 Ma che cosa si intende con il termine forza? Si definisce forza la causa che è in grado sia di originare che di far variare lo stato di quiete o di moto dei corpi. Le forze sono grandezze vettoriali, pertanto caratterizzate da modulo, direzione e verso

10 Una forza è la causa di: DEFORMAZIONE Se il corpo non è libero di muoversi, cioè possiede dei vincoli EFFETTO STATICO MOVIMENTO se il corpo è libero di muoversi. (eventualmente anche di deformarsi) EFFETTO DINAMICO

11 Effetto statico

12 Effetto dinamico Aereo in fase di decollo

13 Modalità dazione delle forze Azione per contatto Si manifesta attraverso il contatto fisico tra i corpi

14 Modalità dazione delle forze Forza magnetica Azione a distanza Si manifesta senza che vi sia un contatto tra i corpi Forza elettrica forza gravitazionale

15 Le forze sono grandezze vettoriali, pertanto caratterizzate da modulo, direzione e verso Altre grandezze fisiche vettoriali sono: velocità accelerazione Per definire una forza non è sufficiente un numero (modulo) ma occorre anche specificare altri parametri:

16

17 Grandezze fisiche scalari Sono caratterizzate cioè solamente dal modulo accompagnato dallunità di misura, sono: Massa Temperatura Volume Pressione Lunghezza Ecc. Area

18 Nel sistema SI l'unità di misura della forza è il Newton (N); la forza di 1N è la forza che applicata ad una massa di 1 Kg, le conferisce l'accelerazione di 1 m/s 2

19

20

21

22 Una forza particolare…. ….la forza peso Unapplicazione della 2 ^ legge della dinamica

23 Il peso è la forza di gravità con cui un pianeta attrae un corpo Ad esempio come un paracadutista in caduta libera viene attratto dal Pianeta Terra

24 Quanto pesa un uomo di massa 70 Kg sul Pianeta Terra? P m g 70Kg 9,8m/s N 70 Kgp

25 ….e su Marte? P m g 70Kg 3,72m/s 2 260,04 N 26,57 Kgp

26 ….e sulla Luna? P m g 70Kg 1,67m/s 2 116,9 N 11,93 Kgp

27 ….e su Saturno? P m g 70Kg 9,05 m/s 2 633,5 N 64,64 Kgp

28 ….e su Giove? P m g 70Kg 22,88 m/s ,6 N 163,43 Kgp

29 ….e in assenza di gravità? P m g 70Kg 0 m/s 2 0 N 0 Kgp

30 La massa è al contrario del peso una proprietà intrinseca e immutabile di un corpo La massa è linsieme di tutte le particelle che compongono un corpo, ma è anche il risultato del seguente rapporto: m = P/g PROPRIETA DELLA MASSA Invarianza Additività

31 MASSA E PESO SONO DUE GRANDEZZE FISICHE DIVERSE CON LE RISPETTIVE UNITA DI MISURA MASSA CHILOGRAMMO Kg PESO NEWTON N ……...e diversi strumenti di misura

32 Bilancia a bracci uguali dinamometro Il peso del corpo allunga molla tarata in unità di massa o peso, muovendo un indice su scala graduata

33 PESO MASSA SONO DUE CONCETTI COMPLETAMENTE DIVERSI

34 IL DINAMOMETRO Misurazione di una forza sfruttando leffetto statico

35 Esiste una legge fisica che collega gli allungamenti di una molla con il valore dei pesi che producono i rispettivi allungamenti E la legge di: HOOKE

36 Rappresentazione grafica della legge di HOOKE F = K l (proporzionalità diretta tra lallungamento della molla e il peso attaccato alla molla)

37 Tutte le grandezze vettoriali, comprese le forze possono essere rappresentate sul piano da segmenti orientati detti VETTORI

38 ………..esempi di rappresentazioni di forze utilizzando i vettori

39 VETTORE 1 Direzione 2 Verso 3 Punto di applicazione 4 Modulo

40 Composizione delle forze

41 Sistema di forze in equilibrio F 1 F 2 Se un corpo soggetto ad un sistema di forze uguali per modulo e direzione ma opposte per verso si dice che il sistema di forze si dice che è in equilibrio. Se il corpo inizialmente era fermo, non cambia il suo stato di quiete.

42 Forze coincidenti discordi Si definiscono forze coincidenti discordi, due o più forze che agiscono lungo una stessa direzione e sono orientate in verso contrario; la risultante è una forza che ha la stessa direzione delle componenti, il verso delle forze maggiori ed intensità pari alla somma algebrica delle componenti La forza F R è la risultante delle forze F 1 e F 2 F R = F 2 - F 1

43 Forze concorrenti ad angolo Si definiscono concorrenti, le forze che hanno lo stesso punto di applicazione e direzioni diverse; la risultante è la diagonale del parallelogramma che ha per lati le forze componenti.....come si risolve?

44 Si applica la regola del parallelogramma

45 Calcolo delle componenti di una forza Esercizio n. 12 pag. A76 Considera un sistema di assi cartesiani x,. Una forza di intensità 40 N è applicata nel punto A (4;6) e forma un angolo di 30 con lasse. Calcola le componenti

46 Iniziamo a disegnare gli assi cartesiani e a riportare la scala numerica

47 Tracciamo le coordinate del punto A (4;6)

48 Tracciamo il vettore che parte da A e descrive un angolo di 30 con lasse y

49 Proiettiamo le due forze componenti la forza iniziale sulle due rette parallele agli assi cartesiani e ci ricaviamo il loro valore

50 Energia potenziale nel campo di una sfera carica positivamente


Scaricare ppt "I.T.C. e per Geometri Enrico Mattei Docente: Loi Annalisa a.sc. 2008-09 dd."

Presentazioni simili


Annunci Google