La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gruppo di lavoro Povertà ed emergenze sociali OPERARE PER LINCLUSIONE Estratto da uno studio a cura di Marco Clio Veronesi, Fiorenza Deriu e Diego Rubbi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gruppo di lavoro Povertà ed emergenze sociali OPERARE PER LINCLUSIONE Estratto da uno studio a cura di Marco Clio Veronesi, Fiorenza Deriu e Diego Rubbi."— Transcript della presentazione:

1 Gruppo di lavoro Povertà ed emergenze sociali OPERARE PER LINCLUSIONE Estratto da uno studio a cura di Marco Clio Veronesi, Fiorenza Deriu e Diego Rubbi Sintesi, integrazioni ed elaborazione slide a cura di P. Giovanni La Manna, Donatella Parisi, Alessandro Radicchi 1 COMMISSIONE DI PIANO

2 Concetti di povertà POVERTA ASSOLUTA La stima dellincidenza della povertà assoluta viene calcolata sulla base di una soglia di povertà che corrisponde alla spesa mensile minima necessaria per acquisire un determinato paniere di beni e servizi. Nel 2008, in Italia, mila famiglie (il 4,6% delle famiglie residenti) risultano in condizione di povertà assoluta per un totale di 2 milioni e 893 mila individui, il 4,9% dellintera popolazione. (Es. 1 single a Roma 710 ; 2 adulti e 1 bambino al nord 1260 ed al sud 971 ) POVERTA RELATIVA La soglia di povertà per una famiglia di due componenti è rappresentata dalla spesa media mensile per persona nel paese di riferimento, che nel 2008 in Italia è risultata pari a 999,67 euro (Es. per un single è 600 euro ) 2 POVERTA

3 LA SITUAZIONE INTERNAZIONALE 3 POVERTA

4 DATI SU FAMIGLIE E PERSONE POVERE in Italia fonte: rapporto ISTAT - La povertà in Italia nel POVERTA

5 Perché poveri Multifattorialità: possibilità di degenerazione delle situazioni in problematicità non più gestibili in caso di coesistenza di più elementi vulneranti; Solitudine: Povertà, disagio ed emergenze sociali sono collegati ad una sostanziale solitudine determinata dalla rottura o devianza/patologia delle reti relazionali personali; Cultura e Informazione: stretta connessione con mancanza di informazione, scarsi strumenti culturali, difficoltà a progettare o riprogettare la propria dimensione esistenziale sia in tempi brevi che medio lunghi. Circolarità - causa effetto: povertà (economica, relazionale, culturale, informativa e progettuale), violenza e solitudine (difficoltà a creare e tenere legami, malattie, depressione, dipendenza) costanti intrecciate in un processo circolare di causa ed effetto del processo: benessere – rischio – vulnerabilità - esclusione 5 POVERTA

6 Famiglie povere (/ = 15% ) famiglie povere o a rischio, di cui prevalentemente con 1 solo genitore o 1 sola persona per le più anziana Roma Lazio Incidenza nel Lazio : 8% in aumento dal 2007 ( Su ab. = persone ) famiglie border line (10-50 sopra soglia) Working poor ==> INDEBITAMENTO Media indebitamento annuo per famiglia: Italia : euro Provincia di Roma : euro PROTESTI Lombardia (422M), Lazio (399M), Campania (334M) = 52% degli scoperti italiani Provincia di ROMA: 320 Milioni di 6 POVERTA

7 Il problema della casa In Italia nel 2008 ci sono stati sfratti con un incremento del 171% rispetto al 2007 di questi 2209 con la forza pubblica Nel Lazio laumento è stato del 31.3% con un 66% per morosità A Roma è avvenuto l89,9% degli sfratti del Lazio (7574) di questi 4879 per morosità le famiglie in attesa di alloggi in ERP (Edilizia Res. Pubblica) famiglie in estrema indigenza Riflessione La media dei canoni di affitto di un appartamento è nettamente sopra la soglia della povertà anche per una famiglia di 2 persone. 7 POVERTA

8 La violenza a Roma Differenza Donna 1992 – donne tra 16 e 80 anni ascoltate, di cui nel 2008 Centro Antiviolenza del Comune di Roma donne accolte Dati 2009 Tra il 62% ed il 63% con figli 52% violenze dai mariti (o ex) 19% violenze dai conviventi (o ex) Prostituzione minorile Nel 2008 sono state contate sul territorio romano più di 1500 bambine sfruttate per la prostituzione, soprattutto romene e centroafricane, e per lo più analfabete. 8 POVERTA

9 Nuove Dipendenze a rischio di degenerazione GAP – Gioco dAzzardo Patologico: la persona diventa man mano sempre più coinvolta nel gioco, irritabile ed irrequieta qualora tenti di interromperlo. Ha bisogno di giocare somme di denaro sempre maggiori, comincia a mentire in famiglia ed agli altri per nasconderlo, fino ad arrivare a commettere azioni illegali pur di giocare. Shopping Compulsivo: il compratore adotta una specie di auto medicazione della serotonina che lo porta a percepire, oltre alla sensazione di benessere, la possibilità di risolvere le proprie difficoltà. Questa falsa sensazione induce il compratore a ripetere ossessivamente l'atto al fine di trovare il proprio equilibrio ed il proprio piacere. Ha però un effetto limitato: tolta l'etichetta del prezzo dell'oggetto comprato scema la sensazione di benessere e si accompagna al rimorso, vergogna, colpa irreparabile ed impossibilità di aiuto. IAD – Internet Addiction Disorder Dipendenza cibersessuale Dipendenza ciber-relazionale: social Networks, Chat, Facebook, Twitter Net Gaming (Poker on line, Casinò virtuali, aste, scommesse) Sovraccarico cognitivo: ricerca continua ed estenuante di aggiornamenti PC gaming : precursore su PC dell IAD e sfociato nei giochi on line Il termine IAD è stato coniato da Ivan Goldberg, nel È comparabile al gioco d'azzardo patologico come diagnosticato dal DSM-IV. Diversi ricercatori stanno attualmente valutando l'inclusione della dipendenza da Internet all'interno del futuro DSM-V. (Dimensional Model of personlity Disorder) 9 POVERTA

10 HOMELESSNESS Le definizioni europee ETHOS - Feantsa Senza Tetto (Roofless) Persone che vivono in strada o in sistemazioni di fortuna Persone che ricorrono a dormitori o strutture di accoglienza notturna Senza Casa (Houseless) Ospiti in strutture o per persone senza dimora (dormitori o centri di accoglienza) o per immigrati, richiedenti asilo, rifugiati In attesa di essere dimesse da istituzioni Che ricevono interventi di sostegno di lunga durata in quanto PSD Sistemazioni insicure (Insecure) Persone che vivono o in sistemazioni non garantite o a rischio di perdita dellalloggio o a rischio di violenza domestica Sistemazioni inadeguate (Inadequate) Persone che vivono o in strutture temporanee/non rispondenti agli standard abitativi comuni o in alloggi impropri o in situazioni di estremo affollamento 10 POVERTA

11 HOMELESSNESS 11 POVERTA

12 Riflessione 6000 PSD a Roma sono lo 0.2% degli abitanti. Rapportando gli indici di povertà Roma / Italia si ottiene un indice di PSD italiano dello del 0.28% (Ii : 0.2% = 8% : 11.3%) Dossier Caritas Disagio e Povertà a Roma persone vivono in alloggi di fortuna (houseless) persone vivono strada (roofless) Focus Help Center Stazione Termini PSD diverse prese in carico dichiarano di vivere 53% 1450 in strada o in stazione 22% 605 presso amici, conoscenti o dimore stabili 18% 490 in centri di accoglienza 7% 200 in case occupate Quante PSD in ITALIA ? abitantipoveriincidenza ITALIA Poveri ,3%ISTAT Lazio Poveri %ISTAT Roma Poveri %dedotto Roma SFD ,20%Caritas Italia SFD ,28%dedotto Riflessione Confrontando i dati di Termini 2009 con quelli cittadini abbiamo due ipotesi: 1.più del 70% (1450/2000) delle PSD di Roma passa per HC oppure 2.il numero delle PSD a Roma è maggiore di 2000 POVERI SENZA CASA 12 POVERTA

13 IL BARBONISMO DOMESTICO Un pericoloso, nascosto, fenomeno in ascesa Si tratta di situazioni, in particolare di anziani o di persone affette da patologia psichiatrica, che nel tempo non si sono mai rivolti a servizi di sostegno o di cura e, in condizioni di pieno isolamento, hanno tralasciato la pulizia dellapparta­mento utilizzandolo come rifugio e come magazzino per ogni genere di materiale recuperato per la strada. Le condizioni igieniche risultano indescrivibili, con risvolti di pericolosità in caso di presenza di macchine per il gas, ma particolare gravità è data talvolta dalla presenza di animali. Riflessione Il compito assunto dai servizi risulta in questi casi piuttosto complesso : Verifica a domicilio ( SOS e NAE Nucleo dei vigili Urbani) Attivazione del medico per definire un quadro clinico Attivazione di eventuali servizi specialistici (CAD, DSM) Attivazione del Servizio veterinario e il reperimento di possibile ospitalità per eventuali animali La ripulitura dellappartamentocon AMA o ditte private La richiesta di nomina dellAmministratore di sostegno Lindividuazione di soluzioni al domicilio o mediante ricoveri anche temporanei In realtà manca un protocollo operativo nei Municipi 13 POVERTA

14 Servizi dei Municipi Servizi del Dipartimento PSSS Segretariato sociale Servizio sociale professionale Sostegno economico Sostegno economico per malati di AIDS Sostegno economico nuclei mamma-bambino Orientamento e sostegno allinserimento lavorativo Centri diurni Educativa territoriale Assistenza domiciliare Accoglienza in strutture residenziali Servizi di accoglienza in strutture emergenziali Assistenza alimentare: pasti autorizzati presso mense sociali Interventi di promozione informazione, Sala Operativa per lemergenza Sociale – SOS Polo Sociale Stazione Roma Termini Servizio di Tutela pubblica Accoglienza di minori stranieri non accompagnati Centri di pronta accoglienza dei minori 0-6 anni Centri di pronta accoglienza per preadolescenti e adolescenti Accoglienza in strutture residenziali per nuclei genitore-figlio Assistenza domiciliare ai minori affetti da AIDS Centri antiviolenza 14 POVERTA

15 Municipio Adulti assistiti con sussidi Nuclei mamma –bambino assistiti Malati Aids assistiti con sussidi Contributi assistenza alloggiativa erogati Notti autorizzate assistenza alloggiativa Pasti autorizzati Totale Dati sui servizi sociali municipali e sullutenza. Anno POVERTA

16 Stranieri Italiani Donne Uomini Focus dati Help Center Roma Termini 16 POVERTA

17 Focus dati Help Center Roma Termini Nazionalità Condizione abitativa Tipologia della richiesta 17 POVERTA

18 18 POVERTA Conclusione dellintervento Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Gruppo di lavoro Povertà ed emergenze sociali OPERARE PER LINCLUSIONE Estratto da uno studio a cura di Marco Clio Veronesi, Fiorenza Deriu e Diego Rubbi."

Presentazioni simili


Annunci Google