La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCOPRIAMO IL MONDO …. Europa ItaliaSalento Gallipoli Posta lungo la costa occidentale della provincia di Lecce, nella Puglia meridionale. Posta lungo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCOPRIAMO IL MONDO …. Europa ItaliaSalento Gallipoli Posta lungo la costa occidentale della provincia di Lecce, nella Puglia meridionale. Posta lungo."— Transcript della presentazione:

1 SCOPRIAMO IL MONDO …

2 Europa

3 ItaliaSalento

4 Gallipoli Posta lungo la costa occidentale della provincia di Lecce, nella Puglia meridionale. Posta lungo la costa occidentale della provincia di Lecce, nella Puglia meridionale. Il nome Gallipoli deriva da Kale Polis, il cui significato è città bella. Durante il 265 a.c., fu conquistata dai Romani, che in quel tempo erano una delle maggiori potenze in Italia. Questi migliorarono i sistemi di comunicazione della città, collegando Gallipoli alla Via Traiana, questo consentiva un rapido passaggio verso i Balcani ed inoltre, ampliarono e svilupparono le attività portuali, trasformando così la città di Gallipoli in un centro militare. Nel 450 venne occupata dai Barbari, che saccheggiarono la città e segnarono uno dei momenti più terribili e crudeli nella storia di Gallipoli. Durante il 500 Gallipoli insieme alla maggior parte del Salento, furono dominati per 42 anni dai Bizantini. Più tardi 542 d.c. venne ricostruita da cima a fondo dallimpero Romani di Onesti che la potenziò di apparati difensivi come la costruzione del castello in difesa del centro storico. Divenne così uno dei centri navali e militari più importanti dello Ionio. Durante lXI secolo, venne occupata dai Normanni che liberarono la città dai Greci e, successivamente, dopo un periodo di tranquillità subisce un ferocissimo assedio dal Re Carlo I DAngiò che durò fino al Successivamente trovò la forza di espandersi grazie al continuo aumento delle attività portuali. Dopo varie dominazioni, passò sotto il dominio Spagnolo. Durante questo periodo ebbe un incremento di attività artigiane, i traffici mercantili diventavano sempre più frequenti e la città diventò sempre più ricca e importante. Il nome Gallipoli deriva da Kale Polis, il cui significato è città bella. Durante il 265 a.c., fu conquistata dai Romani, che in quel tempo erano una delle maggiori potenze in Italia. Questi migliorarono i sistemi di comunicazione della città, collegando Gallipoli alla Via Traiana, questo consentiva un rapido passaggio verso i Balcani ed inoltre, ampliarono e svilupparono le attività portuali, trasformando così la città di Gallipoli in un centro militare. Nel 450 venne occupata dai Barbari, che saccheggiarono la città e segnarono uno dei momenti più terribili e crudeli nella storia di Gallipoli. Durante il 500 Gallipoli insieme alla maggior parte del Salento, furono dominati per 42 anni dai Bizantini. Più tardi 542 d.c. venne ricostruita da cima a fondo dallimpero Romani di Onesti che la potenziò di apparati difensivi come la costruzione del castello in difesa del centro storico. Divenne così uno dei centri navali e militari più importanti dello Ionio. Durante lXI secolo, venne occupata dai Normanni che liberarono la città dai Greci e, successivamente, dopo un periodo di tranquillità subisce un ferocissimo assedio dal Re Carlo I DAngiò che durò fino al Successivamente trovò la forza di espandersi grazie al continuo aumento delle attività portuali. Dopo varie dominazioni, passò sotto il dominio Spagnolo. Durante questo periodo ebbe un incremento di attività artigiane, i traffici mercantili diventavano sempre più frequenti e la città diventò sempre più ricca e importante.

5 Successivamente entrò a far parte del Regno di Napoli e Ferdinando I di Borbone iniziò una serie di migliorie per la città, la più importante è quella della costruzione del porto. Oggi, con i suoi monumenti, il caratteristico centro storico e le lunghe distese di sabbia, è una città che si offre al visitatore sia di giorni che di notte con tanti locali ma senza tralasciare la storia e le tradizioni del popolo Gallipolino. Successivamente entrò a far parte del Regno di Napoli e Ferdinando I di Borbone iniziò una serie di migliorie per la città, la più importante è quella della costruzione del porto. Oggi, con i suoi monumenti, il caratteristico centro storico e le lunghe distese di sabbia, è una città che si offre al visitatore sia di giorni che di notte con tanti locali ma senza tralasciare la storia e le tradizioni del popolo Gallipolino.

6 Alla stazione di Lecce, il figlio di Regina: Ricky, ci aspettava e dopo larrivo, siamo andati a Gallipoli al caffè Greco a consumare la colazione vicino alla Fontana. Tra le opere darte storiche-artistiche da visitare cè la Fontana Greca, adorna di fregi e cariatidi, un tempo ritenuta di origine ellenistica ma in realtà è un opera rinascimentale.

7 Il Castello-fortezza fatto erigere da Carlo dAngiò alla fine del Il Castello e il Rivellino.

8 Le numerose chiese che si trovano per lo più nel centro storico tra le quali: la Maestosa Cattedrale di S. Agata eretta nel 1629 la cui facciata stile Barocco è in carparo (pietra locale), ospita tele pregiate del Coppola del Catalano, di Malinconico e di altri artisti. Chiesa della Purità

9 Sempre nel centro storico ci sono i palazzi come Palazzo Tafuri, Palazzo Senape, Palazzo Balsamo e Palazzo Venneri (Fedele); sono in gran parte di stile Barocco e ostentano cornici colonne riccamente intarsiati. Palazzo Tafuri

10 Spiaggia Baia Verde

11 Riflessione prima di partire: che cè di meglio partire per spiagge lontane? Staccare la spina, lasciare alle spalle tutto quello che sono i tran tran dei giorni, con appuntamenti e immergersi sempre nel caotico traffico e simili. che cè di meglio partire per spiagge lontane? Staccare la spina, lasciare alle spalle tutto quello che sono i tran tran dei giorni, con appuntamenti e immergersi sempre nel caotico traffico e simili. Pure il tempo con il solleone e lumidità che certe volte arrivare a circa 29°, 30°. Pure il tempo con il solleone e lumidità che certe volte arrivare a circa 29°, 30°. Improvvisamente arriva loccasione inaspettata, di volare al paese del sole, del mare, del vento, cioè nel Salento. Improvvisamente arriva loccasione inaspettata, di volare al paese del sole, del mare, del vento, cioè nel Salento.

12 Diario di bordo… Arrivare, dopo 12 ore alla meta agognata, stanche e sudate, ma allo stesso tempo soddisfatte e correre subito, dopo avere sistemato i bagagli delle valigie al mare. Arrivare, dopo 12 ore alla meta agognata, stanche e sudate, ma allo stesso tempo soddisfatte e correre subito, dopo avere sistemato i bagagli delle valigie al mare. La vista di un mare ti provoca sempre una grande emozione. Qui il mare è bellissimo, con colori cangianti, guardi allorizzonte e il tutto è piatto, i colori azzurro scuro, chiaro, nocciola verso la spiaggia. Con un tuffo entri correndo verso il mare; lacqua è salata e le onde bianche e spumeggianti ti spingono in avanti e dietro, è una lotta marina. La vista di un mare ti provoca sempre una grande emozione. Qui il mare è bellissimo, con colori cangianti, guardi allorizzonte e il tutto è piatto, i colori azzurro scuro, chiaro, nocciola verso la spiaggia. Con un tuffo entri correndo verso il mare; lacqua è salata e le onde bianche e spumeggianti ti spingono in avanti e dietro, è una lotta marina. I bambini sono al settimo cielo, dal mare escono con gridolini per lacqua fredda poi costruiscono castelli di sabbia, alcuni sono dei veri capolavori. Ci accomodiamo con soddisfazione nella sdraio per la tintarella e per leggere; il sole picchia inesorabilmente sulla pelle, e si ricorre al rimedio con la crema solare di diverse protezioni, a secondo del Ph della pelle. I bambini sono al settimo cielo, dal mare escono con gridolini per lacqua fredda poi costruiscono castelli di sabbia, alcuni sono dei veri capolavori. Ci accomodiamo con soddisfazione nella sdraio per la tintarella e per leggere; il sole picchia inesorabilmente sulla pelle, e si ricorre al rimedio con la crema solare di diverse protezioni, a secondo del Ph della pelle. Abitiamo alla Baia Verde, che è una frazione di Gallipoli, in una graziosa villa tutta bianca. Abitiamo alla Baia Verde, che è una frazione di Gallipoli, in una graziosa villa tutta bianca. La nostra dimora è composta da: una sala con TV, cucina, 2 camere matrimoniali, bagno con doccia e esternamente si trova pure il barbecue e la macchina da lavare. La nostra dimora è composta da: una sala con TV, cucina, 2 camere matrimoniali, bagno con doccia e esternamente si trova pure il barbecue e la macchina da lavare.

13 Tabelle di marcia Partenza il 4 di settembre! Dobbiamo raggiungere Bellinzona per le ore 18:30, e questo è possibile con mio figlio che ci accompagna invece di prendere il treno a Locarno. Partenza il 4 di settembre! Dobbiamo raggiungere Bellinzona per le ore 18:30, e questo è possibile con mio figlio che ci accompagna invece di prendere il treno a Locarno. Tutto in ordine a Bellinzona, ma adesso bisogna trovare il vagone giusto; un facchino carica le valigie e le borse sul suo carrello e ci porta al vagone numero 2; il caldo è soffocante, sudiamo abbondantemente, arriviamo al numero 2, si carica i bagagli e quando pensavamo di essere sistemate ci rendiamo subito conto che è il vagone sbagliato…scarichiamo le valigie in fretta e come noi tocchiamo terra il treno si muove e va niente meno che a Reggio Calabria! Tutto in ordine a Bellinzona, ma adesso bisogna trovare il vagone giusto; un facchino carica le valigie e le borse sul suo carrello e ci porta al vagone numero 2; il caldo è soffocante, sudiamo abbondantemente, arriviamo al numero 2, si carica i bagagli e quando pensavamo di essere sistemate ci rendiamo subito conto che è il vagone sbagliato…scarichiamo le valigie in fretta e come noi tocchiamo terra il treno si muove e va niente meno che a Reggio Calabria! Il tempo passa e dobbiamo andare allaltro binario e imprecando, sudando e correndo, finalmente siamo arrivate alla meta; dobbiamo scoprire allinterno il nostro numero di cuccetta, lo troviamo e per lennesima volta ricarichiamo il tutto! Il tempo passa e dobbiamo andare allaltro binario e imprecando, sudando e correndo, finalmente siamo arrivate alla meta; dobbiamo scoprire allinterno il nostro numero di cuccetta, lo troviamo e per lennesima volta ricarichiamo il tutto! Siamo stanche, il vagone è tutto occupato e manca laria, i servizi igienici, quando il treno è fermo non funzionano. Sembriamo dei conigli in gabbia. Siamo stanche, il vagone è tutto occupato e manca laria, i servizi igienici, quando il treno è fermo non funzionano. Sembriamo dei conigli in gabbia. Facciamo fatica a caricare il tutto e depositare il bagaglio nellapposito posto. Facciamo fatica a caricare il tutto e depositare il bagaglio nellapposito posto. Finalmente si parte per Milano e dovuto alla stanchezza ci mettiamo a ridere a crepapelle, per il caldo io mi denudo e raggiungo la cuccetta superiore e riposo al tic e toc del treno. Finalmente si parte per Milano e dovuto alla stanchezza ci mettiamo a ridere a crepapelle, per il caldo io mi denudo e raggiungo la cuccetta superiore e riposo al tic e toc del treno. Dormendo raggiungiamo la stazione centrale di Milano verso le ore 21:00, scarico di tutto il bagaglio e si cerca il vagone letto 313, per raggiungere Lecce. Questoperazione si svolge senza impicci. Sono le ore 22:00 e sistemate in treno ci riposiamo e per un impellente bisogno si deve capire dove è il bagno, cerchiamo, lo troviamo e per la fretta raggiungiamo lultimo nientemeno a piedi nudi e anche per questoperazione ci sbellichiamo dalle risate. Dormendo raggiungiamo la stazione centrale di Milano verso le ore 21:00, scarico di tutto il bagaglio e si cerca il vagone letto 313, per raggiungere Lecce. Questoperazione si svolge senza impicci. Sono le ore 22:00 e sistemate in treno ci riposiamo e per un impellente bisogno si deve capire dove è il bagno, cerchiamo, lo troviamo e per la fretta raggiungiamo lultimo nientemeno a piedi nudi e anche per questoperazione ci sbellichiamo dalle risate.

14 Faro di SantAndrea

15 Dalla spiaggia della Baia Verde, si vede il Faro di SantAndrea destate ci sono delle escursioni con battello, nel quale si può vedere il fondo del mare limpidissimo attraverso il fondo del battello che è composto di vetro. Fuori stagione il servizio è sospeso, causa mancanza turisti. Dalla spiaggia della Baia Verde, si vede il Faro di SantAndrea destate ci sono delle escursioni con battello, nel quale si può vedere il fondo del mare limpidissimo attraverso il fondo del battello che è composto di vetro. Fuori stagione il servizio è sospeso, causa mancanza turisti. OTRANTO OTRANTO Otranto è una cittadina della Puglia in provincia di Lecce, situata lungo la costa orientale della penisola salentina. Il territorio abbraccia la zona costiera da S. Andrea, un piccolo porto-rifugio a sud di Torre dellOrso, fino a porto Badisco. Otranto è una cittadina della Puglia in provincia di Lecce, situata lungo la costa orientale della penisola salentina. Il territorio abbraccia la zona costiera da S. Andrea, un piccolo porto-rifugio a sud di Torre dellOrso, fino a porto Badisco. Abbiamo anche visitato il centro storico nel quale si trovano negozi artigianali. Abbiamo anche visitato il centro storico nel quale si trovano negozi artigianali. Ad Otranto cera pure la mostra del pittore Mirò, la quale, però era momentaneamente chiusa. Ad Otranto cera pure la mostra del pittore Mirò, la quale, però era momentaneamente chiusa.

16 Otranto

17 Santa Maria di Leuca Santa Maria di Leuca è, insieme a Salignano e a Giuliano di Lecce, una delle frazioni del comune di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce. Rinomata località turistica, è la propaggine più meridionale tra i vertici ideali del Salento, insieme a Taranto e a Pilone. Santa Maria di Leuca è, insieme a Salignano e a Giuliano di Lecce, una delle frazioni del comune di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce. Rinomata località turistica, è la propaggine più meridionale tra i vertici ideali del Salento, insieme a Taranto e a Pilone. Una serata di pioggia siamo partite, con amici, percorrendo tutto il litorale da Gallipoli fino a Santa Maria di Leuca, in alto cè un grande Santuario, e purtroppo la pioggia ci ha impedito di visitarlo. Una serata di pioggia siamo partite, con amici, percorrendo tutto il litorale da Gallipoli fino a Santa Maria di Leuca, in alto cè un grande Santuario, e purtroppo la pioggia ci ha impedito di visitarlo. A Santa Maria di Leuca si incontrano due mari: il mare Ionio e lAdriatico. A Santa Maria di Leuca si incontrano due mari: il mare Ionio e lAdriatico. Una cosa che non avevamo mai visto erano i sassi frangi-flutti; erano come una grossa pianta con propaggini grossi come rami, i quali, naturalmente impedivano alle onde di allagare la strada. Una cosa che non avevamo mai visto erano i sassi frangi-flutti; erano come una grossa pianta con propaggini grossi come rami, i quali, naturalmente impedivano alle onde di allagare la strada. Esistono anche delle grotte nelle quali vivono in grande numero di animali notturni specialmente i pipistrelli. Esistono anche delle grotte nelle quali vivono in grande numero di animali notturni specialmente i pipistrelli.

18 Panoramica Santa Maria di Leuca

19 Santuario Santa Maria di Leuca

20 Montagna spaccata La Montagna Spaccata si attraversa in auto. E stata generata proprio nellattraversamento della litoranea che per poterla costruire hanno tagliato di sana pianta questo promontorio lasciandone uno spicchio che cade direttamente in mare. Si trova sulla litoranea Gallipoli. La Montagna Spaccata si attraversa in auto. E stata generata proprio nellattraversamento della litoranea che per poterla costruire hanno tagliato di sana pianta questo promontorio lasciandone uno spicchio che cade direttamente in mare. Si trova sulla litoranea Gallipoli.

21 Le nostre serate a Gallipoli… Una volta arrivate dal mare, ci preparavamo per uscire a mangiare il pesce: una volta siamo state a SantIsidoro e prevalentemente al ristorante tipico della Puglia Maruzzella; a Gallipoli Le Fontanelle a mangiare frutti di mare e in vari altri posti ove servono pesce. Una volta arrivate dal mare, ci preparavamo per uscire a mangiare il pesce: una volta siamo state a SantIsidoro e prevalentemente al ristorante tipico della Puglia Maruzzella; a Gallipoli Le Fontanelle a mangiare frutti di mare e in vari altri posti ove servono pesce. Siamo anche passate da Porto Cesareo, da Nardò. Siamo anche passate da Porto Cesareo, da Nardò. A Gallipoli esiste un supermercato gestito da Carrefour, il fatto quasi strano, chi ci ha un posorprese è che per acquistare la frutta e la verdura bisogna mettere i guanti di plastica, una volta usati vanno buttati nellapposito contenitore. Da noi questa trafila esiste, ma non è usuale. A Gallipoli esiste un supermercato gestito da Carrefour, il fatto quasi strano, chi ci ha un posorprese è che per acquistare la frutta e la verdura bisogna mettere i guanti di plastica, una volta usati vanno buttati nellapposito contenitore. Da noi questa trafila esiste, ma non è usuale.

22 Quello che abbiamo notato, con meraviglia, sono dei pescatori che puliscono i ricci di mare, non mostrano e sembra che non sentono dolore, anzi discutono, servono i tavoli come niente fosse. Quello che abbiamo notato, con meraviglia, sono dei pescatori che puliscono i ricci di mare, non mostrano e sembra che non sentono dolore, anzi discutono, servono i tavoli come niente fosse. Le serate sono meravigliose, sotto le onde sinfrangono al muro di sostegno, e la vista di Gallipoli-notturna ha del fantastico. Le serate sono meravigliose, sotto le onde sinfrangono al muro di sostegno, e la vista di Gallipoli-notturna ha del fantastico. Ogni mercoledì a Gallipoli, si allestisce il mercato. E un via vai continuo, per fare delle compere: abbigliamento, giocattoli e bancarelle del gusto. Ogni mercoledì a Gallipoli, si allestisce il mercato. E un via vai continuo, per fare delle compere: abbigliamento, giocattoli e bancarelle del gusto. Il caldo ci manda un po un tilt; dopo circa unora raggiungiamo velocemente un ristorante per dissetarci. E stata una maratona, anche perché vista la bassa stagione rimangono pochi articoli interessanti e a un prezzo abbordabile. Il caldo ci manda un po un tilt; dopo circa unora raggiungiamo velocemente un ristorante per dissetarci. E stata una maratona, anche perché vista la bassa stagione rimangono pochi articoli interessanti e a un prezzo abbordabile. Quo Vadis: per lanno prossimo stessa spiaggia, stesso mare? Quo Vadis: per lanno prossimo stessa spiaggia, stesso mare?

23 Vi salutiamo e ringraziamo per la vostra attenzione!!!! Vi salutiamo e ringraziamo per la vostra attenzione!!!! Rosita e Regina Rosita e Regina


Scaricare ppt "SCOPRIAMO IL MONDO …. Europa ItaliaSalento Gallipoli Posta lungo la costa occidentale della provincia di Lecce, nella Puglia meridionale. Posta lungo."

Presentazioni simili


Annunci Google