La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI. definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito allesposizione a microorganismi: BATTERIVIRUSPARASSITI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI. definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito allesposizione a microorganismi: BATTERIVIRUSPARASSITI."— Transcript della presentazione:

1 RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI

2 definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito allesposizione a microorganismi: BATTERIVIRUSPARASSITI

3 .Le malattie infettive Il rapporto che lagente infettivo instaura col corpo umano è di tipo parassitario: per sopravvivere e moltiplicarsi il germe ha bisogno di sfruttare alcune funzioni vitali dellospite Il corpo umano, a sua volta, si difende: la prima barriera è costituita dalla pelle e dalle mucose, che resistono alla penetrazione dei microorganismi. Successivamente entra in gioco il sistema immunitario.

4 Le malattie infettive INFEZIONE Interazione tra un agente biologico (microorganismo) e un ospite (uomo) MALATTIA INFETTIVA espressione clinica dellinfezione

5 Le malattie infettive Allinfezione non segue necessariamente la malattia!

6 Le malattie infettive il decorso di uninfezione, che può rimanere asintomatica o manifestarsi in una malattia, dipende da fattori legati I.al microorganismo II.allospite III.alla modalità di trasmissione

7 .Le malattie infettive Il tempo che trascorre tra il contatto con il microorganismo e la manifestazione dei sintomi prende il nome di periodo di incubazione Durante il periodo di incubazione i germi si moltiplicano allinterno dellorganismo

8 Origine delle infezioni SORGENTE Organismo in cui i germi vivono e si moltiplicano MALATO PORTATORE SANO Soggetto che porta dentro di sé i germi ma non manifesta sintomi

9 Vie di trasmissione Le principali modalità di trasmissione sono: aerea ingestione sangue e derivati sessuale verticale vettori

10 Forme di manifestazione Le principali forme con cui una malattia infettiva può manifestarsi allinterno di una popolazione sono: sporadicità endemia epidemia pandemia

11 Forme di manifestazione SPORADICITÀ I casi di malattia si manifestano isolatamente, senza rapporti con altri casi

12 Forme di manifestazione ENDEMIA La malattia è costantemente presente nella popolazione residente in una determinata area geografica, manifestandosi in un numero di casi più o meno elevato ma tendenzialmente costante.

13 Forme di manifestazione EPIDEMIA Un soggetto malato contagia più di una persona e il numero dei casi di malattia aumenta rapidamente

14 Forme di manifestazione PANDEMIA La diffusione epidemica supera i confini dellarea geografica e dilaga attraverso i continenti, divenendo una epidemia su scala mondiale

15 Forme di manifestazione

16 .Le malattie infettive CONTATTO CON LAGENTE INFETTIVO SUSCETTIBILITÀ Per contrarre una malattia infettiva… Per prevenire una malattia infettiva… RIDURRE IL CONTATTO RIDURRE LA SUSCETTIBILITÀ VACCINO

17 .La vaccinazione I vaccini sono costituiti da virus o batteri o parte di essi che, opportunamente trattati, vengono somministrati al soggetto per indurre una risposta immunitaria duratura senza causare la malattia. La risposta immunitaria indotta artificialmente permette al soggetto di riconoscere subito lagente infettivo e renderlo incapace di causare la malattia.

18 .La vaccinazione I soggetti suscettibili, una volta che si sono ammalati, diventano naturalmente immuni. La vaccinazione, invece, è una forma di immunizzazione artificiale che protegge gli individui che non hanno mai sviluppato la malattia

19 Linfluenza

20 Influenza Linfluenza è una malattia respiratoria acuta causata da un virus (A, B o C). È una malattia stagionale Colpisce ogni anno il 10-20% della popolazione

21 Perché ogni anno cè unepidemia? Il virus è in grado di mutare! Le difese che un soggetto ha sviluppato non sono più efficaci contro il virus dellanno successivo Per questo il vaccino va aggiornato ogni anno

22 Modalità di trasmissione Il virus influenzale, generalmente acquisito attraverso il contatto con altre persone infette, si trova nella saliva, nel muco delle vie respiratorie e viene trasmesso per via aerea Il virus può essere trasmesso anche da persone apparentemente sane

23 Sintomi Febbre elevata brividi dolori ossei e muscolari malessere cefalea mal di gola Tosse stanchezza

24 Come si previene? La vaccinazione è lo strumento migliore: aumenta la probabilità di non contrarre la malattia oppure, in caso di infezione, riduce la gravità dei sintomi

25 Il vaccino Il vaccino è raccomandato a: persone > 65 anni Chi vive a stretto contatto con anziani Persone a rischio di complicanze a causa di età o altre patologie Personale sanitario

26 Lepatite

27 Epatite virale È un processo infettivo a carico del fegato causato da un virus (A, B, C, D o E). A seconda del virus responsabile dellinfezione si svilupperà Epatite A Epatite B Epatite C Epatite D Epatite E

28 Epatite A Agente: HAV (Hepatitis A Virus) Diffusa in tutto il mondo, soprattutto in paesi con scarse condizioni igienico- sanitarie Decorso solitamente autolimitantesi e benigno è disponibile il vaccino

29 Epatite A Trasmissione: via oro-fecale consumo di acqua o cibi crudi (o poco cotti), soprattutto molluschi, allevati in acque contaminate da scarichi fognari contenenti il virus

30 Epatite A Sintomi febbre, malessere, nausea, dolori addominali, ittero I pazienti guariscono completamente senza mai cronicizzare!

31 Epatite B Agente: HBV (Hepatitis B Virus) Diffusa in tutto il mondo È letale nell1% dei casi È disponibile il vaccino

32 Epatite B Trasmissione: attraverso il sangue scambio di siringhe, trasfusioni, tagli con strumenti infetti, via sessuale, via verticale (da madre a feto), tatuaggi e piercing Può essere trasmessa da portatori cronici

33 Epatite B Soggetti a rischio Tossicodipendenti Vita sessuale promiscua Personale sanitario a contatto con persone infette Familiari di persone infette Trasfusioni Chi si sottopone a tatuaggi e piercing

34 Epatite B Sintomi febbre, malessere, nausea, vomito, dolori addominali, ittero Nel 5-10 % dei casi può diventare uninfezione cronica! Lepatite cronica può evolvere in cirrosi epatica ed epatocarcinoma

35 Epatite C Agente: HAV (Hepatitis A Virus) È letale nell1 % dei casi Non è disponibile il vaccino!

36 Epatite C Trasmissione: attraverso il sangue scambio di siringhe, trasfusioni, tagli con strumenti infetti, via verticale (da madre a feto), tatuaggi e piercing, (via sessuale, però meno del virus B) Può essere trasmessa da portatori cronici

37 Epatite C Sintomi febbre, malessere, nausea, dolori addominali, ittero (spesso asintomatica) Nell85 % dei casi linfezione diventa cronica! Nel % dei casi evolve in cirrosi Nell1-4 % dei casi la cirrosi evolve in epatocarcinoma

38 Epatite C Soggetti a rischio Tossicodipendenti Personale sanitario a contatto con persone infette Familiari di persone infette Trasfusioni Chi si sottopone a tatuaggi e piercing

39 La tubercolosi

40 La Tubercolosi nel Mondo Nonostante sia una malattia prevenibile e curabile, la TBC costituisce oggi una delle emergenze sanitarie più drammatiche! In 22 paesi (62% della popolazione mondiale) sono concentrati l82% dei casi di TBC [Cina e India: 40% dei casi, Africa: 25%] 1/3 della popolazione mondiale è affetto da TBC Nel 2011: 8.8 milioni di nuovi casi

41 La Tubercolosi in Europa – 2011 In Europa: nuovi casi/anno In Italia: nuovi casi (in diminuzione) In Veneto: circa 500 nuovi casi

42 Andamento dei casi d TBC in Veneto

43 La Tubercolosi La TBC è una malattia contagiosa che si trasmette per via aerea Agente infettivo M. tuberculosis

44 La Tubercolosi Il contagio può avvenire per trasmissione da un individuo malato tramite saliva, starnuti, tosse Solo il 10-15% delle persone infettate dal batterio sviluppa la malattia Il sistema immunitario «congela» linfezione: il batterio può rimanere quiescente per anni, pronto a sviluppare la malattia in caso di abbassamento delle difese immunitarie.


Scaricare ppt "RISCHI DA AGENTI BIOLOGICI. definizione Rischio da agenti biologici Si sviluppa in seguito allesposizione a microorganismi: BATTERIVIRUSPARASSITI."

Presentazioni simili


Annunci Google