La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biffi Italia S.r.l. 25 Maggio 2010 1. Tyco Int. Ltd.: struttura organizzativa Tyco International Ltd. è unazienda diversificata e globale che fornisce.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biffi Italia S.r.l. 25 Maggio 2010 1. Tyco Int. Ltd.: struttura organizzativa Tyco International Ltd. è unazienda diversificata e globale che fornisce."— Transcript della presentazione:

1 Biffi Italia S.r.l. 25 Maggio

2 Tyco Int. Ltd.: struttura organizzativa Tyco International Ltd. è unazienda diversificata e globale che fornisce prodotti vitali e servizi al cliente in più di 60 paesi. Con oltre 100,000 dipendenti in tutto il mondo, Tyco risulta essere leader nella fornitura di prodotti e sistemi per la sicurezza, servizi, protezione antincendio, sistemi di rilevamento, valvole e controllo di flusso, oltre ad altri prodotti industriali. Tyco International si divide nei 5 seguenti Businesses o segmenti: ADT Worldwide Fire Protection Services Tyco Safety Products Flow Control: VALVES & CONTROLS THERMAL CONTROLS WATER & ENVIRONMENTAL SYSTEMS Electrical and Metal Products

3 Tyco Flow Control produce valvole che…. …o sufficientemente grandi da passarci in mezzo con la macchina…. …sono piccole abbastanza da stare in tasca… Storage Treatment Distribution Energy Applications Process Applications Water Applications Chemical/Pharma Marine Food & Beverage Mining & Mineral Processing Oil & Gas Refining Power Generation

4 4 Global WaterGroup Exec for V&C Businesses Mining Power O&G Process TFC President PRV Products HR Finance Legal Strategy (incl. Marcomm) Business Excellence Industry Business Units TOV Products Horizontal Product Units Global Thermal Actuation & Control Tyco Flow Control: struttura organizzativa

5 5 Biffi Italia: struttura organizzativa

6 6 Compilazione del P.I. gestita da HR -E – mail - Prima dellinizio del colloquio Obiettivo del P.I. Corroborare le valutazioni del colloquio confrontandole con il risultato del P.I. per supportare la scelta del candidato in base alla job description del ruolo 1 solo colloquio: HR e Manager posizione insieme 2 o più colloqui: 1 - HR e Manager posizione insieme 2 – Manager livello superiore/General Manager e HR Compilazione del P.I. gestita da HR - Durante il 1° colloquio Obiettivo del P.I. - Corroborare le valutazioni del colloquio confrontandole con il risultato del P.I. - Facilitare la discussione con il candidato durante il 2° colloquio partendo dalla restituzione del P.I. - Supportare la scelta del candidato in base alla job description del ruolo Elaborazione P.I. gestita da HR al termine del colloquio e condivisa con il Manager della posizione Restituzione feedback al candidato gestita da HR a selezione conclusa Elaborazione P.I. gestita da HR al termine del colloquio e condivisa con il Manager della posizione e il Manager della posizione superiore/General Manager Restituzione feedback al candidato gestita da HR nel corso del 2° colloquio Luso del P.I. nella selezione esterna

7 7 Luso del P.I. nella selezione interna Analisi delle Job Description del ruolo esistenteCreazione della Job Description del nuovo ruolo Compilazione del PRO da Management e HR Elaborazione del PRO da parte di HR Compilazione dei P.I. da parte dei candidati Elaborazione del P.I. da parte di HR Confronto dei P.I. con la job description e il PRO Condivisione dei risultati con il Management Restituzione dei feedback con i candidati Scelta del candidato idoneo Compilazione dei P.I. da parte dei candidati Elaborazione del P.I. da parte di HR Confronto dei P.I. con la job description Condivisione dei risultati con il Management Restituzione dei feedback con i candidati Scelta del candidato idoneo Job rotation: ruolo esistenteJob rotation: ruolo nuovo

8 8 Un esempio concreto: creazione PMO 3 temi oggetto del progetto : Organizzazione della funzione commerciale in linea con le strategie della nuova Actuation & Controls Modalità integrate di gestione delle commesse: creazione PMO (Project Management Office) Creazione di team di lavoro integrati in base alle famiglie di prodotto Nuovo progetto organizzativo Implementazione SAPTFC riorganizzazione

9 9 Descrizione contenuto progetto PMO Finalità progetto creazione PMO -assicurare il presidio unitario nella gestione della commessa, dal momento dellinserimento dellordine a sistema al momento della consegna al cliente -gestione integrata di: Rapporto con il cliente, varianti dordine, feedback Interfaccia con la pianificazione per il coordinamento dei tempi in produzione Coordinamento fasi di ingegneria, produzione, spedizione Monitoraggio continuo Gestione varianze di commessa (scostamenti di costo rispetto al pianificato) Ogni commessa avrà un unico punto di riferimento nel corso del suo ciclo di realizzazione: il Project Manager

10 10 Perché nasce la funzione del PM 1)Per criticità nel processo di gestione delle commesse emerse dalle analisi organizzative (debolezza degli strumenti di pianificazione e monitoraggio; suddivisione delle attività in diversi settori) 2)Per aspettative dei clienti (informazioni metodiche e precise) 3)Per esigenza interna di efficace coordinamento e monitoraggio aspetti operativi commessa Da queste considerazioni è emersa lesigenza di avere una nuova funzione che riunisca in modo omogeneo i diversi aspetti del coordinamento e del monitoraggio delle singole commesse e che costituisca linterlocutore unico, autorevole ed informato verso il cliente. È una nuova funzione, che riunisce alcune attività già ora svolte da altre funzioni, ma con una completezza, sistematicità e responsabilità nuove.

11 11 Struttura organizzativa di partenza

12 Dal Gecom a: 12 GECOM PMO Inserimento ordiniSpedizioni e fatturazione SALES Gestione ordini cliente Documentazione Customer service SHIPPING & INVOICING

13 13 Luso del P.I. e del PRO nel progetto Creazione della Job Description del nuovo ruolo da parte di HR e del responsabile del ruolo Compilazione dei P.I. da parte dei candidati interni intervistati da HR Elaborazione del P.I. da parte di HR Confronto dei P.I. con la job description Condivisione dei risultati con il Management Scelta dei candidati idonei e feedback a tutti i candidati Job rotation: nuovo ruolo PM Intervista con i candidati e restituzione dei feedback da parte di HR

14 14 Luso del P.I. e del PRO nel progetto Creazione della Job Description del nuovo ruolo da parte di HR e del responsabile del ruolo Compilazione del PRO: Managing Director, General Manager, Responsabile del ruolo, HR Elaborazione del PRO da parte di HR Compilazione dei P.I. da parte dei candidati interni intervistati da HR Elaborazione del P.I. da parte di HR Confronto dei P.I. con la job description e il PRO Condivisione dei risultati con il Management Restituzione dei feedback con i candidati Job rotation: nuovo ruolo PMO Coordinator

15 15 Doti di Leadership Capacità di gestire e risolvere i problemi Capacità di coordinare team di lavoro interfunzionali Capacità comunicative Orientamento al cliente Doti organizzative Capacità decisionali Capacità di lavorare in situazioni di stress Capacità negoziali Capacità di gestire conflitti Project Manager: Caratteristiche

16 16 Creazione PMO: interviste interne 33 Totale Intervistati 20 della precedente organizzazione (13 Ge.Com + 1 Customer Service + 6 Spedizioni) + 13 di funzioni esterne 19 Candidature ricevute per ruolo PM 7 di provenienza Ge.Com. Candidati idonei al ruolo: 0 PMO Coordinator su 8 candidati al ruolo 6 PM su 19 candidature ricevute

17 17 Luso del P.I. e del PRO nel progetto Confronto PRO e PI per nuovo ruolo PMO Coordinator

18 Project Management Office: org. chart 18

19 19 Risultati PM: individuati 6 candidati interni idonei per il ruolo di PM PMO Coordinator: non è stato individuato il candidato ottimale internamente. –Tuttavia 2 considerazioni fondamentali ci spingono a decidere di non cercarlo esternamente: 1) momento di transizione e cambiamento nei processi: importanza di avere buona conoscenza anche anche dei processi storici e dellorganizzazione Biffi 2) immagine di un assunzione esterna per ricoprire un ruolo chiave potrebbe essere percepito come un messaggio di disconferma troppo forte –Il ruolo del PMO Coordinator viene quindi, in questa fase di transizione, ricoperto dallattuale coordinatore del Ge.Com. in unottica di continuità e di evoluzione naturale (stimato, seguito e sponsorizzato dai colleghi). Lazienda ha messo a disposizione dei candidati selezionati la possibilità di colmare i gap di competenze attraverso attività di formazione tecnica e trasversale mirata.

20 Domande? 20


Scaricare ppt "Biffi Italia S.r.l. 25 Maggio 2010 1. Tyco Int. Ltd.: struttura organizzativa Tyco International Ltd. è unazienda diversificata e globale che fornisce."

Presentazioni simili


Annunci Google