La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROPOSTE DI MODELLI ORARI ORARIO ORDINARIO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE ORE 40 : DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 16.00.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROPOSTE DI MODELLI ORARI ORARIO ORDINARIO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE ORE 40 : DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 16.00."— Transcript della presentazione:

1 PROPOSTE DI MODELLI ORARI ORARIO ORDINARIO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE ORE 40 : DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 16.00

2 ORARIO RIDOTTO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE ORE 25: DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 13.00

3 ORARIO PROLUNGATO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE (50 h settimanali) DAL LUNEDI AL VENERDI DALE ORE 7,30 ALLE ORE 17,30 Con lobbligo di frequentare per tutto lanno per lintero arco orario della giornata e attivabile solo se in linea con i criteri deliberati dal Consiglio dIstituto

4 CRITERI DI PRIORITÀ ORARIO PROLUNGATO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE (50 h settimanali) 1.Iscrizione di un numero minimo di 18 alunni 2.Frequenza obbligatoria per tutto il tempo di apertura, ovvero dalle 7,30 alle 17,30 3.Lassenza superiore a 2 settimane continuative, eccetto per motivi di salute, giustificati da certificato medico, implica lautomatico passaggio dellalunno al modello ordinario delle 40 ore (8,00-16,00) 4.Qualora il numero degli alunni frequentanti lorario prolungato scendesse sotto la soglia minima di 18, questo modello verrà sospeso con il conseguente passaggio automatico di tutti i bambini al modello ordinario delle 40 ore 5.Nel caso di attivazione dellorario prolungato non verrà garantita la costituzione di una classe omogenea per tutto larco orario della giornata.

5 MODALITA DI INSERIMENTO BAMBINI/E CHE COMPIONO 3 ANNI ENTRO IL 31/12/10 A settembre vengono accolti tutti i bambini/e che compiono i 3 anni entro il 31/12/2010 secondo i criteri di priorità indicati nel Regolamento di Istituto.

6 CRITERI DI PRIORITÀ SCUOLA INFANZIA Domanda in tempo utile Bambini residenti nel comune Per residenza si intende : Residenza del bambino con la famiglia naturale Residenza del bambino presso famiglia con affido giudiziario 1 aBambini portatori di handicap residenti nel Comune (anni 5-4-3) in ordine di maggiore età 1 bBambini residenti nel Comune con particolari e comprovate condizioni socio-economiche, come es. mancanza e/o assenza dei genitori, disagio economico ecc… ( anni 5-4-3) in ordine di maggiore età 1 ca parità di condizioni la precedenza a chi ha già fratelli che frequentano la stessa o unaltra scuola dellIstituto Comprensivo

7 2.Domanda in tempo utile non residenti 2 a Bambini non residenti portatori di handicap ( anni 5-4-3) in ordine di maggiore età) 2 b a parità di condizioni la precedenza a chi ha già fratelli che frequentano la stessa o unaltra scuola dellIstituto Comprensivo 2 c Bambini non residenti con nonni residenti sul territorio comunale 2 d Bambini non residenti ma i cui genitori lavorano sul territorio comunale 3. Domande fuori termine residenti con priorità simili ai punti 1a 1b 1c 4. Domande fuori termine non residenti con priorità simili ai punti 2 a 2 b 2 c 2 d

8 Tutta la documentazione presentata dovrà essere valida e riferita alla reale situazione della data di presentazione della domanda. La lista dattesa sarà stilata entro un mese dalla data di termine delle iscrizioni e rivista entro il 05 Luglio per le domande presentate entro il 30 Giugno ed entro il 15 Ottobre per le domande presentate entro il 10 Ottobre.

9 MODALITA DI INSERIMENTO BAMBINI/E CHE COMPIONO 3 ANNI DAL 01/01/11 AL 30/04/11 Per i bambini/e che compiono il terzo anno di età dopo il 31/12/10 e fino al 30/04/11 verrà istituita una seconda graduatoria. Linserimento verrà attivato a queste condizioni: 1) Sia esaurita la lista dattesa dei bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31/12/10 (sia quella stilata al termine delle iscrizioni sia quella relativa successivi aggiornamenti secondo quanto disposto dal Regolamento di Istituto)

10 2) I bambini possono essere inseriti solo nelle sezioni che accolgono gli alunni/e di 3 anni 3) Linserimento può avvenire fino al raggiungimento del numero totale di 26 alunni per sezione o di 20 alunni nel caso di presenza di alunno diversamente abile 4) Linserimento del bambino/a nella scuola avverrà il giorno successivo al compimento del terzo anno di età, partendo dai bambini nati a gennaio

11 La graduatoria per questi bambini sarà costituita in base ai seguenti criteri: 1)Il primo criterio di priorità è il mese di nascita del bambino da gennaio ad aprile 2)Allinterno di ogni gruppo dello stesso mese di nascita si utilizzano gli stessi criteri di priorità indicati nel Regolamento di Istituto.

12 SERVIZIO DI ANTICIPO/POSTICIPO (a cura dellAssociazione Genitori) SERVIZIO A PAGAMENTO (cioè il costo del servizio è a carico delle famiglie che ne usufruiscono) ORARI DEL SERVIZIO: POSSIBILE ANTICIPO 7.30 – 8.00 POSTICIPO – PRESENZA di uno o più EDUCATORI QUALIFICATI della cooperativa Giochincorso. Il bambino potrà essere iscritto al solo anticipo o al solo posticipo oppure ad entrambi i servizi e potrà essere accompagnato all'anticipo o ritirato dal posticipo in un qualunque momento della rispettiva fascia oraria sopra indicata (ad es. i bambini potranno essere ritirati dal servizio anche prima delle a discrezione dei genitori). Il servizio seguirà il calendario scolastico. Eventuali assenze o ritiri dal servizio durante lanno comporteranno comunque il pagamento di tutte le quote.

13 Il termine ultimo per liscrizione dei bambini alla Scuola dellInfanzia è 27 febbraio 2010

14 FINALITA DELLA SCUOLA DELLINFANZIA Concorre alleducazione armonica e integrale del bambino Promuove le potenzialità di relazione e autonomia Sviluppa la creatività e lapprendimento Valorizza il gioco, in tutte le sue espressioni, come esperienza di apprendimento Realizza la continuità educativa con i servizi allinfanzia e la Scuola Primaria

15 OBIETTIVI Rafforzare lidentità personale Conquistare lautonomia Acquisire atteggiamenti di sicurezza, stima di sé, fiducia nelle proprie capacità Promuovere la curiosità e la scoperta Sviluppare e consolidare competenze percettive, motorie, sensoriali e sociali Sviluppare capacità relazionali

16 LO SPAZIO Langolo della casa Langolo dei travestimenti Lo spazio tappeto Lo spazio delle costruzioni Lo spazio grafico – pittorico – manipolativo Lo spazio del gioco strutturato Lo spazio della lettura Il giardino con i giochi Langolo per la cura di sé (bagni in ogni sezione)

17 IL TEMPO Laccoglienza Conversazioni sul tappeto Proposte di lavoro con il gruppo sezione diviso Cura di sé Il pranzo Il gioco La nanna (per i più piccoli) Attività di sezione con l intero gruppo sezione Uscita

18 AMPLIAMENTO DELLOFFERTA FORMATIVA Laboratori di assemblaggio creativo Laboratorio grafico – pittorico – manipolativo Psicomotricità in salone Laboratori legati ai programmi attivati Progetto motoria in palestra per gli anni 4 e 5 Progetto di arte per 4 e 5 anni (Luce e buio per i 4 anniDentro al quadro per i 5 anni. Percorsi didattici in collaborazione con la biblioteca Progetti di continuità con la scuola primaria Servizio di consulenza psico-pedagogica Progetto accoglienza Progetto solidarietà Spettacolo teatrale Visita alla caserma dei pompieri per gli anni 4 (finanziato associazione genitori)

19 I PROSSIMI INCONTRI 24 maggio 2010 ore assemblea di sezione con i genitori nuovi Fine maggio 2010 visita alla Scuola dellInfanzia dei bambini-genitori- educatrici della Tana dei cuccioli 9 giugno 2010 dalle ore alle ore visita alla Scuola dellInfanzia da parte dei genitori dei nuovi iscritti con i bambini/e.


Scaricare ppt "PROPOSTE DI MODELLI ORARI ORARIO ORDINARIO DELLE ATTIVITA EDUCATIVE ORE 40 : DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ DALLE ORE 8.00 ALLE ORE 16.00."

Presentazioni simili


Annunci Google