La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LANALISI DELLAZIENDA A cura di Chiara Morelli 2 LE FUNZIONI AZIENDALI Lanalisi funzionale di unazienda è una metodologia che permette di leggere la scatola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LANALISI DELLAZIENDA A cura di Chiara Morelli 2 LE FUNZIONI AZIENDALI Lanalisi funzionale di unazienda è una metodologia che permette di leggere la scatola."— Transcript della presentazione:

1

2 LANALISI DELLAZIENDA A cura di Chiara Morelli

3 2 LE FUNZIONI AZIENDALI Lanalisi funzionale di unazienda è una metodologia che permette di leggere la scatola nera dellazienda ed è il modo più naturale per scomporla.

4 3 LE PRINCIPALI FUNZIONI AZIENDALI DIRETTORE GENERALE ACQUISTIPRODUZIONELOGISTICAMARKETINGVENDITE RICERCA E SVILUPPO R.U. E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRAZIONE

5 4 VERTICE AZIENDALE: DIRETTORE GENERALE, CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, PRESIDENTE,… Compiti: elaborazione strategia rappresentanza esterna allocazione risorse leadership complessiva punto di riferimento per i manager intermedi

6 5 ACQUISTI/ APPROVVIGIONAMENTO Assicura lapprovvigionamento delle materie prime, semilavorati, macchine, impianti e macchinari necessari per la produzione e per la gestione, Organizza e controlla che la merce sia consegnata nelle quantità programmate, con le caratteristiche qualitative previste e nei tempi stabiliti, Assicura la continua ricerca e selezione di nuove e più convenienti forme di approvvigionamento.

7 6 PRODUZIONE E la funzione più tangibile dellintera azienda, in quanto è in questa area che si produce, ovvero si trasformano le MATERIE PRIME in PRODOTTI FINITI.

8 7 PRODUZIONE Assicura la pianificazione, lorganizzazione e il coordinamento delle operazioni tecnico- produttive, Assiste la Direzione Generale nella definizione dei piani pluriennali di sviluppo, Elabora proposte per lottimizzazione dei programmi di sviluppo prodotti, di tecnologia, dei materiali, degli impianti e dellorganizzazione dellapparato produttivo.

9 8 I PROCESSI PRODUTTIVI 1.Produzione su progetto 2.Produzione su commessa 3.Produzione per lotti 4.Produzione in linea

10 9 PRODUZIONE SU PROGETTO Unicità del prodotto Molto complesso Di scala dimensionale elevata Non soggetto a movimentazione una volta ultimato Non vi è ripetitività e le specifiche sono definite con il cliente

11 10 PRODUZIONE SU COMMESSA Progetto messo in lavorazione su richiesta del cliente Caratteristiche o predefinite o basate sullesigenza del cliente

12 11 PRODUZIONE PER LOTTI LOTTO: raggruppamento di quantità di unità di prodotti simili. Processo produttivo intermittente e svolto su grandi quantità.

13 12 PRODUZIONE IN LINEA Utilizzata per le produzioni su larga scala di un prodotto che è unico o con limiti bassissimi di differenziazione. Il processo è ripetitivo

14 13 LOGISTICA E la funzione che si occupa della movimentazione dei materiali lungo il percorso: dal fornitore ai magazzini aziendali, ai reparti produttivi, ai magazzini dei prodotti finiti, al cliente finale. Si distingue in LOGISTICA in ENTRATA e in LOGISTICA in USCITA

15 14 MARKETING Si occupa dei rapporti tra lazienda e i mercati di sbocco. Studia le esigenze presenti e future dei clienti, si attiva affinché tali bisogni siano recepiti allinterno dellazienda e siano soddisfatti con i prodotti/ servizi adeguati.

16 15 MARKETING Il marketing può essere definito come quel processo necessario per pianificare e realizzare lo sviluppo, la promozione e la distribuzione di beni e servizi per creare uno scambio che soddisfi le aspirazioni degli individui e delle organizzazioni.

17 16 MARKETING -Coordina e gestisce le analisi necessarie a uno studio approfondito delle opportunità di mercato, -Assicura la gestione degli elementi del marketing- mix, -Propone i piani e le politiche di marketing e di sviluppo dei prodotti

18 17 IL MARKETING MIX E LA COMBINAZIONE DELLE VARIABILI CONTROLLABILI DI MARKETING CHE LIMPRESA IMPIEGA AL FINE DI CONSEGUIRE GLI OBIETTIVI PREDEFINITI NELLAMBITO DEL MERCATO OBIETTIVO LE 4 P PRODUCT PRICE PLACE PROMOTION

19 18 PRODOTTO Qualsiasi bene o servizio scambiato sul mercato che possa rispondere alle esigenze di un compratore. Per definire il prodotto si possono individuare tre aree concentriche: 1.Core product, 2.Caratteristiche del prodotto, 3.Servizio al cliente.

20 19 Core product Design Qualità Gamma Materiali Sicurezza Garanzie Consegna Assistenza pre e post vendita Dilazioni di pagamento Benefici cercati nel prodotto Caratteristiche del prodotto Servizio al cliente

21 20 PREZZO La politica di prezzo ha lobiettivo di determinare il prezzo più opportuno al quale vendere il prodotto sul mercato. Prezzo di listino, Sconti, Condizioni di pagamento.

22 21 SISTEMA DISTRIBUTIVO Per sistema distributivo si intende il percorso che il prodotto deve fare per passare dal produttore allutilizzatore finale, in modo tale che questultimo possa avere ciò che desidera al momento giusto

23 22 PROMOZIONE E unattività che ha lo scopo di informare, ricordare, persuadere le persone ad acquistare e consigliare lutilizzo di un prodotto. Vendita mediante personale Pubblicità Vendita promozionale

24 23 LE QUATTRO MACRO VARIABILI DEL MARKETING- MIX MARKETING- MIX PRODOTTO Qualità Caratteristiche Opzioni Stile Marca Confezione Taglie e misure Servizio Garanzia Possibilità di restituzione PREZZO Prezzo di listino Sconti e abbuoni Termini e condizioni di pagamento MERCATO OBIETTIVO PUNTO DI VENDITA Canali Copertura Localizzazione Scorte Trasporti PROMOZIONE Pubblicità Vendita personale Promozione vendite Relazioni pubbliche

25 24 IL CICLO DI VITA INTRODUZIONE SVILUPPO MATURITA DECLINO IntroduzioneSviluppoMaturitàDeclino Profitti Vendite

26 25 COMMERCIALE Elabora e definisce la politica commerciale dellazienda fissando: prezzi, condizioni di vendita, rapporti con la clientela, Definisce piani annuali per lo sviluppo del prodotto, del mercato e della forza vendita.

27 26 VENDITE Assicura il raggiungimento degli obiettivi di vendita sotto laspetto sia temporale che economico, Sviluppa lorganizzazione e lefficienza della struttura di vendita.

28 27 RICERCA E SVILUPPO Assicura la competitività e linnovazione sul piano tecnologico, di prodotti e processi dellazienda, Propone, coordina e controlla la ricerca di base e/o applicata.

29 28 FINANZA Si occupa del reperire i mezzi finanziari occorrenti per lacquisto dei fattori produttivi e del corretto impiego dei mezzi stessi nello svolgimento della gestione. Quest area ha continui e intensi rapporti con il mercato dei capitali: banche, borsa, finanziatori.

30 29 SISTEMI INFORMATIVI Questarea si occupa della produzione di informazioni a supporto della gestione. Il sistema informativo consente la raccolta, lelaborazione e la comunicazione di informazioni necessarie allorganizzazione per la gestione delle attività aziendali.

31 30 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DEL PERSONALE Organizzazione: Strutture organizzative, progettazione organizzativa,… Gestione del Personale: Ricerca e selezione, Formazione, Valutazione, Incentivazione, Uscita,…

32 31 CONTROLLO DI QUALITA Definisce un piano di controllo del processo produttivo e le modalità di prelievo dei campioni prodotti, E responsabile della qualità dei materiali e/o semilavorati acquisiti dai fornitori.

33 32 CONTROLLO DI GESTIONE Responsabile della formulazione del budget societario in relazione alle strategie aziendali, Controlla il rispetto del budget evidenziando gli spostamenti e formulando proposte correttive

34 33 AMMINISTRAZIONE Responsabile della gestione amministrativa dellazienda, coordina linsieme delle scritture contabili dellazienda e ne garantisce lottemperanza alle norme di legge, Predispone e presenta il bilancio aziendale.


Scaricare ppt "LANALISI DELLAZIENDA A cura di Chiara Morelli 2 LE FUNZIONI AZIENDALI Lanalisi funzionale di unazienda è una metodologia che permette di leggere la scatola."

Presentazioni simili


Annunci Google