La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le prestazioni familiari in regime internazionale INPS Le prestazioni familiari in regime internazionale Accordi e Convenzioni Bilaterali normativa di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le prestazioni familiari in regime internazionale INPS Le prestazioni familiari in regime internazionale Accordi e Convenzioni Bilaterali normativa di."— Transcript della presentazione:

1 Le prestazioni familiari in regime internazionale INPS Le prestazioni familiari in regime internazionale Accordi e Convenzioni Bilaterali normativa di riferimento

2 Convenzioni e Accordi Bilaterali campo di applicazione territoriale Campo di applicazione territoriale I territori nei quali trovano applicazione i singoli Accordi e Convenzioni Bilaterali sono individuati in ciascuno di essi da una norma specifica Generalmente la loro applicazione è limitata ai territori degli Stati contraenti

3 Convenzioni e Accordi bilaterali le prestazioni familiari Contengono norme in materia di prestazioni familiari gli Accordi e le Convenzioni in vigore con Argentina Australia Bosnia Erzegovina Canada Capoverde Macedonia Montenegro Principato di Monaco Rep. San Marino Santa Sede Serbia ( compreso Kosovo e Vojvodina) Tunisia Turchia Uruguay

4 Convenzioni e Accordi Bilaterali campo di applicazione soggettivo Si applicano solo ai cittadini degli Stati con i quali sono in vigore Convenzioni e Accordi Bosnia Erzegovina Brasile Capoverde Jersey e Isole del Canale Macedonia Montenegro Principato di Monaco Serbia (compreso Kosovo e Vojvodina) Tunisia Turchia

5 Convenzioni e Accordi bilaterali Campo di applicazione materiale Tutti gli Accordi e le convenzioni bilaterali vigenti si applicano alle prestazioni pensionistiche Solo alcuni di essi si applicano anche alle prestazioni non pensionistiche

6 ARGENTINA le prestazioni familiari La convenzione italo- argentina Parità di trattamento in materia di assegni familiari per il lavoratore di uno Stato contraente che si reca nellaltro Stato lavoratori Le prestazioni familiari a carico di uno Stato non spettano per i familiari residenti nellaltro Stato Non possono essere inclusi nel nucleo familiare i familiari di un lavoratore straniero residenti in Argentina

7 ARGENTINA le prestazioni familiari La convenzione italo- argentina Per i titolari di pensione a carico di entrambi gli Stati pensionati le prestazioni familiari sono dovute esclusivamente dallo Stato di residenza

8 AUSTRALIA le prestazioni familiari l'accordo italo - australiano si estende formalmente alle prestazioni familiari sancisce la più completa compatibilità delle prestazioni italiane con quelle australiane I familiari del cittadino italiano residenti in Australia potranno essere inclusi nel nucleo familiare Le prestazioni australiane saranno computate nel reddito del nucleo

9 Ex Repubblica federale di Jugoslavia prestazioni familiari La convenzione italo- jugoslava si applica SERBIA MONTENEGRO KOSOVO VOJVODINA MACEDONIA BOSNIA

10 Convenzione italo- jugoslava prestazioni familiari La convenzione italo- jugoslava i lavoratori che si trasferiscono dallItalia in Jugoslavia o viceversa hanno diritto alle prestazioni familiari per le persone a carico rimaste nel Paese di origine Il lavoratore è tenuto a presentare la domanda allistituzione competente del luogo di lavoro allegando tutta la documentazione necessaria stato di famiglia rilasciato dallAutorità competente del luogo di residenza dei familiari nel caso di prestazioni a carico dellItalia la documentazione prevista dalla legislazione italiana e la richiesta di autorizzazione Il lavoratore è tenuto a presentare la domanda allistituzione competente del luogo di lavoro allegando tutta la documentazione necessaria

11 Convenzione italo- jugoslava prestazioni familiari La convenzione italo- jugoslava prevede La totalizzazione dei periodi ai fini della concessione delle prestazioni familiari Per quanto riguarda lItalia i periodi esteri potrebbero essere presi in considerazione per il computo del periodo di dipendenza richiesto in caso di MAL, INF, ecc.

12 BOSNIA ERZEGOVINA le prestazioni familiari NEI RAPPORTI CON LA REPUBBLICA DI BOSNIA ERZEGOVINA CONTINUA A TROVARE APPLICAZIONE LA CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE FEDERALE DI JUGOSLAVIA DEL 14 NOVEMBRE 1957 IN VIGORE DAL 1° GENNAIO 1961

13 CANADA- QUEBEC le prestazioni familiari Accordo italo - canadese pensionati Le prestazioni familiari italiane non spettano ai pensionati titolari di prestazioni canadese ai sensi del " Family Allowances Act " gli stranieri di qualsiasi nazionalità, titolari di pensione in regime italo-canadese, possono includere nel nucleo familiare i familiari residenti in Canada Se non beneficiano di prestazioni ai sensi del " Family Allowances Act "

14 CAPOVERDE le prestazioni familiari La convenzione italo- capoverdiana prevede La totalizzazione dei periodi ai fini della concessione delle prestazioni familiari Per quanto riguarda lItalia i periodi esteri potrebbero essere presi in considerazione per il computo del periodo di dipendenza richiesto in caso di MAL, INF, ecc.

15 CAPOVERDE le prestazioni familiari lavoratori disoccupati pensionati Hanno diritto alle prestazioni familiari anche per i familiari residenti nellaltro Stato Le prestazioni familiari per i titolari di pensione a carico di entrambi gli Stati sono dovute dallo dello Stato In cui il pensionato risiede anche se i familiari risiedono nellaltro Stato

16 CAPOVERDE le prestazioni familiari Divieto di cumulo delle prestazioni Regola di priorità se sussiste il diritto in relazione a unattività lavorativa svolta nello Stato di residenza dei familiari spettano solo le prestazioni ai sensi della legislazione di tale Stato le prestazioni accordate a qualsiasi titolo dallaltro Stato sono sospese

17 CAPOVERDE le prestazioni familiari Modalità procedurali il richiedente deve allegare alla richiesta un certificato di stato di famiglia rilasciato dallautorità dello Stato di residenza dei familiari valido un anno presentare la documentazione prevista dalla legislazione nazionale comunicare qualsiasi variazione

18 MACEDONIA le prestazioni familiari NEI RAPPORTI CON LA REPUBBLICA DI MACEDONIA CONTINUA A TROVARE APPLICAZIONE LA CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE FEDERALE DI JUGOSLAVIA DEL 14 NOVEMBRE 1957 IN VIGORE DAL 1° GENNAIO 1961

19 MACEDONIA le prestazioni familiari NEI RAPPORTI CON LA REPUBBLICA DEL MONTENEGRO CONTINUA A TROVARE APPLICAZIONE LA CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE FEDERALE DI JUGOSLAVIA DEL 14 NOVEMBRE 1957 IN VIGORE DAL 1° GENNAIO 1961 MONTENEGRO le prestazioni familiari

20 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari La convenzione italo- monegasca prevede che ai lavoratori per i familiari residenti nellaltro Stato le prestazioni familiari siano dovute alle condizioni previste dalla legislazione del Paese in cui risiedono i familiari stessi. ai lavoratori occupati in Italia le prestazioni familiari per i congiunti residenti nel Principato siano riconosciute ai sensi la legislazione italiana tuttavia Lonere delle prestazioni ricada sullIstituzione competente del luogo di lavoro

21 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari La convenzione italo- monegasca prevede La totalizzazione dei periodi ai fini della concessione delle prestazioni familiari Per quanto riguarda lItalia i periodi esteri potrebbero essere presi in considerazione per il computo del periodo di dipendenza richiesto in caso di MAL, INF, ecc.

22 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari Modalità operative Lavoratore occupato nel Principato di Monaco avente i familiari residenti in Italia Il lavoratore deve presentare la richiesta alla Sede INPS di residenza dei familiari indicando dati anagrafici del lavoratore e dei familiari settore produttivo in cui opera la persona a cui deve essere effettuato il pagamento delle prestazioni alla domanda dovrà essere allegata la prescritta documentazione

23 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari Modalità operative Lavoratore occupato nel Principato di Monaco avente i familiari residenti in Italia ricevuta la domanda le Sedi devono comunicare alla Istituzione monegasca i nominativi dei familiari aventi diritto la persona cui dovranno essere pagate le prestazioni limporto delle prestazioni qualsiasi variazione relativa al diritto e/o alla misura delle prestazioni

24 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari Modalità operative Lavoratore occupato in Italia avente i familiari residenti nel Principato di Monaco Il lavoratore deve presentare la richiesta alla Sede INPS del luogo di residenza dati anagrafici del lavoratore e dei familiari settore produttivo in cui opera la persona a cui deve essere effettuato il pagamento delle prestazioni alla domanda dovrà essere allegata la prescritta documentazione

25 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari Modalità operative Lavoratore occupato in Italia avente i familiari residenti nel Principato di Monaco ricevuta la domanda le Sedi dovranno dare corso alla procedura di autorizzazione prevista nei casi di familiari non conviventi rilasciare il mod. ANF-43

26 PRINCIPATO DI MONACO le prestazioni familiari Modalità operative Controlli e divieto di cumulo delle prestazioni familiari lIstituzione dello Stato in cui il lavoratore è occupato può chiedere allistituzione dello Stato di residenza dei familiari il controllo sulla residenza, attività lavorativa, esistenza in vita dei familiari le prestazioni familiari devono essere sospese nel caso che, a seguito dellesercizio di attività lavorativa, siano pagate prestazioni a carico del Paese di residenza dei familiari

27 Repubblica di SAN MARINO prestazioni familiari Convenzione tra Italia e San Marino il lavoratore ha diritto alle prestazioni familiari anche per i familiari residenti nellaltro Stato alla domanda deve allegare stato di famiglia rilasciato dallAutorità competente del luogo di residenza dei familiari è tenuto a comunicare qualsiasi modifica del numero dei familiari o delle condizioni che incidano sul diritto e la misura delle prestazioni nonché leventuale diritto a prestazioni nello Stato di residenza dei familiari

28 SANTA SEDE le prestazioni familiari La convenzione con la Santa Sede prevede che i lavoratori che svolgono la loro attività sul territorio di una Parte contraente hanno diritto alle prestazioni per i familiari residenti nellaltro Stato il lavoratore è tenuto a presentare la domanda allistituzione competente del luogo di lavoro allegando tutta la documentazione necessaria certificato relativo ai familiari residenti nellaltro Stato Il certificato deve essere rinnovato ogni anno devono essere comunicate tutte le variazioni che incidono sul diritto e la misura delle prestazioni

29 SANTA SEDE le prestazioni familiari divieto di cumulo delle prestazioni Lavoratori se sussiste il diritto in relazione ad altra attività lavorativa svolta nello Stato di residenza dei familiari spettano solo le prestazioni ai sensi della legislazione di tale Stato le prestazioni accordate dallaltro Stato sono sospese lIstituzione dello Stato di residenza comunica le informazioni relative alle prestazioni che essa eroga

30 SANTA SEDE le prestazioni familiari Divieto di cumulo delle prestazioni Titolare di pensione autonoma se sussiste il diritto in relazione ad un attività lavorativa svolta nello Stato di residenza dei familiari se non è titolare di pensione in regime di convenzione a carico dellaltro Stato ha diritto alle prestazioni familiari anche per i familiari ivi residenti le prestazioni accordate sulla pensione sono sospese

31 SANTA SEDE le prestazioni familiari Titolare di pensione in regime di convenzione ha diritto alle prestazioni familiari in pro- rata da parte di entrambi i Paesi indipendentemente dalla titolarità di una pensione a carico dellaltro Stato le prestazioni sono dovute anche per i familiari residenti nellaltro Stato

32 SERBIA le prestazioni familiari NEI RAPPORTI CON LA REPUBBLICA DELLA SERBIA CONTINUA A TROVARE APPLICAZIONE LA CONVENZIONE TRA LA REPUBBLICA ITALIANA E LA REPUBBLICA POPOLARE FEDERALE DI JUGOSLAVIA DEL 14 NOVEMBRE 1957 IN VIGORE DAL 1° GENNAIO 1961 SERBIA le prestazioni familiari

33 TUNISIA le prestazioni familiari La convenzione italo- tunisina prevede la totalizzazione dei periodi ai fini della concessione delle prestazioni familiari per quanto riguarda lItalia i periodi esteri potrebbero essere presi in considerazione per il computo del periodo di dipendenza richiesto in caso di MAL, INF, ecc.

34 TUNISIA le prestazioni familiari hanno diritto alle prestazioni familiari anche per i familiari residenti nellaltro Stato le prestazioni familiari per i titolari di pensione a carico di entrambi gli Stati sono dovute dallo Stato in cui il pensionato risiede anche se i familiari risiedono nellaltro Stato lavoratori pensionati

35 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Concessione delle prestazioni familiari il lavoratore è tenuto a presentare la domanda allIstituzione competente del luogo di lavoro allegando tutta la documentazione necessaria stato di famiglia rilasciato dallAutorità competente del luogo di residenza dei familiari da rinnovare annualmente nel caso di prestazioni a carico dellItalia la documentazione prevista dalla legislazione italiana e la richiesta di autorizzazione

36 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Concessione delle prestazioni familiari figli residenti in Tunisia la convenzione vieta lesportazione di prestazioni diverse dagli assegni familiari veri e propri la convenzione limita la concessione delle prestazioni per i familiari residenti in Tunisia a soli quattro figli non dovranno essere concesse autorizzazioni per più di quattro figli non possono essere concesse le maggiorazioni previste allart. 5 della legge n. 79/83

37 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Concessione delle prestazioni familiari per il coniuge le prestazioni familiari spettano anche per il coniuge residente in Tunisia lavoratori le prestazioni familiari spettano solo per la prima moglie le altre mogli e i relativi redditi devono essere esclusi dal nucleo e dal computo dei redditi tale esclusione opera anche per il diritto agli assegni familiari

38 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Divieto di cumulo delle prestazioni familiari se sussiste il diritto in relazione a unattività lavorativa svolta nello Stato di residenza dei familiari le prestazioni accordate a qualsiasi titolo dallaltro Stato sono sospese la norma anticumulo prevale sul criterio della residenza del pensionato

39 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Divieto di cumulo delle prestazioni familiari chiede allaltra Istituzione le informazioni relative alleventuale diritto a prestazioni familiari e la misura delle stesse comunica allIstituzione dellaltro Stato, tutte le informazioni occorrenti sulleventuale attività lavorativa nonché sul diritto e la misura degli assegni lIstituzione competente dello Stato di residenza dei familiari lIstituzione dello Stato di occupazione del lavoratore o di residenza del pensionato

40 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Erogazione di una prestazione differenziale nel caso in cui le prestazioni erogate dallIstituzione dello Stato di residenza dei figli siano di importo inferiore lIstituzione dellaltro Stato è tenuta ad erogare una prestazione differenziale lIstituzione dello Stato di residenza comunica i dati relativi alla misura delle prestazioni e al numero di familiari cui spettano

41 TUNISIA le prestazioni familiari Modalità operative Erogazione di una prestazione differenziale a carico dellItalia adempimenti della Sede richiede le informazioni necessarie allIstituzione tunisina compilando la parte A del form I/TN 6 rilascia lautorizzazione ANF 43 indicando la frazione di assegno che dovrà essere pagata dal datore di lavoro lIstituzione tunisina compilerà la parte B nel caso di figli di titolari di pensione, si terrà conto delle informazioni che saranno fornite sui formulari di domanda e di collegamento

42 TURCHIA le prestazioni familiari Convenzione europea di sicurezza sociale attualmente non è operativa per le prestazioni familiari in quanto è applicabile unicamente la disposizione relativa alla totalizzazione dei periodi (art. 57 della Convenzione)

43 URUGUAY le prestazioni familiari Convenzione Italo- uruguaiana Titolari di pensione le prestazioni sono dovute anche per i familiari residenti nellaltro Stato nel caso di titolare di pensione a carico di entrambi gli Stati le prestazioni sono dovute dallo Stato di residenza del pensionato

44 Disposizioni particolari STATI UNITI l'accordo italo - statunitense si applica alle persone di qualsiasi nazionalità gli stranieri di qualsiasi nazionalità, titolari di pensione in regime italo -statunitense possono ottenere l'assegno per il nucleo familiare, conteggiando fra i componenti della famiglia anche quelli residenti in USA Le prestazioni familiari italiane sono del tutto compatibili con le prestazioni erogate dalle istituzioni statunitensi per gli stessi familiari.

45 PAESI NON CONVENZIONATI le prestazioni familiari Sono Paesi non convenzionati in materia di prestazioni familiari Stati non convenzionati Stati convenzionati ma non in materia di prestazioni familiari l'assegno per il nucleo familiare sarà sempre liquidato tenendo conto dei componenti della famiglia ( a prescindere dalla loro residenza ), anche se beneficiari di prestazioni familiari estere cittadino italiano

46 PAESI NON CONVENZIONATI le prestazioni familiari Sono Paesi non convenzionati in materia di prestazioni familiari Stati non convenzionati Stati convenzionati ma non in materia di prestazioni familiari i membri della famiglia, residenti fuori del territorio nazionale, non vanno annoverati fra i componenti il nucleo cittadino straniero A meno che esistano condizioni di reciprocità

47 PAESI NON CONVENZIONATI le prestazioni familiari Sono Paesi non convenzionati in materia di prestazioni familiari Stati non convenzionati Stati convenzionati ma non in materia di prestazioni familiari dal 1° giugno 2005 devono essere annoverati nel nucleo i membri della famiglia, anche se residenti fuori del territorio della comunità europea cittadini stranieri cui sia applicabile la normativa comunitaria

48 RIEPILOGO le prestazioni familiari Possono essere inclusi nel nucleo i familiari del lavoratore residenti allestero nei seguenti Stati convenzionati Stati dell'Unione Europea Stati SEE ( Islanda, Liechtenstein, Norvegia ) Svizzera ( normativa comunitaria Accordo CH-UE) Capo Verde Croazia Principato di Monaco Repubblica di San Marino Santa Sede Stati della ex Jugoslavia ( Bosnia Erzegovina, Macedonia, Montenegro e Serbia) Tunisia (massimo 4 figli)

49 RIEPILOGO le prestazioni familiari Possono essere inclusi nel nucleo i familiari del pensionato residenti allestero nei seguenti Stati convenzionati Stati dell'Unione Europea Stati SEE ( Islanda, Liechtenstein, Norvegia ) Svizzera ( normativa comunitaria Accordo CH-UE) Australia Canada Capo Verde Principato di Monaco Repubblica di San Marino Santa Sede Stati Uniti Tunisia (massimo 4 figli) Uruguay

50 RIEPILOGO le prestazioni familiari Contengono norme anticumulo le Convenzioni stipulate con i seguenti Stati PRINCIPATO DI MONACO REPUBBLICA DI CAPO VERDE SANTA SEDE TUNISIA


Scaricare ppt "Le prestazioni familiari in regime internazionale INPS Le prestazioni familiari in regime internazionale Accordi e Convenzioni Bilaterali normativa di."

Presentazioni simili


Annunci Google