La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Confusione attuale fra vita buona e buona vita. Il senso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Confusione attuale fra vita buona e buona vita. Il senso."— Transcript della presentazione:

1 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Confusione attuale fra vita buona e buona vita. Il senso comune (G. Vico). Una società non tocca fondo perché rimane nei mezzi. Tentativi di rimedio di fronte alla disperazione del tedio e il timore al insuccesso. Necessità di un sapere in situazione. Professionalità in una società del sapere. Potere e dialogo pubblico.

2 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Confusione attuale fra vita buona e buona vita. Socrate: luomo può essere libero in città soltanto se la sua vita è virtuosa. Vita genuina e propria, non dispersa e non autentica. È vizioso cercare di assicurare soltanto il sopravvivere Cosa troviamo oggi, alla fine della modernità? Atrofia e automatismo del pensiero (pessimismo romantico, diffidenza con Heidegger, debolezza con Vattimo e Rorty) Fallimento della volontà (Nietzsche: laltro scompare nella volontà di potere) Lio, isolato della ragione, consiste in prescindere dellaltro. Eterno ritorno. Rimane soltanto laffettività e il successo come risultato (vita precaria -piacere/dispiacere-, frenesia dionisiaca,…

3 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Confusione attuale fra vita buona e buona vita. Rimane soltanto laffettività e il successo come risultato Rimane soltanto laffettività e il successo come risultato (vita precaria -piacere/dispiacere-, frenesia dionisiaca,… ma manca energia: affettività esausta -> droga, ecc.) Comportamenti: fascino, ossessione, autismo: il futuro è otturato, non cè razionalità. La volontà rinunzia al futuro Comportamenti: fascino, ossessione, autismo: il futuro è otturato, non cè razionalità. La volontà rinunzia al futuro: Assoluta pienezza del presente Frenesia affettiva Inadeguato rapporto fra temi / argomenti e attitudini personali Istallazione nella stanchezza e la delusione Rinunzia al futuro e a cercare lottimo personale Prima il successo immediato, il risultato automatico

4 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Sul senso comune (G. Vico). Una società non tocca fondo perché rimane nei mezzi. Corso e ricorso: il senso comune ha ritmi storici (tesi della decadenza). I popoli sono successivamente: crudeli, severi, benigni, raffinati, dissoluti. In questa formazione, sviluppo o decadenza delle culture cè: In questa formazione, sviluppo o decadenza delle culture cè: 1) spontaneità della vita in società 2) regolamentazione dellambito pubblico tocca fondo 3) riflessione sulla vita (tocca fondo o meno) 4) e quindi cè un ritorno razionale, innovatore, alla vita; orbene forse ci troviamo di fronte a qualche tipo di barbarie.

5 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Tentativi di rimedio di fronte alla disperazione del tedio e il timore dellinsuccesso (estetismo vitale - Kierkegaard). Fenomenologia di questo estetismo vitale Lindecisione Lindecisione (non soltanto vacillazione) come mancanza sistematica di libertà Noia Noia, frivolezza, senza senso genuino delle cose. Arbitrarietà Arbitrarietà (capriccio, caso): vita imprevedibile, incontrollata Vita senza trama Vita senza trama, senza motivo serio: ricerca dello anormale, abbandono alle mode, svincolati della realtà, ci annoiamo. Tipologia di questo estetismo vitale (senza toccare fondo, ridotti a semplice attuazione): Volgarità edonistica dello ubriaco Insensibilità dellesecutivo attivistico Calcolata originalità del dandy Pedanteria dello erudito, avaro di prestigio

6 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Tratti caratteristici di questo vivere fra stati di animo Ridicolo Immaginazione senza controllo, sentimentalismo. Se cè coscienza della frivolezza, pedanteria. Ridicolo. Sconcerto di fronte allo diverso (da se stesso) Pretensione di spalmare attorno il proprio stato danimo Tutto è urgente Spettatore senza compromesso di fronte agli altri Incapace di decidere e decidersi no way out della noia Sintomi della angoscia vitale (no way out della noia) Isteria: necessità di richiamare lattenzione, iper-attivismo, senso dinferiorità Pettegolezzi, languore, risate e pianto facili: difficoltà per lespressività razionale, tutto si rimanda alla corporalità

7 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Trattative di rimedio alla disperazione del tedio e al timore del fallimento (lamenti, diffidenza, ecc.) divertimento Il divertimento (la moda, la stravaganza…) Linteresse Linteresse per accettare la nostra dualità di fronte al mondo e per organizzare il mondo rivolgersi attivamente di fronte alla realtà Ma non basta: bisogna, anzi, rivolgersi attivamente di fronte alla realtà erospeniaporos Leros platonico, frutto di penia(carenze) e di poros (apertura) (Mito platonico di Zeus, Prometeo ed Epimeteo - nous, intelligenza, fuoco divino rubato a Zeus da Prometeo di fronte ad unessere senza qualità…) bisogna sapere in situazione E, per dare di sé bisogna sapere in situazione Weltanschauung / Bildung Socializzazione primaria e non solo secondaria / Ambito del pubblicamente interpretato (Heidegger)

8 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Professionalità in una società del sapere. Professionalità in una società del sapere. Professioni: saperi razionalizzati ed integrati nellandamento della società. profili saperi pubblicamente amministrati Il loro valori sociali dipendono dei profili, dei loro saperi pubblicamente amministrati. mai perfetta Una professione non è mai perfetta progressi in falso I progressi in falso indeboliscono i profili professionali scoperte di carenze o deficit necessità domande Le scoperte di carenze o deficit arricchiscono i profili: essere attenti alle necessità e non soltanto alle domande (problemi della ricerca: cespugli nietzscheani) Estendere il sapere estendere il potere ** Estendere il sapere (e non mere curiosità o cose meschine) significa estendere il potere… Quelli che sanno, possono…

9 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Potere e dialogo pubblico. Se la situazione è = irrazionalismo + volontà di potere + affettività e nostalgia, il futuro è otturato. Se il Potere si riduce a governo, dominio territoriali, con posti di lavoro, gente nel suo posto: i disoccupati sono quelli che nono hanno un posto di lavoro. E quando un territorio è organizzato, tendenza allimmobilismo. Ma se Potere significa capacità di promuovere fini liberamente nel tempo, Ma se Potere significa capacità di promuovere fini liberamente nel tempo, i fini sono al di sopra della organizzazione. Potere è la persona in quanto propone non in quanto dispone Potere è la persona in quanto propone (dim. temporale), non in quanto dispone (dim. spaziale). Potere in società Potere in società (fine: perfezione membri) - stendere il potere, non essere imprescindibili, delegare, proporre fini.

10 3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Potere e professioni di comunicazione Potere e professioni di comunicazione Finalità: incremento di sapere nella società. Finalità: incremento di sapere nella società. Il dialogo è strumentale: Il dialogo è strumentale: ricerca perfezione dei partecipanti. Due presupposti, condizioni di possibilità: 1) Soggettiva: comprensione, amicizia. Fedeltà allamico e alla verità. 2) Oggettiva: veracità, fedeltà alla realtà, oltre la sincerità Non cè priorità della comunicazione sul comunicato realtà La realtà è assoluta, non è quello che avviene nel dialogo. Il dialogo pubblico Il dialogo pubblico come tensione solidaria verso la verità implica che la mutua comprensione si fonda sul comune interesse per la verità. la mutua comprensione si fonda sul comune interesse per la verità.


Scaricare ppt "3. Superficialità / estetismo / professionalità 3. Superficialità / estetismo / professionalità Confusione attuale fra vita buona e buona vita. Il senso."

Presentazioni simili


Annunci Google