La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Titolo del progetto «LA REVISIONE INTERCULTURALE DEI CURRICOLI SCOLASTICI PER UNA NUOVA CITTADINANZA COESA E BASATA SUL RISPETTO DEI VALORI DELLA COSTITUZIONE».

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Titolo del progetto «LA REVISIONE INTERCULTURALE DEI CURRICOLI SCOLASTICI PER UNA NUOVA CITTADINANZA COESA E BASATA SUL RISPETTO DEI VALORI DELLA COSTITUZIONE»."— Transcript della presentazione:

1 Titolo del progetto «LA REVISIONE INTERCULTURALE DEI CURRICOLI SCOLASTICI PER UNA NUOVA CITTADINANZA COESA E BASATA SUL RISPETTO DEI VALORI DELLA COSTITUZIONE».

2 SPERIMENTAZIONE DIDATTICA ITALIANO E LINGUAGGI CREATIVI CITTADINANZA MATEMATICA SCIENZE GEOGRAFIA STORIA

3 CURRICOLO DI ITALIANO TRE MACROCONCETTI COSCIENZA COSMICA COSCIENZA DI SPECIE PROSPETTIVA MONDIALISTA

4 COSMO = MULTIVERSO PLURALE in cui OGNI PARTE va verso il TUTTO La visione antropica della vita umana non più separata dal cosmo, affida agli uomini un ruolo attivo e partecipativo alla stessa esistenza delluniverso

5 PROSPETTIVA MONDIALISTA = COSCIENZA di essere una COMUNITÀ PLURALE con TRANSCULTURAZIONE COMPLESSA caratterizzata da un CAMMINO COMUNE nel rispetto della Biogea Richiamo alla corresponsabilità ed interdipendenza che legano tutti in una sorte di cammino comune, dove possano vivere in simbiosi gli umani e il mondo

6 COSCIENZA DI SPECIE = RICONOSCIMENTO di RELAZIONE RESPONSABILE verso tutti i alimentata da INTERAZIONE-CREOLIZZAZIONE Tale termine è rivisto alla luce della tematica dell'impegno e della responsabilità, richiamata in particolare da J.P. Sartre e della tematica della relazione richiamata da E. Glissant

7 UNITA DI LAVORO ITALIANO: COSCIENZA COSMICA CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO TESTO ORDINE DI SCUOLA E CLASSE FIRMAMENTOPrendere coscienza dellistinto naturale di guardare il Cielo e dello stupore che limmensità dello spazio suscita nel bambino Milbourne Quantè grande un milione? Usborne 2007 Infanzia FIRMAMENTO _________ UNIVERSO Considerare il cielo come una pluralità di corpi celesti ed osservare le stelle per costruire una relazione con loro (sentimento cosmico). Scoprire di far parte di un mondo più grande di quello che si conosce, ossia di appartenere alluniverso Antoine de Saint- ExupéryAntoine de Saint- Exupéry Il Piccolo principe Hawking«La chiave segreta dellUniverso Infanzia Primaria 1° e 2°

8 UNIVERSO Scoprire di far parte di un mondo più grande di quello che si conosce, ossia di appartenere alluniverso Hawking La chiave segreta dellUniverso Primaria III – IV - V FIRMAMENTO Contemplare il cielo per acquisire la consapevolezza di essere legato ad esso da una molteplicità di sensazioni. Antoine de Saint- ExupéryAntoine de Saint- Exupéry. Il Piccolo principe Primaria III EXTRATERRESTRE Prendere coscienza dello stereotipo dellextraterrestre ed acquisire una visione pluriprospettica in grado di leggere in modo critico le relazioni tra uomo e cosmo. J. Gaarder Cè nessuno Film E.T. lextraterrestre Primaria III – IV - V

9 Cosmo COSMOVISIONE C apire che luomo può conoscere il cosmo usando la scienza (astronomia, fisica) Scoprire di far parte di un mondo più grande di quello che si conosce, ossia di appartenere allunive rso Hawking La chiave segreta dellUniverso Le Cosmicomiche «TUTTO IN UN PUNTO» dI Italo Calvino Secondaria

10 Cosmogonia Conoscere la narrazione dellorigine e dellevoluzione dellUniverso per acquisire la consapevolezza di appartenere ad un Tutto percepito in modo diverso dalle diverse culture degli uomini. «Cosa cè dietro le stelle» di Jostein Gaarder Secondaria

11 UNITA DI LAVORO ITALIANO:PROSPETTIVA MONDIALISTA CONCETTOOBIETTIVO FORMATIVOTESTO ORDINE DI SCUOLA E CLASSE AMBIENTE Considerare la natura come un luogo di molteplici interazioni in cui gli uomini assumono comportamenti responsabili a garanzia della qualità della vita di tutti. Fuad Aziz Non tagliate quellalbero Infanzia AMBIENTE Considerare la natura come un luogo di molteplici interazioni in cui gli uomini assumono comportamenti responsabili a garanzia della qualità della vita di tutti. Darah Dyer Cinque diavoletti Infanzia

12 CONCETTOOBIETTIVO FORMATIVOTESTO ORDINE DI SCUOLA E CLASSE AMBIENTE Considerare la natura come un luogo di molteplici interazioni in cui gli uomini assumono comportamenti responsabili a garanzia della qualità della vita di tutti. Fuad Aziz Non tagliate quellalbero Primaria Classe I – II - III COSCIENZA ECOLOGICA Considerare la natura come un luogo di molteplici interazioni in cui gli uomini assumono comportamenti responsabili a garanzia della qualità della vita di tutti Racconto: Il vecchio boscaiolo di Mario Rigoni Stern Primaria Classe IV - V

13 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO TESTO ORDINE DI SCUOLA E CLASSE SVILUPPO UMANO Considerare la natura come un luogo di molteplici interazioni in cui gli uomini assumono comportamenti responsabili a garanzia della qualità della vita di tutti. Dino Buzzati Il segreto del Bosco Vecchio Secondaria SVILUPPO UMANO Considerare la relazione tra natura e progresso per un cambiamento profondo, equilibrato e responsabile verso la percezione della natura e le decisioni da intraprendere. Marcovaldo di Italo Calvino- Racconto: Funghi in città Secondaria

14 UNITA DI LAVORO ITALIANO: COSCIENZA DI SPECIE CONCETTOOBIETTIVO FORMATIVOTESTO ORDINE DI SCUOLA E CLASSE FRATERNITA Considerare laltro come un essere da conoscere, comprendere e rispettare. Film Azur e Asmar di Michel Ocelot Libro: Michel Ocelot Azur e Asmar Nord-Sud Infanzia EMPATIAConoscere i sentimenti e i comportamenti altrui per favorire la consapevolezza di appartenere tutti alla specie dei viventi, con legami che richiedono forme di empatia e corresponsabilità Chen Jang Hong Il Principe Tigre Infanzia Primaria classi I - II

15 RISPETTO DELLALTRO/EMPATI A Promuovere la conoscenza dellaltro per apprendere il rispetto generatore di relazione, comprensione e condivisione. Testo e film Kirikù e la strega Karabà Primaria classi I - II EMPATIAConoscere i sentimenti e i comportamenti degli umani e non per favorire la consapevolezza di appartenere tutti alla stessa specie dei viventi, con legami che richiedono forme di cura reciproca. Romanzo L'occhio del lupo di Daniel Pennac. Primaria classi III - IV VITASaper riconoscere gli elementi significativi della vita per promuovere la qualità attraverso il rispetto dellambiente e l interazione con gli altri viventi Flm e libro Louis Sepulveda Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare Primaria classi IV - V

16 CREOLIZZAZIO NE Prendere coscienza che lidentità è a rizoma ovvero ha radici eterogenee per coglierne il carattere composito. Il latte è buono di Garane Garane Secondaria

17 Coscienza poetica: costellazione di riferimento Wallace Stevens Poeta statunitense Wisława Szymborska Poeta polacca Jorge Luis Borges Poeta argentino Bashō Matsuo Poeta giapponese Tomas Tranströmer Poeta svedese Orazio

18 Coscienza Poetica UDL TITOLO 1 Il peperone rosso 2 La cipolla 3 Il silenzio delle piante 4 Conversazione con una pietra 5 I Doni 6 Montagne a luglio MONDIALISTICAMONDIALISTICA COSMICACOSMICA

19 UNITA DI LAVORO CITTADINANZA E COSTITUZIONE CONCETTOOBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSE REGOLA Comprendere la regola per coglierne la funzione nei diversi ambienti di vita quotidiana e favorire fini utili al bene comune del gruppo INFANZIA E PRIMARIA CLASSE I - II LEGGE Conoscere la legge e i caratteri di coercizione, esteriorità, bilateralità per coglierne lo scopo di garantire la convivenza pacifica basata sulla responsabilità di osservare il Bene Comune PRIMARIA CLASSE III GOVERNO Prendere coscienza della variabilità delle forme di governo per favorire forme di partecipazione democratica in un ottica glocale. PRIMARIA CLASSE IV

20 DEMOCRAZIA Sapere che la democrazia è una forma di governo basato sulla sovranità popolare per promuovere il diritto-dovere di partecipazione alla gestione del Bene Comune. SCUOLA PRIMARIA CLASSE IV CITTA Conoscere il fenomeno urbano e prendere coscienza della città come habitat sociale complesso, legato al processo di status sociale che cambia nel tempo e nello spazio per maturare una cittadinanza basata sulla condivisione e corresponsabilità giuridica. PRIMARIA IV SECONDARIA TASSE Cogliere la relazione tra costi e servizi per acquisire il concetto di redistribuzione e reintegrazione delle risorse per il Bene Comune. PRIMARIA CLASSE V SECONDARIA CITTADINANZA Sapere che la cittadinanza è un riconoscimento variabile nel tempo e nello spazio per progettare una cittadinanza basata sulla condivisione e corresponsabilità giuridica quale istanza per la difesa del bene Comune. PRIMARIA CLASSE V SECONDARIA GENERE E GENERAZIONE Favorire la coscienza delle relazioni di genere e di generazione e la formazione di una corresponsabilità civica per una qualità della vita sostenibile per tutti. PRIMARIA CLASSE III- IV SECONDARIA

21 MIGRAZIONEPrendere coscienza che la migrazione è espressione del diritto di libertà di movimento delluomo che rientra nel novero dei Diritti Umani. SECONDARIA

22 MATEMATICA UNITA DI LAVORO CONCETTOOBIETTIVO FORMATIVOORDINE SCUOLA - CLASSE ESTENSIONE Esplorare la realtà attraverso esperienze sensoriali e di movimento per iniziare la costruzione dei concetti di estensione-dimensione-misura ovvero acquisire l idea che gli oggetti occupano uno spazio-in modi diversi-in una quantità stimabile; avviare lacquisizione del procedimento di misura di una lunghezza utilizzando unità arbitrarie e collegando le pratiche di misura alle conoscenze sui numeri. Infanzia Primaria ESTENSIONE SUPERFICIALE (AREA) Costruire i concetti di area e di misura dellarea di una figura (in particolare di un poligono); intuire come gli strumenti matematici appresi siano utili per operare nella realtà Scuola primaria Classe IV PERIMETRO E AREA Prendere consapevolezza della diversità concettuale esistente tra le nozioni di perimetro e di area di una figura piana; acquisire i concetti di isoperimetria e di equiestensione; comprendere e descrivere le modalità di variazione dellarea di figure isoperimetriche e, viceversa, le modalità di variazione del perimetro di figure equiestese. Primaria classe IV-V Secondaria

23 Matematica MICRO UNITA DI LAVORO (Iannamorelli) Sistemi di numerazione Strumenti di calcolo Operazioni

24 OBIETTIVO FORMATIVO SPERIMENTARE SISTEMI DI CALCOLO CHE RICHIEDONO AZIONI DI RAGGRUPPAMENTO E DI CAMBIO DI UNA CERTA BASE LE CUI MODALITA VARIANO NEL TEMPO E NELLO SPAZIO. SINGOLE UNITA DI LAVORO 1.NUMERAZIONE YORUBA 2.NUMERAZIONE EGIZIA 3.NUMERAZIONE BABILONESE 4.NUMERAZIONE MAYA 5.ARITMETICA EGIZIA 6.ARITMETICA INCAS 7.REGOLI DI NEPERO 8.REGOLI DI GENAILLE 9.RAPPORTO TRA PERIMETRO E AREA 10.SOLIDI PLATONICI 11.GEOPIANO – TEOREMA DI PICK

25 UNITA DI LAVORO SISTEMI DI NUMERAZIONE SPERIMENTARE SISTEMI DI NUMERAZIONE FINALIZZATI AD ACQUISIRE PADRONANZA DEL LINGUAGGIO LOGICO MATEMATICO E DEI CONCETTI BASE PER UTILIZZARE LE TECNICHE OPERATIVE RELATIVE AL CALCOLARE; OPERARE NEL RISPETTO DELLE REGOLE DEI DIVERSI SISTEMI DI NUMERAZIONE

26 UNITA LAVORO CONCETTOOBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI SILENZIO: EMPATIA Praticare esperienze di relazioni profonde tra il sé, gli altri esseri viventi, umani e non umani e la natura, per comprendere di far parte di un unica realtà composta di materia, energia e informazioni (MEI) INFANZIA Energia e Materia: foglia vera/finta Conoscere la relazione inscindibile tra vivente e ambiente: non esiste un vivente senza ambiente; i viventi modificano significativamente gli ambienti. INFANZIA

27 LE CLASSIFICAZIONI Apprendere la relatività delle forme di classificazione/ la classificazione dipende dalla propria visione del mondo. SCUOLA PRIMARIA CLASSE I - II I CONFINI DI SÉ (confine inteso come relazione e non barriera) Apprendere che ogni vivente è tale in quanto da un lato mantiene nel tempo alcune caratteristiche, dallaltro rinnova questa caratteristiche (strutturali e funzionali) grazie ad un continuo scambio. SCUOLA PRIMARIA CLASSE II - III ECOSISTEMA (interdipendenze) Cogliere le trasformazioni e le relazioni interne ed esterne di un ecosistema. SCUOLA PRIMARIA CLASSE III La storia delle cose (trasformazioni) Acquisire la consapevolezza che nelluso di oggetti noi utilizziamo M ed E che sono attinti dai sistemi naturali, che sono beni comuni che dovrebbero essere a disposizione di tutti in ugual misura SCUOLA PRIMARIA CLASSE IV - V

28 Il nostro peso sulla natura (flussi di energia) Apprendere che dietro ad ogni trasformazione vi sono dei flussi di energia Acquisire il concetto di schiavo energetico e saperlo usare in vari contesti. SCUOLA SECONDARIA

29 UNITA LAVORO CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI SISTEMA TERRITORIALE (paesaggio) Conoscere il concetto di sistema territoriale - paesaggio, i suoi elementi e le sue dinamiche; acquisire la capacità di analizzarlo per scoprirvi le relazioni interne e quelle che esso stabilisce con altri sistemi; individuarvi lespressione del rapporto uomo- ambiente, distinguendo interventi positivi e negativi; intuire la responsabilità che luomo ha nella sua tutela; sentirsi corresponsabili ad un suo sviluppo sostenibile per effettuare scelte di pianificazione territoriali lungimiranti, coerenti con il significato di una cittadinanza attiva. Primaria classi III – IV- V Secondaria classe I

30 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI BIODIVERSITÀ RAPPRESENTA ZIONE CARTOGRAFIC A (dalla carta mentale, ai concetti topologici, alle carte antiche e non) Adottando una prospettiva transcalare, cronospaziale e glocale, conoscere la biodiversità fisico-culturale, scoprendone il valore estetico e limportanza della sua tutela per la vita degli ecosistemi e degli uomini, per mettere in atto comportamenti idonei alla sua preservazione, al relativo rispetto, nonché al mantenimento di determinati delicati equilibri Attraverso luso di strumenti e metodologie volti alla promozione della cooperazione, promuovere la conoscenza della cartografia, dei diversi aspetti del linguaggio della geo- graficità (rappresentazione cartografica, lettura e interpretazione di grafici e tabelle, valutazione delle distanze, direzioni, dimensioni, forme ecc.), per incrementare la propria intelligenza spaziale nel rispetto di quella altrui ed imparare a decentrarsi culturalmente. Primaria tutte le classi a seconda del livello di difficoltà Primaria classi II – III Secondaria classe I

31 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI GLOBALIZZAZI ONE E SVILUPPO REGIONE E CONFINE Partendo da una riflessione sui bisogni delluomo e sul rapporto bisogno-risorsa, promuovere la conoscenza del significato dei risvolti delle conseguenze positive e negative di alcuni fenomeni della modernità (sviluppo, globalizzazione, glocalismo ecc.) per acquisire la capacità di interpretare alcuni fatti del mondo attuale e maturare comportamenti coerenti con una cittadinanza planetaria, idonei a vivere, ad agire nella complessità della modernità. Favorire lappropriazione dei concetti di confine e regione, nel rispetto della loro polisemia/flessibilità e promuovere lacquisizione dellabilità di regionalizzare, maturando la consapevolezza dellimportanza di considerare sempre diversi e vari punti di vista, secondo la logica e i principi dellinterculturalità e della sana convivenza civile. Primaria classe v Secondaria classe III Primaria classe V

32 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI MIGRAZIONI INTERNAZIONA LI (e IDENTITA) Conoscere le dinamiche della mobilità umana nel tempo e gli effetti che esse hanno determinato nei luoghi di arrivo/di partenza degli immigrati; prendere coscienza della possibilità di educare la propria identità ad essere migrante e plastica in corrispondenza dellincontro con laltrui diversità per favorire la costruzione di unidentità aperta, idonea alla complessità del reale determinata dallaccelerazione e dallintensificarsi delle relazioni umane anche a seguito della mutata fisionomia assunta dalle migrazioni internazionali. Secondaria classe II - III

33 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI CITTADINANZA E COSTITUZIONE Conoscere il processo di definizione e alcune parti del testo della Costituzione italiana; alcune parti di Costituzioni di altri Paesi del mondo; alcune parti di Costituzioni di organismi transconfinari (Carta della Terra, della Dichiarazione dei Diritti Umani ecc.); rilevare relazioni tra le Costituzioni e i contesti storico-geografici di riferimento, utilizzando una prospettiva cronospaziale e transnazionale; diritti, doveri, libertà, principi comuni/specifici nei vari documenti per favorire la maturazione di un atteggiamento di responsabilità, di consapevolezza e di rispetto dellaltro ponendo le basi, concretamente, per lacquisizione dei principi di una cittadinanza planetaria, cosmopolita e attiva. Secondaria classe III

34 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI UNIONE EUROPEA Conoscere lo spazio dellUnione europea; gli Stati che ne fanno parte e le numerose diversità che li caratterizzano; le aree geopolitiche che si sono affermate/dissolte nel tempo e i relativi effetti che hanno sortito in termini di conflitti e di tensioni politiche;le questioni geopolitiche che ne hanno scandito/scandiscono le tappe del processo di formazione; il sistema delle Euroregioni quali aree in cui la geopolitica è diretta allo sviluppo del territorio e alla sua salvaguardia per favorire la costruzione di unidentità europea aperta, consapevole, responsabile in grado di agire e di orientarsi in una realtà in continua trasformazione. Secondaria classe III

35 UNITA LAVORO CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI NICCHIA ECOLOGICA CITTA Favorire la conoscenza del processo di ominazione attraverso il concetto di «nicchia ecologica» per cogliere le interazioni tra uomo ed habitat come condizione per la sopravvivenza propria ed altrui e per la qualità della vita sostenibile per tutti Prendere coscienza della città come habitat sociale complesso legato al processo di trasformazione e di scambio per coglierne lo sviluppo e il declino. Primaria classi IV Primaria classi IV - V

36 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI CENTRO – PERIFERIA IMPERO ROMANO Prendere coscienza della dinamica centro – periferia per cogliere relazioni ed interdipendenze attraverso lo scambio ineguale. Conoscere le caratteristiche dellimpero per cogliere le interazioni tra autorità centrale e periferia, il processo di colonizzazione, le relazioni internazionali. Primaria classe IV Primaria classe V

37 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI IMPERO MEDIEVALE CITTA MEDIEVALE Prendere coscienza dellimpero medievale come un dominio su terre conquistate attraverso una forte organizzazione militare per cogliere le interdipendenze del modello socio- politico-culturale. Prendere coscienza della città come habitat economico, politico, sociale complesso legato al processo di interdipendenza commerciale ed economico. Secondaria classe I

38 CONCETTO OBIETTIVO FORMATIVO ORDINE SCUOLA E CLASSI STATO/NAZION E GUERRA Conoscere le caratteristiche dello stato-nazione come sistema per cogliere le interazioni interne ed esterne. Prendere coscienza che la guerra genera inimicizia e separazione in contrasto con la socialità delluomo Secondaria classe III Primaria classe V Secondaria

39 Didattica per Concetti Mappa Concettuale = definizione delloggetto culturale CC = ascolto e centralità dellallievo Matrice cognitiva Compito di apprendimento Rete Concettuale

40

41


Scaricare ppt "Titolo del progetto «LA REVISIONE INTERCULTURALE DEI CURRICOLI SCOLASTICI PER UNA NUOVA CITTADINANZA COESA E BASATA SUL RISPETTO DEI VALORI DELLA COSTITUZIONE»."

Presentazioni simili


Annunci Google