La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Preparare il Natale Riflettere = pregare Correggere le scelte Allearsi con Cristo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Preparare il Natale Riflettere = pregare Correggere le scelte Allearsi con Cristo."— Transcript della presentazione:

1 Preparare il Natale Riflettere = pregare Correggere le scelte Allearsi con Cristo

2 Le nostre radici w Noi siamo i partigiani di un UCCISO, w Noi siamo i compagni di un RISORTO, w Noi siamo i figli di un povero ragazzo di campagna, dei Becchi w Noi siamo fratelli nella comunità dei credenti, ý un uomo ucciso per la salvezza di tutti ý vero uomo e vero Dio. ý diventato padre e maestro per i giovani di tutto il mondo. ý nella Chiesa che è nostra madre.

3 Dal Vangelo secondo Matteo (5, 1-16) Beati quelli che sono poveri di fronte a Dio, w Dio darà loro il suo regno. Beati quelli che sono nella tristezza: w Dio li consolerà. Beati quelli che non sono violenti: w Dio darà loro la terra promessa. Beati quelli che desiderano ardentemente quello che Dio vuole: w Dio esaudirà i loro desideri. Beati quelli che hanno compassione degli altri: w Dio avrà compassione di loro. Beati quelli che sono puri di cuore: w essi vedranno Dio.

4 Dal Vangelo secondo Matteo (5, 1-16) Beati quelli che diffondono la pace: Dio li accoglierà come suoi figli. Beati quelli che sono perseguitati per aver fatto la volontà di Dio: s Dio darà loro il suo regno. Beati quelli che hanno compassione degli altri: Dio avrà compassione di loro Beati siete voi quando vi insultano e vi perseguitano, quando dicono falsità e calunnie contro di voi perché avete creduto in me. Siate lieti e contenti, perché Dio vi ha preparato in cielo una grande ricompensa: infatti, prima di voi, anche i profeti furono perseguitati.

5 E N O T T E ! w Il tuo grande rischio oggi è la cecità, sei abbagliato dai tuoi interessi. w Cè in te la volontà di non vedere per non cambiare w 3 miliardi di uomini hanno meno di 20 anni e … sopravvivono a fatica w Tu ignori le condizioni di vita di metà dellumanità.

6 ...E NOTTE: 800 milioni w Ragazzi di strada w Ragazzi soldato w Ragazzi abusati w Ragazzi lavoratori e schiavi w Ragazzi nessuno w Ragazzi carcerati w Ragazzi donatori forzati di organi e mutilati w Ragazzi poveri w Ragazzi delle fogne w Ragazzi ammalati (HIV) w Ragazzi rifugiati e orfani…!

7 La povertà è un crimine intollerabile perché: w ogni 3 secondi un bambino muore per denutrizione w cibo per gli animali, nei paesi ricchi, 25 miliardi di Euro/anno E N O T T E !

8 La povertà è un crimine intollerabile perché: 1 miliardo di persone vivono con meno di 1 Euro/giorno - sigarette in Europa: 50 miliardi di Euro/anno - alcolici nel mondo 100 miliardi Euro/anno - droghe nel mondo 500 miliardi Euro/anno

9 La povertà è un crimine intollerabile perché: 115 milioni di bambini non iniziano nemmeno la scuola 3/5 sono bambine basterebbero 10 miliardi di Euro per garantire la scolarizzazione primaria - cosmetici nel mondo 16 miliardi di Euro/anno

10 La povertà è un crimine intollerabile perché: 800 milioni di persone non hanno accesso a medici o cure sanitarie spese militari nel mondo miliardi di Euro/anno E N O T T E !

11 E NATALE Cristo nato morto risorto ha aperto i nostri occhi: ora possiamo scoprire intorno a noi i segni della Risurrezione che ha invaso il mondo e la storia: Le nostre famiglie: un fiume sotterraneo di solidarietà che chiede di emergere e far sapere al mondo che la speranza è viva. E la cronaca silenziosa di mille e mille comunità, gruppi di giovani, di volontari e di milioni di persone che operano... e fanno intravedere un futuro di fraternità.

12 E NATALE Cristo…... ci indica i capisaldi delle scelte di vita: non il tubo digerente ma luomo non luomo ad una dimensione ma tutto intero : eterno come lo ha sognato Dio non per sopravvivere ma per vivere nellamore siamo fatti per amare ed essere amati

13 SOLIDARIETA … Non è un sentimento di vaga compassione o di superficiale intenerimento per i mali di tante persone, vicine o lontane. Al contrario, è la determinazione ferma e perseverante di impegnarsi per il bene comune : ossia per il bene di tutti e di ciascuno, perché tutti siamo veramente responsabili di tutti. Giovanni Paolo II, Sollicitudo Rei Socialis 38

14 Il Natale: Dio è amore w Cristo è il vero buon samaritano che si fa prossimo si china sulle ferite dellumanità intera e la chiama a vita nuova: una vita di amore ricevuto e donato. w Farsi Prossimo: luomo creato per amore e amato gratuitamente da Dio, è se stesso se ama. w Questo amore vissuto è la sostanza della sequela di Cristo, del nostro essergli fedeli, è la nostra fede.

15 w Non dire Padre, se ogni giorno non ti comporti da figlio. w Non dire nostro, se vivi isolato nel tuo egoismo. w Non dire che sei nei cieli, se pensi solo alle cose terrene. w Non dire sia santificato il tuo nome, se non lo onori. La politica del Padre nostro

16 Padre nostro w Non dire venga il tuo regno, se lo confondi con il successo materiale. w Non dire sia fatta le tua volontà, se non laccetti quando è dolorosa. w Non dire dacci oggi il nostro pane quotidiano, se non ti preoccupi della gente che ha perso il lavoro. w Non dire perdona i nostri debiti, se conservi rancore verso tuo fratello.

17 Padre nostro w Non dire non lasciarci cadere nella tentazione, se continui a vivere nella ambiguità. w Non dire liberaci dal male, se non ti opponi alle opere malvagie. w Non dire Amen, se non prendi sul serio le parole del Padre Nostro

18 w Ci impegniamo a portare un destino eterno nel tempo, a sentirci responsabili di tutto e di tutti. w Ci impegniamo non per riordinare il mondo, non per rifarlo su misura, ma per amarlo. w Ci impegniamo perché noi crediamo nellAmore, la sola certezza che non teme confronti, la sola che basta per impegnarci perpetuamente. Don Primo Mazzolari

19 QUESTA E LA CIVILTA DELLAMORE Buona preparazione al Natale


Scaricare ppt "Preparare il Natale Riflettere = pregare Correggere le scelte Allearsi con Cristo."

Presentazioni simili


Annunci Google