La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Abbiamo atteso con tanta trepidazione il nostro Alessandro e lo abbiamo amato sin dal primo momento. A poche settimane dalla nascita, per colpa di una.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Abbiamo atteso con tanta trepidazione il nostro Alessandro e lo abbiamo amato sin dal primo momento. A poche settimane dalla nascita, per colpa di una."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Abbiamo atteso con tanta trepidazione il nostro Alessandro e lo abbiamo amato sin dal primo momento. A poche settimane dalla nascita, per colpa di una infezione batterica, ci hanno comunicato che sarebbe stato portatore di handicap gravissimo: ridotto allimmobilità e condannato al silenzio e alla solitudine…

4 Era il nostro bambino, venuto a completare il nostro amore, come avremmo potuto accettare una sentenza del genere?

5 A questo pensiero, tuttoggi rabbrividisco. Noi lo abbiamo accolto come un dono del cielo e avremmo fatto di tutto… Di tutto Di tutto! Ora ha 7 anni. Lo guardo sdraiato lì, sul tappeto, mentre si muove gattonando felice, in quei suoi movimenti scomposti…

6 Lo guardo e scorgo tutto il suo amore per ogni cosa che riceve da me, dalla sorella, dalla mamma, da tutti quelli che lo conoscono, lo amano e lo aiutano. E cerebroleso, dolcissimo e testardo, capisce molte cose ma ha mille difficoltà, sia di parola, che di coordinazione motoria.

7 me lo ricordano di continuo le istituzioni a cui, molto spesso, sono costretto a rivolgermi per cure e assistenza. Non sarà mai normale e autonomo completamente, questo lo so bene e quandanche volessi dimenticarmene,

8 Laddove possibile, ho trovato collaborazione e comprensione, ma i problemi via via, con la crescita, aumentano e aumenteranno ancora. Non ci siamo arresi: abbiamo trovato medici, fisioterapisti e cure speciali specifiche e mirate, per non subire passivamente quella diagnosi infausta… Purtroppo fin qui le istituzioni non arrivano e il tutto è lasciato al privato.

9 Per anni ho pensato: lavorerò di più, ce la farò ma nei momenti di sconforto, devo confessare anche a me stesso, che sono allo stremo e in quei momenti, sento con disperazione, di non poter fronteggiare la situazione economica per molto tempo ancora… Con uno stipendio medio, è impossibile affrontare i costi proibitivi di queste cure alternative, che hanno permesso al mio Alessandro …di indossare il grembiulino blu della prima elementare,

10 di nuotare in piscina senza i braccioli, di camminare sia pure con aiuto, di comunicare e vedere e… E DI VIVERE!

11 Anche se a volte mi sento solo e sconfitto. Soprattutto quando rispondono velatamente: lo lasci stare, non ci sono speranze… Ma voi vi sentireste di condannare un bambino, allimmobilità di un letto? …a veder passare le stagioni attraverso il vetro di una finestra, prigioniero di un corpo immobile che non può rispondere a nessuna sollecitazione?

12 Mio figlio è nato apparentemente sfortunato. Da 7 anni lottiamo, per rendergli la vita un po più agevole e portarlo ad una propria autonomia, per costruirgli un futuro sereno. E nato per regalare gioia, non ci siamo mai arresi e non ci arrenderemo... MAI!!

13 Spero che altri genitori, o le istituzioni, o chiunque sia in grado di dare un qualsiasi aiuto, si mettano in contatto con me, per sensibilizzare le coscienze e chi di dovere per regalare una speranza al mio Alessandro, ma anche a tutti i bambini, con gli stessi problemi.

14 Per far si che tutti i bambini portatori di handicap abbiano diritto non solo al minimo indispensabile… Ma a tutto ciò che permetta loro, di bay-passare e sconfiggere, quel velato: rassegnatevi… Per un bambino cerebroleso, ciò che abbiamo ottenuto vi assicuro, è tantissimo! E quel minimo di mobilità per muoversi nella vita e nel mondo! Se vuoi/puoi aiutami. In qualsiasi modo. Questi sono i miei recapiti: Testo e grafica: Cellulare Musica: Nicola De Angelis

15


Scaricare ppt "Abbiamo atteso con tanta trepidazione il nostro Alessandro e lo abbiamo amato sin dal primo momento. A poche settimane dalla nascita, per colpa di una."

Presentazioni simili


Annunci Google