La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La costruzione dellaltro Gianluca Lopez IIIE Severi 2008/2009 Storia Einaudi dei Greci e dei Romani, vol. I, I Greci nostri antenati, 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La costruzione dellaltro Gianluca Lopez IIIE Severi 2008/2009 Storia Einaudi dei Greci e dei Romani, vol. I, I Greci nostri antenati, 2008."— Transcript della presentazione:

1 La costruzione dellaltro Gianluca Lopez IIIE Severi 2008/2009 Storia Einaudi dei Greci e dei Romani, vol. I, I Greci nostri antenati, 2008

2 Identità dei Gruppi Etnici Delimitazione dal mondo esterno: ritenuto unitario, considerato inferiore Tendenza al pensiero che il proprio ordinamento sociale e politico è il migliore Determinata da:

3 … E nei Greci? Molteplicità di contatti con popolazioni sia evolute che non; Differenziazione del mondo esterno; Solamente dopo alcune svolte politiche si sviluppa etnocentricità. Lanalisi greca dellaltro è stata da noi ereditata.

4 Si guarda agli altri per capire chi siamo? I contatti con altre popolazioni influenzano i greci in maniera profonda. La comune grecità si sviluppa durante la colonizzazione. Sviluppo del panellenico.

5 Cosa accomuna i greci, anche quelli in colonie? Origini Religione Costumi Lingua La lingua è ciò che garantisce più di ogni altra cosa la diversità dallaltro; Ricorda il concetto di barbaro

6 Durante la colonizzazione… In Grecia si sviluppano istituzioni panelleniche [come i giochi olimpici]. Tuttavia manca il potenziale per creare una forma di potere di grandi dimensioni.

7 Nascita dell etnografia La colonizzazione determina una richiesta di nozioni sullo studio dello straniero. Inizialmente, letnografia presentava elementi fittizi come i popoli immaginari. La guerra con i persiani influenza letnografia

8 Erodoto: uno dei primi etnografi Studio di religioni, usi e costumi altrui Le usanze sono sempre rispettate in quanto espressione dellordinamento del popolo. Sforzo di oggettività: uso neutro del concetto di barbaro Tuttavia, il paragone con se stessi stabilisce un limite alla conoscenza dello straniero

9 Lo studio di Erodoto si espande per diverse culture. Viene descritta la (migliore) posizione della donna in alcune popolazioni. Vengono descritte le pratiche sessuali. Si descrive il cannibalismo. Le percezione di Erodoto è influenzata dalla teoria dei climi: lambiente modifica lordinamento sociale.

10 Etnografia del IV e V secolo E una riflessione sul proprio ordinamento. I concetti di etnografia vengono trattati in vari campi come la filosofia (Aristotele e i cinici) Sembra che i greci guardando le popolazioni primitive dicano: un tempo noi eravamo così

11 La società con ordinamento vincolante è ritenuta superiore Il richiamo alletnografia determina lassunzione di un comportamento neutro… Ma non sempre. Per esempio, nellanalisi dei persiani, si spiega il perché della loro sconfitta, e questa non è oggettività. Diminuzione dellaspetto empirico dellanalisi; politicizzazione.

12 Formazione dello stereotipo del barbaro Il barbaro viene considerato come una specie di schiavo naturale: poco intelligente, simile agli animali. Deve quindi essere governato. Stessa idea in concetto più ampio: le popolazioni più progredite devono governare le più primitive. Questo lo si fa per il loro bene: idea ripresa da Cicerone

13 Arrivo dei Romani [Ma prima cè il regno alessandrino] Inizialmente visti come barbari. Vengono acculturati dai greci. Adesso i barbari sono i non romani (lungo periodo – anche nellimpero bizantino)

14 Etnografia meno empirica Assume adesso un aspetto più mitologico Nei romani ritorna anche la politicizzazione: per loro ogni conquista è una missione civilizzatrice Il cristianesimo la usa come strumento per denigrare linfedele

15 RIASSUMENDO Etnografia antica = Empirismo + Mitologia\Eziologia + Politicità + Autoriflessione Questi modelli di percezione influenzano i rapporti tra europei ed altre popolazioni

16 Etnografia tramandata nel medioevo Tramandati i luoghi comuni Costruzione dellimmagine dellestremo oriente, che condiziona anche la scoperta del nuovo mondo: si tenta di analizzare secondo vecchi modelli

17 Il nuovo mondo Ripresa dello schiavo naturale aristotelico Gli indiani diventano barbari: così definiti per i loro usi e costumi Dominazione indiana nel loro stesso interesse: necessitano di educazione civile e religiosa

18 Cosa vuol dire barbaro? [indiano] Incivile Primitivo Non organizzato PAGANO Deve essere convertito Non si capisce lorigine indiana

19 LAsia Ripresa della questione del despotismo: paragone con asiatici, uso politico delletnografia Spiegazione dellorganizzazione asiatica Dinamismo europeo contrapposto alla stagnazione asiatica Studi sullasia anche in epoca moderna: sanscrito

20 Sviluppo dellEurocentricità Interpretazione della storia basandosi su un idea, su una filosofia di storia La Grecia è considerata lorigine dellEuropa moderna; i greci sono ritenuti diversi dagli orientali


Scaricare ppt "La costruzione dellaltro Gianluca Lopez IIIE Severi 2008/2009 Storia Einaudi dei Greci e dei Romani, vol. I, I Greci nostri antenati, 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google