La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 11 Lettura ed approvazione verbale precedente Relazione dei lavori svolti in merito al progetto accoglienza Delibera progetto integrazione L. 18- Delibera.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 11 Lettura ed approvazione verbale precedente Relazione dei lavori svolti in merito al progetto accoglienza Delibera progetto integrazione L. 18- Delibera."— Transcript della presentazione:

1 1 11 Lettura ed approvazione verbale precedente Relazione dei lavori svolti in merito al progetto accoglienza Delibera progetto integrazione L. 18- Delibera attività ampliamento offerta formativa in base alle schede di programmazione presentate a giugno 2013 Piano Annuale delle Attività Funzionali allinsegnamento Ipotesi organizzativa del Collegio in gruppi di lavoro per la.s. 2013/2014 Suddivisione anno scolastico trimestre/quadrimestre Nomina del Comitato di Valutazione. Designazione tutor insegnanti in anno di formazione Varie ed eventuali ORDINE DEL GIORNO A.S SECONDO CIRCOLO COMPAROZZI

2 2 2 Approvazione verbale seduta precedente

3 3 Relazione dei lavori svolti in merito al Progetto Accoglienza

4 Docenti Coordinatori classi parallele Classi prime: ins. Lucia Maggiorana Classi seconde: ins. Laura Fiorentino Classi terze: ins. Caterina Ivonne Ciri Classi quarte: ins. Loriana Tiberini Classi quinte: ins. Adriana Perrotta COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

5 5 Delibera Progetto Integrazione L. 18-

6 6 PROGETTO TEATRO TANTI LINGUAGGI PER COMUNICARE Il progetto ha una valenza territoriale piuttosto ampia: interessa un grande bacino di utenza che va al di là del quartiere di riferimento della scuola. Moltissimi alunni, infatti, provengono da altri quartieri e/o paesi limitrofi. La percentuale di alunni di diversa lingua madre fra gli iscritti del II Circolo, è piuttosto alta. Destinatari Gli alunni delle scuole primarie del II Circolo di Perugia: le classi I, II e III saranno coinvolte nei laboratori teatrali in lingua italiana, mentre le classi IV e V parteciperanno ai laboratori di teatro in lingua inglese. Tempi Il progetto si svolgerà nellarco di tre mesi, durante il secondo quadrimestre. Finalità FAVORIRE LA COESIONE SOCIALE ATTRAVERSO UN POSITIVO PROCESSO DINTEGRAZIONE

7 7 Obiettivi specifici: -creare opportunità di socializzazione e comunicazione in un ambiente accogliente, ludico e non troppo rigido; -favorire situazioni linguistiche di partenza, omogenee per tutti gli alunni, di qualsiasi lingua madre essi siano; -potenziare il linguaggio corporeo e mimico gestuale che non sono mai discriminanti; -sviluppare le abilità relazionali, organizzative e la capacità di rispettare le regole impegnandosi per fini comuni; -prevenire forme di emarginazione derivanti da svantaggio socio-culturale.

8 8 Lattività teatrale svolta con i compagni di classe diventa, per lalunno straniero, unoccasione per sperimentare il senso di appartenenza ad una comunità in cui è necessario anche rispettare alcune regole fondamentali. In particolare, lintervento di un esperto di teatro, sarà di supporto ad alcune tematiche importanti quali: la diffusione della lingua e della cultura italiana; il contrasto ai fenomeni di razzismo, discriminazione, esclusione; la promozione della cittadinanza attiva e la diffusione della legalità. Attraverso la drammatizzazione di situazioni quotidiane, (per i più grandi, in una lingua che risulta lingua seconda anche per i bambini italiani), gli alunni avranno la possibilità di esprimere le loro emozioni ed il loro vissuto in un ambiente dapprendimento non rigidamente strutturato (laboratorio), in cui il linguaggio mimico gestuale costituisce la parte più significativa della comunicazione. Alla fine delle attività saranno organizzati spettacoli per valorizzare il percorso educativo anche allesterno della scuola, nellintento di promuovere la socializzazione dellesperienza. Saranno, inoltre, realizzati laboratori a classi aperte per lallestimento delle scenografie e dei costumi di scena con lobiettivo di potenziare le capacità tecnologico-artistiche, la motivazione allimpegno verso un fine comune e linteriorizzazione delle regole di convivenza.

9 9 Delibera Attività Ampliamento Offerta Formativa in base alle schede di programmazione presentate a giugno 2013

10 10 FINALITA: -Potenziamento delle capacità comunicative, espressive e creative, anche in lingua straniera. -Approfondimento della gestualità e del linguaggio del corpo. -Sviluppo delle abilità relazionali, organizzative e progettuali, capacità di lavorare per fini comuni. -Consolidamento della tecnica di lettura e di analisi di un testo. -Acquisizione della capacità di uso della lingua in funzione affettiva per trasmettere bisogni e stati danimo,per raccontare esperienze e comunicare aspettative, per condividere opinioni, per confrontare punti di vista, in un codice semplice. -Arricchimento del patrimonio lessicale. -Esercizio della lettura espressiva e drammatizzazione.

11 11 OBIETTIVI: -Utilizzare modalità metodologiche e didattiche coinvolgenti ed operative. -Sperimentare vari linguaggi: corporeo-musicale-teatrale. -Rappresentare le esperienze vissute. METODOLOGIA: -Ascolto attivo e circle- time. - Lavoro in gruppo. -Didattica laboratoriale.

12 12 TEMPI Un quadrimestre in ciascun plesso RISORSE PROFESSIONALI Docente di classe con il supporto dellesperto esterno VERIFICHE In itinere: osservazioni sistematiche tra insegnante ed esperto sugli apprendimenti specifici e sui comportamenti sociali Finale: eventi conclusivi

13 13 FINALITA Promuovere e ampliare le esperienze espressive Realizzare lesecuzione di cori polifonici Avviare alla conoscenza del codice musicale e alluso propedeutico di uno strumento (4^ e 5^) OBIETTIVI Mettere i bambini in condizione di esprimersi correttamente con i suoni, la voce, gli strumenti musicali Creare le condizioni perché gli alunni acquisiscano relazioni ed atteggiamenti di ascolto

14 14 ATTIVITA Il primo codice musicale ed esecuzione di semplici brani musicali Esecuzione di canti a una, due o tre voci, con o senza accompagnamento strumentale, utilizzando varie metodologie didattiche CONTENUTI Canti polifonici Esecuzioni strumentali

15 15 TEMPI Un quadrimestre in ciascun plesso RISORSE PROFESSIONALI Docente di classe con il supporto dellesperto esterno VERIFICHE In itinere: osservazioni sistematiche tra insegnante ed esperto sugli apprendimenti specifici e sui comportamenti sociali Finale: eventi conclusivi

16 16 FINALITA Favorire uno sviluppo armonico del corpo e il benessere psico-fisico OBIETTIVI Migliorare le capacità di coordinamento motorie Sperimentare una pluralità di esperienze che permettano di conoscere e praticare alcune discipline sportive Promuovere giochi basati sullattività motoria e avviamento allatletica Comprendere allinterno delle varie occasioni di gioco e di sport i valori delle regole e limportanza di rispettarle

17 17 ATTIVITA Lezioni pratiche in palestra, in spazi attrezzati e allaperto con lausilio di piccoli e grandi attrezzi strutturati e non RISORSE PROFESSIONALI Docente di classe con la collaborazione di esperti esterni TEMPI Intero anno scolastico VERIFICHE In itinere: osservazioni sistematiche tra insegnante ed esperto sugli apprendimenti specifici e sui comportamenti sociali Finale: eventi conclusivi

18 Adozione progetti a.s con scadenza 30 settembre 2013 Lins. Cento, in qualità di FS uscente, procederà allistruttoria dei progetti pervenuti a questa Direzione per valutarne il grado di congruità con le finalità del POF e la fattibilità. Sarà redatta una tabella di sintesi da sottoporre ai docenti nellincontro di programmazione del 17 settembre, per classi parallele, che si confronteranno ed individueranno le proposte di proprio interesse. La versione integrale dei progetti sarà reperibile nel sito della scuola, a partire dai prossimi giorni, nellarea riservata. COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

19 Tabella di sintesi dei progetti a.s (a cura della FS per i progetti) COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

20 20 Piano Annuale delle Attività Funzionali allinsegnamento

21 CALENDARIO ATTIVITA COLLEGIALI COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

22 22 Ipotesi organizzativa del Collegio in gruppi di lavoro per la.s. 2013/2014

23 COMMISSIONE SCUOLA DIGITALE/ICT La Commissione sarà composta da 8 docenti (5 per la scuola primaria e 3 infanzia) che abbiano competenze adeguate alla supervisione delle attività del laboratorio informatico (ogni membro è anche referente del laboratorio di informatica del plesso a cui appartiene)e allutilizzo delle LIM, nonché al sostegno ai docenti nellutilizzo del registro elettronico. Il compito di aggiornare costantemente ed eventualmente, di revisionare il sito web sarà riservato al docente coordinatore, ins Adriana Perrotta,che sarà, quindi, il responsabile del sito dIstituto. COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

24 I compiti della commissione sono: Favorire la formazione e laggiornamento dei docenti nellutilizzo delle attrezzature informatiche e dei Lab.; Curare la formazione e sostenere i docenti nella compilazione del registro elettronico Coadiuvare il docente coordinatore nellaggiornamento del sito dIstituto Ottimizzare le attrezzature informatiche/multimediali, garantirne lefficienza tecnica, monitorarne lefficacia come strumenti facilitatori dellapprendimento; Relazionarsi con agenzie specifiche per laggiornamento continuo del settore data la sua continua evoluzione. Collaborare alla stesura di progetti finalizzati al reperimento di finanziamenti (da MIUR, USR, USP, Comune, Provincia, Regione, Banche / Fondazioni) per lacquisto di strumenti informatici. Elaborare progetti dIstituto e di rete basati sullutilizzo di tecnologie informatiche e multimediali. Fornire al Coordinatore della Commissione materiali prodotti dagli alunni dei vari plessi da inserire nel sito dellIstituto. Fornire al Coordinatore le informazioni sulle necessità di manutenzione dei laboratori. Fornire ai docenti informazioni inerenti le nuove tecnologie ( LIM, Internet, programmi innovativi, WIFI). COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

25 COMMISSIONE CURRICOLI/CONTINUITA La Commissione si occupa della ridefinizione del curricolo dIstituto in rapporto alle Indicazioni Ministeriali nazionali del 4 settembre 2012 in unottica di verticalità e di continuità tra i vari ordini di scuola. Sarà composta da 8 docenti (5 per la scuola primaria e 3 per linfanzia) che abbiano competenze adeguate ai compiti richiesti. La commissione sarà coordinata dallins. Loriana Tiberini. COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

26 I compiti della commissione sono: coordinare lelaborazione dei curricoli disciplinari dei diversi ordini in verticale in modo da assicurare lunitarietà e la continuità dellitinerario formativo del Circolo; raccordare i curricoli elaborati in unottica di pari opportunità ovvero: nel rispetto della libertà di insegnamento e delle naturali differenze che si riscontrano tra i vari ordini di scuola, tra i plessi e tra le stesse classi, si deve garantire una sostanziale equità di offerta; monitorare la progettazione curricolare individuandone i punti di forza e/o di debolezza delineando interventi di miglioramento; facilitare il passaggio tra i diversi ordini (scuole dell Infanzia-Primaria- Secondaria di 1°gr.) mediante lorganizzazione di concrete esperienze di continuità; predisporre incontri tra i docenti delle sezioni/classi di passaggio per la trasmissione delle notizie inerenti le caratteristiche degli alunni (sarebbe auspicabile che i docenti che vi partecipano coincidessero almeno in parte con quelli della formazione classi prime); organizzare e stabilire incontri di continuità per l open day. COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

27 MODELLO DI DOMANDA PER INCARICO COMPONENTE COMMISSIONE SCUOLA DIGITALE/ICT - COMMISSIONE CONTINUITA/CURRICOLO (da consegnare entro il 20 settembre p.v.) AL DIRIGENTE SCOLASTICO 2° CIRCOLO DIDATTICO PERUGIA OGGETTO: RICHIESTA CONFERIMENTO DI INCARICO PER LANNO SCOLASTICO __________________. Il sottoscritto _______________________________________________, docente di scuola _______________________________________, in servizio presso questo istituto nella sede di ______________________________________________________, CHIEDE L'assegnazione dellincarico come membro della commissione: COMMISSIONE SCUOLA DIGITALE/ICT COMMISSIONE CURRICOLI/CONTINUITA COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

28 A tal fine dichiara: di essere disponibile a ricoprire lincarico anche in orario aggiuntivo e nel giorno libero; di essere disponibile a partecipare ad iniziative di formazione relative allattività di propria competenza; di possedere buone conoscenze informatiche anche non certificate; di aver partecipato alle seguenti iniziative di formazione, attinenti allincarico richiesto: ………………………………………………….. di aver partecipato alle seguenti altre iniziative di formazione di aver svolto i seguenti incarichi, con particolare riferimento a quelli più attinenti allincarico richiesto:……. di aver preso parte alla realizzazione dei seguenti progetti didattici, con particolare riferimento a quelli più attinenti allincarico richiesto: che tutta la documentazione relativa a corsi di aggiornamento, titoli culturali ed esperienze dichiarate sono in proprio possesso. COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

29 29 Suddivisione anno scolastico trimestre/quadrimestre

30 30 Nomina del Comitato di Valutazione

31 31 COMITATO DI VALUTAZIONE SCUOLA DELLINFANZIA A.S. 2012/2013 MEMBRI EFFETTIVI: Pucci Nicoletta Vincenti Claudia MEMBRO SUPPLENTE: Presciutti Graziella

32 32 COMITATO DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA A.S. 2012/2013 MEMBRI EFFETTIVI: Di Fabio Paola Mancini Maria Pia Sanalitro Cristina Tiberini Loriana MEMBRI SUPPLENTI: Maggiorana Lucia Papini Marinella

33 33 Designazione tutor insegnanti in anno di formazione

34 34 Insegnanti in anno di formazione Insegnanti Tutor Alessandra Schippa (Immessa in ruolo PC Primaria) Paola Conversini Paola Catone Paola Catone (Immessa in ruolo PC Primaria) Anna De Falco Marianna Simonetti (Immessa in ruolo PC Primaria) Leuzzi Teresa Annalisa Schiavitti (Immessa in ruolo Sostegno Primaria) Iole Volpicelli Sara Denise Mancia (Immessa in ruolo PC Infanzia) Giuseppina Di Girolamo

35 35 PASSAGGI DI RUOLO I docenti beneficiari di passaggio ad un ruolo diverso mediante le normali procedure di mobilità del personale sono soggetti al periodo di prova. La durata della prova è di un anno scolastico. Il servizio deve essere non inferiore a 180 giorni nello stesso anno; esso, inoltre, deve essere prestato nel posto per il quale la nomina è stata conseguita. DOCENTI IN PASSAGGIO DI RUOLO BALDI REGINA GIACINTI SIMONA

36 Tale docente non è tuttavia tenuto all'anno di formazione previsto dall'art. 440 del D.Lgs. 297/1994 per i soli docenti vincitori di concorso, né gli devessere affiancato un tutor. Al termine dellanno scolastico di prova il D.S. riunisce il comitato per la valutazione del servizio e, sulla base di tutti gli elementi di valutazione da lui acquisiti, presenterà una relazione circostanziata e motivata sul servizio prestato dal docente. Il comitato prenderà anche in esame gli atti relativi allattività da lui svolta (ad esempio i registri personali di cui valuterà le modalità di tenuta, gli elaborati degli alunni da lui corretti e classificati, ecc.) e sulla scorta di tali elementi esprimerà un suo parere di conferma in ruolo. Il decreto relativo viene disposto dal D.S. e, sulla sua scorta, viene emesso il decreto di ricostruzione della carriera del docente medesimo.

37 37 Varie ed eventuali ELEZIONI ORGANI COLLEGIALI PATTO EDUCATIVO SCUOLA - FAMIGLIA

38 ELEZIONI ORGANI COLLEGIALI Circ. USR Umbria Prot. N. A00DUM 11155A26 del 8/8/2013: …Con C.M. n. 20 del 1 agosto 2013 il MIUR ha fornito indicazioni, circa il rinnovo degli organi collegiali a livello di istituzione scolastica, per l'anno scolastico : A)Elezioni di durata annuale per il rinnovo della rappresentanza dei genitori nei consigli di classe, interclasse e intersezione e quella degli studenti nei consigli di classe degli istituti superiori. Queste si dovranno svolgere entro il prossimo 31 ottobre 2013, secondo la procedura semplificata di cui agli art. 21 e 22 dell'O.M. n. 215/1991. B) Le elezioni dei consigli di circolo o d'istituto, di durata triennale, dove l'organo collegiale è scaduto per decorso triennio o per qualunque altra causa, nonché per l'espletamento di eventuali elezioni suppletive, dove lo stesso non sia ancora scaduto, ma si siano esaurite alcune liste relative a una o più componenti, le votazioni si dovranno svolgere domenica 10 novembre 2013, dalle ore 8,00 alle ore 12,00 e lunedì 11 novembre 2013, dalle ore 8,00 alle ore 13,30 con procedura ordinaria secondo l'art. 24 e seguenti dell'O.M. di cui sopra……

39 39 PATTO EDUCATIVO SCUOLA - FAMIGLIA

40 40 La nostra scuola ha redatto, nellanno scolastico , il Patto Formativo o di Corresponsabilità scuola-famiglia, ovvero un insieme di principi e regole di comportamento che tutti i soggetti coinvolti nell'Istituzione scolastica si impegnano a rispettare nell'osservanza e nella responsabilità dei RUOLI e dei COMPITI DISTINTI. Il documento descrive in dettaglio i diritti e i doveri di tutti i soggetti coinvolti nel processo formativo e si compone di nove pagine. Lesaustività dei contenuti non coincide, però, con la necessità di ridurre il consumo di carta per la riproduzione cartacea del documento, dovendo corredarne ciascuna classe con una copia. Pertanto, si è ipotizzata una revisione del contratto, finalizzata alla sintesi del medesimo. COLLEGIO DOCENTI Collegio Docenti 09/09/2013

41


Scaricare ppt "1 11 Lettura ed approvazione verbale precedente Relazione dei lavori svolti in merito al progetto accoglienza Delibera progetto integrazione L. 18- Delibera."

Presentazioni simili


Annunci Google