La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Paci, Nuovi lavori, nuovo welfare, Cap. 2 1. Welfare state, sistema fordista e individualizzazione Crisi del welfare prendendo in considerazione il processo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Paci, Nuovi lavori, nuovo welfare, Cap. 2 1. Welfare state, sistema fordista e individualizzazione Crisi del welfare prendendo in considerazione il processo."— Transcript della presentazione:

1 Paci, Nuovi lavori, nuovo welfare, Cap. 2 1

2 Welfare state, sistema fordista e individualizzazione Crisi del welfare prendendo in considerazione il processo di individualizzazione che caratterizza la modernizzazione delle società europee a partire dallIlluminismo. Individualizzazione: È laffrancamento dalle appartenenze obbligate e dai vincoli sociali precostituiti lindividuo diventa soggetto separato e autonomo Legame tra Welfare State e sistema di produzione fordista. Infatti questultimo ha le sue fondamenta in 3 istituzioni: Mercato del lavoro con prevalenza della industria (privilegio dei capifamiglia maschi) e piena occupazione Famiglia (fondata sulla divisione dei ruoli) Welfare state assicurativo (rivolto in primis al lavoratore dipendente attraverso le assicurazioni; poco o nulla come assistenza o cura lasciate per lo più alla famiglia) La società fordista si basa sulla forte integrazione di queste 3 componenti 2

3 Welfare state, sistema fordista e individualizzazione Le 3 istituzioni del sistema fordista hanno in sé elementi di forte compressione della libertà individuale Cambiamento del mercato del lavoro (ha una sua ambivalenza) lorganizzazione industriale fordista del lavoro ha tali caratteristiche da comprimere la possibilità di crescita professionale autonoma e di sviluppo di carriera: Non era il patrimonio professionale del lavoratore che ne determinava la sua carriera (lorganizzazione scientifica del lavoro) Atteggiamento strumentale verso il lavoro, non per la propria realizzazione Aspettative educative e occupazionali riversate sui figli… …Ma consente tuttavia laccesso ai consumi di massa 3

4 Welfare state, sistema fordista e individualizzazione La divisione dei ruoli della famiglia Incide sulla capacità di autorealizzazione professionale della donna, estromessa per lo più dal mercato del lavoro e costretta al lavoro di cura informale e di gestione domestica Per alcuni questo ruolo di cura imposto era sintomatico di una maggiore qualità della vita (acquisizione di uno status già proprio delle donne della borghesia), per cui non cera necessità che la donna lavorasse…..e poi era coerente con valori e norme radicate nella società che vogliono la donna svolgere un ruolo di cura. …per altri si tratta di una estromissione della donna dalla vita attiva causata dalla assenza di una rete estesa di servizi di assistenza per i fanciulli e gli anziani in modo da sollevare la donna dalle incombenze della assistenza informale la famiglia, dunque, è agenzia del welfare. 4

5 Welfare state, sistema fordista e individualizzazione Il welfare state assicurativo Limpianto assicurativo-obbligatorio ha rappresentato un passo importante per la riduzione delle insicurezze tipiche delle classi lavoratrici…tuttavia… Ha soppiantato le forme di protezione organizzate dai movimenti operai e dai sindacati allinterno dei quali cera un > controllo e > era la libertà di scelta del lavoratore Il sistema assicurativo pubblico si poggia su valutazioni statistiche ed elimina pertanto il dato individuale per fondere la persona entro categorie demografiche. Viene inoltre a mancare un legame diretto ed una interazione tra il meccanismo assicurativo e il lavoratore unico legame il contributo nei sistemi di welfare europei continentali e meridionali, inoltre, si aggiunge lelemento del paternalismo dello stato (concessione di privilegi settoriali o particolaristici) e quello della categorialità (legato al ruolo negoziale delle rappresentanza sindacali che hanno compresso responsabilità del singolo lavoratore) Il sistema di welfare fordista ha favorito grandemente il raggiungimento della stabilità economica e della sicurezza sociale ma ha agito in senso inverso nellaccrescere la libertà degli individui 5

6 La fragilizzazione della famiglia Come i cambiamenti sociali impattano sulla famiglia? > speranza di vita e quindi > invecchiamento della popolazione costringe la famiglia nucleare ha ritornare alle tradizionali forme allargate (la famiglia lunga): nonni+figli+nipoti (3 generazioni) > stress di cura Il > stress di cura si incrocia con una rivoluzione culturale (a partire anni 60): la rivoluzione delle donne Divisione dei ruoli messo in discussione Riforme sul diritto di famiglia (parità dei coniugi, aborto, divorzio) Il percorso professionale diventa funzionale alla realizzazione personale Si tratta di mutamenti coerenti con il processo storico di individualizzazione La famiglia da istituzione naturale diventa elettiva, nel senso che è legata agli affetti e alle scelte volontarie delle persone differenziazione dei modelli familiari (convivenza, famiglia monogenitoriale, unipersonale, etc…) La famiglia non è più pilastro del welfare state, pur mantenendo la funzione di protezione sociale…essa è infatti sempre più origine di una forte domanda di servizi nei confronti del sistema pubblico di welfare 6

7 La fine della piena occupazione Come i cambiamenti sociali impattano sul mercato del lavoro? Globalizzazione dei mercati e innovazione tecnologica hanno comportato: > disoccupazione (muore lillusione della piena occupazione) > precarietà (cambia la regolazione del lavoro fordista) nelle… Forme contrattuali Rapporti di lavoro Orario di lavoro Ubicazione del lavoro Copertura previdenziale Viene meno lo scambio subordinazione/sicurezza alla base del modello fordista non vengono però ridefiniti i termini di un nuovo scambio > insicurezza Tale cambiamento è ambivalente: genera precarietà e aumenta i rischi ma anche da anche opportunità di maggiore realizzazione personale (è grazie ai lavori atipici che è stato possibile per molti giovani e donne entrare nel mercato del lavoro) …sempre che lindividuo non rimanga intrappolato nel lavoro precario 7

8 I nuovi rischi sociali e la crisi del welfare I processi visti hanno determinato un forte cambiamento nella natura dei rischi sociali… …i rischi tradizionali coperti dalle assicurazioni obbligatorie (malattia, disoccupazione, vecchiaia ecc…) erano rischi nel vero senso della parola erano infatti aleatori e circostanziali, cioè colpivano incidentalmente e non si protraevano nel tempo… …pensiamo alla malattia…o si guariva o si moriva, più difficile la cronicizzazione… I nuovi rischi sociali non sono più rischi ma veri e propri bisogni perché non sono più aleatori né circostanziali… «la concezione dei diritti sociali come diritti di compensazione di un disfunzionamento passeggero diviene inadeguata […] essa non consente più di gestire dei rischi divenuti degli stati stabili» [Rosanvallon] 8

9 I nuovi rischi sociali e la crisi del welfare Proviamo a ripensare alla disoccupazione…alla malattia…o alla vecchiaia…cosa implica il loro passaggio a bisogni? Si deve aggiungere che i nuovi rischi non sono più risolvibili con interventi standard ma richiedono interventi mirati e personalizzati…perché i nuovi bisogni sono determinati da un maggiore numero di variabili (e.g. per la disoccupazione: mobilità del soggetto, contratto di lavoro, storia familiare, debole strutturazione del suo percorso biografico, ecc…) …Infine, lo Stato sociale, e i sistemi assicurativi che di esso ne sono parte consistente, sono stati pensati anche rispetto a popolazioni relativamente omogenee. 9

10 I nuovi rischi sociali e la crisi del welfare Il sistema di welfare fordista vede indeboliti i suoi 3 pilastri: La famiglia diventa più fragile Il mercato del lavoro più precario Il welfare state assicurativo meno efficace Non intervengono solo fattori hard, come leconomia o i processi demografici, ma anche soft quale la spinta sociale e culturale che proviene dal processo storico di individualizzazione 10

11 I nuovi rischi sociali e la crisi del welfare In sintesi: Ci troviamo di fronte a rischi molto probabili e protratti nel tempo (i rischi diventano bisogni) I bisogni tendono a personalizzarsi in modo sempre maggiore e pertanto meno facilmente risolvibili con interventi standard La personalizzazione dipende dal fatto che intervengono più variabili nel determinarlo (incide anche la > eterogeneità culturale della società moderna) Non più strettamente legati alla stratificazione di classe I bisogni, a causa dellindebolimento dei legami comunitari, diventano anche bisogni relazionali 11


Scaricare ppt "Paci, Nuovi lavori, nuovo welfare, Cap. 2 1. Welfare state, sistema fordista e individualizzazione Crisi del welfare prendendo in considerazione il processo."

Presentazioni simili


Annunci Google