La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. Liniziativa evoca forti emozioni e suggestioni complice il mare che accompagna nel viaggio le barche mostrando i suoi molteplici volti. Ma lemozione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. Liniziativa evoca forti emozioni e suggestioni complice il mare che accompagna nel viaggio le barche mostrando i suoi molteplici volti. Ma lemozione."— Transcript della presentazione:

1 1

2 Liniziativa evoca forti emozioni e suggestioni complice il mare che accompagna nel viaggio le barche mostrando i suoi molteplici volti. Ma lemozione più profonda è data dallequipaggio formato da malati, medici, infermieri, psicologi perché insieme vivono unesperienza unica, lontani dai luoghi di cura e in un contesto di assoluta reciprocità. E insieme arriveranno ad Itaca, metafora della vita, non come mèta da raggiungere, ma come viaggio da vivere con tutti i momenti da affrontare siano essi di difficoltà (contro i Lestrigoni e i Ciclopi, come dice il poeta) o di serenità e gioia. prof. Franco Mandelli presidente AIL 2 In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

3 3 Levento. In occasione della Giornata Nazionale contro le leucemie, che ricorre il 21 giugno, lAIL organizza un lungo viaggio nel mare della solidarietà e dellimpegno nel sociale. Una straordinaria barca a vela con equipaggio formato da skipper professionisti, pazienti in fase riabilitativa, medici, infermieri e psicologi, veleggia nel mar Adriatico per due settimane. LItaca Day. In ogni porto si svolge una giornata, Itaca Day, durante la quale i pazienti dei diversi Centri di Ematologia, accompagnati dai medici e dagli infermieri, hanno la possibilità di imbarcarsi per vivere lesperienza di una regata amatoriale della durata di circa tre ore. Inoltre in ogni porto volontari AIL, in collaborazione con gli yacht club locali, accolgono le autorità, la stampa e gli ospiti che partecipano alla conferenza stampa e alla veleggiata pomeridiana. Obiettivo. Diffondere presso le Ematologie italiane il Progetto Itaca cioè la vela terapia quale metodo terapeutico volto alla riabilitazione psicologica e al miglioramento della qualità della vita dei malati onco- ematologici. In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

4 4 L Imbarcazione Ed Hanse 540e Lunghezza: m Larghezza: 4.91 m Pescaggio: 2.80 m In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

5 5 Le Tappe del Progetto La barca dellAIL partirà da Trieste domenica 10 giugno e farà ritorno ad Ancona il 23 giugno, dopo un lungo giro nel mar Adriatico. Tappe: Trieste, Venezia, Ravenna, Rimini, Pesaro, Brindisi, Bari, Foggia, Campobasso, Pescara, Ancona. Data Itaca DaySezione AILPorto di attracco 10 giugnoUdineTrieste 11 giugnoVenezia 12 giugnoRavenna 13 giugnoRimini 14 giugnoPesaro 17 giugnoBrindisi 18 giugnoBariTrani 19 giugnoFoggiaManfredonia 20 giugnoCampobassoTèrmoli 21 giugnoPescara giugnoAncona In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

6 Liniziativa viene presentata a Roma, nel corso di una conferenza stampa organizzata in occasione della Giornata Nazionale mercoledì 20 giugno presso la Sala Atti Parlamentari del Senato. Conferenze stampa a cura dellAIL Nazionale sono organizzate anche a Venezia l11 giugno e ad Ancona, a chiusura delliniziativa, il 22 giugno. Inoltre, le Sezione AIL coinvolte nel progetto promuovono incontri stampa locali durante lo svolgimento dellItaca Day. Levento è diffuso attraverso le radio e le televisioni nazionali e locali e sui principali mezzi di informazione. Sono realizzate locandine e depliant dedicate a …Sognando Itaca e sono realizzate anche magliette e cappellini con i loghi AIL. 6 Guarda il video delledizioni precedenti. Vai su Youtube e digita AIL Itaca Visibilità sponsor. I loghi degli sponsor sono visibili sulla barca, su tutti i materiali pubblicitari realizzati, durante le conferenze stampa e sul sito La Comunicazione In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

7 7 Rassegna Stampa Hanno parlato del progetto Itaca anche diverse trasmissioni: Tg2, Tg5, Tg3 (edizioni locali), Linea Blu e molti altri telegiornali locali In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

8 8 Cartoline dai viaggi In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

9 9 Nasce nel 2007 da una collaborazione tra lOncologia Medica e lEmatologia degli Spedali Civili di Brescia, la Sezione AIL di Brescia, la Fraglia Vela di Desenzano ed il Circolo Vela Gargnano. Dal 2009 il progetto ha raggiunto il mare ed è diventato liniziativa principale della Giornata Nazionale contro le Leucemie linfomi e mieloma perché interpreta con forza lattenzione che lAssociazione ha verso il malato ed il suo percorso di sofferenza. Ideato da un giovane paziente amante della vela, il Progetto Itaca permette la riabilitazione psicologica e il miglioramento della qualità della vita dei pazienti ematologici, attraverso la vela terapia. Una ricerca condotta nellambito di questa iniziativa mostra che, a seguito di ogni uscita in barca, la situazione dei pazienti presenta una generale tendenza al miglioramento: una significativa diminuzione del livello dansia e di debolezza ed un significativo innalzamento dello stato danimo e dello stato di salute generale. Il progetto si è rivelato unoccasione di crescita non solo per i pazienti, ma anche per lequipe curante; in barca infatti è emerso un fondamentale bisogno di relazionarsi e di confrontarsi con laltro per farsi aiutare, per non perdere la rotta, per raggiungere insieme il porto e per condividere, in un clima di complicità, le emozioni e le fatiche del percorso. In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

10 10 21 giugno Giornata Nazionale contro leucemie, linfomi e mieloma Per combattere i tumori del sangue una giornata non basta, ma può fare molto. Il 21 giugno è la Giornata Nazionale contro le malattie del sangue, promossa dallAIL, sotto lAlto Patronato del Presidente della Repubblica, per raccontare i progressi della Ricerca e per essere sempre più vicini ai pazienti. Si tratta di una iniziativa di sensibilizzazione che non si pone lobiettivo di raccogliere fondi ma intende essere un contenitore di attività realizzate a cura dellAIL nazionale e delle sezioni a livello locale, volte alla sensibilizzazione dellopinione pubblica alle malattie del sangue La Giornata è dedicata al tema della qualità della vita: lobiettivo è quello di dare voce ai malati per conoscere la percezione che essi hanno della malattia con la quale sono costretti a convivere; solo in questo modo è possibile fornire risposte concrete alle loro necessità che consentano un significativo miglioramento delle condizioni di vita. Nei casi in cui al paziente non può essere offerta una concreta e realistica opportunità di cura e/o guarigione, occuparsi di qualità di vita significa garantirgli un percorso dignitoso, riducendo al minimo le sue sofferenze. In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

11 11 L'AIL - Associazione Italiana contro le Leucemie-linfomi e mieloma ha celebrato i 40 anni dalla sua costituzione. 40 anni di ricerca, risultati, assistenza ai pazienti affetti da leucemie, linfomi e mieloma. Sconfiggere le malattie del sangue è il nostro obiettivo. Guarire o comunque allungare le prospettive di vita del malato è il nostro risultato. Migliorare la qualità della sua vita è il nostro impegno quotidiano volontari, 79 sezioni, assistenza domiciliare, case alloggio sono la nostra realtà. 140 Centri di ematologia che aderiscono al GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie EMatologiche dellAdulto), gruppo di ricerca no profit finanziato dallAIL, la nostra garanzia di diagnosi certa e di stesse possibilità di cura per i malati di tutta Italia. E così che lAIL, giorno dopo giorno, rende queste malattie sempre più curabili. 32 le sezioni che dispongono di Casa AIL i pazienti e le famiglie ospitate in un anno nelle Case AIL 40 i Servizi di Assistenza Domiciliare sul territorio nazionale i pazienti seguiti in Assistenza Domiciliare in un anno 9 le sale gioco 4 le scuole in ospedale finanziate dallAIL AIL: i nostri numeri, la nostra forza Perché una malattia non deve interrompere una vita In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro

12 12 AIL Sede Nazionale Via Casilina, Roma Organizzazione Evento Responsabile Luisa Clausi-Schettini Referente Chiara Tuscano Tel Fax Ufficio Stampa Responsabile Emanuela Zocaro In mare a vele spiegate si può riprendere il tempo che talvolta la sofferenza ruba – Alessandro


Scaricare ppt "1. Liniziativa evoca forti emozioni e suggestioni complice il mare che accompagna nel viaggio le barche mostrando i suoi molteplici volti. Ma lemozione."

Presentazioni simili


Annunci Google