La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direzione Regionale Formazione 1 A.L A.L. Cabina di Regia 16 febbraio 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direzione Regionale Formazione 1 A.L A.L. Cabina di Regia 16 febbraio 2012."— Transcript della presentazione:

1 Direzione Regionale Formazione 1 A.L A.L. Cabina di Regia 16 febbraio 2012

2 A.L A.L. 2 Il progetto Obiettivi ATI aggiudicataria Cabina di regia Il progetto Destinatari Attività previste Prossimi passi Alcuni dati Spunti per la discussione Agenda

3 A.L A.L. 3 Il progetto Obiettivi Il POR della Regione Veneto individua nella centralità del capitale umano e nel potenziamento dei sistemi di Formazione e Istruzione in termini di qualità ed efficienza, i fattori imprescindibili per la crescita e lo sviluppo. In tale contesto il presente progetto ha lobiettivo di: Gli obiettivi specifici perseguiti dal progetto sono i seguenti: realizzare azioni volte alla costruzione di percorsi di adeguamento costante delle competenze dei formatori sia sul versante tecnico che sulle metodologie; sostenere lo sviluppo del sistema di istruzione e formazione quale leva per la promozione di uneconomia competitiva basata sulla conoscenza ed in grado di rispondere in modo flessibile e personalizzato ai fabbisogni formativi dei diversi soggetti coinvolti (singoli individui, sistema imprenditoriale/produttivo); cogliere al meglio le opportunità offerte dai finanziamenti pubblici e creare un metodo condiviso per programmare, progettare e partecipare congiuntamente a bandi europei, nazionali e regionali. Promuovere azioni volte alla costruzione di percorsi di adeguamento costante delle competenze dei formatori sia sul versante tecnico che sulle metodologie, al fine di sostenere lo sviluppo del sistema di istruzione e formazione quale leva per la promozione di uneconomia competitiva basata sulla conoscenza ed in grado di rispondere in modo flessibile e personalizzato ai fabbisogni formativi dei diversi soggetti coinvolti (singoli individui, sistema imprenditoriale/produttivo)

4 A.L A.L. 4 ATI aggiudicataria Componenti Ernst&Young-Financial Business Advisory spa Ernst&Young-Business school srl A.L. srl WBT srl Fondazione dellAccademia dellArtigianato Artistico Università degli Studi di Verona Ernst&Young-Financial Business Advisory spa Ernst&Young-Business school srl A.L. srl WBT srl Fondazione dellAccademia dellArtigianato Artistico Università degli Studi di Verona

5 A.L A.L. 5 La cabina di regia, presieduta dal Dirigente Regionale della Direzione Formazione, si riunirà periodicamente durante il corso dellintero progetto, al fine di indirizzare lavanzamento del progetto e di supportare le relazioni con enti e destinatari del progetto. Cabina di regia … Quali funzioni ha? 1) Fornire indirizzi nellattuazione delle varie fasi 2) Supportare le attività di : definizione delle priorità di coinvolgimento dei destinatari finali; analisi delle informazioni derivanti dal monitoraggio e valutazione degli interventi; definizione delle linee guida per la risoluzione delle singole problematiche; promozione delle sinergie con altri interventi (finanziati e non) in corso di realizzazione; capitalizzazione e diffusione dei risultati raggiunti. 1) Fornire indirizzi nellattuazione delle varie fasi 2) Supportare le attività di : definizione delle priorità di coinvolgimento dei destinatari finali; analisi delle informazioni derivanti dal monitoraggio e valutazione degli interventi; definizione delle linee guida per la risoluzione delle singole problematiche; promozione delle sinergie con altri interventi (finanziati e non) in corso di realizzazione; capitalizzazione e diffusione dei risultati raggiunti. Rappresentante Associazione FormaVeneto Eventuali altri soggetti significativi Rappresentante Ufficio Scolastico Regionale Parti sociali: 3 rappresentanti associazioni datoriali Da chi è composta? Parti sociali: 3 rappresentanti associazioni sindacali

6 A.L A.L. 6 Il progetto Destinatari – tipologia contrattuale Destinatari del progetto sono i soggetti che a vario titolo collaborano con gli organismi accreditati della Regione del Veneto ai sensi della L.R. 19/2002 negli ambiti dellobbligo formativo e della formazione continua e/o superiore, nonché coloro i quali abbiano un rapporto di lavoro con gli Istituti tecnici e Istituti professionali della Regione. Sono destinatari degli interventi tutti gli operatori che collaborano in modo continuativo, e non puramente occasionale, con gli Organismi suddetti e che siano in possesso di una delle seguenti forme contrattuali: Operatori che collaborano in modo continuativo lavoratori con contratto di lavoro dipendente (tempo pieno, tempo parziale, tempo indeterminato, tempo determinato) lavoratori in possesso di un contratto, di cui al decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276 Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro; consulenti/liberi professionisti titolari di partita IVA (con incarico di almeno 6 mesi presso il medesimo Organismo di formazione o Istituto tecnico o Istituto professionale).

7 A.L A.L. 7 Il progetto Destinatari – area di provenienza Gli interventi sono indirizzati a operatori riconducibili alle seguenti categorie: Categorie di appartenenza Amministrazione operatori che si occupano principalmente degli aspetti amministrativo gestionali della formazione: ad es. responsabile amministrativo, addetto amministrativo, addetto di segreteria, ecc.; Stima potenziali destinatari tra gli Organismi di formazione accreditati : 967 Progettazione operatori che si occupano degli aspetti procedurali e contenutistici: ad es. progettista, referente di progettazione, addetto alla progettazione, referente scientifico, consulente di progettazione, ecc.; Stima potenziali destinatari tra gli Organismi di formazione accreditati : 235 Utenza operatori a diretto contatto con lutenza finale: ad es. docente, tutor, orientatore, consulente allutenza, consulente di placement, di politiche del lavoro, ecc. Stima potenziali destinatari tra gli Organismi di formazione accreditati : 4268

8 A.L A.L. 8 Il progetto si sviluppa su 30 mesi ed è articolato in quattro fasi: Il progetto Attività previste Ricerca e modellizzazione Interregionalità e Transnazionalità Mainstreaming / monitoraggio e valutazione Formazione Ricerca quantitativa mediante questionario atto a rilevare: aspetti socio- anagrafici e fabbisogni formativi degli operatori Focus group ed interviste saranno gli strumenti utilizzati per definire il questionario Al termine della Ricerca verrà presentato un rapporto contenente i risultati della stessa Erogazione della formazione tramite corsi in aula, autoapprendimento, seminari Rilevazione di dati sul livello di apprendimento e sulla customer satisfaction Individuazione dei casi di buone pratiche nel contesto dellerogazione della formazione ai formatori Visite di studio allestero Approfondimento dei casi individuati tramite interviste e focus group Organizzazione di eventi a carattere provinciale e regionale per la condivisione dei risultati Gestione e condivisione del know how prodotto Portale di progetto per la condivisione delle best practices con funzionalità di collaborative learning

9 A.L A.L. 9 Il progetto Tempi Si dettagliano le tempistiche delle differenti fasi del progetto e delle principali attività ad esse afferenti : Legenda: Consegna di output

10 A.L A.L. 10 Il progetto FASE 1 - Ricerca e Modellizzazione Ricerca qualitativa Ricerca quantitativa Ricerca applicata sulle caratteristiche socio-anagrafiche e sui fabbisogni formativi dei destinatari delle azioni attraverso la somministrazione di questionario (con metodologia CATI e web) ad un campione rappresentativo di destinatari. Distribuzione di almeno questionari Raccolta ed elaborazione di almeno 500 questionari 3 focus group finalizzati a: approfondire gli aspetti qualitativi sulla rilevazione dei fabbisogni specifici in materia di formazione ed aggiornamento delle competenze degli operatori del sistema della formazione professionale veneto; contribuire alla microprogettazione degli interventi di formazione; costituire un momento di verifica dellimpianto metodologico proposto. Un focus group sarà realizzato prima della distribuzione e raccolta dei questionari. Output attesi e tempi Rapporto finale sulla ricerca applicata che conterrà sia gli esiti dellindagine quantitativa che quelli dellindagine: copie su supporto cartaceo, copie su supporto informatico (CD o altro) e inserimento sul portale La Fase 1 si chiuderà entro il 16 maggio 2012 Output attesi e tempi Rapporto finale sulla ricerca applicata che conterrà sia gli esiti dellindagine quantitativa che quelli dellindagine: copie su supporto cartaceo, copie su supporto informatico (CD o altro) e inserimento sul portale La Fase 1 si chiuderà entro il 16 maggio 2012

11 A.L A.L. 11 Incontri per 4 partecipanti, per un totale di 2000 ore di formazione erogate, con percorsi di durata massima di 24 ore (80 percorsi in 30 mesi) Corsi per piccoli gruppi Attività di autoformazione realizzata sulla base dei materiali didattici utilizzati per i percorsi formativi in aula E-learning 24 Seminari formativi di 8 ore ciascuno 15 focus group tematici persone coinvolte Modalità integrative di formazione Incontri informali atti a sviluppare la discussione su tematiche di interesse comune e a favorire la redazione di un protocollo dintesa tra enti di formazione ed istituti scolastici e di una proposta progettuale congiunta tra enti diversi a valere su fondi a regia comunitaria. Si realizzeranno 5 incontri informali Azioni informali di aggregazione e condivisione Corsi in aula Percorsi formativi indirizzati sia a soggetti con esperienza medio/bassa sia a soggetti con esperienza alta, articolati in 8 percorsi brevi di 32 ore (16 percorsi in 30 mesi), 6 percorsi brevi di 50 ore (12 percorsi in 30 mesi), 4 percorsi medi di 80 ore (8 percorsi in 30 mesi), 2 percorsi di alta formazione di almeno 130 ore (4 percorsi in 30 mesi) – ore di formazione Il progetto FASE 2 - Formazione Output attesi e tempi La Fase di erogazione partirà a giugno 2012 e proseguirà fino giugno 2014 Output attesi e tempi La Fase di erogazione partirà a giugno 2012 e proseguirà fino giugno 2014

12 A.L A.L. 12 Il progetto FASE 3 - Interregionalità e Transnazionalità Mappatura delle buone pratiche Entro maggio 2012 Visite di studio giugno 2012 – maggio 2014 Realizzazione di visite di studio allestero coerentemente con le buone pratiche individuate (16 visite ciascuna di 4 giorni per un totale di 320 persone coinvolte) I destinatari sono gli specialisti e decision makers, che rappresentano i vari stakeholders nellambito della formazione professionale. I soggetti che partecipano alle visite realizzaranno un project work individuale che sarà oggetto di valutazione al fine di individuare i project work migliori che verranno premiati e presentati in occasione dellevento finale. Mappatura delle buone pratiche sul tema della formazione formatori attraverso: analisi desk; analisi sul campo tramite questionari, osservazione diretta, interviste e focus group ad attori privilegiati Individuazione di 6 buone pratiche, di cui 3 a livello internazionale Output attesi Realizzazione 1° versione e versione finale di un documentario/film/video (DVD almeno copie) Realizzazione e raccolta dei Project work realizzati per le visite di studio su supporto cartaceo (1.000 copie) ed informatico (1.000 CD o altro supporto) e inserimento sul portale Output attesi Realizzazione 1° versione e versione finale di un documentario/film/video (DVD almeno copie) Realizzazione e raccolta dei Project work realizzati per le visite di studio su supporto cartaceo (1.000 copie) ed informatico (1.000 CD o altro supporto) e inserimento sul portale

13 A.L A.L. 13 Realizzazione di 7 incontri di promozione e informazione (da tenersi uno per ogni provincia) (aprile 2012) Realizzazione dellevento regionale di presentazione delliniziativa (aprile 2012) Realizzazione dellevento regionale di chiusura del progetto (giugno 2014) Specifiche comunicazioni di promozione degli eventi verranno diffuse tramite il portale Diffusione Implementazione di adeguati strumenti di monitoraggio e valutazione delle attività formative. SAL (stato avanzamento lavori) Monitoraggio e valutazione Portale Realizzazione del portale (Comunità di pratica) – (online ad aprile 2012) Attivazione di un ambiente in rete per lo scambio di esperienze e soluzioni originali per quanti aderiscono al progetto Il progetto FASE 4 - Mainstreaming / monitoraggio e valutazione Output attesi Stati avanzamento lavori trimestrali Relazione finale di progetto Output attesi Stati avanzamento lavori trimestrali Relazione finale di progetto

14 A.L A.L. 14 Il progetto Il portale Verrà realizzato un portale dedicato ai formatori con l'obiettivo di rendere permanente un'azione di benchmarking nelle diverse filiere che caratterizzano il sistema della formazione professionale. Schema logico del portale Attraverso il portale si intende rendere disponibile uno spazio virtuale per lo scambio di informazioni e conoscenze, strumenti on-line di autoaggiornamento dei formatori, sperimentazioni di forme di apprendimento collaborativo in e-learning, superando la semplice fruizione passiva delle risorse informative veicolabili attraverso la rete. Larchitettura del portale individuerà tre ambiti virtuali: Il sito web, accessibile a chiunque Il sistema di eLearning, accessibile con profili differenziati ai vari soggetti partecipanti Il sistema di knowledge management, anchesso accessibile con profili a privilegi differenziati.

15 A.L A.L. 15 Prossimi passi REALIZZAZIONE FOCUS GROUP INDIVIDUAZIONE CAMPIONE PREDISPOSIZIONE QUESTIONARIO

16 A.L A.L. 16 I focus group – potenziali partecipanti Si intende invitare un rappresentante di: FORMA VENETO CONFCOMMERCIO CONFESERCENTI CONFINDUSTRIA CONFARTIGIANATO CNA COLDIRETTI SISTEMA DELLA COOPERAZIONE ALTRI ENTI DI FORMAZIONE

17 A.L A.L. 17 Dati Organismi accreditati e operatori ODF attualmente accreditati Sedi attualmente accreditate Ambiti di accreditamento Obbligo Formativo Formazione Superiore Formazione Continua Orientamento 462* Persone che lavorano per gli organismi accreditati: 3380 * di cui 100 scuole

18 A.L A.L. 18 Dati Organismi accreditati e profili operatori 1/1 ambito di accreditamento Area Formazione continua Formazione superiore Obbligo formativoTotale Amministrazione Progettazione Utenza Totale

19 A.L A.L. 19 Dati Organismi accreditati e profili operatori 1/2 AreaTipo Profilo Formazione continua Formazione superiore Obbligo formativoTotale Amministrazione Addetto al coordinamento/direzione Addetto amministrativo Addetto di segreteria Consulente amministrativo Consulente di direzione 11 Coordinatore di progetto Direttore di progetto Responsabile amministrativo Totale

20 A.L A.L. 20 Dati Organismi accreditati e profili operatori 1/3 AreaTipo Profilo Formazione continua Formazione superiore Obbligo formativoTotale Progettazione Addetto al monitoraggio Addetto alla progettazione Addetto alla promozione/diffusione Consulente al progetto Consulente di monitoraggio/valutazione72918 Consulente di progettazione Consulente di promozione/diffusione Consulente informatico Progettista Referente di diffusione89 17 Referente di progettazione Referente scientifico1 1 Referente di progetto Addetto alla ricerca1 1 Referente area transnazionale 11 Totale

21 A.L A.L. 21 Dati Organismi accreditati e profili operatori 1/4 AreaTipo Profilo Formazione continua Formazione superiore Obbligo formativoTotale Utenza Consulente all'utenza Consulente di formazione51814 Consulente di orientamento59115 Codocente Docente Orientatore Tutor aziendale Tutor formativo Tutor on-line1 1 Addetto alla selezione Totali

22 A.L A.L. 22 Dati istituti tecnici e professionali in Veneto Istituti Sedi di dirigenza Provincia Istituti professionali Istituti tecnici Totale Istituto tecnico Istituto Professionale Totale Belluno Padova Rovigo Treviso Venezia Verona Vicenza Veneto

23 A.L A.L. 23 Dati sul personale degli istituti tecnici e professionali in Veneto ProvinciaDocentiDirettore Servizi Generali e Amministrativi Assistenti amministrativi Assistenti tecnici Collabor atori scolastic i Altri profili ATA Totale Belluno Padova Rovigo Treviso Venezia Verona Vicenza Totali

24 A.L A.L. 24 Spunti per la discussione Quali sono i più rilevanti processi di trasformazione in atto allinterno del sistema di formazione e istruzione della Regione Veneto? Quali ritenete che possano essere i principali fabbisogni formativi degli operatori della formazione ? Quali sono le possibili sinergie con interventi già in corso? Come costruire il data base dei potenziali destinatari da utilizzare per la somministrazione del questionario? Chi coinvolgere nei focus group?


Scaricare ppt "Direzione Regionale Formazione 1 A.L A.L. Cabina di Regia 16 febbraio 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google