La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL RIORDINO DELLA RETE IDRICA DELLA CITTA DI CARBONIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL RIORDINO DELLA RETE IDRICA DELLA CITTA DI CARBONIA."— Transcript della presentazione:

1 IL RIORDINO DELLA RETE IDRICA DELLA CITTA DI CARBONIA

2 Scopi ed obiettivi Questa presentazione è stata realizzata per fornire alla cittadinanza le informazioni che riguardano i lavori di riordino della rete idrica comunale del centro urbano. Le opere sono finanziate con contributo della Regione Autonoma della Sardegna a valere su fondi europei. L'opera sarà realizzata per lotti. L'intervento, in sintesi, prevede la ricostruzione della intera rete idrica cittadina con condotte in ghisa, il rifacimento dei relativi allacci con tubazioni in polietilene rivestito, comprendendovi movimenti di terra, opere civili ed apparecchiature.

3 Lotti e finanziamenti Lotto 1° – Quartiere I.A.C.P. finanziamento: ,17 Lotto 2° – Via Sella finanziamento: ,38 Lotto 3° – Zona Serbariu finanziamento: ,67 Lotti 4° 5° 6°-1°stralcio Area Centrale finanziamento: ,24 Lotto 6°-2°stralcio Serbariu e Sirai finanziamento: ,00 Lotto 7° – Nuovi serbatoi finanziamento: ,00 Lotto 8° – Via Risorgimento (ESAF) finanziamento: ,57 Lotto 9° – Frazione Medadeddu finanziamento: ,29 Lotto 10° – Via Brigata Sassari finanziamento: ,01 FINANZIAMENTO DISPONIBILE ,69

4 Coordinamento tecnico-amministrativo Lassessore ai LL.PP. ing. Giacomo Guadagnini Il Sindaco on. ing. Tore Cherchi Responsabile del Procedimento ing. Luca Mereu

5 Planimetria complessiva

6 Premesse progettuali Il progetto in oggetto riguarda il rifacimento della rete idrica cittadina, attualmente in completo stato di fatiscenza, con avanzato grado di deterioramento delle condotte in acciaio esistenti. La rete esistente, con un grado di perdite di acqua che supera abbondantemente il 50%, necessita di continue manutenzioni e costose riparazioni, non più economicamente sostenibili. Per regolarizzare l'approvvigionamento idrico del centro cittadino la Giunta comunale ha predisposto un quadro organico di interventi di rifacimento della rete idrica cittadina tenendo conto delle priorità avanzate dall'Ufficio Tecnico zonale dell'Esaf. Il progetto complessivo è stato pertanto suddiviso in 10 lotti esecutivi organici e autonomamente funzionali.

7 Informazioni via internet Per garantire un rapido collegamento informativo è stato attivato un sito internet collegato direttamente con il portale dello Studio Corrao allindirizzo web:

8 Inquadramento generale Il Comune di Carbonia, in Provincia di Cagliari e ad ovest del Capoluogo, si trova nella zona mineraria del Sulcis, lungo la Statale n. 126, ad una altitudine media del centro abitato di circa 111 mt, col territorio comunale che varia da una quota massima di mt 492 ad una minima di mt 16. Esso comprende, oltre al centro abitato principale, numerose frazioni, tra cui alcune anche di notevoli dimensioni. CARBONIA

9 Cenni storici Nel 1936 fu individuato dall'A.Ca.I. (Azienda Carboni Italiani) un grande bacino minerario nella zona di Sirai e Serbariu, così vasto da suggerire la realizzazione ex novo di una città operaia vicina alle miniere. Nel 1938 fu quindi costruita Carbonia, adagiandola su di una vallata ai piedi dei monti Crobu, Rosmarino e Sirai. Trattandosi di opera completamente nuova lurbanistica ed i sottoservizi furono studiati nei minimi particolari. Le case si caratterizzavano per la tipica architettura dellepoca con moduli uguali e ripetitivi. La rete idrica fu realizzata con tubazioni in acciaio, ottimo materiale per lepoca, ma tendente a combinarsi chimicamente con lossigeno presente nellacqua trattenuta dai banchi argillosi, generando così la lenta combustione del metallo nota col nome di ruggine, fenomeno che ha dato luogo alle notevoli perdite registrate nel corso degli anni.

10 Cenni Geologici Siamo in presenza di formazioni rocciose paleozoiche, con graniti, calcari, calcari marnosi, arenarie, marne e vulcaniti. Il materiale lapideo sciolto alluvionale lo si trova in concomitanza con sottofondi di tipo argilloso- ciottolose quaternarie. La presenza di materiali argillo- sabbiosi a reticolo espandibile lascia intendere una aggregazione poliedrica subangolare ed angolare, con drenaggi che vanno da normale a lento o molto lento. Sono presenti aree con profondità modesta e a scarsa presenza di rocciosità e pietrosità.

11 Situazione attuale del complesso idrico La rete idrica cittadina è alimentata attualmente da 3 serbatoi: - Monte Rosmarino, della capacità di circa mc, interrato, alimentato con 18 lt/sec, tramite il serbatoio Cannas, dal ramo Nord dell'Acquedotto Consortile del Sulcis, posizionato ad una quota di sfioro di 162,25 mt s.l.m.m. ed una quota di fondo di mt 159,20 s.l.m.m.; - Cannas, della capacità di circa mc, interrato, alimentato direttamente dallAcquedotto Consortile del Sulcis posizionato a una quota di sfioro di 163,55 mt s.l.m.m. ed una quota di fondo di 158,80 mt s.l.m.m.; - Serra Lurdagu: a) serbatoio piccolo, della capacità di 100 mc, che verrà alimentato dall'acquedotto "Caput Acquas" Barbusi, attraverso un impianto di sollevamento, posizionato a una quota di sfioro di 176 mt s.l.m.m., ed una quota di fondo di mt 164,00 s.l.m.m.; b) serbatoio grande (annesso al Serra Lurdagu piccolo, e del quale ne costituisce un ampliamento), della capacità di mc, alimentato dall'acquedotto "Caput Acquas" Barbusi, attraverso un impianto di sollevamento, posizionato a una quota di sfioro di 176 mt s.l.m.m., ed una quota di fondo di mt 164,00 s.l.m.m.. Questo serbatoio, progettato e realizzato per risolvere in parte la crisi idrica esistente, è stato previsto in particolare per servire la zona alta di Carbonia.

12 Simulazioni progettuali Prima della esecuzione dei lavori sono state eseguite numerose simulazioni realizzative per valutare i disagi della popolazione e i rischi dal punto di vista della sicurezza. Particolare attenzione è stata posta per le varianti alla circolazione stradale, valutate in sincronia con lUfficio comunale dei Vigili Urbani.

13 Simulazioni progettuali Nellambito delle prove di simulazione particolare cura è stata posta nello studio degli allacci domestici, con relativa cassetta per i contatori. Le tubazioni di allaccio saranno in polietilene con rivestimento protettivo ad alta resistenza. I pezzi speciali di collegamento sono in ottone, mentre gli sportelli saranno in materiale termoplastico modello da nicchia.

14 Una cura particolare durante i lavori sarà dedicata alla sicurezza del cantiere mobile, per garantire lincolumità dei lavoratori e dei cittadini Sicurezza attiva e passiva

15 Le tubazioni Egeplast in polietilene a.d. rinforzato con lamine in alluminio e poliuretano Le condotte in ghisa sferoidale Von Roll, con rivestimento interno in poliuretano I materiali

16 I serbatoi dellacqua potabile saranno integralmente ristrutturati internamente ed esternamente, ponendo particolare cura alle vasche di contenimento ed alle prescrizioni igieniche. E prevista inoltre la completa sostituzione del valvolame, dei raccordi, e delle apparecchiature di misura e controllo. I serbatoi di accumulo

17 La popolazione di Carbonia, che per tradizione ha sempre avuto un contatto diretto con lAmministrazione comunale, verrà informata tempestivamente circa i lavori in corso Le informazioni per la popolazione

18 Prima di stendere la pavimentazione flessibile in conglomerato bituminoso si realizzerà una fondazione di irrigidimento in calcestruzzo Le tubazioni, una volta collocate nello scavo, saranno rivestite interamente in sabbia per evitare fortuite rotture La cura nella realizzazione

19 Agli addetti alla realizzazione dellopera saranno impartite apposite lezioni sulla sicurezza. Si illustreranno: ole norme di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale; oluso corretto degli attrezzi da cantiere; ocome comportarsi in presenza di pericoli; ola pericolosità delle macchine da cantiere ed il modo duso; Le lezioni sulla sicurezza agli operatori

20 Aerofotogrammetria di Carbonia

21 Progettazione e Direzione dei lavori Progettisti, Direttori dei lavori e Responsabili per la sicurezza ing. Giovanni Corrao ing. Mauro Mannoni Tel./fax cell. Corrao cell. Mannoni Via Salvator Rosa, Cagliari - e.mail: -


Scaricare ppt "IL RIORDINO DELLA RETE IDRICA DELLA CITTA DI CARBONIA."

Presentazioni simili


Annunci Google