La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Introduzione: Processo di Bologna, percorsi di (auto)- formazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Introduzione: Processo di Bologna, percorsi di (auto)- formazione."— Transcript della presentazione:

1 ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Introduzione: Processo di Bologna, percorsi di (auto)- formazione del personale TA sui programmi congiunti Anna Miniaci (AFORM) Filippo Sartor (DIRI) Bologna, 11 aprile 2008

2 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 2 Fattori di crescita di programmi congiunti negli ultimi anni Il Processo di Bologna: larmonizzazione dei cicli universitari, lECTS, il Diploma Supplement Erasmus Mundus: focus sulla piena integrazione dei percorsi anche dal punto di vista amministrativo A ltri programmi europei: LLP curricula development, Eu-US, EU-Canada, Tempus, Asia-link Interlink Miur: focus sulla progettazione e la realizzazione congiunte, su base di reciprocità, di corsi di studio

3 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 3 Lesperienza dell'Università di Bologna negli ultimi anni I programmi congiunti sono attivi da più anni in diverse Facoltà dellAteneo e riguardano: - lauree di 1° e 2° ciclo - Master professionalizzanti di 1° e 2° livello Lesperienza si è caratterizzata per: una gestione amministrativa che ha sempre coinvolto diverse aree dellAteneo la presenza di forme di coordinamento non pienamente strutturate un confronto principalmente orientato allo soluzione di aspetti connessi alle singole iniziative

4 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 4 Lesperienza dell'Università di Bologna nel 2007 Il 2007 Percorso di auto-formazione I programmi congiunti vengono inseriti nel piano strategico di ateneo come strumento di internazionalizzazione dellofferta formativa Importante partecipazione al quinto bando di Erasmus Mundus Aumenta la consapevolezza dellimportanza strategica di queste modalità didattiche che escono da un contesto di nicchia Chiara necessità da parte delle aree interessate di un maggiore coordinamento e strutturazione dei servizi

5 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 5 Obiettivi del percorso di autoformazione Il percorso di auto-formazione si proponeva tre obiettivi principali: Aumentare il grado di consapevolezza interna del contesto nazionale e internazionale allinterno del quale si collocano i programmi congiunti Condividere conoscenze allinterno della amministrazione presentando i rispettivi servizi, i nodi critici, le soluzioni adottate Costituire gruppi di lavoro per sviluppare nuovi supporti metodologici e organizzativi

6 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 6 La struttura e le metodologie didattiche del corso I principiali elementi di riferimento per la progettazione del corso sono stati: Supporto metodologico e organizzativo del servizio formazione-TA dellateneo Coinvolgimento di un numero limitato di persone (20) provenienti dalla diverse aree interessate Organizzazione su cinque giornate intensive di lavoro Sviluppo di contributi sia di esperti esterni alla classe che interni Presenza di due figure di facilitatori, una interna e una esterna allAteneo per organizzare la discussione Prima parte caratterizzata da momenti formativi, seconda parte da scambio di esperienze e lavori in gruppo Momento di disseminazione a livello di Ateneo al termine del percorso

7 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 7 I principali contenuti del corso Perché promuovere i Joint degree? Struttura del corso, quadro generale sullo sviluppo dei percorsi congiunti e confronto con docenti e studenti Come progettare un joint degree: dallo scambio di studenti allintegrazione di curricula Chiarimenti sulluso della terminologia in Italia ed in Europa; modelli di classificazione; mobilità; raffronti con altre esperienze europee, i sistemi di istruzione superiore in Europa e nel mondo ecc.. Procedure di attivazione e aspetti di gestione amministrativa Punti di forza e difficoltà nellarticolazione amministrativa dei Joint Degree; Erasmus mundus; lepserienza di Padova; lesperienza di Bologna (le convenzioni, la gestione degli studenti, limpatto sui regolamenti didattici dei cds); certificazioni, gli aspetti finanziari

8 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 8 Follow up del corso Complessità della materia (le ricadute sono ampie) Necessità di un confronto e coordinamento tra gli attori coinvolti Onerosità della gestione (sia da un punti di vista delle risorse umane che finanziario) Raccomandazione alla qualità dei progetti per non disperdere le risorse

9 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 9 I prossimi passi confronto INTERNO Costituzione di 3 gruppi di lavoro Produzione documenti operativi ( es. glossario, nuovo schema di convenzione, griglie e questionari di valutazioni ecc..) Condivisone in ateneo dei risultati raggiunti confronto ESTERNO Essere presenti ai tavoli di discussione a livello nazionale Essere presenti ai tavoli di discussione a livello internazionale

10 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 10 Focus e gruppi di lavoro I ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE CORSI DI LAUREA (eccessiva rigidità delle BD ministeriali, modifiche di ordinamento e/o regolamento, ecc..) SOSTENIBILITA, TASSE E CONTRIBUTI, IMPOSIZIONE FISCALE (sostegno finanziario al corso in particolare alla mobilità studenti, gestione di tasse centralizzate, ecc..)

11 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 11 Focus e gruppi di lavoro II ISCRIZIONE STUDENTI STRANIERI (modalità di iscrizione di per studenti che si iscrivono ai programmi congiunti, documentazione, gestione carriere) GESTIONE DELLA MOBILITA (status studente di scambio, attenzione a utilizzo borse erasmus rispetto alla provenienza degli studenti, gestione servizi agli studenti) RILASCIO DEL TITOLO E CERTIFICAZIONI (modalità del rilascio e tipologia di diplomi, diploma supplement)

12 Copyright© Materiale riservato e strettamente confidenziale 12 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "ALMA MATER STUDIORUM – UNIVERSITA DI BOLOGNA Materiale riservato e strettamente confidenziale Introduzione: Processo di Bologna, percorsi di (auto)- formazione."

Presentazioni simili


Annunci Google