La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MANIFESTO DEL SIMBOLISMO 18 settembre 1886 Jean Moreas sul Figaro IL SIMBOLISMO IN PITTURA : PAUL GAUGIN Marzo 1891 Albert Aurier sul Mercure France.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MANIFESTO DEL SIMBOLISMO 18 settembre 1886 Jean Moreas sul Figaro IL SIMBOLISMO IN PITTURA : PAUL GAUGIN Marzo 1891 Albert Aurier sul Mercure France."— Transcript della presentazione:

1 MANIFESTO DEL SIMBOLISMO 18 settembre 1886 Jean Moreas sul Figaro IL SIMBOLISMO IN PITTURA : PAUL GAUGIN Marzo 1891 Albert Aurier sul Mercure France

2 Opposizione alla rappresentazione realistica dei fenomeni sensibili Rappresentazione intesa come pura espressione di idee Selezione delle molteplici combinazioni di elementi offerti dalla realtà, utilizzando solo quelle linee, forme, colori utili a evocare lidea che si intende comunicare Esagerazione, attenuazione, alterazione delle componenti formali, cromatiche e grafiche dellopera

3 Originale rilettura del soggetto religioso, dove Salomè incarna il simbolo della donna fatale e della sua forza distruttiva. La testa di Battista è elevata nellaria da un potere misterioso e irradia una luce mistica. Gli spazi dipinti in modo sommario e le presenze incorporee accentuano leffetto allucinato della scena. La ricerca di preziosismi, le raffinate cromie, il dissolvimento delle forme contribuiscono a orientare lattenzione dello spettatore in una dimensione irreale e simbolica.

4 Locchio come simbolo dellonniscienza divina è un tema antichissimo; nuovo è laccostamento tra realtà naturale (il bulbo oculare) e astrazione simbolica (la mongolfiera allude al viaggio della mente verso una dimensione superiore). Lartista parte da una realtà organica che rappresenta in modo analitico, mettendo la logica del visibile al servizio dellinvisibile. La sua poetica esplora la sfera del paradosso, dellambivalenza, dellinverosimiglianza per creare la rappresentazione dellimmaginario.

5 E raffigurato il viaggio di un defunto verso la propria sepoltura ma, più che verso la porta dellaldilà, lartista sembra volerci condurre alla soglia della nostra interiorità, dove affiorano le visioni e i sogni. Laspetto inquietante dellisola e il senso di mistero che la avvolge è generato dalla minuzia dei particolari descrittivi che la delineano in un contesto assolutamente irreale.

6 Lopera di Beardsley si pone come parallelo figurativo di Wilde, espressione di un atteggiamento di provocatoria raffinatezza, icasticamente polemico verso le convenzioni della società vittoriana. Lartista è un interprete delledonismo decadente, dellideale dellarte per larte formulato negli scritti di Walter Pater che sono alla base dell Aestethic Movement : la bellezza e la perfezione sono fine esclusivo dellarte e, alla luce di una presunta infranta armonia originaria, si genera un sentimento di decadimento e di malinconica nostalgia. Le tavole realizzate per ledizione inglese di Salomè, eseguite con straordinario virtuosismo e venate di influssi orientali, interpretano mirabilmente la pesante atmosfera permeata di crudeltà, sangue e malsane passioni che trasuda dai versi del poeta.


Scaricare ppt "MANIFESTO DEL SIMBOLISMO 18 settembre 1886 Jean Moreas sul Figaro IL SIMBOLISMO IN PITTURA : PAUL GAUGIN Marzo 1891 Albert Aurier sul Mercure France."

Presentazioni simili


Annunci Google