La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biblioteche scolastiche: esperienze a confronto Chiavari 8 maggio 2007 Il bibliotecario scolastico: una professionalità (dis)conosciuta Maria Teresa De.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biblioteche scolastiche: esperienze a confronto Chiavari 8 maggio 2007 Il bibliotecario scolastico: una professionalità (dis)conosciuta Maria Teresa De."— Transcript della presentazione:

1 Biblioteche scolastiche: esperienze a confronto Chiavari 8 maggio 2007 Il bibliotecario scolastico: una professionalità (dis)conosciuta Maria Teresa De Nardis

2 Nel 1981 il Ministero stimava circa 12 mila Biblioteche scolastiche a fronte di 13 mila biblioteche pubbliche, ripartite tra universitarie statali di ente locale

3 Il Bibliotecario considerò la situazione per qualche istante. Allora... un nano e un troll. Preferiva entrambe le specie a quella umana. Tanto per cominciare non erano grandi lettori. Il Bibliotecario era, è ovvio, fortemente a favore della lettura in generale, ma i lettori in particolare gli davano sui nervi. C'era qualcosa di... come dire... sacrilego nel modo in cui continuavano a tirare giù i libri dagli scaffali e a consumare le parole leggendole. A lui piaceva la gente che amava e rispettava i libri, e la maniera migliore per farlo, secondo l'opinione del Bibliotecario, era lasciarli sulle scansie dove la Natura voleva che stessero. Da Uomini darme di Terry Pratchett Il bibliotecario ideale?

4 La BS, salvo limitatissimi casi di supplenza, non può permettersi il lusso di sprecare le sue già scarse risorse per competere con la biblioteca di pubblica lettura: la sua finalità non si esaurisce nellaumento dei numeri dei prestiti e neanche del miglioramento del servizio di reference dato che il suo compito deve essere eminentemente formativo. Sintesi relazione riunione CNBS Bibliocom 2002 di Paolo Odasso Fac simile delle bibliotecario pubblico ?

5 Formazione docente Formazione biblioteconomica Individuazione dei bisogni Progettazione Promozione Valutazione Sono bibliotecario. E adesso?

6 La mission del bibliotecario scolastico Linee guida IFLA INTERNATIONAL FEDERATION OF LIBRARY ASSOCIATIONS 1979 La biblioteca scolastica è - centro multimediale della scuola - necessaria soprattutto nella scuola dellobbligo 1986 La bs ambiente di apprendimento basato sulluso delle risorse Il bibliotecario scolastico : - mediatore delle risorse didattiche - teaching partner nel valutare e selezionare le dotazioni nel predisporre percorsi bibliografici e di ricerca nel collaborare al raggiungimento di obiettivi d'apprendimento nelle diverse aree curriculari

7 Nome nuovo, vita nuova ? Biblioteca scolastica CREMS Centro Risorse Educative Multimediali Scolastico Marisa Trigari ottobre 1997 il CREMS è un centro risorse e un AMBIENTE DI APPRENDIMENTO, sotto la responsabilità di un docente/documentalista stabile ed espressamente dedicato, in cui: si integrano risorse documentarie multimediali (dal libro al software) nel processo di apprendimento e di risoluzione di problemi; si sviluppano abilità e strategie di uso competente dell'informazione; si costruisce il piacere della ricerca autodiretta e quello della lettura libera; si sperimentano forme positive di socializzazione si svolgono attività trasversali al curricolo che favoriscono la continuità didattica e i processi di orientamento e di educazione ricorrente e permanente.

8 Nome nuovo, vita nuova ? Docente documentalista che esercita la sua funzione in modo traversale ponendo la scuola al centro in una rete informativa funzionale alle specifiche esigenze formative insegnando i metodi e le strategie di un approccio esperto e critico alle fonti di informazione Bibliotecario scolastico

9 Nome nuovo, vita nuova ? Il docente documentalista organizza e gestisce spazi e attrezzature crea e potenzia canali di comunicazione adeguati valuta, seleziona, acquisisce i documenti e ne cura liter organizzativo- gestionale cura i collegamenti con il sistema informativo locale e nazionale valuta, seleziona e gestisce i collegamenti in rete fornisce allutenza documentazione secondaria (bibliografie, repertori, ecc.) e/o terziaria (dossier, stati dellarte, ecc.) assiste lutente nellapproccio a strumenti documentari tradizionali e/o informatici fornisce le basi teoriche e pratiche per affrontare ricerca e problem solving sviluppa strategie di promozione di una lettura qualificata, sia di piacere, sia funzionale cura la salvaguardia della memoria storica nella scuola promuove incontri, dibattiti, iniziative culturali

10 La realtà Bibliotecario scolastico o docente documentalista espressamente dedicato ma non

11 Soggetti che si occupano di biblioteca docenti curriculari con ore a disposizione personale di segreteria volontari a vario titolo (docenti pensionati, genitori, ecc.) docenti utilizzati in altri compiti ex art.113

12 Spesso la biblioteca nasce dalla buona volontà di docenti, nellindifferenza del collegio dei docenti è vista come un optional non è pensata in funzione degli utenti Perchè non è chiara la sua mission non basta prestare libri ! Punti di debolezza

13 Il CONBS ha messo in contatto bibliotecari scolastici di tutta Italia I bibliotecari scolastici parlano in prima persona Esiste una realtà multiforme, viva, in rapporto dialettico con i mutamenti della società

14 Il ruolo delle biblioteche scolastiche Le Biblioteche possono svolgere un ruolo importante per lindividuo durante la ricerca di una transizione positiva dallinfanzia alletà adulta fornendo laccesso alle risorse insieme ad un ambiente che incoraggi lo sviluppo intellettuale, emotivo e sociale e offra uno stimolo concreto per unalternativa ai problemi sociali Raccomandazioni per i servizi bibliotecari per giovani adulti IFLA 2002

15 Non biblioteca ma biblioteche Le BS sono diverse: per ordine di scuola per sensibilità e progettualità investite (animazione della lettura, educazione alla ricerca,... )

16 Nella Scuola Materna La lettura ad alta voce La drammatizzazione Il piccolo prestito con i genitori (nati per leggere) I percorsi interdisciplinari: Dalla fiaba al film d'animazione o Dalla fiaba alla musica (anche organizzando piccoli concerti) La costruzione di libri a partire da materiali poveri

17 L'ora di biblioteca in cui si inizia leducazione alla ricerca mostre mercato o mostre a tema, collegate a eventi o argomenti particolari Recensioni da parte degli alunni dei libri letti, spesso con premiazione delle migliori e dei lettori più attivi Cacce al tesoro e giochi di ricerca Preparazione per la partecipazione delle classi a iniziative nel territorio Visite guidate a biblioteche cittadine, librerie, musei, mostre del libro... Giornalino scolastico Cartellonistica per eventi Laboratori interculturali Alle Elementari e alle Medie Inferiori

18 Alle Superiori Percorsi ragionati di lettura, legati al curriculum o per eventi speciali Percorsi di grammatica della ricerca Incontri con gli autori, ma anche con artisti, sportivi, scienziati, a seconda delle tipologie di scuola Laboratori di scrittura creativa, canzoni e poesia Cineforum, spesso legati a percorsi di lettura a tema Sportello multiculturale, con accoglienza e ascolto dei ragazzi stranieri Stage in gestione della biblioteca, del catalogo informatico o dello spoglio di riviste, con acquisizione di crediti utili al percorso formativo Attività con disabili per lavviamento al lavoro nel campo biblioteconomico Pomeriggi in biblioteca (con merenda) sia per gli studenti che per gli utenti adulti Apertura serale per studio e/o spettacoli, interviste, tavole rotonde allestimento del sito della scuola e/o della biblioteca Reference diretto e remoto (chiedi alla biblioteca) Prestito interbibliotecario

19 E stato dimostrato che, quando bibliotecari e insegnanti lavorano insieme, gli studenti raggiungono livelli più alti nellalfabetizzazione, nella lettura, nellapprendimento, nel problem solving e nelle abilità relative alle tecnologie dellinformazione e della comunicazione.

20 Incisività della biblioteca presenza di un bibliotecario a tempo pieno partecipazione del docente bibliotecario alla programmazione didattica inserimento delle attività della biblioteca nel POF sensibilità educativa ed esperienza docente del bibliotecario

21 docenti utilizzati ex art.113 apertura 36 ore settimanali competenze specialistiche

22 Art. 35 Legge finanziaria 2003 Mobilità – licenziamento – pensionamento dei docenti utilizzati in biblioteca ex art.113 Riduzione tempi di fruizione delle biblioteche Perdita di competenze specialistiche Dispersione di risorse investite nei progetti di formazione

23 D.A.R.S. Docente Addetto alle Risorse e ai Servizi responsabile dellattuazione del progetto culturale connesso alla sua funzione si rapporta gerarchicamente al Dirigente scolastico partecipa al Collegio docenti può essere presente nei momenti di progettazione didattico- educativa partecipa alle attività del POF

24 Una biblioteca in ogni scuola per fornire gli strumenti indispensabili nella società dellinformazione e della conoscenza Una connessione internet in ogni biblioteca per garantire maggiori possibilità di accesso alle risorse informative Un ruolo ai docenti bibliotecari condizione necessaria perchè la biblioteca sia una realtà istituzionale e non occasionale

25 Maria Teresa De Nardis


Scaricare ppt "Biblioteche scolastiche: esperienze a confronto Chiavari 8 maggio 2007 Il bibliotecario scolastico: una professionalità (dis)conosciuta Maria Teresa De."

Presentazioni simili


Annunci Google