La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO BIBLIOMEDIATECA Istituto Comprensivo Scuola dellInfanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado G.Falcone Via G. Garibaldi,63 Baragiano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO BIBLIOMEDIATECA Istituto Comprensivo Scuola dellInfanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado G.Falcone Via G. Garibaldi,63 Baragiano."— Transcript della presentazione:

1 PROGETTO BIBLIOMEDIATECA Istituto Comprensivo Scuola dellInfanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado G.Falcone Via G. Garibaldi,63 Baragiano

2 CONDIZIONI DI FATTIBILITA FUNZIONI GENERALI DELLA BIBLIOTECA MISSION DELLA BIBLIOTECA PERCORSI E ATTIVITA PER GLI ALUNNI PERCORSI E ATTIVITA PER I DOCENTI VISION IN PROGRESS Risorse professionali interne Commissione biblioteca Servizio di reference digitale diretto

3 COOPERAZIONE E STRUMENTI DI COMUNICAZIONE Risorse professionali esterne ELEMENTI DI STRUTTURA e TEMPISTICA PATRIMONIO BIBLIOGRAFICO - DOCUMENTALE E ATTREZZATURE INFORMATICHE RISORSE FINANZIARIE

4 La cooperazione tra le biblioteche Con il rinnovamento del modello di biblioteca scolastica in direzione del Centro risorse educative multimediali o bibliomediateca, è iniziato un processo che è coerente sia con levoluzione impressa dallautonomia al progetto educativo della scuola, sia con linserimento della biblioteca scolastica allinterno del sistema bibliotecario nazionale. Nella scuola, la funzione della biblioteca si è articolata in relazione ai compiti di promozione della lettura, di educazione alla ricerca e alluso delle informazioni, di supporto alla didattica e alle attività di documentazione pedagogica… ( Rosario Garra)

5 PREMESSA La definizione di biblioteca, o meglio di bibliomediateca, alla luce dei documenti nazionali ed internazionali (Linee Guida IFLA/UNESCO) vede nascere una nuova idea organizzativa di biblioteca scolastica come vero e proprio ambiente multimediale dove promuovere la capacità di accesso all informazione, lapproccio alla lettura autonoma, la cultura della ricerca e della documentazione. all informazione, lapproccio alla lettura autonoma, la cultura della ricerca e della documentazione.

6 OBIETTIVI GENERALI Fornire informazione e documentazione multimediale a sostegno dellattività didattica. Fornire informazione e documentazione multimediale a sostegno dellattività didattica. Far acquisire abilità di ricerca ed uso competente dellinformazione allutenza interna (alunni e docenti). Far acquisire abilità di ricerca ed uso competente dellinformazione allutenza interna (alunni e docenti). Sviluppare la lettura libera ed autonoma. Sviluppare la lettura libera ed autonoma. Diventare una risorsa informativa e culturale aperta al territorio. Diventare una risorsa informativa e culturale aperta al territorio.

7 CONDIZIONI DI FATTIBILITA La dimensione della scuola e gli utenti da servire. La dimensione della scuola e gli utenti da servire. Le relazioni con lesterno. Le relazioni con lesterno. Le funzioni e le attività che si devono svolgere Le funzioni e le attività che si devono svolgere Le caratteristiche e le dimensioni dello spazio. Le caratteristiche e le dimensioni dello spazio. Le tecnologie necessarie. Le tecnologie necessarie. La qualità e la quantità della documentazione. La qualità e la quantità della documentazione. Le risorse professionali e finanziarie. Le risorse professionali e finanziarie.

8 FUNZIONI DELLA BIBLIOMEDIATECA Mettere a disposizione risorse documentarie per tutta l utenza scolastica. Mettere a disposizione risorse documentarie per tutta l utenza scolastica. Consentire momenti di lettura individuale o di gruppo. Consentire momenti di lettura individuale o di gruppo. Svolgere attività di animazione. Svolgere attività di animazione. Sostenere le attività di ricerca per lo sviluppo di competenze informatiche e non. Sostenere le attività di ricerca per lo sviluppo di competenze informatiche e non.

9 MISSION della BIBLIOTECA Il concetto dei servizi di una biblioteca scolastica è strettamente legato alla suamission istituzionale che è correlata alle finalità educative della scuola. Il concetto dei servizi di una biblioteca scolastica è strettamente legato alla suamission istituzionale che è correlata alle finalità educative della scuola. La biblioteca scolastica è uno spazio informativo-formativo incardinato nellattività curricolare dove lutente – studente (e non solo) è parte attiva e consapevole. La biblioteca scolastica è uno spazio informativo-formativo incardinato nellattività curricolare dove lutente – studente (e non solo) è parte attiva e consapevole.

10 Lobiettivo principale è quello di organizzare una biblioteca scolastica come: centro di documentazione; centro di documentazione; laboratorio di lettura; laboratorio di lettura; centro di apprendimento; centro di apprendimento; centro di aggregazione e di incontro; centro di aggregazione e di incontro; centro di educazione interculturale. centro di educazione interculturale.

11 PERCORSI E ATTIVITA PER GLI ALUNNI La bibliomediateca perché diventi parte integrante del curricolo della scuola deve necessariamente far in modo che le attività e i servizi siano rispondenti alle esigenze dei docenti e degli alunni. Trattandosi di una Biblioteca di un Istituto Comprensivo, le attività proposte devono necessariamente prevedere il coinvolgimento di tutte le fasce di età riferite agli alunni.

12 ETA 3-6 ANNI ETA 3-6 ANNI Ora del racconto. Ora del racconto. Racconti illustrati. Racconti illustrati. Letture animate. Letture animate. Produzione di storie illustrate. Produzione di storie illustrate. Prestito. Prestito.

13 ETA ANNI ETA ANNI Lettura ad alta voce. Lettura ad alta voce. Letture animate. Letture animate. Produzione di storie scritte e illustrate. Produzione di storie scritte e illustrate. Laboratorio del libro illustrato Laboratorio del libro illustrato Incontri con autori /illustratori Incontri con autori /illustratori Prestito Prestito

14 ETA ANNI ETA ANNI Proposte editoriali, percorsi tematici (lettura ad alta voce, lettura dialogata…) Proposte editoriali, percorsi tematici (lettura ad alta voce, lettura dialogata…) Partecipazione a concorso (Giralibro.Le immagini che raccontano..) Partecipazione a concorso (Giralibro.Le immagini che raccontano..) Abstract come occasione didattica Abstract come occasione didattica Incontri con autori, illustratori, editori Incontri con autori, illustratori, editori Percorsi multimediali a tema Percorsi multimediali a tema Breve corso alluso didattico della biblioteca. Breve corso alluso didattico della biblioteca.

15 PERCORSI ED ATTIVITA PER I DOCENTI La biblioteca per i docenti può diventare un punto di riferimento per la propria azione didattica e costituire occasione di formazione e di arricchimento personale solo se si prevedono specifici percorsi formativi come: lintroduzione della metodologia della ricerca dellinformazione ; lintroduzione della metodologia della ricerca dellinformazione ; le strategie e le tecniche per incentivare la lettura ; le strategie e le tecniche per incentivare la lettura ; gli strumenti per documentare esperienze didattiche: la letteratura grigia; gli strumenti per documentare esperienze didattiche: la letteratura grigia; la formazione e l arricchimento culturale personale. la formazione e l arricchimento culturale personale.

16 VISION IN PROGRESS Risorse Professionali interne Risorse Professionali interne COMMISSIONE BIBLIOTECA COMMISSIONE BIBLIOTECA La commissione deve operare in sintonia e deve tener presente le sue funzioni. Sviluppare gli obiettivi del progetto Sviluppare gli obiettivi del progetto Monitorare il servizio e attivare meccanismi di valutazione del servizio pianificando questionari di User satisfacion e tabelle di indicatori di performance. Monitorare il servizio e attivare meccanismi di valutazione del servizio pianificando questionari di User satisfacion e tabelle di indicatori di performance. Organizzare gli spazi e definire le regole di gestione delle risorse Organizzare gli spazi e definire le regole di gestione delle risorse Gestire la politica degli acquisti Gestire la politica degli acquisti Stabilire un calendario di incontri e di progetti futuri da promuovere. Stabilire un calendario di incontri e di progetti futuri da promuovere.

17 Attivazione del servizio di Reference digitale diretto. Attivazione del servizio di Reference digitale diretto. Un nuovo modello di biblioteca pensata come gatway attraverso cui accedere allinformazione necessita : dellistituzione della figura del bibliotecario o di referenti con capacità comunicative,capacità di organizzare percorsi per lutenza, conoscenze normative,padronanza di database e degli strumenti per il recupero dellinformazione, assistenza alla ricerca; dellistituzione della figura del bibliotecario o di referenti con capacità comunicative,capacità di organizzare percorsi per lutenza, conoscenze normative,padronanza di database e degli strumenti per il recupero dellinformazione, assistenza alla ricerca; di promuovere la cooperazione tra i diversi componenti della commissione biblioteca e i referenti dei progetti di promozione alla lettura. di promuovere la cooperazione tra i diversi componenti della commissione biblioteca e i referenti dei progetti di promozione alla lettura.

18 COOPERAZIONE E STRUMENTI DI COMUNICAZIONE La biblioteca deve aprirsi al territorio attivando tutti i possibili canali di comunicazione e cooperazione: Risorse professionali esterne Risorse professionali esterne Ins. Mario Priore Responsabile della Biblioteca scolastica di Bella Trainer del progetto biblioteche in rete,al quale il nostro Istituto ha aderito. Ins. Mario Priore Responsabile della Biblioteca scolastica di Bella Trainer del progetto biblioteche in rete,al quale il nostro Istituto ha aderito. Creazione di una home page e di un sito web per la biblioteca che permetta un accesso privilegiato. Creazione di una home page e di un sito web per la biblioteca che permetta un accesso privilegiato. Servizio di reference digitale diretto minimale ( ; chat-line) Servizio di reference digitale diretto minimale ( ; chat-line) Attivazione delle reti territoriali per lintegrazione dei servizi (catalogazione partecipata) Attivazione delle reti territoriali per lintegrazione dei servizi (catalogazione partecipata) Cataloghi elettronici (Opac; Metaopac). Cataloghi elettronici (Opac; Metaopac). Attività promozionali: campagne di promozione alla lettura, realizzazione di progetti e laboratori di sensibilizzazione alla lettura. Organizzazione di piccole mostre. Iniziative comuni con altre biblioteche ed enti territoriali. Attività promozionali: campagne di promozione alla lettura, realizzazione di progetti e laboratori di sensibilizzazione alla lettura. Organizzazione di piccole mostre. Iniziative comuni con altre biblioteche ed enti territoriali. Attivazione servizio di prestito interbibliotecario. Attivazione servizio di prestito interbibliotecario.

19 ELEMENTI DI STRUTTURA Razionalizzazione degli elementi di struttura: organizzazione funzionale degli spazi,accesso ai disabili, postazioni attrezzate per la ricerca on-line; Razionalizzazione degli elementi di struttura: organizzazione funzionale degli spazi,accesso ai disabili, postazioni attrezzate per la ricerca on-line; Potenziamento degli strumenti tecnologici (hardware e software). Potenziamento degli strumenti tecnologici (hardware e software).

20 Tempistica Il progetto biblioteca non può essere considerato alla stregua di altri progetti che hanno un inizio e una fine.Si tratta di far nascere una struttura ex novo,farla crescere nel tempo e vivificarla attraverso unattenzione costante allo sviluppo dei servizi.

21 PATRIMONIO BIBLIOGRAFICO– DOCUMENTALE E ATTREZZATURE INFORMATICHE Regolare aggiornamento del patrimonio bibliografico, multimediale, documentario. Regolare aggiornamento del patrimonio bibliografico, multimediale, documentario. Catalogo cartaceo aggiornato. Catalogo cartaceo aggiornato. Catalogazione patrimonio documentale e bibliografico con software di SBN. Catalogazione patrimonio documentale e bibliografico con software di SBN.

22 RISORSE FINAZIARIE Bisogna essere consapevoli che la creazione di una biblioteca scolastica rappresenta una risorsa per la scuola, ma anche per il territorio è necessario pertanto coinvolgerlo e sensibilizzarlo attraverso: lindividuazione di risorse finanziarie per la gestione della biblioteca (Coinvolgimento degli enti locali operanti sul territorio : Comune,Comunità Montana, Provincia, Regione.). lindividuazione di risorse finanziarie per la gestione della biblioteca (Coinvolgimento degli enti locali operanti sul territorio : Comune,Comunità Montana, Provincia, Regione.). Sul fronte interno alla scuola è necessaria: lindividuazione di risorse finanziarie prevedendo una spesa annua pari almeno al 5% del bilancio/ fondo di Istituto; lindividuazione di risorse finanziarie prevedendo una spesa annua pari almeno al 5% del bilancio/ fondo di Istituto; la gestione razionale della politica degli acquisti : il 60% delle collezioni deve essere legata al curriculo scolastico. la gestione razionale della politica degli acquisti : il 60% delle collezioni deve essere legata al curriculo scolastico.

23 Considerazioni Finali Ogni elemento suddetto è potenzialmente realizzabile dal nostro istituto compatibilmente con le risorse finanziarie e considerando tempi ampi, poiché è nella fisiologia di un servizio di qualità prevedere una pianificazione commisurata alla realtà in cui si opera. Ritengo indispensabile una valutazione basata su un monitoraggio anticipato forecast che permetta di fare un confronto tra risultati attesi e quelli prevedibili tenendo presente lo stadio evolutivo del servizio e predeterminando le condizioni gestionali. Valutare quindi vuol dire innanzitutto definire dei modelli di confronto per la propria organizzazione e fare raffronti tra le misure rilevate e il modello, non trascurando di contestualizzare.


Scaricare ppt "PROGETTO BIBLIOMEDIATECA Istituto Comprensivo Scuola dellInfanzia, Primaria e Secondaria di Primo Grado G.Falcone Via G. Garibaldi,63 Baragiano."

Presentazioni simili


Annunci Google