La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Classificazione chimica e fisica: Struttura atomica Struttura atomica Stati di aggregazione. Stati di aggregazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Classificazione chimica e fisica: Struttura atomica Struttura atomica Stati di aggregazione. Stati di aggregazione."— Transcript della presentazione:

1 Classificazione chimica e fisica: Struttura atomica Struttura atomica Stati di aggregazione. Stati di aggregazione.

2 La materia La materia è tutto ciò che è costituito da una massa e tutto ciò che si può misurare La materia è tutto ciò che è costituito da una massa e tutto ciò che si può misurare Le particelle fondamentali della materia sono gli atomi. Le particelle fondamentali della materia sono gli atomi. Tutti gli atomi sono costituiti da particelle subatomiche: Tutti gli atomi sono costituiti da particelle subatomiche: –Protone –Elettrone –Neutrone

3 Struttura di un atomo ATOMO PROTONENEUTRONEELETTRONE

4 I legami tra atomi possono essere: Legami Legame ionico Ione positivo o catione Ione negativo o anione Legame covalente

5 Stati di aggregazione STATI SOLIDOGASSOSOLIQUIDO

6 Stati di aggregazione I corpi SOLIDI: h anno una forma e un volume proprio; I corpi SOLIDI: h anno una forma e un volume proprio; I corpi LIQUIDI: h anno un volume proprio ma assumono la forma del recipiente che li contiene; I corpi LIQUIDI: h anno un volume proprio ma assumono la forma del recipiente che li contiene; I corpi GASSOSI: n on hanno né forma né volume proprio. I corpi GASSOSI: n on hanno né forma né volume proprio.

7 Passaggi o cambiamenti di stato SolidoLiquidoFusione LiquidoSolidoSolidificazione LiquidoAeriforme Evaporazione ed ebollizione AeriformeLiquidoCondensazione SolidoAeriformeSublimazione AeriformeSolidoBrinamento

8 Miscugli Miscugli eterogenei: i diversi componenti sono facilmente distinguibili. Miscugli eterogenei: i diversi componenti sono facilmente distinguibili. Miscugli omogenei: i diversi componenti sono mescolati tanto da perdere alcune delle proprie caratteristiche. Miscugli omogenei: i diversi componenti sono mescolati tanto da perdere alcune delle proprie caratteristiche.

9 I miscugli omogenei si caratterizzano per: Componenti mescolati in modo intimo Componenti mescolati in modo intimo Perdono alcune caratteristiche esteriori: fasi non più individuabili neanche con il microscopio Perdono alcune caratteristiche esteriori: fasi non più individuabili neanche con il microscopio I componenti si separano se si cambia il loro stato di aggregazione o se si sfrutta la loro diversa solubilità I componenti si separano se si cambia il loro stato di aggregazione o se si sfrutta la loro diversa solubilità Le proprietà sono le stesse in ogni punto Le proprietà sono le stesse in ogni punto

10 I miscugli eterogenei si caratterizzano per: Componenti facili da individuare Componenti facili da individuare Ogni componente mantiene le proprie caratteristiche Ogni componente mantiene le proprie caratteristiche I componenti possono essere mescolati in qualsiasi quantità e proporzione I componenti possono essere mescolati in qualsiasi quantità e proporzione I componenti possono essere separati senza cambiare le proprietà I componenti possono essere separati senza cambiare le proprietà Le proprietà non sono uguali in tutti i punti del miscuglio Le proprietà non sono uguali in tutti i punti del miscuglio

11 Soluzioni Le soluzioni sono i miscugli omogenei. I miscugli sono formati da due o più componenti. Le soluzioni sono i miscugli omogenei. I miscugli sono formati da due o più componenti. Il solvente è il componente presente nel miscuglio in maggiore quantità. Il solvente è il componente presente nel miscuglio in maggiore quantità. Il soluto, invece, è il componente presente nel miscuglio in minor quantità. Il soluto, invece, è il componente presente nel miscuglio in minor quantità.

12 Concentrazione di una soluzione La concentrazione di una soluzione esprime la sua composizione quantitativa. La concentrazione di una soluzione esprime la sua composizione quantitativa. La concentrazione è il rapporto tra la quantità di soluto e la quantità di soluzione (o di solvente). La concentrazione è il rapporto tra la quantità di soluto e la quantità di soluzione (o di solvente).

13 Concentrazione Concentrazione La Concentrazione delle soluzioni si esprime come Percentuale in Massa Percentuale in Volume Massa su volume Parti per milioni

14 Percentuale in massa:indica la massa di soluto disciolta in 100 unità di massa di soluzione. Percentuale in massa:indica la massa di soluto disciolta in 100 unità di massa di soluzione. Percentuale in volume:indica il volume di soluto disciolto in 100 unità di volume di soluzione. Percentuale in volume:indica il volume di soluto disciolto in 100 unità di volume di soluzione. Massa su volume:indica la massa di soluto disciolto nellunità di volume di soluzione. Massa su volume:indica la massa di soluto disciolto nellunità di volume di soluzione.

15 Le operazioni per separare i componenti di un miscuglio. le varie tecniche sono tutte accomunate dal principio su cui si basano ovvero:le differenti proprietà chimiche e fisiche dei componenti da separare.

16 La distillazione frazionata: allinterno di un distillatore, tramite successive variazioni della temperatura, si portano i diversi componenti ad evaporare in tempi successivi. Dopo raffreddamento, si raccolgono separatamente. La distillazione frazionata: allinterno di un distillatore, tramite successive variazioni della temperatura, si portano i diversi componenti ad evaporare in tempi successivi. Dopo raffreddamento, si raccolgono separatamente. La decantazione: la diversa densità degli elementi permette di poter identificare, dopo un lasso di tempo i due diversi componenti che tendono a separarsi spontaneamente. La decantazione: la diversa densità degli elementi permette di poter identificare, dopo un lasso di tempo i due diversi componenti che tendono a separarsi spontaneamente.

17 Filtrazione: con laiuto di filtri o sottili maglie si riesce a trattenere i componenti più solidi. Filtrazione: con laiuto di filtri o sottili maglie si riesce a trattenere i componenti più solidi. Centrifugazione: il componente con densità maggiore viene sottoposto a una forza centrifuga maggiore di quello con densità minore e tenderà quindi a posarsi sul fondo. Centrifugazione: il componente con densità maggiore viene sottoposto a una forza centrifuga maggiore di quello con densità minore e tenderà quindi a posarsi sul fondo.


Scaricare ppt "Classificazione chimica e fisica: Struttura atomica Struttura atomica Stati di aggregazione. Stati di aggregazione."

Presentazioni simili


Annunci Google