La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piastrine, nel paziente il cui midollo è gravemente danneggiato da cellule di un tumore maligno o dalleffetto tossico di alcune terapie. Plasma, nel paziente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piastrine, nel paziente il cui midollo è gravemente danneggiato da cellule di un tumore maligno o dalleffetto tossico di alcune terapie. Plasma, nel paziente."— Transcript della presentazione:

1

2 Piastrine, nel paziente il cui midollo è gravemente danneggiato da cellule di un tumore maligno o dalleffetto tossico di alcune terapie. Plasma, nel paziente ustionato o in quello con gravi problemi di coagulazione. Albumina, per i malati in stato di shock, gli ustionati, i disprotidemici gravi, ecc.. Fattori della coagulazione, per gli emofilici. Gammaglobuline, per prevenire o curare molte malattie infettive, come il tetano, la meningite, lepatite virale, il morbillo.

3 Con la donazione tradizionale il sangue intero viene raccolto in unapposita sacca di plastica, munita di ago e collegate ad altre sacche, a costruire un unico sistema sterile, chiuso o monouso. La sacca di sangue viene centrifugata così i componenti si separano in base al peso specifico. In alternativa alla donazione tradizionale si impiega la procedura di aferesi.

4 55% Plasma 1 % Piastrine 45 % Globuli rossi

5 Consenso informato Autoesclusione Esclusione temporanea Esclusione permanente Il questionario e la visita

6 Restare disteso sul lettino almeno 10 minuti Consumare alimenti soprattutto liquidi Allontanarsi quando si è certi di sentirsi bene Evitare uso di alcolici Evitare eccessi alimentari Evitare lavori o sport pericolosi

7 Col sangue si possono trasmettere teoricamente Tutte le malattie infettive, ma alcune destano Maggiore proccupazione. LE EPATITI B e C Infezione HIV (AIDS)

8 I controlli analitici che vengono eseguiti in occasione di ogni donazione su ciascuna unità di sangue o di emocomponente rappresentano altrettanti momenti di verifica dello stato di salute del donatore, ma sono scelti prevalentemente per tutelare la sicurezza della trasfusione per il ricevente.

9 Donare il sangue è un gesto così piccolo ma infondo Fatto con il cuore. E bello sapere di essere utili ad Uno sconosciuto, ancora più bello è di esserlo per Una persona che tu ami.

10 C LASSE III B I STITUTO C OMPRENSIVO M ONS. C ASTALDI A NNO S COLASTICO 2010/2011 P ROF. R INALDI P ATRIZIA


Scaricare ppt "Piastrine, nel paziente il cui midollo è gravemente danneggiato da cellule di un tumore maligno o dalleffetto tossico di alcune terapie. Plasma, nel paziente."

Presentazioni simili


Annunci Google